Matti Makkonen, il papà degli SMS, si è spento all’età di 63 anni

matti-makkonen

Arriva direttamente dalla BBC una notizia piuttosto triste per il mondo della telefonia mobile. Matti Makkonen, considerato da molti il “papà degli SMS”, si è spento all’età di 63 anni a causa di un malessere. L’inventore Finlandese, per chi non lo sapesse, è stato il primo a teorizzare ed applicare la prima modalità di invio di testo […]

L’articolo Matti Makkonen, il papà degli SMS, si è spento all’età di 63 anni è stato pubblicato originariamente su Tutto Android.

Matti Makkonen, il papà degli SMS, si è spento all’età di 63 anni

matti-makkonen

Arriva direttamente dalla BBC una notizia piuttosto triste per il mondo della telefonia mobile. Matti Makkonen, considerato da molti il “papà degli SMS”, si è spento all’età di 63 anni a causa di un malessere. L’inventore Finlandese, per chi non lo sapesse, è stato il primo a teorizzare ed applicare la prima modalità di invio di testo […]

L’articolo Matti Makkonen, il papà degli SMS, si è spento all’età di 63 anni è stato pubblicato originariamente su Tutto Android.

Huawei Honor 7: specifiche tecniche ufficiali e prezzi

hon 7 e1435696736102 Huawei Honor 7: specifiche tecniche ufficiali e prezzi

Sicuramente uno degli smartphone dei quali vi abbiamo parlato e scritto di più in queste ultime settimane (come ad esempio in questo nostro articolo di ieri) è il Huawei Honor 7 ed oggi siamo finalmente in grado di fornirvi tutte le sue specifiche tecniche ufficiali (chiariamo subito che le versioni messe in commercio sono ben tre) con i relativi prezzi. Scopriamo insieme di che smartphone si tratta e quanto ci costeranno versione per versione. Buona lettura.

Huawei Honor 7: le specifiche tecniche

Il nuovo  Honor 7  avrà uno schermo da 5.2 pollici in Full HD, un processore Kirin 935 con 8 core ad architettura da 64-bit, configurazione big.LITTLE e con frequenza di clock massimale da 2.2 GHz per i primi quattro core e di 1.5 GHz per gli altri quattro core. A livello di GPU abbiamo invece una Mali-T628 mentre il comparto memoria mette a segno sia una RAM da 3 GB sia una memoria da 16 GB nella versione “ridotta” e 64 GB nella versione più ampia (in entrambe i casi abbiamo poi il supporto per la schedina microSD).

A tutto questo aggiungiamo poi un lettore di impronte digitali (che troviamo sul retro dello smartphone) ed una fotocamera con sensore Sony da 20 MP, apertura f/2.0 ed autofocus sul frontale. Per quel che riguarda invece la fotocamera secondaria abbiamo un sensore da 8 MP con grandangolo per permettere a questo Honor 7 di scattare ottimi selfie. Il tutto è racchiuso all’interno di 143.2 x 71.9 x 8.5 millimetri per un peso di circa 157 grammi e sorretto da una batteria con capacità di 3.100 mAh. Il sistema operativo del nuovo arrivato sarà un Androd Lollipop 5.0 con la nuova EMUI 3.1. Nel complesso dunque le caratteristiche prescelte sono di ottimo livello.

Versioni e prezzi

Come detto anche nell’introduzione di questo nostro articolo il Huawei Honor 7 non ve ne sarà una sola versione bensì ne avremo tre. Ma in cosa si differenzieranno e soprattutto che prezzi avranno?

Chiariamo subito che non si tratta di questioni di hardware o di materiali con i quali è costruito mentre si tratterà di questioni di connettività e memoria interna. Abbiamo per prima cosa una versione con memoria interna da 16 GB e connettività LTE, poi avremo una seconda versione di livello intermedio con sia la suddetta connettività LTE sia con il dual-SIM (in modalità dual stand-by) e per concludere una versione “aggressiva” che si presenta con le stesse caratteristiche delle precedenti con in più una ROM da 64 GB.

Ovviamente ogni versione avrà un prezzo diverso partendo per prima cosa dai circa 288 euro della versione basic che vi abbiamo presentato con “soli” 16 GB di memoria interna, passando per i circa 317 euro della versione che possiamo definire intermedia fino ad arrivare ai circa 360 euro per la versione che abbiamo definito come aggressiva anche grazie alla sua ROM da 64 GB. Unica incognita è quella relativa alla sua disponibilità sul mercato ma comunque il Huawei Honor 7 dovrebbe arrivare in davvero pochi giorni.

