Ecco tanti splendidi sfondi Quad HD in bianco e nero per i vostri schermi AMOLED (foto)

La maggior parte delle volte che pubblichiamo raccolte di sfondi, si tratta di immagini piene di colori brillanti: ma questa volta abbiamo voluto fare contenti gli amanti del bianco e nero, nonché di chi ha un display AMOLED (e chissà che non riesca a risparmiare qualche punto di batteria con questi wallpaper).

La collezione che potete trovare in fondo è stata raccolta dai colleghi di PhoneArena: si tratta di sfondi adatti a dispositivi Quad HD (1440 x 2560), quindi difficilmente potrete avere da ridire sulla risoluzione.

LEGGI ANCHE: Ogni giorno uno sfondo nuovo (o anche di più) con Backdrops

E, proprio considerando l’altissima risoluzione (e quindi il peso!) delle immagini, quelle che vi mostriamo qui sotto sono delle versioni ridotte: potete trovare i file a dimensione originale cliccando su questo link.

L’articolo Ecco tanti splendidi sfondi Quad HD in bianco e nero per i vostri schermi AMOLED (foto) sembra essere il primo su AndroidWorld.

NuAns ci riprova con Android: NEO Reloaded è il nuovo smartphone personalizzabile (foto e video)

Abbiamo già parlato di NuAns NEO, lo smartphone basato su Windows 10 Mobile con scocca intercambiabile presentato al CES 2016. La novità è che l’azienda giapponese sembra volerci riprovare, e stavolta si affiderà ad Android.

Il nuovo NuAns NEO Reloaded è una versione riveduta e corretta del modello precedente, e presenta tante novità sia a livello hardware che software. Cambia il display, che ora è un 5,2″ a risoluzione Full HD, e cambia anche il processore, aggiornato ad un Qualcomm Snapdragon 625.

Inoltre, sono stati aggiunti anche un lettore d’impronte digitali e la certificazione IP54, mentre la batteria rimane da 3.540 mAh. La rivoluzione più importante è, però, quella del sistema operativo, che è il nuovo Android Nougat.

Al di là dei dati tecnici, la forza di questo dispositivo è sicuramente il suo design posteriore, personalizzabile con materiali di tanti tipi diversi: legno, pietra, tessuto, pelle sintetica e altro ancora. L’azienda ha creato anche una flip cover in diversi materiali da abbinare allo smartphone.

LEGGI ANCHE: Adesso potete comprare Nuans NEO

Le prime spedizioni del nuovo NEO Reloaded dovrebbero partire a settembre di quest’anno, ma tutto dipenderà dalla nuova campagna Indiegogo, dov’è possibile ordinare il dispositivo a partire da 355$. Se volete saperne di più o volete dare il vostro contributo al progetto NuAns, potete andare a questo indirizzo.

L’articolo NuAns ci riprova con Android: NEO Reloaded è il nuovo smartphone personalizzabile (foto e video) sembra essere il primo su AndroidWorld.

Qualsiasi tablet diventa un Surface Pro, con la nuova tastiera universale di Logitech (foto e video)

Oggi Logitech svela il suo nuovo accessorio per tablet; si chiama Universal Folio e già dal nome ne potete intuire la natura. Si tratta infatti di una dock tastiera universale, capace di trasformare ogni tablet in qualcosa di simile ad un Surface Pro.

Logitech Universal Folio è pensata per adattarsi a tablet da 9-10″, grazie ad uno speciale aggancio a molla, fornendoli di una tastiera i cui tasti hanno una corsa di 2 mm. Quando chiusa il tablet è protetto dalla cover, mentre per passare alla modalità netbook basta aprire il tutto e sfruttare gli appositi agganci che tengono il tablet in posizione inclinata.

LEGGI ANCHE: Chuwi SurBook, il tablet 2-in-1 potente ma economico

Sulla tastiera presenti, oltre ovviamente ai caratteri, anche dei tasti funzione per attivare scorciatoie e feature native di iOS, Windows ed Android. Infatti la Folio è multipiattaforma, grazie alla connettività Bluetooth 3.0. e tra l’altro offre fino a ben due anni di autonomia, con due batterie al lito, formato bottone.

Completa il tutto un comodo porta penna, perfetto per una stylus. Un dispositivo piuttosto interessante, ma che ricade nella categoria degli accessori di fascia alta. La Logitech Universal Folio la trovate sullo store ufficiale, anche in versione con layout italiano, a 72€.

L’articolo Qualsiasi tablet diventa un Surface Pro, con la nuova tastiera universale di Logitech (foto e video) sembra essere il primo su AndroidWorld.

Modalità incognito a prova di spione su Chrome, la mossa di Google

A tutti prima o poi è capitato di navigare in modalità incognito/anonima del proprio browser, quella che in teoria dovrebbe non tenere traccia, almeno sul proprio PC, dell’attività online. Questo non significa che con questa modalità siete totalmente invisibili sulla rete, anzi. Lo sa bene Google che già da tempo ha fatto i primi passi per promuovere il protocollo HTTPS e adesso il prossimo passo sarà promuovere questo protocollo anche nella modalità incognito.

Ad oggi, dal rilascio di Chrome 56, Google Chrome segnala come non sicuri, con un etichetta nella barra degli indirizzi, i siti che contestualmente alla richiesta di dati sensibili, come password o numero della carta di credito, utilizzano il protocollo non criptato HTTP. Infatti la navigazione sui siti che non utilizzano l’HTTPS può essere a rischio di attacchi malevoli come i cosiddetti man in the middle o intercettazione del traffico.

LEGGI ANCHE: Google Chrome avrà il blocco delle pubblicità integrato?

Da Chrome 62, il cui rilascio è previsto per ad ottobre 2017, questo tipo di avviso arriverà anche nella modalità in incognito in particolare nei siti che includono un qualche tipo di modulo, quindi dove potrete inserire dei dati anche una semplice ricerca. Un passo avanti per promuovere l’utilizzo dell’HTTPS che ad oggi viene impiegato dal 50% delle pagine caricate da Chrome (da desktop); l’auspicio è quello di raggiungere il 100%.

L’articolo Modalità incognito a prova di spione su Chrome, la mossa di Google sembra essere il primo su AndroidWorld.

JVC ha presentato una gamma di auricolari Bluetooth per gli sportivi

JVCKENWOOD, meglio nota con il nome breve di JVC, ha lanciato una nuova serie di auricolari Bluetooth resistenti all’acqua e pensati per chi ama andare a correre.

Questa nuova linea, chiamata AE, è composta da due auricolari chiamati HA-ET50BTHA-EC30BT: entrambi vantano certificazione IPX5, hanno un magnete per attaccare attaccare le cuffie e non perderle e sono disponibili in diverse colorazioni.

LEGGI ANCHE: B&O P2 è uno speaker Bluetooth che si controlla con tap e shake

La differenza tra i due modelli è che il primo si fissa alle orecchie tramite un archetto che le blocca all’interno del padiglione auricolare (e, eventualmente, permette anche di indossare gli occhiali durante la corsa), mentre il secondo ha il classico gancio che si pone sopra le orecchie.

Inoltre, JVC ha sviluppato un’applicazione chiamata JVC Run&Music, che aiuta i corridori a migliorare le proprie performance analizzando i BPM delle canzoni e proponendole a seconda dell’andamento della corsa.

Le due auricolari saranno disponibile a breve ai seguenti prezzi:

  • JVC HA-ET50B a 79,99€
  • JVC HA-EC30BT a 69,99€

L’articolo JVC ha presentato una gamma di auricolari Bluetooth per gli sportivi sembra essere il primo su AndroidWorld.

Nuovo tablet Huawei certificato in Cina: sei tu, Mediapad M3 Lite? (foto)

Un nuovo tablet a marchio Huawei è stato appena certificato dall’agenzia TENAA. Il prodotto ha codice di modello Huawei BZK-L00 e specifiche di fascia bassa, e potrebbe trattarsi del nuovo Mediapad M4 o più probabilmente del Mediapad M3 Lite.

A livello hardware, il tablet presenta un corpo in metallo, display da 8″ TFT con risoluzione 1280 x 800 pixel, batteria da 4.650 mAh, solo 7,95 mm di spessore e 350 g di peso. Non si conosce ancora il processore, che dovrebbe essere un quad-core a 1,4 GHz affiancato da 3 GB di RAM e 32 GB di memoria interna, espandibile fino a 128 GB con micrsoSD.

