VLC disponibile per iOS, ma anche Windows Phone e Android TV

Oggi è un grande giorno per tutti i fan di VLC: il team dietro il più famoso media player al mondo ha infatti rilasciato la sua app per iOS e Android TV, ma ci sono tante novità anche per le altre piattaforme.

LEGGI ANCHE: VLC ritorna su iOS, almeno per chi l’aveva già scaricata

Dopo una lunga attesa, tutti i possessori di iPhone e iPad possono nuovamente scaricare il riproduttore col cono arancione, che arriva anche per le TV con il sistema operativo di Google.

Insieme a queste due “nuove” app, è stata rilasciata anche la prima beta pubblica per Windows Phone e Windows RT, mentre la versione per Android ha ricevuto un piccolo update che migliora l’interfaccia seguendo le guide del Material Design.

Piccole novità anche per Windows e OS X, ma rimanendo in tema mobile vi lasciamo con i badge per il download per iOS, Android e Windows Phone. Buon download e buona visione.

App Store badge

Play Store badge

Windows Store badge

 

L’articolo VLC disponibile per iOS, ma anche Windows Phone e Android TV sembra essere il primo su AndroidWorld.it.

Huawei Watch: lo smartwatch “senza tempo”, per lui e per lei (foto e video)

Huawei era riuscita a tenere nascoste praticamente tutte le novità che ha portato al Mobile World Congress, ma in queste ultime ore c’è stata una profusione di leak, più o meno ufficiali, gli ultimi dei quali riguardano Huawei Watch, l’elegante smartwatch che l’azienda cinese ha pensato per il pubblico di entrambi i sessi.

LEGGI ANCHE: HTC One M9 in un video hands-on prima della presentazione

Lo smartwatch di Huawei si distingue per il design compatto, con un diametro di soli 42 mm, il che lo rende ideale per tutti i tipi di polsi. Oltre a questo ci sono anche cinturini diversi, di pelle o metallo, ed in ogni caso sono intercambiabili in modo da poter essere modificati facilmente. La superficie dell’orologio è realizzata in vetro zaffiro, per una maggiore durabilità, mentre il corpo è unibody in acciaio. A dispetto dell’apparenza classica, Huawei Watch è dotato di funzionalità tipiche da activty tracker, con tanto di monitor di battito cardiaco; ed è anche resistente all’acqua.

Detto questo, non dimenticatevi che parliamo di uno smartwatch Android Wear, ovvero completo di comandi vocali, Google Now, e della possibilità di personalizzare le watch face, cosa che Huawei sembra aver fatto in maniera egregia.

Per tutti i dettagli tecnici dovremo aspettare la presentazione di domani, ma intanto date un’occhiata ai due video ufficiali che trovate qui sotto, e alla successiva galleria, per farvi un’idea più precisa di questo promettente smartwatch.

L’articolo Huawei Watch: lo smartwatch “senza tempo”, per lui e per lei (foto e video) sembra essere il primo su AndroidWorld.it.

YouTube introduce le statistiche per nerd nella sua app (download apk)

È stata una settimana intensa ed importante per il team di YouTube, che ha lanciato Kids, l’app destinata ai più piccoli, oltre ad una nuova funzionalità che permette di modificare la lunghezza dei video, inviandone così solo degli spezzoni, ma c’è un’ultima novità di cui parlare.

L’app Android di YouTube si è aggiornata alla versione 10.08.52, introducendo principalmente le statistiche per nerd, il cui arrivano era stato preannunciato, attivabili nelle impostazioni generali dell’app. Dopo di che vi basterà cliccare il tasto overflow per vedere oltre alle classiche opzioni anche queste statistiche. Inoltre, l’app richiedere ora i permessi per la vibrazione, utilizzata senza sorprese nelle notifiche.

LEGGI ANCHE: YouTube lancia Kids, l’app per i bambini, negli USA

Passiamo ora alle novità future di cui vi è traccia all’interno dell’apk, ma ancora non annunciate: si inizia da una funzione per unire l’audio di un video caricato ad una canzone di nostra scelta, due filtri di ricerca dedicati ai video 4K e a quelli sferici. A seguire trovate il badge per il Play Store, ma in caso non vedeste l’aggiornamento potete utilizzare i link per il download posti a seguire.

Google Play Badge

YouTube 10.08 download apk 10.08.52 (ARM)

YouTube 10.08 download apk 10.08.52 (x86)

L’articolo YouTube introduce le statistiche per nerd nella sua app (download apk) sembra essere il primo su AndroidWorld.it.

Primo smartphone VAIO sarà annunciato il 12 marzo.

Primo smartphone VAIO sarà annunciato il 12 marzo.

L’indiscrezione è di quelle che fanno rumore: VAIO sarebbe pronta a lanciare una propria linea di smartphone ed è intenzionata ad annunciare il primo smartphone il 12 marzo.

Se vi sfugge tutto quello che c’è dietro questa scelta, repetita iuvant: l’anno scorso Sony ha praticamente deciso di tenere il segmento smartphone ma ha venduto la divisione che si occupava della produzione di PC e notebook, che tutti noi abbiamo sempre conosciuto proprio con il nome VAIO. Da questa scissione, con audacia, si è materializzata all’interno di VAIO quella voglia di affrontare una nuova sfida e di provare ad affermare il proprio concetto di smartphone all’interno del mercato mondiale.

Qualche piccola informazione su quello che sarà il primo device VAIO ci arriva da alcuni benchmark apparsi in rete: modello JCI VA-10J; 2GB di RAM; Snapdragon 410 a 64 bit, display da 5 pollici da 720p; Android Lollipop come sistema operativo, ovviamente.
Anche se è il caso di attendere notizie ufficiali, ci si aspetta che il primo smartphone VAIO possa competere con device di fascia media, quindi anche con quello che è il telefono di riferimento di quel settore: il Motorola Moto G.
Per VAIO sarà gloria oppure un bel buco nell’acqua? Ci auguriamo la prima opzione, in modo tale che l’utenza possa avere una scelta più ampia.

Via

L’articolo Primo smartphone VAIO sarà annunciato il 12 marzo. sembra essere il primo su Tecnoandroid.

King of Thieves, il nuovo gioco degli autori di Cut the Rope, arriva su Android! (foto e video)

Con solo qualche giorno di ritardo rispetto alla controparte iOS, il nuovo gioco di Zeptolab (gli autori di Cut the Rope e creatori della simpatica ranocchia Om Nom) sbarca ufficialmente su Android. Stiamo parlando di King of Thieves, un nuovissimo puzzle game che promette ore e ore di divertimento. Scopriamolo insieme!

LEGGI ANCHE: Impersonare un Frisbee non è mai stato così divertente: ecco Frisbee(R) Forever 2

RUBA LE COSE CHE LUCCICANO: esordiscono così gli sviluppatori nella scheda relativa a King of Thieves, ed in effetti parte integrante del gameplay del nuovo gioco di Zeptolab consiste proprio nel cercare di rubare oggetti preziosi dai torrioni degli altri giocatori. In King of Thieves dovremo progettare il nostro torrione e riempirlo di trappole per difendere il nostro bottino. I torrioni poi degli altri costituiranno continue sfide all’abilità del giocatore.

Potremo anche creare corporazioni di giocatori e creare abiti personalizzati per caratterizzare il nostro personaggio. C’è solo un piccolo “ma“: al momento King of Thieves è disponibile per Android solo su Amazon App-Shop, ma siamo sicuri che entro qualche giorno sarà disponibile anche sul Play Store. Il download è completamente gratuito ed è ovviamente coadiuvato da acquisti in-app opzionali. A seguire, come di consueto, badge per il download, alcuni screenshot e il trailer. Buon divertimento!

badge amazon

L’articolo King of Thieves, il nuovo gioco degli autori di Cut the Rope, arriva su Android! (foto e video) sembra essere il primo su AndroidWorld.it.

I primi possibili sample fotografici di HTC One M9 sono tanto belli quanto finti

A nemmeno un giorno dalla presentazione ufficiale di HTC One M9, trapelano in rete quelli che potrebbero essere i primi sample fotografici dello smartphone. Il risultato sembra davvero molto buono, peccato solo che gli scatti sono molto costruiti ad arte e poco spontanei, pertanto il giudizio è senz’altro rimandato a quanto potremo fare una prova su strada più veritiera della fotocamera dello smartphone.

LEGGI ANCHEHTC One M9 appare dal vivo

Si tratta di 7 foto: 4 a 16 megapixel e 3 a 4 megapixel, il che ci lascia pensare che queste ultime possano provenire dalla fotocamera frontale ad Ultrapixel, che corrispondono appunto a 4 megapixel.

L’immagine della bicicletta in particolare, ripresa dalla cam posteriore, è davvero molto buona, a dispetto delle condizioni di scarsa luce, lasciando intuire che la rinuncia agli Ultrapixel non avrebbe danneggiato le potenzialità in penombra dello smartphone.