Cosa ne pensate delle specifiche tecniche e dei prezzi delle due versioni del Huawei Honor 7?

Diteci la vostra qui sul sito e seguiteci anche su Facebook, Twitter, Google+ e sul nostro canale di Youtube. Vi aspettiamo numerosi.

Via

The post Huawei Honor 7: specifiche tecniche ufficiali e prezzi appeared first on Tecnologici.net.

Huawei Honor 7: specifiche tecniche ufficiali e prezzi

hon 7 e1435696736102 Huawei Honor 7: specifiche tecniche ufficiali e prezzi

Sicuramente uno degli smartphone dei quali vi abbiamo parlato e scritto di più in queste ultime settimane (come ad esempio in questo nostro articolo di ieri) è il Huawei Honor 7 ed oggi siamo finalmente in grado di fornirvi tutte le sue specifiche tecniche ufficiali (chiariamo subito che le versioni messe in commercio sono ben tre) con i relativi prezzi. Scopriamo insieme di che smartphone si tratta e quanto ci costeranno versione per versione. Buona lettura.

Huawei Honor 7: le specifiche tecniche

Il nuovo  Honor 7  avrà uno schermo da 5.2 pollici in Full HD, un processore Kirin 935 con 8 core ad architettura da 64-bit, configurazione big.LITTLE e con frequenza di clock massimale da 2.2 GHz per i primi quattro core e di 1.5 GHz per gli altri quattro core. A livello di GPU abbiamo invece una Mali-T628 mentre il comparto memoria mette a segno sia una RAM da 3 GB sia una memoria da 16 GB nella versione “ridotta” e 64 GB nella versione più ampia (in entrambe i casi abbiamo poi il supporto per la schedina microSD).

A tutto questo aggiungiamo poi un lettore di impronte digitali (che troviamo sul retro dello smartphone) ed una fotocamera con sensore Sony da 20 MP, apertura f/2.0 ed autofocus sul frontale. Per quel che riguarda invece la fotocamera secondaria abbiamo un sensore da 8 MP con grandangolo per permettere a questo Honor 7 di scattare ottimi selfie. Il tutto è racchiuso all’interno di 143.2 x 71.9 x 8.5 millimetri per un peso di circa 157 grammi e sorretto da una batteria con capacità di 3.100 mAh. Il sistema operativo del nuovo arrivato sarà un Androd Lollipop 5.0 con la nuova EMUI 3.1. Nel complesso dunque le caratteristiche prescelte sono di ottimo livello.

Versioni e prezzi

Come detto anche nell’introduzione di questo nostro articolo il Huawei Honor 7 non ve ne sarà una sola versione bensì ne avremo tre. Ma in cosa si differenzieranno e soprattutto che prezzi avranno?

Chiariamo subito che non si tratta di questioni di hardware o di materiali con i quali è costruito mentre si tratterà di questioni di connettività e memoria interna. Abbiamo per prima cosa una versione con memoria interna da 16 GB e connettività LTE, poi avremo una seconda versione di livello intermedio con sia la suddetta connettività LTE sia con il dual-SIM (in modalità dual stand-by) e per concludere una versione “aggressiva” che si presenta con le stesse caratteristiche delle precedenti con in più una ROM da 64 GB.

Ovviamente ogni versione avrà un prezzo diverso partendo per prima cosa dai circa 288 euro della versione basic che vi abbiamo presentato con “soli” 16 GB di memoria interna, passando per i circa 317 euro della versione che possiamo definire intermedia fino ad arrivare ai circa 360 euro per la versione che abbiamo definito come aggressiva anche grazie alla sua ROM da 64 GB. Unica incognita è quella relativa alla sua disponibilità sul mercato ma comunque il Huawei Honor 7 dovrebbe arrivare in davvero pochi giorni.

Cosa ne pensate delle specifiche tecniche e dei prezzi delle due versioni del Huawei Honor 7?

Diteci la vostra qui sul sito e seguiteci anche su Facebook, Twitter, Google+ e sul nostro canale di Youtube. Vi aspettiamo numerosi.

Via

The post Huawei Honor 7: specifiche tecniche ufficiali e prezzi appeared first on Tecnologici.net.