Brutte notizie per il comparto fotocamera, che può contare di 5 MP sul posteriore e soli 2 MP sul frontale, ma fortunatamente è già presente Android 7.0 Nougat. Le colorazioni disponibili saranno argento, grigio e oro.

LEGGI ANCHE: Huawei MediaPad T3 ufficiale

Come detto, non si conosce ancora il nome preciso di questo nuovo dispositivo ma, visti i rumor delle scorse settimane, tutte le tracce lasciano intuire che dovremo essere di fronte alla versione Lite di M3 o ad un’ennesimo modello della serie T3.

L’articolo Nuovo tablet Huawei certificato in Cina: sei tu, Mediapad M3 Lite? (foto) sembra essere il primo su AndroidWorld.

DOOGEE MIX: performance di Helio P25

DOOGEE MIX è stato recentemente svelato dalla compagnia cinese ed è riuscito a far parlare di sé grazie al suo design ispirato al notevole smartphone di Xiaomi, Mi MIX. L’azienda ha rilasciato un comunicato stampa riguardante il System on Chip montato, ovvero Helio P25.

(…)
Continua a leggere DOOGEE MIX: performance di Helio P25 su Androidiani.Com


© nicolobertocco for Androidiani.com, 2017. |
Permalink |

Tags del post:

Xiaomi Mi6 Plus non vedrà mai la luce, ma a settembre arriverà Mi Note 3

Se stavate aspettando una nuova variante potenziata di Xiaomi Mi6, abbiamo brutte notizie per voi. Secondo quanto rivelato da alcuni rumor provenienti dalla Cina, l’ipotetico Xiaomi Mi6 Plus di cui si vociferava nelle scorse settimane non vedrà mai la luce.

Infatti, secondo le fonti, quest’anno la gamma Mi6 sarà composta da un solo modello, quello già in commercio, e non sono previste altre edizioni in uscita nei prossimi mesi. Non si ripeterà, dunque, la situazione vista con la gamma Mi5, che ha racchiuso tra le sue fila ben 5 modelli diversi.

LEGGI ANCHE: Xiaomi Mi6 in ceramica solo a maggio

In compenso, ci sono novità riguardo al Mi Note 3: sempre secondo la stessa fonte che ha riportato la cancellazione del Mi6 Plus, è molto probabile che il successore di Mi Note 2 possa essere presentato nel Q3 di quest’anno, precisamente nel mese di settembre.

L’articolo Xiaomi Mi6 Plus non vedrà mai la luce, ma a settembre arriverà Mi Note 3 sembra essere il primo su AndroidWorld.

Con iOS 11, Apple Music si darà ai video

Secondo quanto riportato da Bloomberg, con iOS 11 possiamo aspettarci importanti novità anche per Apple Music: come anticipato, con la prossima versione del sistema operativo, il servizio musicale della mela potrebbe darsi ai video.

Ma non parliamo solo di video musicali, bensì di veri e propri show originali e documentari, su cui Apple starebbe investendo molto: in passato abbiamo parlato di Planet of the Apps (reality show sullo sviluppo di app), ma sembra che in cantiere ci sia anche un reboot di Carpool Karaoke, una serie basata sul co-fondatore di Beats Dr. Dre e un possibile sequel dell’opera rap Trapped in the Closet. Per quanto riguarda invece le personalità coinvolte nel progetto, sembra che tra i nomi possibili ci siano anche Brian Grazer e J.J. Abrams.

LEGGI ANCHE:Apple Music per studenti arriva in Italia: metà prezzo per gli universitari

A confermare le novità per Apple Music ci ha pensato Jimmy Iovine, che ha annunciato di aver in mente grandi cambiamenti per il servizio di streaming:

Una piattaforma musicale deve essere più che un po’ di canzoni e qualche playlist. Sto provando a trasformare Apple Music in un movimento globale per la cultura di massa, dove ci sia tutto, dalle band senza contratto ai video. Abbiamo parecchi piani in merito.

Manca ancora un po’ alla presentazione di iOS 11, ma siamo davvero curiosi di scoprire quali saranno le novità per Apple Music e come la società di Cupertino punta a superare gli altri servizi di streaming, soprattutto Spotify.

L’articolo Con iOS 11, Apple Music si darà ai video sembra essere il primo su AndroidWorld.

PS4 ha trascinato il 2016 finanziario di Sony, -32,7% per il mobile

L’anno finanziari di Sony si è concluso lo scorso 31 marzo e adesso arrivano i dati ufficiali. Il 2016 di Sony si è chiuso con un -1,9%, rispetto al precedente anno fiscale, registrando un profitto di 288,7 miliardi di yen (2,37 miliardi di euro al cambio).

A guidare gli ultimi 12 mesi di Sony è stato il comparto gaming, ed in particolare PlayStation. Il colosso giapponese ha infatti venduto 20 milioni di PS4, battendo i 17,7 milioni diel 2015 e generando entrate per ben 1.650 miliardi di yen, circa 13,55 miliardi di euro.

Oltre al notevole giro di affari, sono saliti molto i guadagni. La riduzione dei costi di produzione, grazie al lancio di PS4 Slim, e le vendite sul PlayStation Network hanno portato dentro le casse di Sony un guadagno netto di 135,6 miliardi di yen, circa 1,1 miliardi di euro. Durante il precedente anno finanziario questo dato non ha superato gli 88,7 miliardi di yen.

LEGGI ANCHE: Sony Xperia XZ Premium, prezzo per l’Italia

Passando ai settori che non se la sono cavata così bene c’è quello mobile che rispetto al 2015 ha registrato un -32,7% in termini di entrate, ovvero 759 miliardi di yen pur portando guadagni per 10,5 miliardi di yen; anche la divisione dedicata ai sensori d’immagine ha registrato una decrescita, con entrate per 580 miliardi di yen, circa circa cento in meno anno su anno. Male anche produzioni TV e cinema che hanno portato a perdite per 80,5 miliardi di yen.

Sony guarda fiduciosa al 2017 ed auspica un +73,2% in termini di profitto, grazie ancora una volta al gaming, al focus sulla fascia premium degli smartphone e al settore sensori d’immagine che dopo un anno minato da tassi di cambio sfavorevoli e danni agli stabilimenti dovuti a vari terremoti dovrebbe tornare totalmente a regime.

L’articolo PS4 ha trascinato il 2016 finanziario di Sony, -32,7% per il mobile sembra essere il primo su AndroidWorld.

Samsung Galaxy S8+ a 799€ con garanzia Italia (aggiornato: anche su Amazon)

Il prezzo di Samsung Galaxy S8 (e della sua variante Plus) ha già subito alcuni ribassi come era facile aspettarsi. Forse non tutti si sarebbero aspettati però un ribasso così corposo a 3 giorni dal lancio ufficiale nei negozi. A stupirci meno è che questo store sia quello degli Stockisti.

Ad essere in forte offerta sono le tre colorazioni del modello più grande e più caro che vi ricordiamo è stato lanciato ufficialmente a 929€. Trovete infatti Galaxy S8+ in grigio, argento e nero a 799€ con garanzia Italia sul sito degli Stockisti. Chi di voi ne approfitterà?

Aggiornamento28-04-2017 ore 16.09

Così come Galaxy S8, anche Samsung Galaxy S8+ cala di prezzo su Amazon Italia e scende al vantaggiosissimo prezzo di 799€. Anche in questo venduto e spedito da Amazon, lo trovate a questo link.

L’articolo Samsung Galaxy S8+ a 799€ con garanzia Italia (aggiornato: anche su Amazon) sembra essere il primo su AndroidWorld.

Come rendere soft-touch il tasto fisico di Samsung Galaxy S7

La risposta è: con una semplicissima applicazione, ma non la troverete sul Play Store. Procediamo comunque per gradi. Non stiamo qui a discutere dell’utilità della cosa: c’è a chi piace l’idea di avere un tasto fisico, altri invece potrebbero aver paura di danneggiarlo con l’utilizzo preferendo soluzioni soft-touch in stile Huawei P10 o OnePlus 3.

Detto questo, uno sviluppatore di XDA ha scritto una semplicissima applicazione per il suo Galaxy S7 edge in grado di trasformare il pulsante fisico frontale, lo stesso che ospita anche il lettore di impronte digitali, in un pulsante soft-touch. In questo modo sia sbloccare il telefono utilizzando il lettore di impronte digitali, sia tornare alla home da qualsiasi schermata richiederà di poggiare il dito senza premere fisicamente il pulsante.

LEGGI ANCHE: Google pronta a guadagnare da Maps: pubblicità in arrivo?