In ogni caso non c’è modo di attribuire con certezza assoluta la paternità a queste foto, pertanto prendetele con ampio beneficio del dubbio, e domani sapremo magari già darvi qualche informazioni più precisa, anche se saggiare le capacità fotografiche di uno smartphone durante un’affollata fiera è quantomai difficile.

L’articolo I primi possibili sample fotografici di HTC One M9 sono tanto belli quanto finti sembra essere il primo su AndroidWorld.it.

Huawei svela per “errore” TalkBand B2 e TalkBand N1 con una ragazza con il pizzetto

L’orologio di Huawei è già stata svelato in anticipo, a causa di un poster pubblicitario all’aeroporto di Barcellona. Ma l’orologio Android Wear non sarà l’unico indossabile che l’azienda cinese svelerà domani durante la sua conferenza. Si parla anche della TalkBand B2 e la TalkBand N1.

LEGGI ANCHE: Huawei Watch (foto)

Di cosa si tratta ce lo svelano due nuovi cartellon pubblicitari, con delle “pezze” che maldestramente occultano i prodotti dalla pubblicità, rendendo la povera ragazza che corre una “donna barbuta”. Ma torniamo seri. Cosa sappiamo di questi due wearable?

Huawei TalkBand N1 è un auricolare bluetooth che funge anche da lettore MP3 con 4 GB di memoria interna in cui salvare la propria musica. Il dispositivo + certificato IP54, il che significa che è protetto dagli spruzzi. Ha anche a disposizione funzionalità tracking per il fitness e usa un magnete per agganciarsi al bracciale.

Huawei TalkBand B2 è il successore del già recensito B1. Anche questo ha certificazione IP57 e un “autentico design francese”. Poche altre informazioni sono disponibili su questo dispositivo, come per esempio lo schermo PMOLED touch.

Per fortuna qualche cosa è ancora da svelare: il design. Vi aggiorneremo domani in tempo reale con le nostre prove direttamente dalla presentazione.

 

L’articolo Huawei svela per “errore” TalkBand B2 e TalkBand N1 con una ragazza con il pizzetto sembra essere il primo su AndroidWorld.it.

Samsung Galaxy S6: dieci cose che dobbiamo aspettarci

Samsung Galaxy S6: dieci cose che dobbiamo aspettarciSamsung Galaxy S6 verrà ufficialmente presentato domani 1 Marzo durante il Mobile World Congress di Barcellona. Il nostro staff è già lì sul posto ed è pronto ad informarvi su tutte le novità che verranno fuori in questi giorni. Il top di gamma dell’azienda coreana è uno dei dispositivi più attesi dell’evento, soprattutto perché sembrerebbe proprio che Samsung voglia distanziarsi da ciò che ha offerto finora. In questo articolo vogliamo fare un riassunto delle 10 cose che dobbiamo aspettarci dall’attesissimo Samsung Galaxy S6.

Quest’anno Samsung vuole davvero fare le cose in grande, e il suo Samsung Galaxy S6 dovrebbe essere un enorme passo avanti rispetto ai suoi predecessori. Sono tante le novità, e l’attesa è davvero alle stelle. Cominciamo, allora:

1. DESIGN RIVISITATO

Samsung Galaxy S6: dieci cose che dobbiamo aspettarci

 

Il nome in codice del Samsung Galaxy S6 deciso dal colosso coreano è stato “Project Zero”, nome perfetto per ciò che avevano in mente: il dispositivo avrà infatti un aspetto completamente diverso rispetto ai modelli che l’hanno preceduto. Per prima cosa Samsung ha abbandonato definitivamente la plastica a favore di metallo e alluminio che daranno al device un aspetto più premium. Il Galaxy S6 potrebbe essere davvero il dispositivo più elegante e raffinato mai prodotto dall’azienda, sebbene probabilmente molto simile al suo diretto rivale iPhone 6.

2. TOUCHWIZ PIU’ LEGGERA E USER FRIENDLY

Samsung Galaxy S6: dieci cose che dobbiamo aspettarci

L’interfaccia tanto criticata di Samsung, la TouchWiz, è stata completamente ridisegnata per renderla ancora più user friendly. Tutto il bloatware tipico dei dispositivi di questa azienda è stato eliminato, e il Samsung Galaxy S6 presenterà solo due applicazioni Samsung preinstallate. Inoltre verrà introdotto il supporto ai temi, che ci permetteranno di cambiare icone, barra delle notifiche, suoni e sfondi in maniera rapida senza dover installare launcher di terze parti.

3. PROCESSORE EXYNOS 64 BIT

Samsung Galaxy S6: dieci cose che dobbiamo aspettarci

Quest’anno Samsung sarà l’unica azienda a non dotare il suo top di gamma del famoso Snapdragon 810 di Qualcomm, optando per una cpu proprietaria, l’Exynos 7420. Lo Snapdragon 810 soffre infatti di seri problemi di surriscaldamento, e per evitare problemi il colosso coreano ha ben pensato di rimpiazzarlo con un processore altrettanto performante, se non migliore. I benchmark mostrano infatti come la soluzione pensata da Samsung sia assolutamente strabiliante, quindi niente dal temere sul fronte hardware!

4. DISPLAY DA 5.1 POLLICI QHD

Samsung Galaxy S6: dieci cose che dobbiamo aspettarci

 

Samsung Galaxy S6 sarà dotato di uno strabiliante schermo da 5.1″ con risoluzione QHD (1440×2560 pixel), con una densità di ben 576 ppi. Samsung è sempre stata una maestra in fatto di schermi, come abbiamo potuto notare con il suo Galaxy Note 4, considerato come il miglior smartphone attualmente sul mercato proprio per via del suo display eccezionale. Sicuramente anche stavolta il colosso coreano non ci deluderà.

5. FOTOCAMERA DA 16 O 20 MPX.

Samsung Galaxy S6: dieci cose che dobbiamo aspettarci

Il Samsung Galaxy S6 sarà dotato di una fotocamera posteriore da 16 o 20 mpx. Tuttavia ciò che conta non sono i megapixel ma la qualità del sensore, che l’azienda ha notevolmente migliorato con il suo Galaxy Note 4. Un buon sensore, con l’aggiunta delle nuove API fotocamera introdotte con Android Lollipop, potrebbe portare ad una fotocamera di altissimo livello in grado di salvare anche immagini in formato RAW, tanto amate dai fotografi professionisti. Per quanto riguarda la fotocamera anteriore, il sensore sarà da 5 mpx.

6. NUOVI AURICOLARI

Samsung Galaxy S6: dieci cose che dobbiamo aspettarci

 

Una foto emersa in rete oggi mostra l’estetica dei nuovi auricolari introdotti da Samsung: somigliano molto alle EarPods di Apple. Non si sa altro al riguardo, e non mancheremo di tenervi informati.

7. RICARICA WIRELESS

Samsung Galaxy S6: dieci cose che dobbiamo aspettarci

 

La ricarica wireless era una possibilità opzionale già introdotta da Samsung con il suo S4 ed S5. Con Samsung Galaxy S6 questa opzione verrà resa di default per la prima volta, il che potrebbe aiutare a diffondere questa utile funzione. Il colosso coreano ha anche creato un caricatore che verrà venduto insieme al dispositivo, dall’aspetto circolare.

8. MEMORIA INTERNA FINO A 2.7 VOLTE PIU’ VELOCE

Samsung Galaxy S6: dieci cose che dobbiamo aspettarci

 

Recentemente Samsung ha dichiarato di aver realizzato una memoria flash ultra veloce, basata sullo standard UFS 2.0, capace di arrivare ad una velocità di calcolo fino a 2.7 volte maggiore. Attualmente questa memoria flash è in fase di produzione nei tagli da 32, 64 e 128GB, quindi è lecito aspettarsi che il Samsung Galaxy S6 sarà dotato di questa memoria.

9. NESSUNA RESISTENZA ALL’ACQUA

Samsung Galaxy S6: dieci cose che dobbiamo aspettarci

Samsung fa marcia indietro, e dopo aver reso impermeabile il suo Galaxy S5, ha tolto questa possibilità per il nuovo arrivato. Da un lato il dispositivo ne guadagna in design: niente più sportellini per coprire prese usb e ingresso per le cuffie. Ma dall’altro lato se il vostro dispositivo cade in acqua, potete pure salutarlo!

10. NUOVO SENSORE PER LE IMPRONTE E NUOVO METODO DI PAGAMENTO

Samsung Galaxy S6: dieci cose che dobbiamo aspettarci

Samsung introdurrà un nuovissimo e rinnovato sensore per le impronte digitali senza dire addio al classico tasto home, tipico dei dispositivi della casa coreana. Non ci è ancora dato sapere in cosa si differenzierà dal sensore montato sul Galaxy Note 4. Inoltre, voci circolate nelle ultime settimane vedrebbero Samsung al lavoro su un nuovo metodo di pagamento che andrà a contrastare l’Apple Pay del colosso di Cupertino.