Huawei Honor 7: specifiche tecniche ufficiali e prezzi

hon 7 e1435696736102 Huawei Honor 7: specifiche tecniche ufficiali e prezzi

Sicuramente uno degli smartphone dei quali vi abbiamo parlato e scritto di più in queste ultime settimane (come ad esempio in questo nostro articolo di ieri) è il Huawei Honor 7 ed oggi siamo finalmente in grado di fornirvi tutte le sue specifiche tecniche ufficiali (chiariamo subito che le versioni messe in commercio sono ben tre) con i relativi prezzi. Scopriamo insieme di che smartphone si tratta e quanto ci costeranno versione per versione. Buona lettura.

Huawei Honor 7: le specifiche tecniche

Il nuovo  Honor 7  avrà uno schermo da 5.2 pollici in Full HD, un processore Kirin 935 con 8 core ad architettura da 64-bit, configurazione big.LITTLE e con frequenza di clock massimale da 2.2 GHz per i primi quattro core e di 1.5 GHz per gli altri quattro core. A livello di GPU abbiamo invece una Mali-T628 mentre il comparto memoria mette a segno sia una RAM da 3 GB sia una memoria da 16 GB nella versione “ridotta” e 64 GB nella versione più ampia (in entrambe i casi abbiamo poi il supporto per la schedina microSD).

A tutto questo aggiungiamo poi un lettore di impronte digitali (che troviamo sul retro dello smartphone) ed una fotocamera con sensore Sony da 20 MP, apertura f/2.0 ed autofocus sul frontale. Per quel che riguarda invece la fotocamera secondaria abbiamo un sensore da 8 MP con grandangolo per permettere a questo Honor 7 di scattare ottimi selfie. Il tutto è racchiuso all’interno di 143.2 x 71.9 x 8.5 millimetri per un peso di circa 157 grammi e sorretto da una batteria con capacità di 3.100 mAh. Il sistema operativo del nuovo arrivato sarà un Androd Lollipop 5.0 con la nuova EMUI 3.1. Nel complesso dunque le caratteristiche prescelte sono di ottimo livello.

Versioni e prezzi

Come detto anche nell’introduzione di questo nostro articolo il Huawei Honor 7 non ve ne sarà una sola versione bensì ne avremo tre. Ma in cosa si differenzieranno e soprattutto che prezzi avranno?

Chiariamo subito che non si tratta di questioni di hardware o di materiali con i quali è costruito mentre si tratterà di questioni di connettività e memoria interna. Abbiamo per prima cosa una versione con memoria interna da 16 GB e connettività LTE, poi avremo una seconda versione di livello intermedio con sia la suddetta connettività LTE sia con il dual-SIM (in modalità dual stand-by) e per concludere una versione “aggressiva” che si presenta con le stesse caratteristiche delle precedenti con in più una ROM da 64 GB.

Ovviamente ogni versione avrà un prezzo diverso partendo per prima cosa dai circa 288 euro della versione basic che vi abbiamo presentato con “soli” 16 GB di memoria interna, passando per i circa 317 euro della versione che possiamo definire intermedia fino ad arrivare ai circa 360 euro per la versione che abbiamo definito come aggressiva anche grazie alla sua ROM da 64 GB. Unica incognita è quella relativa alla sua disponibilità sul mercato ma comunque il Huawei Honor 7 dovrebbe arrivare in davvero pochi giorni.

Cosa ne pensate delle specifiche tecniche e dei prezzi delle due versioni del Huawei Honor 7?

Diteci la vostra qui sul sito e seguiteci anche su Facebook, Twitter, Google+ e sul nostro canale di Youtube. Vi aspettiamo numerosi.

Via

The post Huawei Honor 7: specifiche tecniche ufficiali e prezzi appeared first on Tecnologici.net.

Xiaomi esce per la prima volta dall’Asia: venderà Redmi 2 in Brasile

Xiaomi Redmi 2 5

Non è una notizia che riguarda noi italiani direttamente ma è senza alcun dubbio un grande passo per Xiaomi e in quanto tale va riportato: per la prima volta nella sua storia l’azienda cinese venderà uno smartphone al di fuori del continente asiatico, arrivando in Brasile.

Lo smartphone in questione è Redmi 2, uno dei modelli economici della casa, e sarà venduto dal 7 luglio per 160$, ben 50$ in più rispetto al prezzo in India. C’è da dire però che la produzione avverrà direttamente sul suolo brasiliano e quindi il costo del lavoro sarà diverso.

GUARDA LA RECENSIONE: Xiaomi Redmi 2

Xiaomi venderà solamente online, nonostante secondo i sondaggi i brasiliani preferiscano acquistare il loro smartphone in un negozio fisico. Un grande traguardo per l’azienda cinese che di recente è entrata anche nel mercato europeo con i suoi accessori, ma per vedere anche qui o negli Stati Uniti i suoi smartphone servirà ancora tempo.