L’applicazione, una volta installata e autorizzata, continuerà a funzionare in background. Avrete quindi un avviso persistente nella barra di notifiche. Potete anche aggiungere il pulsante per abilitare/disabilitare la funzione nei quick toggles. L’unico requisito è avere a disposizione Android 7 Nougat, possibilmente con ROM ufficiali o modificate che hanno però come base di partenza il firmware originale.

L’applicazione è stata realizzata per S7 edge, ma dovrebbe funzionare senza troppi problemi anche su Galaxy S7 standard. Lo sviluppatore ha testato l’applicazione per giorni senza riscontrare problemi di battery drain. Potete scaricare l’apk da questo link. Se avete problemi con l’installazione manuale degli apk date un’occhiata alla nostra guida.

L’articolo Come rendere soft-touch il tasto fisico di Samsung Galaxy S7 sembra essere il primo su AndroidWorld.

Ulefone Power 2: gaming in realtà aumentata

Come ben sappiamo i giochi da smartphone in realtà aumentata o virtuale richiedono diversi sensori per poter funzionare correttamente. Primo tra tutti il giroscopio, supportato da Ulefone Power 2. Tuttavia Ulefone ha pianificato un altro modo di godere di questa tecnologia.

(…)
Continua a leggere Ulefone Power 2: gaming in realtà aumentata su Androidiani.Com


© nicolobertocco for Androidiani.com, 2017. |
Permalink |

Tags del post: ,

Pictionary arriva su Android e iOS: ecco l’app ufficiale del gioco da tavola degli scarabocchi

Sempre più giochi da tavola stanno trovando nuova vita grazie agli smartphone: al lungo elenco dei titoli che adesso sono disponibili anche in versione elettronica oggi si aggiunge Pictionary, uno dei giochi più famosi e amati.

Realizzato da Mattel in collaborazione con Etermax, questa nuova incarnazione mobile mantiene le meccaniche del gioco da tavola che tutti amiamo: lo scopo, come sempre, è disegnare una parola, che il nostro compagno dovrà indovinare.

LEGGI ANCHE: City Mania è il SimCity mobile di Gameloft

È possibile giocare in tante lingue diverse (tra cui l’Italiano) e, proprio come per il gioco da tavola, i termini da far azzeccare si dividono in 4 categorie:

  • Persona, luogo, animale
  • Oggetto
  • Azione
  • Difficile

Con l’accumulare di punti è possibile sbloccare nuovi strumenti per disegnare, tra cui matita, pastello, penna, evidenziatore e gomma. Inoltre, è possibile consultare una galleria con i disegni dei propri amici, per trarre ispirazione per la prossima opera.

Il nuovo gioco mobile di Pictionary è disponibile gratuitamente da oggi, 27 aprile e potete scaricarlo subito dai badge qui sotto.

L’articolo Pictionary arriva su Android e iOS: ecco l’app ufficiale del gioco da tavola degli scarabocchi sembra essere il primo su AndroidWorld.

No, non siete voi, è il font di Facebook che si è ingrandito

Se utilizzate l’applicazione Android dedicata a Facebook, o magari il Gestore delle Pagine Android, potreste esservi accorti di un particolare non da poco. Le dimensioni del font delle varie scritte sono improvvisamente aumentate.

Alcuni utenti (me compreso, NdR) hanno da subito pensato a qualche impostazione sballata dello smartphone, e invece è solo Facebook, che con i solito aggiornamenti server-side, sta testando un font ingrossato nella sua app di punta. Vedere per credere.

LEGGI ANCHE: Facebook sta testando un fastidioso pulsante flottante per suggerirci video da vedere

I seguenti screenshot sono stati catturati da due Samsung Galaxy S7 edge identici, aggiornati alla medesima versione. A sinistra l’interfaccia con il font classico, mentre a destra l’interfaccia con le dimensioni del font ampliate.

Il brutto è che non ci potete fare molto. Non ci sono impostazioni nell’app in grado di modificare la dimensione del font, di conseguenza dovrete utilizzare l’applicazione così com’è. Poco male direte voi, ed in effetti si tratta solo di una leggera modifica. A qualcuno però potrebbe dare fastidio.

L’articolo No, non siete voi, è il font di Facebook che si è ingrandito sembra essere il primo su AndroidWorld.

Galaxy S8 si mostra “senza veli” in questo video (so sexy!)

Galaxy S8, fiore all’occhiello dell’azienda sudcoreana, non smette di far parlare di sé e quest’oggi avrete l’opportunità di apprezzarlo così come “mamma” Samsung l’ha fatto.

(…)
Continua a leggere Galaxy S8 si mostra “senza veli” in questo video (so sexy!) su Androidiani.Com


© nicopetilli for Androidiani.com, 2017. |
Permalink |

Tags del post: , , , , ,

#ASKmeFRIDAY 28 aprile 2017, in diretta oggi alle 16:30 su Facebook

Nuovo venerdì e nuova diretta su Facebook per rispondere alle vostre domande. Come ogni ultimo giorno lavorativo della settimana passeremo 30 minuti insieme per rispondere ai vostri dubbi, alle vostre domande o semplicemente per decomprimere insieme in attesa del fine settimana.

Potete già trovare la diretta in attesa di inizio sulla nostra pagina Facebook. Lo streaming inizierà alle 16:30 e per mezz’ora leggeremo tutte le vostre domande che farete sul social network.

L’articolo #ASKmeFRIDAY 28 aprile 2017, in diretta oggi alle 16:30 su Facebook sembra essere il primo su AndroidWorld.

Google pronta a guadagnare da Maps: pubblicità in arrivo?

Nelle ultime ore Alphabet ha pubblicato i suoi risultati finanziari relativi al Q1 2017 e a presentarli è stato Sundar Pichai. In questo frangente il CEO ha lasciato intuire quello che potrebbe essere il futuro di Google Maps dove, senza troppe sorprese, ci sarà probabilmente la pubblicità.

Pichai ha infatti spiegato che la monetizzazione di Maps è stata lenta, ma che questo è dato dalla visione a lungo termine di questo prodotto. Le mappe di Google sono ancora in forte crescita, grazie principalmente alla diffusione degli smartphone nelle economie cosiddette emergenti. Ora che è sempre più diffuso potrebbe essere il momento giusto per sfruttarne a pieno le potenzialità.

“Sono certo che negli ultimi mesi avrete notato cambiamenti in Google Maps. Se aprite Google Maps e siete in viaggio o fuori il venerdì sera vi vengono mostrate un sacco di informazioni su cosa fare o luoghi dove andare a mangiare. Queste funzioni stanno ricevendo una buona risposta dagli utenti e penso che questo ci dia l’opportunità, con il tempo, di aggiungere valore in tal senso.”

Proprio l’ultima frase di Pichai qui sopra e il discorso sulla monetizzazione lasciano intuire che Google sia pronta a puntare su sistemi come la sponsorizzazione dei luoghi su Google Maps, o più in generale pubblicità legata alla posizione.

Si tratterebbe di qualcosa di non inedito e un passo logico per Google che sappiamo bene essere diventato il gigante del web proprio grazie al circuito pubblicitario legato alla sua ricerca. Voi apprezzereste una funzione del genere, magari per scoprire qualche nuovo locale, o pensate che che le mappe di BigG debbano rimanere ad free?

L’articolo Google pronta a guadagnare da Maps: pubblicità in arrivo? sembra essere il primo su AndroidWorld.

Samsung Galaxy S8 no brand Italia disponibile all’acquisto a 699€ (anche su Amazon)

Non è la prima offerta che vi segnaliamo ma questa, oltre ad essere particolarmente gustosa, porta con sé diversi vantaggi.

Il dispositivo in questione è in vendita sullo store virtuale Stockisti: si tratta di un Samsung Galaxy S8 colore Orchid Grey senza brand e garanzia Italia. Se volete farvi un’idea dell’aspetto dell’Orchid Grey (a nostro avviso davvero bello) potete dare un’occhiata alla gallery presente in questo articolo.

POTREBBE INTERESSARTI: Samsung Galaxy S8+ a 799€ con garanzia Italia

Tornando a noi, il Galaxy S8 in questione è disponibile a 699€, ben 130€ in meno del prezzo di listino (pari a 829€). Lo trovate seguendo questo link. Potete trovare anche il modello Vodafone allo stesso prezzo seguendo questo link.

Aggiornamento28-04-2017 ore 15.20

Segnaliamo oggi Samsung Galaxy S8 Silver no brand alla stessa cifra, ovvero 699€, su Amazon Italia venduto e spedito da Amazon. Lo trovate a questo link.

Grazie a Simone
per la segnalazione!