 

Siamo giunti alla fine di questo articolo. Il Samsung Galaxy S6 verrà ufficialmente svelato al mondo domani. Siete carichi?

VIA

 

 

L’articolo Samsung Galaxy S6: dieci cose che dobbiamo aspettarci sembra essere il primo su Tecnoandroid.

Il medio gamma Sony Xperia M4 Acqua mostra i bordi ed un nuovo colore (foto)

Come prevedibile le poche ore che precedono il MWC 2015 sono ricche di immagini e video rubati. Ad esempio queste nuove foto del Sony Xperia M4 Acqua mostrano una versione bianca di questo medio gamma che arriverà proprio durante la manifestazione di Barcellona, con l’ultima versione di Android.

Rispetto alla precedente fuga di notizie, che riportava buona parte delle specifiche tecniche del Sony Xperia M4 Acqua, questa non porta nessuna novità, ma soltanto uno sguardo più approfondito, sopratutto per quanto riguarda bordi e tasti fisici.

LEGGI ANCHE: Sony Xperia Z4 Tablet si lascia ammirare in un teaser ufficiale

La galleria delle foto rubate la trovate qui sotto, mentre per avere maggiori informazioni, che a questo punto arriveranno presumibilmente dalla presentazione ufficiale di Sony, vi invitiamo a rimanere sintonizzati sulle nostre frequenze.

L’articolo Il medio gamma Sony Xperia M4 Acqua mostra i bordi ed un nuovo colore (foto) sembra essere il primo su AndroidWorld.it.

Huawei Watch pubblicizzato all’aeroporto di Barcellona!

Huawei Watch pubblicità

Huawei, come vi avevamo preannunciato, domani 1 marzo svelerà la sua nuova lineup mobile, con un giorno di anticipo sul’inizio ufficiale del Mobile World Congress di Barcellona. Questa stessa data, a quanto pare, è stata scelta da un vasto numero di aziende, tanto da spingere il colosso cinese a pubblicizzare l’evento nei terminal dell’aeroporto della città catalana […]

The post Huawei Watch pubblicizzato all’aeroporto di Barcellona! appeared first on GizChina.it.

Huawei potrebbe produrre il prossimo Nexus

Huawei potrebbe produrre il prossimo Nexus.

Sembrerebbe che Google, per il 2015, abbia tutta l’intenzione di affidarsi anche ad un produttore cinese per i nuovi smartphone della linea Nexus. E se fosse Huawei a produrlo?

Questa indiscrezione è risalente a ieri ma continua a rimbalzare anche oggi per il web. Quello che però si vocifera realmente è che saranno due i dispositivi Nexus: uno di fascia alta prodotto da LG (quindi in pieno stile Motorola Nexus 6) dotato di hardware aggiornato e potente; un altro più economico e con caratteristiche tecniche non di primo livello che sarebbe prodotto da un’azienda cinese.

Rumors e indiscrezioni sul produttore cinese che dovrebbe costruire la versione più economica dei nuovi Nexus sembrano tirare in ballo Huawei.

Dubbi ed indiscrezioni si alternano anche in merito al processore che sarà usato per questa versione cinese del Nexus: sarà un Qualcomm oppure uno proprietario? In questo balletto ecco che spunta il nome di Huawei con la sua linea di processori Hisilcon Kirin, impiegati nei propri smartphone. Ciò fa ipotizzare che uno dei papabili OEM possa essere proprio Huawei, che già si è distinta per aver proposto smartphone di buona qualità a prezzi non eccessivi. Quindi, se tutto dovesse essere confermato ed ufficializzato, non sarebbe di certo uno scandalo.
Vi ricordo che queste indiscrezioni sono da prendere con i guantoni che inforcano delle mega pinze: non ci sono notizie certe ed ufficiali né dalla Cina, né tanto meno da Mountain Wiew.
Quindi se non sapete come ammazzare il tempo, scatenatevi con il totoproduttore. Ma scommettete poco.

Via

L’articolo Huawei potrebbe produrre il prossimo Nexus sembra essere il primo su Tecnoandroid.

HTC One M9: ecco cosa aspettarci dal nuovo top di gamma di HTC

Aspettando le conferme che ci verranno date domani, durante la presentazione ufficiale di One M9, facciamo il punto della situazione.

(…)
Continua a leggere HTC One M9: ecco cosa aspettarci dal nuovo top di gamma di HTC su Androidiani.Com


© Stefano-Volponi for Androidiani.com, 2015. |
Permalink |
Add to
del.icio.us

Post tags: , ,

L’articolo HTC One M9: ecco cosa aspettarci dal nuovo top di gamma di HTC sembra essere il primo su Androidiani.com.

Il prossimo Nexus potrebbe essere prodotto da Huawei?

Nexus-huawei

Sembra sempre più probabile l’ipotesi di un nuovo Nexus device realizzato da un produttore cinese, motivo per cui, pochi giorni fa, vi abbiamo chiesto tramite un sondaggio quale fosse il produttore cinese più plausibile per la partnership con Google. Se fino a ieri in molti puntavono su un Nexus marchiato Lenovo, le news trapelate oggi rimescolano le […]

The post Il prossimo Nexus potrebbe essere prodotto da Huawei? appeared first on GizChina.it.

Galaxy S6: ecco cosa aspettarci dal nuovo top di gamma di Samsung

Il Mobile World Congress è ormai alle porte, il prossimo 2 Marzo avrà inizio il più grande evento europeo annuale dedicato al mondo della tecnologia mobile e, con esso, si avvicina il Samsung Unpacked, evento durante il quale la casa coreana presenterà al mondo i nuovi Galaxy S 6 e Galaxy S 6 Edge. Ma come saranno? Cosa dobbiamo aspettarci?

(…)
Continua a leggere Galaxy S6: ecco cosa aspettarci dal nuovo top di gamma di Samsung su Androidiani.Com


© enricoandreoli for Androidiani.com, 2015. |
Permalink |
Add to
del.icio.us

Post tags: , , , ,

L’articolo Galaxy S6: ecco cosa aspettarci dal nuovo top di gamma di Samsung sembra essere il primo su Androidiani.com.

Hangout pre-MWC 2015 alle 19.00 di oggi!

Come anticipato nel video-log che abbiamo pubblicato oggi pomeriggio, questa sera l’hangout con il team di TuttoAndroid presente a Barcellona si terrà alle ore 19.00. Sarà l’occasione per parlare delle novità che ci aspettiamo di vedere durante questo Mobile World Congress e per discutere delle ultime indiscrezioni a riguardo. Saranno presenti Mikhael Costa, Riccardo Robecchi, […]

L’articolo Hangout pre-MWC 2015 alle 19.00 di oggi! è stato pubblicato originariamente su Tutto Android.

Gionee mostra un teaser dell’Elife S7 a poche ore dall’inizio dell’MWC

gionee logo

  A poche ore dall’inizio del MWC 2015, Gionee ha pubblicato un nuovo teaser in cui appare il profilo di un misterioso dispositivo. Secondo i rumors, il device in questione dovrebbe essere il Gionee Elife S7, uno smartphone prossimo al lancio, spesso solamente 5.5 millimetri e recentemente certificato da TEENA Gionee è sempre stata attiva sul fronte […]

The post Gionee mostra un teaser dell’Elife S7 a poche ore dall’inizio dell’MWC appeared first on GizChina.it.

Il (forse) Samsung Galaxy Tab 4 Lite 7.0 LTE passa dalla FCC

Tra i dispositivi passati passati per la revisione della FCC, sarebbe presente un tablet Samsung dal nome in codice SM-T239. Viste le dimensioni dello dispositivo (186,9 mm x 107,9 mm) e lo schermo da 7 pollici, questo dispositivo potrebbe presumibilmente essere il nuovo Samsung Galaxy Tab 4 Lite 7.0 LTE.

galaxy tab 4 lte lite 7

 

Dal relativo documento si evince che il tablet avrà pieno supporto per le reti GSM, WCDMA ed LTE, oltre a fotocamera e altoparlante posteriori. Il dispositivo SM-T239 avrebbe superato tutti i test di sicurezza della commissione statunitense e non è da escludere che sarà presto annunciato ufficialmente.

LEGGI ANCHE: I due Samsung Galaxy Tab S con Lollipop in un primo video

Se quindi state considerando la possibilità di acquistare un tablet con connettività LTE e dalle dimensioni contenute, forse è meglio aspettare di vedere cosa ha da offrire questo presunto Samsung Galaxy Tab 4 Lite 7.0 LTE.

L’articolo Il (forse) Samsung Galaxy Tab 4 Lite 7.0 LTE passa dalla FCC sembra essere il primo su AndroidWorld.it.