L’articolo Xiaomi esce per la prima volta dall’Asia: venderà Redmi 2 in Brasile sembra essere il primo su AndroidWorld.it.

Xiaomi esce per la prima volta dalla Cina: venderà Redmi 2 in Brasile

Xiaomi Redmi 2 5

Non è una notizia che riguarda noi italiani direttamente ma è senza alcun dubbio un grande passo per Xiaomi e in quanto tale va riportato: per la prima volta nella sua storia l’azienda cinese venderà uno smartphone al di fuori del continente asiatico, arrivando in Brasile.

Lo smartphone in questione è Redmi 2, uno dei modelli economici della casa, e sarà venduto dal 7 luglio per 160$, ben 50$ in più rispetto al prezzo in India. C’è da dire però che la produzione avverrà direttamente sul suolo brasiliano e quindi il costo del lavoro sarà diverso.

GUARDA LA RECENSIONE: Xiaomi Redmi 2

Xiaomi venderà solamente online, nonostante secondo i sondaggi i brasiliani preferiscano acquistare il loro smartphone in un negozio fisico. Un grande traguardo per l’azienda cinese che di recente è entrata anche nel mercato europeo con i suoi accessori, ma per vedere anche qui o negli Stati Uniti i suoi smartphone servirà ancora tempo.

L’articolo Xiaomi esce per la prima volta dalla Cina: venderà Redmi 2 in Brasile sembra essere il primo su AndroidWorld.it.

Opera mini aggiunge il supporto alle notifiche di Facebook

opera mini

Opera mini è tornato di recente sotto i riflettori e continua sulla strada giusto con l’ultimo aggiornamento che introduce una funzionalità senz’altro gradita da molti utenti. Non è un mistero il fatto che molte persone preferiscano utilizzare un browser per Facebook anziché l’app, spesso troppo avida con le risorse del nostro smartphone e per questo motivo Opera mini ha aggiunto il supporto alle notifiche del social network blu.

Ecco il changelog:

  • Ora Opera mini visualizza le notifiche di Facebook (opzione configurabile nel menu Impostazioni).
  • Vari miglioramenti a livello di stabilità e usabilità

Non è chiaro cosa si intenda con “Opera mini visualizza le notifiche di Facebook”: verranno visualizzate durante la navigazione? Ci verrà inviata una notifica vera e propria? Abbiamo provato a verificare ma non siamo riusciti a farlo funzionare, segno che forse c’è ancora qualche bug da risolvere. Se volete potete provarlo scaricandolo dal badge sottostante e farci sapere se avete avuto più fortuna di noi.

Google Play Badge

L’articolo Opera mini aggiunge il supporto alle notifiche di Facebook sembra essere il primo su AndroidWorld.it.

Opera mini aggiunge il supporto alle notifiche di Facebook

opera mini

Opera mini è tornato di recente sotto i riflettori e continua sulla strada giusto con l’ultimo aggiornamento che introduce una funzionalità senz’altro gradita da molti utenti. Non è un mistero il fatto che molte persone preferiscano utilizzare un browser per Facebook anziché l’app, spesso troppo avida con le risorse del nostro smartphone e per questo motivo Opera mini ha aggiunto il supporto alle notifiche del social network blu.

Ecco il changelog:

  • Ora Opera mini visualizza le notifiche di Facebook (opzione configurabile nel menu Impostazioni).
  • Vari miglioramenti a livello di stabilità e usabilità

Non è chiaro cosa si intenda con “Opera mini visualizza le notifiche di Facebook”: verranno visualizzate durante la navigazione? Ci verrà inviata una notifica vera e propria? Abbiamo provato a verificare ma non siamo riusciti a farlo funzionare, segno che forse c’è ancora qualche bug da risolvere. Se volete potete provarlo scaricandolo dal badge sottostante e farci sapere se avete avuto più fortuna di noi.

Google Play Badge

L’articolo Opera mini aggiunge il supporto alle notifiche di Facebook sembra essere il primo su AndroidWorld.it.

Facebook lancia Inserzioni di Facebook su Android

Una delle fonti di guadagno principali di società come Google e Facebook è senz’altro il settore delle pubblicità. Solo nel 2014 questo ha generato un traffico di oltre 50 miliardi di dollari, di cui il 10% grazie a Facebook, percentuale questa che è cresciuta del 50% rispetto all’anno scorso e che, a quanto pare, a Palo Alto ancora sembra non bastare.