L’articolo Samsung Galaxy S8 no brand Italia disponibile all’acquisto a 699€ (anche su Amazon) sembra essere il primo su AndroidWorld.

Alcuni Galaxy S8 si riavviano da soli con preoccupante frequenza

Al momento non abbiamo testimonianze diretta dall’Italia, quanto vi stiamo per riportare deriva da quanto affermato da alcuni possessori di Galaxy S8 della community statunitense Samsung e da utenti di XDA Developers.

Gli utenti in questione riportano riavvii spontanei del dispositivo. Fin qui niente di nuovo: molti dispositivi tendono talvolta a riavviarsi da soli, e non è chissà quale problema. Il fatto è che i suddetti Galaxy S8 si riavviano più volte durante l’arco della giornata. In un thread iniziato nella Samsung Community USA, il primo utente affermava di aver avuto a che fare con 7 riavvii nelle prime 10 ore di vita del dispositivo.

LEGGI ANCHE: Galaxy S8: rilasciato nuovo firmware in Corea per correggere la tinta dello schermo

A quanto pare il problema sembrerebbe in qualche modo legato all’utilizzo di microSD, e l’unico fix temporaneo che sembrerebbe funzionare sarebbe proprio quello di rimuovere la microSD e attendere un eventuale aggiornamento software. Anche su XDA come accennato ci sono alcuni utenti che si lamentano.

Sembrerebbe però trattarsi di segnalazioni provenienti quasi esclusivamente dal suolo statunitense, dove i Galaxy S8 e S8+ vantano SoC Qualcomm Snapdragon 835 e non quello Exynos della versione nostrana. Nell’attesa di conferme o smentite ufficiali, ecco i link alla community Samsung e a un thread su XDA.

L’articolo Alcuni Galaxy S8 si riavviano da soli con preoccupante frequenza sembra essere il primo su AndroidWorld.

Nuovi problemi per Galaxy S8, alcuni device si riavvierebbero da soli

Dopo i problemi durante l’accesso alla fotocamera e quelli con la ricarica wireless, sembrerebbe che alcuni esemplari di Galaxy S8 tendano a riavviarsi senza motivo.(…)
Continua a leggere Nuovi problemi per Galaxy S8, alcuni device si riavvierebbero da soli su Androidiani.Com


© chiaraledda for Androidiani.com, 2017. |
Permalink |

Tags del post: ,

Samsung pubblica Wemogee, un’app per comunicare con i malati di afasia (foto)

Uno dei pregi principali degli smartphone e della tecnologia in genere è sicuramente quello di avere favorito la comunicazione fra le persone, che grazie a costi contenuti e all’abbattimento delle distanze possono rimanere in contatto senza difficoltà.

Tuttavia, continuano a sembrare insormontabili barriere come l’afasia, una malattia che rende impossibile la comprensione delle normali frasi: Wemogee, un’app gratuita sviluppata da Samsung Italia, potrebbe però aiutare anche in questo campo.

Lo emoji per abbattere le barriere

Wemogee è infatti un’applicazione che si basa sull’utilizzo delle emoji per aiutare le persone afasiche a comunicare: al suo interno è infatti presente un set di tutte le frasi più comuni nelle conversazioni quotidiane (“come stai?”, “usciamo stasera?”, “sono molto contento”), tradotte nel linguaggio delle faccine, comprensibile anche ai malati di afasia.

LEGGI ANCHE: Migliori App Android per Mangiare e Bere

Utilizzare l’app è molto semplice: come in ogni applicazione di messaggistica dovrete infatti registrare il vostro account utilizzando il numero di telefono, ma fra le informazioni iniziali vi verrà chiesto anche se siete afasici o meno: nel primo caso, infatti, vi verranno mostrate le frasi sotto forma di emoji, mentre nel secondo caso potrete vederne la “traduzione” in italiano o inglese.

L’app è molto nuova, e per questo presenta alcuni piccoli problemi e malfunzionamenti (soprattutto nella procedura di registrazione). Il suo sviluppo è tuttavia ancora in pieno svolgimento, e confidiamo che entro il momento del lancio anche per iOS tutte le difficoltà saranno superate, e Wemogee potrà essere un valido strumento per superare anche questa barriera di comunicazione.

Download gratuito

Samsung Wemogee è disponibile gratuitamente sul Play Store: potete scaricarla sul vostro smartphone cliccando sul badge per il download che trovate a seguire.

POTREBBE INTERESSARTI: Come si fa a spiare WhatsApp e come evitarlo

L’articolo Samsung pubblica Wemogee, un’app per comunicare con i malati di afasia (foto) sembra essere il primo su AndroidWorld.

Messenger Lite è ufficialmente disponibile anche in Italia – FOTO

Messenger Lite, versione “snellita” del servizio di chat sviluppato da Facebook, può essere finalmente scaricata da tutti gli utenti nostrani che, magari, posseggono terminali poco prestanti o che sfruttano connessioni alquanto lente.

(…)
Continua a leggere Messenger Lite è ufficialmente disponibile anche in Italia – FOTO su Androidiani.Com


© nicopetilli for Androidiani.com, 2017. |
Permalink |

Tags del post: , , , ,

Galaxy S8 e Galaxy S8+ da oggi sul listino 3 Italia, ecco le varie offerte

Dopo le offerte Wind riservate ai vecchi clienti, anche 3 Italia si adegua all’arrivo dei nuovi top di gamma Samsung, ufficialmente disponibili da oggi, inserendoli in listino. Stiamo ovviamente parlando di Samsung Galaxy S8 e Galaxy S8+, da oggi in listino 3 Italia.

Per la precisione, i due Galaxy S8 entrano nel listino delle offerte FREE:

  • Prepagata con Promo Giga Days – Anticipo 100€ (Galaxy S8) o 200€ (Galaxy S8+) abbinabile a Free Start/Prime/Master – Canone 25/30/35€ al mese.
  • Abbonamento con Promo Giga Days – Anticipo 100€ (Galaxy S8) o 200€ (Galaxy S8+) abbinabile a Free Start/Prime/Master – Canone 25/30/35€ al mese.

In entrambi i casi si può attivare il finanziamento (CDC/SSD) o la vendita a rate con carta di credito. Ricordatevi poi che al canone mensile va aggiunta la tassa governativa di 5,16€ più la rata finale di 100€.

I due smartphone Samsung sono disponibili anche con l’offerta ALL-IN Smart + Opzione Master e Opzione Giga Days a 25€ al mese, solo con carta di credito però (e c’è sempre la tassa governativa). In questo caso l’anticipo ammonta a 150€ per Galaxy S8 e a 250€ per Galaxy S8+. Al trentesimo mese è prevista una ulteriore rata finale di 100€.

L’articolo Galaxy S8 e Galaxy S8+ da oggi sul listino 3 Italia, ecco le varie offerte sembra essere il primo su AndroidWorld.

Vivo lancia Vivo V5S, smartphone con fotocamera frontale da 20 megapixel

La società cinese Vivo ha svelato in queste ultime ore un dispositivo davvero particolare destinato, almeno inizialmente, al mercato indiano. Lo smartphone in questione si chiama Vivo V5S, e la sua particolarità più evidente riguarda la fotocamera frontale, superiore, almeno sulla carta, a quella posteriore.

Non è certo la prima volta che qualche produttore, specialmente tra quelli cinesi, punta molto sulla fotocamera anteriore. Vivo V5S sfrutta un sensore Sony da ben 20 megapixel, mentre la fotocamera posteriore “solo” da 13 megapixel. Anche a livello hardware sembra non farsi mancare nulla. Ecco la scheda tecnica.

  • Schermo: 5,5″ HD (720 x 1.280 pixel), 2,5D, Gorilla Glass 3
  • Processore: MediaTek MT6750 octa core
  • RAM: 4 GB
  • Memoria interna: 64 GB espandibile tramite microSD
  • Fotocamera posteriore: 13 megapixel, f/2.2
  • Fotocamera anteriore: 20 megapixel Sony IMX376, f/2.0
  • Batteria: 3.000 mAh
  • SO: Android 6.0 Marshmallow
  • Dimensioni: 153,8 x 75,5 x 7,55 mm
  • Peso: 154 g

Non mancano poi lettore di impronte digitali frontale, scocca metallica, personalizzazioni software di vario genere e tanto altro. Verrà lanciato sul mercato a breve (sono già attivi i pre-ordini) nelle due colorazioni che potete vedere in galleria ad un prezzo che si aggira intorno ai 270 euro.