Guida: permessi di root su Meizu MX4

In questa semplice guida vedremo come ottenere i permessi di root sul Meizu MX4.

I permessi di root sono delle speciali autorizzazioni che consentono di sfruttare lo smartphone in modo più avanzato.

Alcune applicazioni potrebbero richiedere i permessi di root per apportare modifiche al sistema, per esplorare i file normalmente nascosti o per compiere operazioni particolari. I permessi di root rendono però il sistema più vulnerabile, dunque consigliamo di utilizzare queste autorizzazioni in modo cauto.

Ottenere i permessi di root sul Meizu MX4 non richiede particolari procedure o modifiche. Si tratta infatti di una possibilità garantita dalle impostazioni della Flyme. Di seguito vedremo i semplici passi da seguire per ottenere i permessi.

1. Recarsi nella sezione Account delle impostazioni di sistema

La prima cosa da fare è aprire la sezione “Account” delle impostazioni della Flyme. Una volta effettuato il login nel proprio account Flyme, bisognerà toccare sopra il proprio nome utente, come mostrato nell’immagine qui sotto.

root

2. Aprire i permessi di root

Nella schermata aperta nel passaggio precedente, basterà scendere fino alla voce “apri privilegi di sistema”.

root

3. Confermare l’operazione

A questo punto, dopo aver letto l’avvertenza del sistema, basterà premere il tasto “OK”.

root

Una volta confermato, lo smartphone si riavvierà, e la procedura sarà completata.

The post Guida: permessi di root su Meizu MX4 appeared first on Meizu Blog Italia.

Giocate con il gatto più simpatico del mondo con Corsa al Gadget di Doraemon (foto e video)

Conosciamo un grosso gatto, sempre allegro e soddisfatto, con la testa rotondissima. Indipendentemente da quale versione avete visto, se quella andata in onda nell’82 su Rai Due, o magari quella del 2003 su Italia1, il mitico Doraemon è ormai uno dei gattoni più amati di sempre. E se volete rivivere le avventure del manga o dell’anime sul vostro dispositivo, potete dare un’occhiata al titolo di Animoca Corsa al Gadget di Doraemon.

LEGGI ANCHE: Il gaming mobile si fa estremo con i nuovi controller Mad Catz

Non esultate troppo, però: ci troviamo dinanzi ad un matching game con qualche sprazzo di progressione in stile RPG. Un prodotto estremamente derivativo, eppure sta riscuotendo un ottimo successo, complice soprattutto la fama del personaggio.

Potete provare con mano questo simpatico titolo sia su piattaforma iOS che su Android, senza spendere nemmeno un centesimo, in quanto il download è gratuito. Tuttavia, sebbene non ci sia da stupirsi più di tanto, sono presenti gli acquisti in-app. Peccato che non ci sia Pietro Ubaldi a dare la voce al tenerissimo Doraemon.

App Store badge

Play Store badge

L’articolo Giocate con il gatto più simpatico del mondo con Corsa al Gadget di Doraemon (foto e video) sembra essere il primo su AndroidWorld.it.

Il design di Sony è vincente: quattro premi agli IF Design Awards

Tra i motivi per cui i dispositivi della serie Xperia sono apprezzati, rientra senz’altro l’attenzione all’estetica. A notare la cura del design Sony sono stati anche i membri della giuria degli IF Design Awards 2015, che hanno attribuito all’azienda ben quattro premi.

Gli award in questione, rilasciati a Berlino ed esistenti dal 1954, sono tra i più prestigioni nel campo del design e della progettazione di prodotti. I modelli vincitori sono stati l’Xperia Tablet Z2, per i suoi angoli smussati e la resistenza ad acqua e polvere, l‘Xperia Z3, gli indossabili da polso come il Sony Smartwatch 3 e lo Smartband, ed infine l’app LifeLog.

LEGGI ANCHE: Xperia Z4 Tablet ed M4 Aqua immortalati dal vivo

Un riconoscimento importante per Sony, che premia lo sforzo nel creare dispositivi curati sia nel design sia nella funzionalità. Speriamo che anche nel futuro l’azienda sappia rinnovarsi continuando ad offrire tutte quelle caratteristiche che hanno saputo far spiccare la gamma Xperia.

L’articolo Il design di Sony è vincente: quattro premi agli IF Design Awards sembra essere il primo su AndroidWorld.it.

Doogee rilascia l’aggiornamento ad Android 5.0 Lollipop per il Doogee Titans 2

Doogee Titans 2

Doogee ha rilasciato l’aggiornamento ufficiale ad Android 5.0 Lollipop per il Doogee Titans 2 (DG700), uno smartphone appartenente alla famiglia dei “rugged” phone, ovvero dispositivi resistenti alle cadute accidentali, all’acqua e alla polvere. Del Doogee Titans 2 abbiamo già avuto modo di parlarvi nel corso della nostra recensione, pubblicata un mese fa, in cui abbiamo testato la […]

The post Doogee rilascia l’aggiornamento ad Android 5.0 Lollipop per il Doogee Titans 2 appeared first on GizChina.it.

Samsung: il MWC 2015 sarà interamente dedicato al Galaxy S6

samsung

Samsung in queste ore si sta preparando al grande evento che terrà domani al Mobile World Congress 2015. Sappiamo che presenterà la sesta generazione del Galaxy S ma ci saranno altri nuovi prodotti? Secondo “The Korea Economic Daily” il produttore avrebbe deciso di dedicarsi solo al nuovo dispositivo.Samsung è pronta a dare il via a una nuova era per il suo business. Il calo del 2014 è stato un chiaro segnale che qualcosa doveva essere cambiato e il primo step è stato quello di innovare le linee produttive per dare vita a terminali in grado di suscitare di nuovo interesse nel consumatore. Samsung negli ultimi anni ha continuato a produrre terminali quasi standardizzati e gli utenti fidelizzati sembravano aver perso l’entusiasmo e la passione nei confronti dell’azienda mentre i potenziali nuovi acquirenti preferivano altri top di gamma.

Per Samsung il MWC 2015 è un nuovo inizio

Domani Samsung presenterà il Galaxy S6 e il Galaxy S6 Edge, due dispositivi tra i più attesi dell’anno, e secondo The Korea Economic Daily il produttore si concentrerà su questo e non ci saranno altri prodotti. L’attenzione sarà quindi rivolta solo sul nuovo top di gamma senza l’annuncio di nuove tecnologie e servizi, così com’è accaduto gli anni precedenti.

Proprio questa mattina vi abbiamo rivelato le ultime indiscrezioni sullo smartphone che arriverà con pannello posteriore e anteriore in vetro Gorilla Glass 4, non sarà resistente all’acqua, non avrà la batteria removibile e lo slot per microSD.

Mancano poche ore alla presentazione ufficiale del Samsung Galaxy S6 al Mobile World Congress, seguiteci per scoprire tutte le novità in anteprima!

[Via]

L’articolo Samsung: il MWC 2015 sarà interamente dedicato al Galaxy S6 sembra essere il primo su Tecnoandroid.

Mediatek MT8173: emersi i risultati GFXBench!

Mediatek MT8173

GFXBench si è dimostrato, ancora una volta, un’ottima fonte di informazioni. Sul sito del noto benchmark, infatti, sono comparsi i risultati dell’inedito Mediatek MT8173, SoC big.LITTLE a 64 bit che include due potenti core A57 da 1.9 GHz, due efficienti A53 e l’ottima GPU PowerVR GX6250. Il chip, pensato per il mercato tablet, è stato testato su un device con […]

The post Mediatek MT8173: emersi i risultati GFXBench! appeared first on GizChina.it.

HTC One M9 appare dal vivo in un video trapelato, accanto a M7 ed M8

Internet non perdona e il risultato è il video che trovate a fondo articolo. Secondo quanto riportato su reddit, un giornalista avrebbe avuto la possibilità di confrontare un HTC One M9 con i due precedenti modelli M7 e M8, in un video di anteprima esclusiva dell’ormai imminente presentazione.

Sempre a come riportato su reddit il video postato su YouTube è stato prontamente impostato come privato, ma questa operazione non sembra essere stata sufficiente a metterlo al sicuro. Infatti diversi utenti sono riusciti ad accapararsi una copia del filmato che è ora disponibile su diversi altri canali.

Se l’HTC One M9 ripreso sarà quello presentato, le novità e le sorprese, almeno sul lato estetico, sembrano poche. Corpo in metallo di dimensioni pressoché invariate con cornice e tasti fisici rifiniti in (color) oro, che il giornalista definisce “dual finish metal unibody”, mentre sul fronte troviamo doppio altoparlante e la famosa banda nera, tanto cara ad HTC.