(…)
Continua a leggere Facebook lancia Inserzioni di Facebook su Android su Androidiani.Com


© marcovenere for Androidiani.com, 2015. |
Permalink |

Tags del post: , ,

Facebook lancia Inserzioni di Facebook su Android

Una delle fonti di guadagno principali di società come Google e Facebook è senz’altro il settore delle pubblicità. Solo nel 2014 questo ha generato un traffico di oltre 50 miliardi di dollari, di cui il 10% grazie a Facebook, percentuale questa che è cresciuta del 50% rispetto all’anno scorso e che, a quanto pare, a Palo Alto ancora sembra non bastare.

(…)
Continua a leggere Facebook lancia Inserzioni di Facebook su Android su Androidiani.Com


© marcovenere for Androidiani.com, 2015. |
Permalink |

Tags del post: , ,

Come ricercare una rete WiFi sul vostro dispositivo Android

android-wifi-files-600x400” La fretta è una brutta bestia”. Tanti imprenditori, professionisti o gente comune oggigiorno si muove da un luogo all’altro e , quando la rete dati non permette di connettersi con il web, cerchiamo urgentemente una rete WiFi per navigare, ricercare informazioni,controllare la mail o semplicemente trovare un’indicazione stradale. Spesso ricorriamo a compromessi per trovare una rete WiFi ma non tutte le zone, in cui ci troviamo, dispongono di reti libere e senza una password di accesso. E , anche se siamo tra gli utenti più fortunati, una volta trovata una rete WiFi disponibile possiamo impiegare più del tempo necessario a collegarci ad essa o, malauguratamente, aspettando minuti preziosi del nostro tempo, la rete si collega e si scollega senza permetterci di giungere al nostro intento.

Ma , oggi, voglio illustrarvi due vie legali che vi permetteranno di collegarvi in breve tempo ad una rete WiFi; sto parlando infatti di Instabridge e Map Pro. Solamente nelle grandi metropoli Europee infatti il sistema i Wifi libero e gratuito, usufruibile da milioni di cittadini, è una realtà concreta. Nelle città italiane solo in alcuni punti di maggior afflusso ( piazze o stazioni ferroviarie o aeroporti ) sono disponibili collegamenti WiFi.

Conosciamo meglio queste App

  • Insabridge altro non è che una comunità di hotspot, dove gli utenti mettono a disposizione dei concittadini il loro accesso WiFi. La condivisione è dunque la parola d’ordine di questo servizio, ma ATTENZIONE: dobbiamo essere consapevoli che , qualora condividiamo il nostro hotspot, la responsabilità ricadrà sempre su di noi, qualsiasi cosa gli altri faranno con la nostra connessione. Infatti, i benefici apportati hanno permesso agli utenti di consumare in modo drastico il consumo della propria rete dati. Questa app intuitiva vi segnala gli hotspot presenti attraverso notifiche ed una grafica davvero semplice e facile da utilizzare , con l’unica pecca che la lingua disponibile è l’inglese. Si prospetta un grande successo sperando in una rapida riscossione di adesioni.

 

  • Il secondo servizio, citatovi sopra, è WIFI Map Pro Password.
    Il nome già ci consente di capire la funzionalità che offre: è una mappa che rileva reti WiFi fino ad un raggio di 6 km. E non è tutto: ci mostra la password e ci permette di visualizzare sulla mappa gli hotspot presenti nelle nostre vicinanze. Unica pecca: alcune mappe sono disponibili solo se effettuiamo acquisti in app.

L’articolo Come ricercare una rete WiFi sul vostro dispositivo Android sembra essere il primo su Tecnoandroid.

Navitel 9.6 diventa più social e più efficiente

navitel

Navitel ha rilasciato un aggiornamento per l’app del suo navigatore satellitare su Android. La versione 9.6 introduce alcune novità come l’Avatar ma soprattutto promette di migliorare alcune funzionalità base come ricerche più veloci e ottimizzazione dell’uso della RAM durante i download.

Entriamo nel dettaglio vedendo il changelog dell’update:

  • Aggiunta la possibilità di mettere un avatar nel servizio Navitel Amici nel menù.
  • Migliorato il funzionamento dell’avvertimento per il superamento della velocità
  • Ottimizzato l’uso di memoria durante il download delle informazioni sul traffico
  • Velocizzata la ricerca dei posti vicini
  • Fix vari

Potete provare Navitel scaricandolo dal badge qui sotto, sapendo che sarà gratuito per sette giorni di prova dopo i quali dovrete acquistare licenza e mappe per poter continuare ad utilizzarlo.