L’articolo Vivo lancia Vivo V5S, smartphone con fotocamera frontale da 20 megapixel sembra essere il primo su AndroidWorld.

Huawei P10 Plus vs iPhone 7 Plus, il confronto (foto e video)

Diciamocelo, Huawei P10 sembra proprio un iPhone con Android (ne abbiamo anche parlato in un articolo dedicato). Confrontarlo, in questo caso la versione Plus, con un iPhone 7 Plus era scontato. Abbiamo messo testa a testa Huawei P10 Plus e Apple iPhone 7 Plus nel nostro video. Subito sotto trovate invece alcune foto dei due dispositivi e delle foto scattate dalle due fotocamere.

Una cosa che accomuna i due dispositivi è proprio la doppia fotocamera. Nello smartphone di Huawei abbiamo due lenti Leica su due fotocamere da 20 e 12 megapixel, di cui una monocromatica. Il software si occupa di catturare due immagini e realizzare uno scatto finale da 20 megapixel a colori. Le due fotocamere da 12 megapixel di Apple hanno invece un utilizzo molto diverso: una delle due è un teleobiettivo che in pratica permette allo smartphone di fare un zoom ottico 2x.

RECENSIONI: Huawei P10 PlusiPhone 7 Plus

Oltre alle due fotocamere abbiamo parlato anche di prestazioni, benchmark, autonomia e design. Trovate tutto a seguire. Qui invece le schede tecniche dei due dispositivi.

Video

Foto

Sample fotocamera

 

L’articolo Huawei P10 Plus vs iPhone 7 Plus, il confronto (foto e video) sembra essere il primo su AndroidWorld.

Alphabet supera le aspettative di Wall Street, ma gli “esperimenti” costano

Continua la crescita di Alphabet, l’azienda che vi ricordiamo contenere Google e relativi prodotti e che con i suoi risultati relativi al Q1 2017 ha superato le aspettative degli analisti di Wall Street.

Per il primo trimestre dell’anno gli esperti si aspettavano un guadagno per azione di 7,38$, mentre il valore effettivo è stato di 7,73$. Ancora una volta a trainare è il settore pubblicità online, che ha generato per Alphabet entrate per 16,8 miliardi di dollari.

Bene anche settori come cloud, hardware e software che hanno registrato entrate per 3 miliardi di dollari, uno in più rispetto al dato relativo al Q1 2016. Continunano invece a gravare le “Other Bets” (altre scommesse), i progetti sperimentali come auto a guida autonoma o la ricerca in ambito medico.

LEGGI ANCHE: Google I/O 2017, il calendario degli eventi

In questo settore le perdite sono state di 855 milioni di dollari, quando nel Q1 2016 si attestarono sui 744 milioni di dollari. Sundar Pichai crede ancora che il cloud sia il futuro ed infatti le assunzioni sono aumentate del 15%, per un totale di 74.000 dipendenti, principalmente grazie ad investimenti in questo settore.

Le cose proseguono quindi bene per Alphabet, cosa che in linea di principio dovrebbe permette all’azienda di continuare ad investire in innovazione. A tal proposito è bene ricordare gli appuntamenti della seconda metà maggio al Google I/O 2017 e quello, più ipotetico, del prossimo autunno dove potrebbero arrivare i nuovi Pixel.

L’articolo Alphabet supera le aspettative di Wall Street, ma gli “esperimenti” costano sembra essere il primo su AndroidWorld.

Nintendo Switch a quota 2,74 milioni di unità vendute, Super Mario Run raggiunge 150 milioni di download

Nelle ultime ore Nintendo si è davvero data da fare: ha presentato una nuova console portatile, New Nintendo 2DS XL, ha lanciato Mario Kart 8 Deluxe, ha annunciato la sua assenza all’E3 2017 e ha svelato qualche interessante dato relativo a Nintendo Switch e Super Mario Run.

Nel primo mese di vita Nintendo Switch avrebbe venduto circa 2,74 milioni di unità. Si tratta ovviamente di una stima che comunque potrebbe più o meno rispecchiare i precedenti dati rivelati ad esempio dalla divisione statunitense, che riportava di aver venduto circa 900.000 esemplari. Nel frattempo The Legend of Zelda: Breath of the Wild è stato acquistato da quasi 4 milioni di utenti, che tradotto significa che il gioco ha venduto bene anche su Nintendo Wii U.

LEGGI ANCHE: Recensione Nintendo Switch | Recensione Super Mario Run

Stranamente Nintendo non ha svelato i dati di vendita di 1-2-Switch. In realtà non c’è niente di strano a nostro avviso: il gioco non merita, e probabilmente la pensano così anche i primi acquirenti di Switch. Passando al mobile e alle console portatili, Nintendo 3DS e simili hanno raggiunto quota 7,27 milioni di unità spedite negli ultimi 12 mesi; Pokémon Sole e Luna hanno raggiunto quota 15,44 milioni di copie e Super Mario Maker 2,34 milioni. Niente male!

Anche il primo gioco mobile di Nintendo, Super Mario Run, sembrerebbe essersela cavata bene in termini di download, raggiungendo l’enorme cifra di 150 milioni di download tra iOS e Android. Il problema è che gli acquirenti effettivi ammontano a molto meno, e Nintendo non si è sbottonata a riguardo.

L’articolo Nintendo Switch a quota 2,74 milioni di unità vendute, Super Mario Run raggiunge 150 milioni di download sembra essere il primo su AndroidWorld.

Sconti online Euronics fino al 10 maggio: ecco le offerte più interessanti

Ieri vi abbiamo segnalato il nuovo volantino Euronics, incentrato ad audio e video, ma nelle ultime ore sono partite anche le offerte online della catena. Saranno valide fino al prossimo 10 maggio e riguarderanno un po’ tutte le categorie, incluse quelle più interessanti per i nostri lettori.

Con smartphone, noteboo, tablet, TV e wearable la scelta certamente non manca. Inoltre vi ricordiamo che, con la stessa scadenza, Euronics propone la consegna gratuita per gli ordini di almeno 40€ (TV ed elettrodomestici esclusi). Qui sotto quindi gli articoli più interessanti, mentre se vi interessano periferiche ed elettrodomestici vi rimandiamo al sito della catena.

Fotocamere

Cuffie

TV

Smartband e smartwatch

Smartphone

Tablet

Notebook

L’articolo Sconti online Euronics fino al 10 maggio: ecco le offerte più interessanti sembra essere il primo su AndroidWorld.

John McAfee sta lavorando alla realizzazione di uno smartphone super-sicuro da 1.100 dollari

Non è certo la prima volta che vi parliamo di John McAfee (su SmartWorld), e stavolta ve ne parliamo proprio in relazione all’ecosistema Android. Il celebre programmatore starebbe infatti lavorando ad uno smartphone super sicuro dotato non solo di particolari aggiunte software, ma anche di piccoli trucchi hardware che implicano anche l’utilizzo di pulsanti fisici.

Il “McAfee Phone” è infatti dotato di switch fisici che possono disabilitare istantaneamente sensori quali GPS o accelerometro, fotocamera o microfono. Persino lo slot SIM e il chip Wi-Fi possono essere disabilitati momentaneamente con la sola pressione di un pulsante.

LEGGI ANCHE: G DATA: “Android è un colabrodo”, 750.000 nuovi malware solo nel primo trimestre del 2017

Lato software troviamo una versione personalizzata di Android ovviamente dotata di protezioni di vario genere per impedire intercettazione di dati o per migliorare la navigazione anonima sul web e altro. Alla realizzazione dello smartphone stanno collaborando anche membri della società MGT, che stanno aiutando McAfee a sviluppare sia hardware che software. A proposito delle specifiche hardware, verranno rivelate solo una settimana prima del lancio del dispositivo, che dovrebbe avvenire a breve. Il prezzo? Dovrebbe ammontare a ben 1.100 dollari!

L’articolo John McAfee sta lavorando alla realizzazione di uno smartphone super-sicuro da 1.100 dollari sembra essere il primo su AndroidWorld.

Sony Xperia XZ Premium non è compatibile con la realtà virtuale Google

Sony ha sicuramente dei validissimi motivi per inserire uno schermo 4K all’interno di uno smartphone. Non si tratta tanto della risoluzione stellare, visto che è già difficile distinguere un Full HD da un 2K, quanto piuttosto delle caratteristiche dello schermo stesso come il supporto HDR, Sony Triluminos Display e X-Reality. Se però si cerca di giustificare in altro modo uno schermo di tale risoluzione è sicuramente la realtà virtuale, dove una risoluzione 4K (rispetto ad un 2K o un Full HD) potrebbe davvero fare la differenza in termini di esperienza d’uso.