LEGGI ANCHE: #followAW, come seguirci all’MWC

Sempre dalle dichiarazioni nel video si apprende che la fotocamera posteriore, fiancheggiata da un doppio flash LED, offre risoluzione di 20 megapixel; la fotocamera frontale dovrebbe sfruttare la tecnologia Ultrapixel. Nel video non si fa rifermento al comparto software.

Se questo leak vi sembra plausibile e non volete attendere la presentazione ufficiale per dare un’occhiata al nuovo HTC One M9, vi lasciamo con il video in questione.

L’articolo HTC One M9 appare dal vivo in un video trapelato, accanto a M7 ed M8 sembra essere il primo su AndroidWorld.it.

HTC One M9 si mostra in un nuovo video

Siamo appena atterrati a Barcellona e, a meno di 24 ore dalla presentazione ufficiale, HTC One M9 si mostra in un nuovo video girato da samia lou – utente YouTube e reviewer asiatico – proprio qui al Mobile World Congress.

(…)
Continua a leggere HTC One M9 si mostra in un nuovo video su Androidiani.Com


© enricoandreoli for Androidiani.com, 2015. |
Permalink |
Add to
del.icio.us

Post tags: , , ,

L’articolo HTC One M9 si mostra in un nuovo video sembra essere il primo su Androidiani.com.

Android for Work: Google guarda alle aziende

Android for Work Google aziende

Google ha da pochissimo tempo annunciato Android for Work un programma che porterà un Android ancora meglio improntato al mondo del lavoro, dove la sicurezza è richiesta prima di tutto. Questa funzionalità permetterà agli utenti Android di utilizzare lo stesso dispositivo per uso aziendale e personale, contemporaneamente ma separando allo stesso momento i due mondi.

In questo modo Google fa del proprio sistema operativo mobile  un ambiente sicuro e facilmente gestibileLa nuova piattaforma funziona al meglio ovviamente con l’ultima piattaforma Android 5.0 Lollipop che è meglio integrata con profililavoro”. Un’app Android for Work permetterà al vostro smartphone con almeno Android 4.0 Ice Cream Sandwich di accedere alle applicazioni approvate da parte della vostra azienda.

Android for Work Google aziende 1

In questo modo le applicazioni lavorative scelte dall’azienda non andranno ad interferire con quelle che il dipendente ha installato sul proprio dispositivo. In più queste app che saranno “nell’ambiente lavorativo” di Android, gestite completamente dall’azienda, saranno in un certo senso isolate e non potranno interagire con quelle personali e viceversa in modo da meglio tutelare i dati sensibili.

Il gigante di Mountain View ha schierato un enorme elenco di app e partner che parteciperanno allo sviluppo di questa piattaforma. Tra i fornitori di servizi alle aziende troviamo SAP, BlackBerry, Citrix, Adobe, Box, e Cisco, le loro app potranno prendere parte all’ambiente Android for Work. Mentre i produttori hardware partner di questa nuova funzionalità sono Samsung, Sony, LG, HTC, Motorola, Huawei e non solo.

Farà la fortuna di Android nelle tante aziende che sino ad ora non si sono troppo fidate dell’OS di Google?

Vodafone pensa alla sicurezza dei nostri dati, regalando 25 GB su Dropbox

Portarsi dietro i propri dati è uno dei più grandi vantaggi dati da smartphone e affini; tuttavia proprio questa portabilità li espone a maggiori rischi. Vodafone sembra ben conscia di questo aspetto e per questo ha stretto una collaborazione con Dropbox.

Infatti l’app Vodafone Backup+, rilasciata esclusivamente per i clienti di questo operatore, sarà un client Dropbox alternativo che permetterà di tenere al sicuro sul cloud rubrica, musica e foto. Grazie a quest’app gli utenti potranno facilmente accedere ai dati anche da un nuovo dispositivo.

LEGGI ANCHE: Vodafone: GB raddoppiati per chi è già cliente e nuove offerte dati in arrivo

Backup+ sarà rilasciata per Android ed iOS, nei rispettivi store, entro la fine di marzo. Nel comunicato, rilasciato dal sito globale di Vodafone non si fa riferimento ai singoli paesi dove questa offerta sarà disponibile, ma viene specificato che la maggior parte di quelli coperti dall’operatore saranno supportati.

Non resta quindi che attendere il prossimo mese per vedere se l’app Backup+ sarà scaricabile e attivabile anche in Italia.

L’articolo Vodafone pensa alla sicurezza dei nostri dati, regalando 25 GB su Dropbox sembra essere il primo su AndroidWorld.it.

Apple e Samsung non controllano più la maggioranza del mercato Tablet (2014)

vendor per tecno e1425111472596 Apple e Samsung non controllano più la maggioranza del mercato Tablet (2014)

L’arrivo del nuovo anno 2015 ha ovviamente portato con se sia una ampia serie di nuovi prodotti mobili, smartphone e tablet su tutti, molti dei quali verranno presentati a partire già da lunedì prossimo al Mobile Word Congress di Barcellona (dove saremo presenti anche noi di Tecnologici.Net), ma ha anche portato una serie di report e numeri relativi all’anno precedente ed in particolari quelli sulle vendite. Questo nostro articolo va ad analizzare nel dettaglio le vendite di tablet proprio dell’anno 2014 e come vedrete vi sarà una bella sorpresa.

Chi ha venduto di più’?

I dati sono stati elaborati dallo Strategy Analytics’ Tablet & Touchscreen Strategies Service e mostrano con tutta chiarezza come Samsung ed Apple abbiano perso, numeri alla mano, la testa del mercato. Difatti il 29% del mercato è in mano ai c.d. ” White Box vendors” mentre la Apple si ferma al 26.1% e la Samsung al 17.1%. Per le due case che hanno dominato per anni il mercato si tratta di un vero e proprio crollo in classifica anche se la Samsung ha praticamente mantenuto il livello di vendite in milioni di pezzi accusando una lieve perdita (41.4 contro i 41.7 del 2013) mentre la Apple è scesa da 74.2 a 63.4 milioni di pezzi venduti. Ottima invece la crescita della Lenovo che mette a segno un +41% mentre ASUS e Amazon perdono terreno e mercato.

Cosa pensate di questi dati sulle vendite?

Diteci la vostra opinione contattandoci sia all’interno della nostra pagina Facebook sia seguendoci sul nostro account Twitter dove ogni giorno sarete sempre informati con prontezza sul mondo della tecnologia e dove troverete tutti i link per porci domande su quanto vi proponiamo ogni giorno. Non mancate di venirci a trovare e di scriverci!

 

Via

L’articolo Apple e Samsung non controllano più la maggioranza del mercato Tablet (2014) sembra essere il primo su Tecnologici.net.

Non vedete l’ora che arrivi il Google I/O 2015? Ecco la vostra watchface (video)

Anche quest’anno il Google I/O sarà un importante avvenimento che ci porterà dentro il mondo della programmazione su Android. L’evento è pensato principalmente per tenere aggiornati i professionisti del settore, ma anche tra gli appassionati di Android e del mondo di BigG, saranno in molti ad interessarsene.

L’I/O di quest’anno sarà probabilmente incentrato sulla corretta implementazione delle novità introdotte con Lollipop, tra cui anche l’aspetto grafico guidato dal Material Design. Proprio tracce di questo stile si ritrovano sul sito ufficiale dell’evento per il quale è stato creato anche un particolare font.

LEGGI ANCHE: AutoWear integra Tasker con il vostro smartwatch Android Wear

Oltre che dalla pagina web, i veri appassionati, potranno tenere sotto controllo quanto tempo manca al Google I/O 2015 tramite un’apposita watchface; anche questa basata sul font in Material Design. Il quadrante per Android Wear offre due formati orari (24 e 12 ore) sette colori per lo sfondo e una modalità di risparmio energetico per quando l’orologio è a riposo.

La Watch face – IO 2015, nome poco originale ma efficace, è già disponibile sulla relativa pagina Play Store, che potrete raggiungere anche con il badge qui sotto. Se volete dare un tocco Material al vostro smartwatch o tenete particolarmente alla conferenza per sviluppatori di Google, vi consigliamo di dargli un’occhiata.

Google Play Badge

 

L’articolo Non vedete l’ora che arrivi il Google I/O 2015? Ecco la vostra watchface (video) sembra essere il primo su AndroidWorld.it.

HTC One M9 si mostra in video con One M8/M7 e Sony Xperia M4 Aqua in nuove foto

HTC One M9 e Sony Xperia M4 Aqua sono due smartphone che saranno presentati rispettivamente domani e dopodomani a Barcellona in occasione del MWC. Conosciamo praticamente già tutto di entrambi sia sotto il profilo delle caratteristiche tecniche che fisico e ogni loro aspetto è già stato svelato. Ad ogni modo, possiamo dar loro un altro sguardo attraverso […]

L’articolo HTC One M9 si mostra in video con One M8/M7 e Sony Xperia M4 Aqua in nuove foto è stato pubblicato originariamente su Tutto Android.