Scopriamo però purtroppo che Sony Xperia XZ Premium non ha il supporto alla realtà virtuale di Google (che gli permetterebbe di essere usato con il visore Daydream) perché, secondo quanto scoperto da Ars Technica, il tempo di risposta di questo LCD è troppo alto per gli standard richiesti da Google (ovvero meno 3 millisecondi). Veramente un peccato visto che ci sarebbe stato bisogno di un dispositivo con una tale risoluzione per cercare di alzare ancora l’asticella della realtà virtuale da smartphone.

Difficile anche che Sony possa pensare di sviluppare un suo sistema di realtà virtuale, visto che il limite hardware rimarrebbe comunque. La magra consolazione è che ad oggi sono poche le aziende che hanno abbracciato lo standard VR di Google e anche chi ha display adatti per il VR (come Samsung) ha piuttosto scelto una soluzione proprietaria.

L’articolo Sony Xperia XZ Premium non è compatibile con la realtà virtuale Google sembra essere il primo su AndroidWorld.

Offerte Amazon 28 aprile: compatta premium Canon, DAC per smartphone, Galaxy S8 e box TV Zidoo

Altro giro altra corsa sulla giostra delle offerte Amazon. Oggi partono le vendite di Samsung Galaxy S8 ed infatti non manca tra gli articoli in ribasso sul famoso store online. Di fianco allo smartphone qualche altro gadget.

Tra questi un minuscolo ma versatile DAC per smartphone, un modem/router ASUS e una bella fotocamera compatta Canon. Date un’occhiata alle migliori offerte Amazon di oggi 28 aprile e fateci sapere nei commenti da cosa vi siete fatti tentare.

GGMM Headphone Amplifier

39.9€

Un piccolo DAC/ampli 24-bit 192 kHz perfetto per il vostro smartphone Android, a patto che supporti l’audio via USB.

Asus DSL-AC68U AC1900

119€

Velocità in Wi-Fi fino a 1.900 Mbps e un ricco set di feature, tra cui una porta USB 3.0 e il supporto alle chiavette 4G, per questo modem router in ribasso su Amazon.

Zidoo X9S

119.99€

Recensione

Torna in offerta lampo il popolarissimo box TV di Zidoo, il potente X9S.

Sony Alpha 6000L con obiettivo16-50 mm

549.9€

Al miglior prezzo di sempre questa mirrorless Sony, tra l’altro corredata di obiettivo zoom 16-50 mm.

Canon PowerShot G7 X MARK II

558.5€

Non il miglior prezzo di sempre ma comunque il più interessante delle ultime settimane, per l’ottima compatta Canon.

Samsung Galaxy S8

752.5€

Recensione

Ve l’abbiamo segnalato ieri sera sul nostro canale Telegram, ma il Galaxy S8 Orchid Gray a 750€ merita senz’altro la segnalazione anche qua, vista la spedizione di Amazon prevista per martedì prossimo.

Nota: se il prezzo dovesse differire da quello indicato nell’articolo è a causa del fatto che i pezzi in promozione sono esauriti o l’offerta a tempo scaduta.

L’articolo Offerte Amazon 28 aprile: compatta premium Canon, DAC per smartphone, Galaxy S8 e box TV Zidoo sembra essere il primo su AndroidWorld.

OnePlus 3T Midnight Black è finito in tutto il mondo

Se in Italia OnePlus 3T Midnight Black è ormai terminato da qualche settimana, l’edizione limitata dello smartphone di maggior successo dell’azienda cinese è stata ancora disponibile per un po’ di tempo in altri paesi. Ma a chiarire che ormai le scorte siano quasi terminate è il CEO stesso dell’azienda che su Twitter fa sapere che le scorte di OnePlus 3T Midnight Black sono terminate ovunque, tranne che in due paesi.

Parliamo di UK e Hong Kong dove le scorte limitate termineranno nel giro di pochi giorni. Se volete acquistarne uno il modo più semplice è probabilmente farvi aiutare da qualche amico emigrato in Inghilterra e acquistarlo dallo store UK. Per tutti quelli che ne hanno acquistato uno invece il consiglio è di tenerselo stretto.

L’articolo OnePlus 3T Midnight Black è finito in tutto il mondo sembra essere il primo su AndroidWorld.

Ecco quando i Pixel ed i Nexus non saranno più aggiornati

Google era stata abbastanza chiara sulla durata degli aggiornamenti dei propri smartphone (Pixel o Nexus che fossero): 2 anni di aggiornamenti garantiti per quanto riguarda l’aggiornamento ad una nuova versione di Android. Dopo questa scadenza ogni aggiornamento aggiuntivo sarebbe stato non garantito.

Oltre a questo però ci sono anche le patch di sicurezza, ovvero un ottimo modo per tenere gli smartphone al sicuro da problematiche di sicurezza anche senza dover aggiornare l’intero sistema operativo. Proprio come ogni patch. Poiché forse per qualcuno il lasso di tempo specificato da Google, ovvero “3 anni dal lancio o 18 mesi da quando sono stati venduti l’ultima volta”, era troppo contorto, l’azienda ha scelto di specificare con dei numeri non contestabili le “date di scadenza” dei propri smartphone.

Periodo minimo di aggiornamento Pixel

Smartphone Nessun aggiornamento garantito dopo Nessuna patch garantita dopo
Pixel XL

Ottobre 2018

Ottobre 2019
Pixel

Ottobre 2018

Ottobre 2019

Periodo minimo di aggiornamento Nexus

Smartphone Nessun aggiornamento garantito dopo Nessuna patch garantita dopo
Nexus 6P

Settembre 2017

Settembre 2018
Nexus 5X

Settembre 2017

Settembre 2018
Nexus 9

Ottobre 2016

Ottobre 2017
Nexus 6

Ottobre 2016

Ottobre 2017
Nexus 5

Ottobre 2015

Ottobre 2016
Nexus 7 (2013)

Luglio 2015

Luglio 2016
Nexus 4

Novembre 2014

Novembre 2015
Nexus 10

Novembre 2014

Novembre 2015
Nexus 7 (2012)

Giugno 2014

Giugno 2015

I prossimi a “scadere” definitivamente saranno quindi il Nexus 6 ed il Nexus 9, seguita dall’assenza di aggiornamenti di Android per Nexus 6P e Nexus 5X.

L’articolo Ecco quando i Pixel ed i Nexus non saranno più aggiornati sembra essere il primo su AndroidWorld.

Xiaomi WeLoop Hey3S: il clone low-cost dell’Apple Watch Nike+

L’Apple Watch Nike+ dedicato agli sportivi ha un nuovo rivale che ne riprende fedelmente il design ma abbatte il prezzo di vendita. Parliamo del nuovo Xiaomi WeLoop Hey3S uno smartwatch per gli amanti del fitness che costa solamente 70€.

(…)
Continua a leggere Xiaomi WeLoop Hey3S: il clone low-cost dell’Apple Watch Nike+ su Androidiani.Com


© mptm3c for Androidiani.com, 2017. |
Permalink |

Tags del post:

Le migliori offerte di amazon di Venerdì 28 aprile

Dopo l’Amazon Prime Day e in attesa del prossimo Black Friday amazon propone qualche offertina per ingannare l’attesa

Prima di visionare la lista delle offerte proposte, vi ricordo le nostre classifiche sempre aggiornate:

(…)
Continua a leggere Le migliori offerte di amazon di Venerdì 28 aprile su Androidiani.Com


© Andrea Baccega for Androidiani.com, 2017. |
Permalink |

Tags del post: , , , ,

Qualcuno ha già un Google Pixel 2

Che Google Pixel 2 sia un prodotto reale, almeno dal punto di vista concettuale era già cosa risaputa. Il conoscere il suo codice di sviluppo, walleye, ha permesso con grande semplicità di scovare all’interno dei commit del codice di Android riferimenti a questo dispositivo. Non è certo una novità, ma oggi è saltato fuori qualcosa di interessante.

David Zeuthen il 26 aprile scrive:

Finally got around to manually testing this on a walleye device (good thing I did because the check for AVB was wrong so I fixed that in PS6):

In pratica è riuscito a venire in possesso di un dispositivo walleye, ovvero di un Pixel 2, per poter testare il codice di cui stava discutendo. Certo, al momento è impossibile sapere se si tratta di un dispositivo finale ed è altamente probabile che non lo sia. Ma questa semplice frase è comunque un interessante indizio del fatto che i primi dispositivi hardware stanno iniziando a circolare e che quindi il design dei componenti e le specifiche sono ormai definitive.

I tempi quindi sarebbero abbastanza allineati per portarci a pensare che il lancio possa avvenire ad un anno preciso di distanza dal primo modello. Slashgear ipotizza anche che dietro il Pixel 2 ci sia sempre HTC vista la rapidità con cui dei dispositivi hardware sono già in circolazione. A nostro parere è una considerazione un po’ azzardata, ma comunque non illogica.

L’articolo Qualcuno ha già un Google Pixel 2 sembra essere il primo su AndroidWorld.

Qualcuno ha giù un Google Pixel 2

Che Google Pixel 2 sia un prodotto reale, almeno dal punto di vista concettuale era già cosa risaputa. Il conoscere il suo codice di sviluppo, walleye, ha permesso con grande semplicità di scovare all’interno dei commit del codice di Android riferimenti a questo dispositivo. Non è certo una novità, ma oggi è saltato fuori qualcosa di interessante.

David Zeuthen il 26 aprile scrive:

Finally got around to manually testing this on a walleye device (good thing I did because the check for AVB was wrong so I fixed that in PS6):

In pratica è riuscito a venire in possesso di un dispositivo walleye, ovvero di un Pixel 2, per poter testare il codice di cui stava discutendo. Certo, al momento è impossibile sapere se si tratta di un dispositivo finale ed è altamente probabile che non lo sia. Ma questa semplice frase è comunque un interessante indizio del fatto che i primi dispositivi hardware stanno iniziando a circolare e che quindi il design dei componenti e le specifiche sono ormai definitive.

I tempi quindi sarebbero abbastanza allineati per portarci a pensare che il lancio possa avvenire ad un anno preciso di distanza dal primo modello. Slashgear ipotizza anche che dietro il Pixel 2 ci sia sempre HTC vista la rapidità con cui dei dispositivi hardware sono già in circolazione. A nostro parere è una considerazione un po’ azzardata, ma comunque non illogica.

L’articolo Qualcuno ha giù un Google Pixel 2 sembra essere il primo su AndroidWorld.

Sony Xperia XZ Premium debutterà in Germania l’1 Giugno

Dopo aver ricevuto le prime conferme da Amazon UK durante le ultime ore anche Roland Quandt ha confermato la data di debutto del nuovo Sony Xperia XZ Premium. Questo nuovo top-gamma debutterà il prossimo 1 Giugno anche in Germania.

(…)
Continua a leggere Sony Xperia XZ Premium debutterà in Germania l’1 Giugno su Androidiani.Com


© mptm3c for Androidiani.com, 2017. |
Permalink |

Vedi il miglior smartphone android di aprile 2017

Tags del post:

Le “reazioni” arrivano anche su Facebook Lite (foto) (aggiornamento)

Mi piace, Love, Ahah, Wow, Sigh e Grrr. Le famigerate Reazioni di Facebook, lanciate su desktop e mobile oltre un anno fa, arrivano anche su Facebook Lite, la più semplice eppur completa app ufficiale dedicata al social network più famoso al mondo.

Adesso, anche utilizzando il client più leggero di Facebook, potete commentare i post dei vostri amici in modo più colorito e colorato, esattamente come sarete già abituati a fare altrove; l’uso è esattamente il medesimo.

LEGGI ANCHE: Galaxy S8: tutto ciò che sappiamo

Potete scaricare Facebok Lite dal Play Store (la versione in oggetto è la 32.0.0.4.67), dato che l’app è ormai disponibile da oltre un mese anche in Italia. A seguire alcuni screenshot della “nuova” funzionalità legata alla Reazioni.

Google Play Badge

Aggiornamento28-04-2017 ore 08.30

Avevamo battuto sul tempo Facebook con più di un mese di anticipo su questo annuncio. Oggi è Mark Zuckerberg stesso a confermare la presenza delle reazioni in Facebook Lite, oltre all’arrivo anche di alcuni effetti per la fotocamera.

Ringraziamo Antonino per la segnalazione.

L’articolo Le “reazioni” arrivano anche su Facebook Lite (foto) (aggiornamento) sembra essere il primo su AndroidWorld.

HTC vi invita a spremere il suo prossimo top di gamma il 16 maggio prossimo (aggiornato)

HTC U sarà presentato il prossimo 16 maggio. L’azienda taiwanese l’ha appena confermato, insistendo su quella che sarà la peculiarità di questo smartphone, ovvero il fatto di avere i bordi interattivi, chiamati Edge Sense, che reagiranno al tocco ed alla pressione per eseguire varie azioni sull’interfaccia. I dettagli precisi di questa funzione non sono noti, ma a grandi linee è facile immaginarsi come dovrebbe andare.

Vi ricordiamo però che HTC U sarà comunque un top di gamma a tutti gli effetti, con Snapdragon 835, schermo da 5,5” WQHD e grande attenzione al comparto fotografico. Unico possibile punto debole, la batteria che dovrebbe essere da soli 3.000 mAh. Ah, e giusto per la cronaca, sottolineiamo che non dovrebbe esserci il jack audio, ma almeno avremo il Bluetooth 5.0.

LEGGI ANCHE: Prima foto di HTC U

Manca comunque quasi un mese al lancio di HTC U, e nonostante sia già trapelato molto al riguardo, ci aspettiamo che altre informazioni arrivino nel corso dei prossimi giorni / settimane, giusto per togliere ad HTC l’onore di svelarci tutto in prima persona. L’evento sarà infatti trasmesso in streaming, ma ancora non sappiamo dove: potete però restare aggiornati in merito lasciando la vostra email sul sito ufficiale.

Aggiornamento28-04-2017 ore 08:30

HTC pubblica su YouTube un nuovo video, dove però del telefono non si vede niente.

 

L’articolo HTC vi invita a spremere il suo prossimo top di gamma il 16 maggio prossimo (aggiornato) sembra essere il primo su AndroidWorld.

Aperte le preregistrazioni di Injustice 2: c’è Catwoman in regalo! (video)

Ebbene sì, signore e signori: coloro che effettueranno la preregistrazione a Injustice 2 tramite il link in calce, e inserendo il proprio indirizzo e-mail, riceveranno la celebre ladra Catwoman come esclusivo personaggio giocabile al lancio del gioco, fissato per l’11 maggio.

Stiamo ovviamente parlando dell’edizione per Android e iOS del picchiaduro in uscita il 18 maggio su PlayStation 4 e Xbox One, che offrirà un’esperienza di combattimento nettamente migliorata rispetto alla versione precedente.

LEGGI ANCHE: Tutto su Injustice 2 (console)

In particolare, ogni giocatore potrà contare su un maggiore movimento, sull’aggiunta di proiettili, di mosse speciali migliorate e di un bel po’ di modalità aggiuntive, tra cui una dedicata alla storia, che seguirà gli eventi di Injustice 2 per console, un modalità Operazioni a missioni, una Arena competitiva e molto altro. Preparatevi, perché ci sarà da divertirsi (o, almeno, così pare!).

L’articolo Aperte le preregistrazioni di Injustice 2: c’è Catwoman in regalo! (video) sembra essere il primo su AndroidWorld.

Trapelate le specifiche di Oppo F3: somiglia al Plus, ma non troppo

Nonostante la versione Plus sia già stata annunciata ufficialmente da più di un mese, poco si sapeva sinora del nuovo Oppo F3. Come spesso accade, a venire in nostro soccorso è il portale GFXBench, che ci fornisce oggi alcune informazioni inedite sul dispositivo della casa cinese.

Guardando la scheda tecnica, le differenze col modello Plus sono significative: i due smartphone hanno in comune i 4 GB di RAM, i 64 GB di memoria interna, la versione Android 6.0 Marshmallow e soprattutto la doppia fotocamera anteriore – con sensori da 16 MP e 8 MP – ma per il resto cambia molto.

Il nuovo F3 dovrebbe avere schermo da 5,5″ Full HD – più piccolo di mezzo pollice rispetto al Plus –, SoC MediaTek MT6750T, batteria da 3.200 mAh e fotocamera posteriore da 13 MP. Per le dimensioni, si parla di 153,3 × 75,2 × 7,3 mm con un peso di 153 g.

LEGGI ANCHE: Oppo R11 avrà una dual-cam posteriore

Riguardo alla data di presentazione, è probabile che il nuovo smartphone Oppo possa arrivare entro poche settimane, probabilmente già il prossimo 4 maggio, come riportano alcuni rumor.

L’articolo Trapelate le specifiche di Oppo F3: somiglia al Plus, ma non troppo sembra essere il primo su AndroidWorld.