Google presenta il proprio progetto per la costruzione del nuovo campus (foto e video)

Soltanto pochi giorni fa, Google aveva annunciato la sua intenzione di espandere il proprio campus, situato a Mountain View in California, per mancanza di spazio. Negli anni, infatti, l’azienda è cresciuta molto, e così anche le sue esigenze in termini di risorse e spazi per uffici e lavoratori.

L’obbiettivo del colosso dell’informatica, però, è di essere ambizioso ed innovativo anche in campo architettonico, mettendo alla base del proprio progetto una domanda che rispecchi la sua consueta mentalità di approcciarsi ad ogni innovazione: “Come saranno gli edifici del futuro?”

LEGGI ANCHE: Il cantiere del campus Apple prende forma in questo bellissimo video

A differenza di quanto fatto finora, infatti, Google vorrebbe progettare un nuovo campus partendo da zero, invece di occupare edifici già esistenti adattandoli ai propri usi. Per fare questo, si è affidata all’esperienza di due noti architetti internazionali, Bjarke Ingels e Thomas Heatherwick, richiedendo loro di disegnare delle costruzioni in grado di coniugare funzionalità, bellezza ed integrazione nell’ambiente circostante.

Il risultato della collaborazione è un’area estremamente futuristica, pensata per potersi adattare, nelle prossime decadi, ad usi ed esigenze completamente differenti fra loro. Strutture a cupola, semitrasparenti, ospiteranno gli edifici veri e propri, configurati a seconda della necessità ed efficienti dal punto di vista ambientale.

La realizzazione di questo progetto non si vedrà probabilmente prima dei prossimi cinque anni, ma la sua spettacolarità può già essere ammirata nel video di presentazione e nella galleria di immagini che trovate a seguire.

L’articolo Google presenta il proprio progetto per la costruzione del nuovo campus (foto e video) sembra essere il primo su AndroidWorld.it.

TIM: le nuove tariffe Special porteranno i minuti senza scadenza

Buone, se non ottime, notizie per gli attuali e futuri clienti TIM. Le tariffe TIM Special si aggiornano e, secondo alcune indiscrezioni, introdurranno alcune interessanti novità. Infatti da marzo, i minuti non utilizzati, invece di decadere alla scadenza, andranno a sommarsi con quelli del mese successivo.

LEGGI ANCHE: 4G in Italia: ecco le regioni e gli operatori più veloci

Le opzioni della nuova offerta, riportate di seguito, includeranno inoltre una nuova scelta e traffico internet su rete 4G (LTE):

  • TIM Special VOCE: 400 minuti al mese verso tutti per 10€ al mese
  • TIM Special Voce+Dati 4G: ogni mese 400 minuti verso tutti al mese più 1GB di traffico a 15€ al mese, soltanto per i nuovi clienti
  • TIM Special START: 600 minuti, 600 SMS e 1GB di traffico 4G per 20€ al mese
  • TIM Special LARGE: 2000 minuti, 2000 SMS e 2GB di traffico 4G ad un costo di 30€ al mese
  • TIM Special UNLIMITED: SMS e chiamate senza limiti, 3GB di traffico 4G per 49€ al mese

I clienti Telecom potranno inoltre effettuare chiamate illimitate verso TIM e, fino al 3 maggio, usufruire della proroga della “Promozione Raddoppia i tuoi GB”.

Se pensate che queste offerte, ed in particolare l’unicità dei minuti senza scadenza, facciano per voi non vi resta che tenere d’occhio il sito di TIM, dove, presumibilmente, troverete presto maggiori informazioni e dettagli per aderire.

L’articolo TIM: le nuove tariffe Special porteranno i minuti senza scadenza sembra essere il primo su AndroidWorld.it.

TIM pronta a rinnovare le sue Special con 4G e minuti che non scadono

La lotta alle promozioni tra i diversi operatori telefonici è sempre in atto, e TIM prova ad accaparrarsi nuovi utenti rinnovando una serie di promozioni che sono state molto apprezzate dalla clientela. La gamma delle TIM Special, dal prossimo 2 Marzo, dovrebbe rinnovarsi proponendo all’utenza navigazione in 4G e minuti che non scadono più alla fine del […]

L’articolo TIM pronta a rinnovare le sue Special con 4G e minuti che non scadono è stato pubblicato originariamente su Tutto Android.

FlexCharger: Il caricabatterie multifunzionale

flexcharger-indiegogo-1

 

Una startup ha presentato, su Indiegogo, un progetto di commercializzazione di un caricabatterie molto versatile denominato FlexCharger.

Solitamente i caricabatteria per dispositivi mobili sono accessori tutt’altro che interessanti ma una startup ha serie intenzioni di commercializzare in larga scala un caricabatterie multifunzionale davvero molto interessante chiamato FlexCharger.

FlexCharger: Il caricabatterie multifunzionale.

Tutti siamo abituati a maneggiare i nostri caricabatterie dei vari smartphone o tablet e di certo pensiamo che siano indispensabili ma non comodi per l’utilizzo del nostro dispositivo, ma adesso arriva FlexCharger un dispositivo molto interessante e versatile sotto molti aspetti. E’ possibile infatti ricare fino a cinque dispositivi contemporaneamente, estendere la ricezione della rete Wi-Fi, e caricare il proprio smartphone compatibile tramite induzione.

Attualmente il progetto di produzione di questo dispositivo sta raccogliendo fondi su Indiegogo, il FlexCharger oltre a poter ricaricare cinque dispositivi contemporaneamente e ad estendere il segnale Wi-Fi, è dotato di cavi retrattili lunghi ben due metri e questo permetterà di evitare fastidiosissimi cavi aggrovigliati e di stare attacati alla presa mentre lo smartphone è in ricarica.

Il dispositivo è disponibile in tre versioni, tra cui FlexCharger S, FlexCharger W (aggiunge ricarica wireless), e FlexCharger W / R (aggiunge ricarica wireless e Wi-Fi ripetitore), al prezzo di $ 99, $ 119 e $ 149, rispettivamente, su Indiegogo.

Il progetto ha già raccolto più di 80 mila dollari, otto volte il suo obiettivo originario, e dispone di altri dieci giorni prima che la raccolta fondi venga chiusa. Il FlexCharger dovrebbe essere spedito ai sostenitori durante il prossimo mese di ottobre.

Di seguito trovate il video ufficiale di presentazione del dispositivo, per voi vale la pena di acquistare il FlexCharger? rispondeteci commentando sotto questo articolo.

VIA

L’articolo FlexCharger: Il caricabatterie multifunzionale sembra essere il primo su Tecnoandroid.

Seguite i dirigibili di Google dal vostro divano grazie a un’app

Vi ricordate di Project Loon? L’esperimento di Google per portare internet in zone dell’Africa e dell’Asia dove la copertura è scarsa? Ecco, sappiate che potete seguire i dirigibili di BigG senza dover prendere il volo, ma utilizzando un’app Android chiamata Flightradar24, originariamente creata per tracciare voli aerei ma in grado di rilevare anche i palloni aerostatici di Google.

LEGGI ANCHE: Conoscere gli aerei in volo con Flightradar24

Ovviamente l’utilità del seguire uno di questi dirigibili è nulla, ma in caso foste curiosi e voleste vedere dati come la loro velocità di spostamento, la posizione e altri dati ancora allora potete scaricare l’app dal badge che trovate qui sotto, subito prima di un’immagine che vi mostrerà un esempio.

Google Play Badge

project loon flightradar24

L’articolo Seguite i dirigibili di Google dal vostro divano grazie a un’app sembra essere il primo su AndroidWorld.it.

WhatsApp Web aggiunge il supporto a Firefox e Opera

WhatsApp Web aggiunge il supporto a Firefox e Opera

L’app di messaggistica più utilizzata al mondo, WhatsApp, ha aggiunto la possibilità di messaggiare tramite pc grazie all’introduzione di WhatsApp Web, avvenuta a fine Gennaio. Inizialmente questa funzionalità era supportata solo dal browser Google Chrome, ma il team dell’applicazione ha ora esteso il supporto anche a Firefox ed Opera.

Continua quindi lo sviluppo di WhatsApp Web, la funzionalità tanto attesa e finalmente introdotta qualche tempo fa. I browser ufficialmente supportati, ad oggi, sono Google Chrome, Mozilla Firefox e Opera. Ancora nessuna notizia per quanto riguarda gli utenti iOs, che potrebbero veder tardare l’arrivo di questa funzionalità a causa dei problemi di compatibilità e le impostazioni di sicurezza imposte da Apple con il suo sistema operativo.

WhatsApp Web arriva anche su Firefox e Opera

Per poter utilizzare WhatsApp Web anche sui nuovi browser, bisogna raggiungere questo indirizzo dal proprio computer, aprire WhatsApp sul proprio smartphone e selezionare dal menu a tendina la voce “WhatsApp Web”. Successivamente basta inquadrare con la fotocamera del vostro dispositivo il codice QR che vedete sul pc e siete pronti per chattare comodamente con la tastiera del vostro computer. WhatsApp Web su Firefox e Opera si comporta essenzialmente nella stessa maniera di Chrome, dunque abbiamo la possibilità di inviare emoji, immagini e messaggi vocali. L’interfaccia web è disponibile solo per Android, BlackBerry, Windows Phone e i vecchi OS di Nokia. Se volete trasformare WhatsApp Web in un programma per il vostro pc velocemente accessibile ogni volta che ne avrete bisogno, vi rimandiamo a questa comoda guida.

VIA

L’articolo WhatsApp Web aggiunge il supporto a Firefox e Opera sembra essere il primo su Tecnoandroid.

Il gaming mobile si fa estremo con i nuovi controller Mad Catz (foto)

Mad Catz, famosa per i suoi controller per il gioco su piattaforma mobile, ha presentato i due nuovi modelli. Il S.U.R.F.R. è un gamepad piuttosto articolato, fornito di supporto per dispositivi e che integra tra i due stick analogici una tastiera qwerty completa.

Pensato per le Android TV, o comunque per sfruttare la tastiera su un dispositivo connesso via HDMI, il S.U.R.F.R., disponibile in tre colorazioni, permetterà anche di montare delle impugnature opzionali, per migliorarne il comfort.

LEGGI ANCHE: Achievement Art porta i nostri giochi preferiti sullo sfondo di Windows Phone

Il LYNX 3 offre invece un’esperienza più classica, con pad digitale, i due stick analogici e la consolidata distribuzione dei tasti. La particolarità di questo gamepad è quella di poter essere usato in due configurazioni, una estesa, che permette di utilizzare tutti i comandi, ed una compatta che nasconde gli stick analogici.

Il S.U.R.F.R. sarà venduto ad un prezzo di 79,99$, mentre il LYNX 3 avrà un costo di 69,99$. Entrambe i modelli possono essere utilizzati tramite la connessione Bluetooth su tutti dispositivi compatibili (sulla pagina ufficiale si parla solo di Android) e saranno disponibili all’acquisto a partire da maggio.

L’articolo Il gaming mobile si fa estremo con i nuovi controller Mad Catz (foto) sembra essere il primo su AndroidWorld.it.

Dolphin introduce animazioni per Lollipop e video su app di terze parti

Dolphin Browser, uno tra i migliori browser di terze parti per Android, è stato aggiornato alla versione 11.4.2 con l’introduzione di molte novità che faranno piacere a chi utilizza quotidianamente Dolphin, e che potrebbero anche spingere chi non l’ha ancora provato a dargli una possibilità.

LEGGI ANCHE: Nuovi temi gratuiti e supporto 64-bit per Dolphin

Si parte dalle animazioni per Lollipop, ad esempio quella del menù, passando poi per una nuova icona più moderna (questa per tutti). I video possono poi essere riprodotti dai lettori multimediali come MX Player, VLC e tutti gli altri, in modo da consentirvi una ulteriore possibilità di scelta. Potrete poi incollare un URL nella barra, risparmiando tempo, impostare la dimensione del testo al fine di una migliore leggibilità e infine quando un nuovo tema sarà disponibile apparirà un puntino rosso per segnalarvelo.

Non mancano all’appuntamento la risoluzione di molti problemi non meglio identificati; Dolphin Browser è disponibile gratuitamente sul Play Store e potete scaricarlo dal badge sottostante.

Google Play Badge

L’articolo Dolphin introduce animazioni per Lollipop e video su app di terze parti sembra essere il primo su AndroidWorld.it.

Ecco l’app per gestire al meglio Elemental X Kernel

Uno dei migliori kernel per gli smartphone Android è indubbiamente Elemental X, sviluppato da flar2, Recognized Developer su XDA. Il kernel è disponibile per un numero limitato di dispositivi ed offre una vasta gamma di personalizzazioni per ottimizzare il funzionamento e l’autonomia del vostro smartphone. Elemental X è disponibile per i seguenti dispositivi: HTC One S, […]

L’articolo Ecco l’app per gestire al meglio Elemental X Kernel è stato pubblicato originariamente su Tutto Android.

Sony Xperia E4 ed E4g protagonisti di un nuovo video promo

Sony Xperia E4 ed E4g protagonisti di un nuovo video promo
Android Blog Italia.

Nel corso delle scorse ore il produttore giapponese Sony, oltre a pubblicare un nuovo tweet per farci incuriosire ancora di più sul proprio evento di presentazione presso il MWC 2015 di Barcellona (Sony annuncia che al MWC saranno presentati device impermeabili), ha pubblicato anche un nuovo video promozionale riguardante sia il Sony Xperia E4 che il Sony Xperia E4g.

Protagonista del video è sicuramente una delle migliori caratteristiche di cui sono dotati questi smartphone, ovvero la batteria. Avendo una capacità energetica di 2300 mAh, la batteria interna di questi terminali permette un utilizzo continuativo anche per due giorni (che tra l’altro è il titolo del filmato: “Xperia E4 & Xperia E4g – Enjoy a 2 day battery performance”).

Nonostante siamo nel 2015, non sono molti gli smartphone che consentono un uso così continuativo. Per questo motivo ci sentiamo in dovere di tessere le lodi al produttore giapponese, il quale è stato in grado di coniugare sia estetica (intesa anche come spessore ridotto) che autonomia.

Prima di lasciarvi al video promo, vi ricordiamo che Sony fornisce il sensore fotografico posteriore al Samsung Galaxy S6 ed al Samsung Galaxy S6 Edge (Samsung Galaxy S6: il sensore fotografico posteriore sarà un Sony IMX240 da 16 Megapixel).

Sony Xperia E4 ed E4g protagonisti di un nuovo video promo
Android Blog Italia.

Un LG G4 per l’Asia trapela su un User Agent, con schermo QHD

Non è la prima volta che presunti LG G4, prossimo modello che potrebbe arrivare ad aprile, si affacciano sulla rete esponendo le proprie caratteristiche. Già all’inizio di questo mese, un dump di sistema lasciava intravedere tre possibili varianti (F500L, F500K, ed F500S) per la nuova versione della serie G.

Ad arricchire la lista arriva un profilo User Agent che mostra un inedito LG-H818. Il dispositivo in questione avrebbe una risoluzione di 1440 x 2560 pixel, con quindi uno schermo QHD, e secondo i contatti interni della fonte si tratterebbe di un modello indirizzato al mercato asiatico.

LEGGI ANCHE: E se LG G4 avesse una variante con schermo 3K?

Difficile fare stime da un semplice User Agent, ma ormai l’arrivo di LG G4, pianificato strategicamente dopo l’arrivo di Galaxy S6 e tutto ciò che sarà presentato all’imminente MWC, sembra sempre più vicino; per avere maggiori informazioni non resta quindi che attendere la data di presentazione ufficiale o qualche immancabile fuga di notizie.

L’articolo Un LG G4 per l’Asia trapela su un User Agent, con schermo QHD sembra essere il primo su AndroidWorld.it.

Greenify: nuovo algoritmo e modulo Xposed su Lollipop, nell’ultima beta

Tramite l’account ufficiale su Google+, lo sviluppatore di Greenify ci fa sapere che la distribuzione della nuova beta (v2.6 beta 1) è partita. Tra le maggiori novità troviamo la piena compatibilità con Lollipop, permettendo agli utenti provvisti di Xposed Framework di utilizzare tutte le funzioni del modulo di Greenify, oltre che un nuovo algoritmo riscritto da zero.

LEGGI ANCHE: Greenify si aggiorna col supporto a Lollipop e Material Design 

Proprio grazie a questa riscrittura del codice adesso la funzione Wake-up Tracker and Cutoff è adesso disponibile al di fuori del relativo modulo Xposed permettendo un’ibernazione più efficace e duratura, anche delle app più ostinate nel rimanere attive.

Gli utenti provvisti di Xposed Framework potranno invece sfruttare tre nuove interessanti funzioni:

  • Deep Hibernation: disponibile solo per coloro che hanno acquistato il pacchetto donate, questa funzione permette di disattivare del tutto un’applicazione, evitando che questa venga risvegliata anche da altre.
  • Timer Coalescing: sui dispositivi con KitKat e superiori, questa funzione sincronizza l’attivazione delle app con il sistema, a prescindere dall’implementazione dello sviluppatore, permettendo così di ottimizzare i consumi.
  • Telephony Wake-up: adesso eventi come chiamate e SMS, potranno risvegliare le app che vi si appoggiano per funzionare.

Insomma diverse novità per uno degli strumenti più efficaci per tenere sotto controllo le app installate, che lo sviluppatore, proprio grazie al nuovo algoritmo, conta sempre più di ampliare.