Google rilascia Assistant SDK per integrare la sua AI anche su dispositivi di terze parti (video)

Dopo aver esteso il supporto a tutti gli smartphone Android, Google ha deciso di allargare ancora di più il campo di Assistant, rilasciando la prima developer preview del suo SDK ufficiale.

Grazie a questo pacchetto di strumenti, gli sviluppatori indipendenti saranno in grado d’integrare l’assistente intelligente di Big G anche nei dispositivi di terze parti. Ciò significa che Assistant potrà girare anche su smart mirror, robot fatti in casa, sistemi Raspberry Pi o altri gadget intelligenti.

L’integrazione di Assistant sfrutta le API gRPC, che possono essere implementate nel proprio progetto attraverso qualsiasi linguaggio di programmazione. Le piattaforme supportate sono tantissime, e l’azienda di Mountain View assicura che presto Assistant arriverà anche su Android Auto e Android TV.

LEGGI ANCHE: Android Things Developer Preview 3

Se volete scoprire di più o scaricare la documentazione ufficiale, potete recarvi sul sito ufficiale di Google Assistant SDK a questo indirizzo.

L’articolo Google rilascia Assistant SDK per integrare la sua AI anche su dispositivi di terze parti (video) sembra essere il primo su AndroidWorld.

Sony Xperia XZ Premium ha un prezzo: 769€ per il mercato italiano

Dopo l’annuncio ufficiale in occasione del MWC 2017 di Barcellona, sappiamo ormai tutto sul conto del nuovo Sony Xperia XZ Premium, già premiato ed osannato dalla critica, sebbene non sia stato ancora lanciato sul mercato.

L’unica informazione ancora oscura era quella riguardo al prezzo, ma è finalmente l’ora di svelare anche questo mistero. Xperia XZ Premium in Italia verrà proposto a 769€, un prezzo allineato a quello di LG G6 e leggermente inferiore in confronto a Samsung Galaxy S8.

LEGGI ANCHE: Sony Xperia XZ Premium, la nostra anteprima

I preordini per il top gamma di Sony inizieranno la prossima settimana, ma la data di spedizione dovrebbe coincidere con quella di lancio ufficiale, fissata per il prossimo 1 giugno.

L’articolo Sony Xperia XZ Premium ha un prezzo: 769€ per il mercato italiano sembra essere il primo su AndroidWorld.

City Mania è il SimCity di Gameloft: costruite la città più bella del mondo su Android o iOS (foto e video)

City Mania è il nuovo gioco simulativo sviluppato da Gameloft che farà sospirare i fan dei titoli in stile SimCity. Infatti, in questo videogame per dispositivi mobili ci ritroveremo nei panni di un sindaco col sogno di costruire la città più bella del mondo.

Per realizzare il nostro obiettivo, potremo espandere i confini, costruire edifici, pianificare zone e anche reclutare alcuni bizzarri personaggi, che renderanno più vive le strade della città. Inoltre, è possibile anche costruire alcuni dei grandi monumenti del mondo, come la Torre Eiffel, la Torre di Londra e la Torre di Pisa.

Man mano che si procederà nell’espansione e nell’avanzamento della città, saranno disponibili tipologie d’edificio sempre più moderne, e si potranno anche visitare le città dei nostri amici, per rubare le idee migliori.

LEGGI ANCHE: SimCity BuildIt è il SimCity più giocato di sempre

City Mania è disponibile gratuitamente sia per Android che per iOS, ma all’interno del gioco possono essere utilizzati acquisti in-app opzionali per procedere più velocemente o sbloccare alcune collezioni speciali. Se siete amanti della serie SimCity, non potrete fare altro che cliccare sui link seguenti per installare il gioco.

L’articolo City Mania è il SimCity di Gameloft: costruite la città più bella del mondo su Android o iOS (foto e video) sembra essere il primo su AndroidWorld.

Messenger Lite di Facebook disponibile in Italia (video)

Senza neanche essere stata disponibile in Italia Facebook Lite aveva riscosso già un grande successo fra i nostri lettori tanto che in molti l’hanno preferita all’app ufficiale una volta diventata disponibile anche nel nostro paese. Per tutti quelli che utilizzano molto la piattaforma di Facebook ma non hanno uno smartphone particolarmente potente (o semplicemente vogliono ottimizzare al meglio l’autonomia) ecco che oggi il gigante statunitense fa un altro regalo al nostro paese.

È infatti ufficialmente disponibile anche in Italia Messenger Lite, la versione “leggera” del client di messaggistica del social network. In questa versione è possibile inviare messaggi, link e scambiarsi foto. Funzionalità avanzate (come le Storie) sono presenti solamente nella versione più pesante. Il logo è identico a quello di Messenger, ma con i colori invertiti.

Potete scaricarla da subito dal Play Store. Fateci sapere come vi trovate e se sostituirà la versione “completa” dell’app.

Perseguendo il nostro obiettivo di aiutare tutte le persone del mondo a rimanere connessi, oggi lanciamo una nuova applicazione chiamata Messenger Lite, una versione indipendente di Messenger per dispositivi Android. Messenger Lite è una versione ridotta di Messenger che offre le funzioni fondamentali di Messenger per Paesi con connessioni internet più lente e in prevalenza per smartphone Android con funzionalità standard. Con Messenget Lite, le persone sono in grado di inviare rapidamente e facilmente messaggi, foto e link a tutti coloro che utilizzano Messenger o Messenger Lite.

Più di 1 miliardo di persone in tutto il mondo usano Messenger ogni mese da una vasta gamma di dispositivi mobili su reti di diverse velocità e affidabilità. Con Messenger Lite, più persone possono rimanere in contatto, indipendentemente dalle condizioni di rete o dalle limitazioni di archiviazione sui loro dispositivi Android. Messenger Lite è stato costruito per offrire alle persone la migliore esperienza di Messenger, indipendentemente dalla tecnologia che utilizzano o a cui hanno accesso.

Messenger Lite è inferiore ai 10MB, quindi è veloce da installare e veloce da avviare. Comprende le esperienze principali di Messenger, come la messaggistica, l’invio e la ricezione di foto e link e la condivisione di adesivi. Messenger Lite utilizza lo stesso logo di Messenger, ma con i colori invertiti. Il logo è blu con la nuvoletta di messaggio bianca come sfondo.

Novità

Alcuni mesi fa abbiamo annunciato il roll out di Messenger Lite in Kenya, Tunisia, Malesia, Sri Lanka e Venezuela. Oggi introduciamo Messenger Lite in ulteriori 150 Paesi, compresi Germania, Colombia, Italia, Vietnam, Algeria, Nigeria, Marocco, Perù, Turchia, Giappone, Taiwan e Olanda.

La nuova versione di Messenger Lite consente all’utente di inviare emojis e adesivi, vedere chi tra i contatti è attivo, vedere o eliminare membri di gruppi, oltre alle normali e fondamentali funzioni come inviare messaggi di testo, foto e link a tutto coloro che utilizzano Messenger Lite o Messenger.

L’articolo Messenger Lite di Facebook disponibile in Italia (video) sembra essere il primo su AndroidWorld.

Wind offre Galaxy S8 e S8+ con sconti fino a 300€, ma solo per i vecchi clienti

Sembra che Wind voglia farvi acquistare a tutti i costi uno dei nuovi Samsung Galaxy S8 o S8+. Oltre alle offerte già visti nel nuovo listino dell’operatore, aggiornato la scorsa settimana, ci sono due possbilità in più per i vecchi clienti.

Per tutti i clienti ricaricabile Wind da almeno un anno, è possibile acquistare i nuovi top gamma dell’azienda coreana a prezzo scontato con la promozione Smartphone Box. L’offerta prevede un pagamento rateale in 30 mesi più un anticipo immediato, e offre anche 1 GB di traffico dati in regalo per i 30 mesi della promozione.

Il prezzo delle rate e degli anticipi è così ripartito:

  • Samsung Galaxy S8: 14€ al mese per 30 rate + anticipo di 129,90€ (Sconto di 280€)
  • Samsung Galaxy S8+: 16€ al mese per 30 rate + anticipo di 149,90€ (Sconto di 300€)

LEGGI ANCHE: Samsung Galaxy S8+ (S8 Plus), la recensione

Per ulteriori informazioni, potete visitare le pagine dedicate sul sito Wind a Galaxy S8 e Galaxy S8+.

L’articolo Wind offre Galaxy S8 e S8+ con sconti fino a 300€, ma solo per i vecchi clienti sembra essere il primo su AndroidWorld.