Se volete provare questa nuova versione, che ricordiamo essere ancora in beta, potrete sia unirvi alla relativa community su Google+, o scaricare direttamente l’apk; in entrambe i casi trovate i link necessari qui sotto.

Community Google+

Download Apk

L’articolo Greenify: nuovo algoritmo e modulo Xposed su Lollipop, nell’ultima beta sembra essere il primo su AndroidWorld.it.

Vodafone e Dropbox: partnership che porterà 25 GB di spazio ai nuovi utenti

Vodafone e Dropbox: partnership che porterà 25 GB di spazio ai nuovi utenti
Android Blog Italia.

Recentemente il colosso delle telecomunicazioni Vodafone ha stipulato un accordo con Dropbox, uno dei servizi cloud più utilizzati al mondo, che porterà molti vantaggi sia ad entrambe le società che ai nuovi utenti. Tra non molto infatti, Vodafone lancerà l’applicazione Backup+ sul Google Play Store con la quale gli utenti potranno gestire il proprio spazio cloud, archiviando con più semplicità i propri files.

Oltre ad una più semplice gestione, tutti coloro creeranno un account Dropbox con Backup+ riceveranno un extra di 25 GB di spazio di archiviazione. Sfortunatamente esso sarà fornito solo per un anno e, dopo di che, lo spazio sarà rimosso dall’account.

Per via di questo nuovo accordo, tutti gli smartphone brandizzati Vodafone d’ora in poi avranno l’applicazione Dropbox pre-installata di fabbrica. Come si può vedere, i vantaggi per le aziende sono reciproci: Vodafone ha l’opportunità di offrire dello spazio gratuito per chi utilizza la propria applicazione e Dropbox continua la sua marcia che prevede l’estensione più ampia possibile del proprio bacino d’utenza.

Non dimentichiamo però che recentemente Microsoft ha offerto 100 GB di spazio di archiviazione su OneDrive per tutti coloro avevano già un account Dropbox. Sfide a colpi di GB gratuiti che vanno senza dubbio anche a vantaggio di noi utenti.

VIA

Vodafone e Dropbox: partnership che porterà 25 GB di spazio ai nuovi utenti
Android Blog Italia.

Sony vince quattro iF Design Awards

Nella serata di ieri si è svolta a Monaco di Baviera l’annuale cerimonia di consegna degli iF Design Award, premio che viene assegnato fin dal 1953. Sony ha ricevuto ben quattro riconoscimenti per i propri prodotti, sia hardware sia software. Il primo prodotto premiato con il riconoscimento iF Design Award 2015, Discipline Product – GOLD, […]

L’articolo Sony vince quattro iF Design Awards è stato pubblicato originariamente su Tutto Android.

Whatsapp bloccato da un giudice in Brasile per illecito

Whatsapp utilizzato per illeciti e di conseguenza richiesto il blocco totale agli operatori di telefonia mobile da parte di un giudice brasiliano, il servizio è ancora in funzione perché gli operatori sono ricorsi in appello.

whatsapp

Whatsapp utilizzato per illeciti e di conseguenza richiesto il blocco totale agli operatori di telefonia mobile da parte di un giudice brasiliano, il servizio è ancora in funzione perché gli operatori sono ricorsi in appello.

Whatsapp non è raro che si trovi al centro di brutte storie legate a maltrattamenti, di bullismo, di spaccio di droga e, come ora in Brasile, di pedofilia. Anche se i motivi non sono stati resi noti in modo ufficiale dai diretti interessati sono trapelate notizie inquietanti sulla vicenda che ha portato il giudice brasiliano dello stato di Piaui’, Luiz Moura Correia, a richiedere il blocco totale dell’app di messaggistica in tutto il Brasile, ordinanza che non è, però, ancora stata eseguita per il ricorso in appello degli operatori di telefonia.

Gli operatori sono intervenuti in quanto è a loro diretta l’ordinanza del giudice nonostante non li riguardi direttamente. A quanto pare il motivo è dovuto a delle immagini che ritraggono delle «bambine e minorenni esibite sessualmente» al centro di un indagine portata avanti dal 2013 e che Whatsapp non ha voluto rimuovere.

Da Facebook, attuale proprietaria dopo l’acquisto nel 2012, non arrivano commenti sulla vicenda ritenendosi estranea perché Whatsapp opera in modo indipendente dal social network. Intanto SindiTelebrasil, il sindacato degli operatori di telefonia mobile brasiliana, ritiene «sproporzionata» la decisione del giudice. Secondo il sindacato non si può bloccare un servizio che funziona in tutto il Paese per ottenere informazioni su poche persone. Di certo gli operatori di telefonia non hanno tutti i torti, ma è anche vero che il giudice Correia sarà stato costretto dalle circostanze ad emettere una tale sentenza su una vicenda a dir poco squallida.

Quando si tratta di spiarci NSA, Google e tutto il resto dell’allegra compagnia non hanno problemi, poi quando si tratta di combattere la pedofilia bisogna emettere delle ordinanze per farsi ascoltare, davvero strano questo nostro pazzo mondo.

Di tutto questo ne giova Telegram che nelle prime ore successive alla diffusione della notizia ha visto impennare i download nel Paese sudamericano.

L’articolo Whatsapp bloccato da un giudice in Brasile per illecito sembra essere il primo su Tecnoandroid.

Disponibili tre nuove app per Google Cardboard: Seene, Titans of Space e WAA

Tre nuove app compatibili con il visore Google Cardboard sono disponibili sul Play Store, si tratta di Seene, Titans of Space e WAA. La più interessante è Seene, che quindi affronteremo per ultima. Titans of Space, in accoppiamento con Cardboard, permette di seguire una piccola visita guidata in realtà virtuale tra i pianeti e le stelle. WAA […]

L’articolo Disponibili tre nuove app per Google Cardboard: Seene, Titans of Space e WAA è stato pubblicato originariamente su Tutto Android.

Glextor AppManager & Organizer: organizzare e gestire le vostre app Android

Gli utenti che installano molte applicazioni sul proprio smartphone potrebbero avere difficoltà a ritrovarle rapidamente nei momenti di necessità. Sul Play Store non mancano titoli che ci offrono la possibilità di organizzare al meglio la lista delle applicazioni, come ad esempio Glextor AppManager & Organizer. Per prima cosa la nuova applicazione suddividerà i titoli già […]

L’articolo Glextor AppManager & Organizer: organizzare e gestire le vostre app Android è stato pubblicato originariamente su Tutto Android.

Djay Free disponibile sul Google Play Store

Djay Free disponibile sul Google Play Store
Android Blog Italia.

Per gli amanti della musica ma soprattutto per coloro che vogliono farla e non semplicemente ascoltarla, l’applicazione che vi presentiamo oggi sarà molto gradita. Stiamo parlando di djay free, la versione lite e completamente gratuita dell’app Djay 2 rilasciata già da qualche tempo sul Play Store. Essa è stata pubblicata solo di recente e, come è lecito aspettarsi, essendo gratuita, ci offre delle funzionalità limitate ma che comunque ci permettono di mixare al meglio le nostre canzoni.

Una delle limitazioni imposte da djay free è l’impossibilità di vedere le Waveform View, ovvero le onde sonore di un determinato brano. Altra limitazione è anche l’impossibilità di registrare il nostro mixaggio.

Per chi vuole fare musica ad alti livelli, oltre a suggerirgli di acquistare un software più evoluto per una piattaforma desktop (Windows o Mac), gli suggeriamo di acquistare la versione originale a pagamento. Per tutti coloro invece si avvicinano per la prima volta al mondo del mixaggio audio, djay free è sicuramente un’ottima base di partenza, considerando che potrete esercitarvi praticamente dove volete.

Qui di seguito vi lasciamo gli app box per entrambe le versioni, ricordandovi che la versione completa ha un costo di 4,99 euro.

djay FREE djay FREE
Prezzo: Gratis
djay 2 djay 2
Prezzo: 4,99 €

VIA

Djay Free disponibile sul Google Play Store
Android Blog Italia.

LG Optimus G Pro riceve Android 5.0 Lollipop in Corea del Sud

LG ha lanciato sul mercato l’Optimus G Pro circa due anni fa ed ancora oggi, sorprendentemente, è supportato dal produttore, il quale, durante le ultime ore, ha iniziato il rilascio ufficiale dell’aggiornamento ad Android 5.0 Lollipop in Corea del Sud. L’update entro le prossime settimane dovrebbe arrivare anche in altri mercati.

(…)
Continua a leggere LG Optimus G Pro riceve Android 5.0 Lollipop in Corea del Sud su Androidiani.Com


© mptm3c for Androidiani.com, 2015. |
Permalink |
Add to
del.icio.us

Post tags: ,

L’articolo LG Optimus G Pro riceve Android 5.0 Lollipop in Corea del Sud sembra essere il primo su Androidiani.com.