Google Play Badge

L’articolo Navitel 9.6 diventa più social e più efficiente sembra essere il primo su AndroidWorld.it.

Navitel 9.6 diventa più social e più efficiente

navitel

Navitel ha rilasciato un aggiornamento per l’app del suo navigatore satellitare su Android. La versione 9.6 introduce alcune novità come l’Avatar ma soprattutto promette di migliorare alcune funzionalità base come ricerche più veloci e ottimizzazione dell’uso della RAM durante i download.

Entriamo nel dettaglio vedendo il changelog dell’update:

  • Aggiunta la possibilità di mettere un avatar nel servizio Navitel Amici nel menù.
  • Migliorato il funzionamento dell’avvertimento per il superamento della velocità
  • Ottimizzato l’uso di memoria durante il download delle informazioni sul traffico
  • Velocizzata la ricerca dei posti vicini
  • Fix vari

Potete provare Navitel scaricandolo dal badge qui sotto, sapendo che sarà gratuito per sette giorni di prova dopo i quali dovrete acquistare licenza e mappe per poter continuare ad utilizzarlo.

Google Play Badge

L’articolo Navitel 9.6 diventa più social e più efficiente sembra essere il primo su AndroidWorld.it.

Kingston presenta schede di memoria da 128 e 256 GB

Kingston
Kingston presenta due schede di memoria da 128 e 256 GB, caratterizzate da una velocità molto elevata.

Kingston, il più grande produttore di accessori di memoria al mondo, presenta due schede ultra-veloci con uno spazio disponibile di 128 e 256 GB.

Kingston Digital Europe cerca di proporre soluzioni all’avanguardia per quanto riguarda la produzione delle schede di memoria. L’azienda ha così scelto di potenziare la capacità interna della scheda SHDC/SDXC UHS-I Speed Class 3. Da qui l’idea di lanciare due nuove versioni da ben 128 e 256 GB, che si caratterizzano per una velocità di esecuzione molto elevata.

La nuova scheda di memoria di Kingston riesce a garantire una rapidità di oltre 30 megabyte al secondo sia in lettura che in scrittura. Inoltre, la banda è molto larga e permette senza alcuna difficoltà la riproduzione di video in 4K e in maniera molto fluida. Si possono anche raggiungere 90 MB/s in lettura e 80 MB/s durante le operazioni di scrittura, con una velocità nettamente superiore rispetto alle classiche SD. Le foto e i video risultano così perfettamente integri e l’upload sul personal computer viene ulteriormente facilitato, anche con l’ausilio dei lettori di schede 3.0.

In questo modo, le nuove schede ultra-capienti di Kingston sono perfette per le fotocamere Reflex e Mirrorless e per qualsiasi tipologia di videocamera. Gli utenti possono così effettuare video di alto livello, nei formati Full HD, Ultra HD, 3D e 4K2K. In più, la scelta risulta ideale per gli scatti in ciclo continuo e in sequenza costante. A tutto questo, c’è da aggiungere che Kingston SHDC/SDXC UHS-I Speed Class 3 è fornito di garanzia a vita e di un supporto tecnico senza alcuna recessione.

L’articolo Kingston presenta schede di memoria da 128 e 256 GB sembra essere il primo su Tecnoandroid.

Wind lancia All Inclusive Senior, l’offerta per i clienti di una certa età

Wind

Wind All Inclusive Senior è la nuova offerta di Wind dedicata, probabilmente lo avrete già capito, ai clienti di una certa età e cioè a quelli dai 60 anni in su. Per questo non offre un grande quantitativo di megabyte per la navigazione in Internet, ma vediamo tutto nel dettaglio: 200 minuti veri verso tutti 200 SMS […]

L’articolo Wind lancia All Inclusive Senior, l’offerta per i clienti di una certa età è stato pubblicato originariamente su Tutto Android.

Wind lancia All Inclusive Senior, l’offerta per i clienti di una certa età

Wind

Wind All Inclusive Senior è la nuova offerta di Wind dedicata, probabilmente lo avrete già capito, ai clienti di una certa età e cioè a quelli dai 60 anni in su. Per questo non offre un grande quantitativo di megabyte per la navigazione in Internet, ma vediamo tutto nel dettaglio: 200 minuti veri verso tutti 200 SMS […]

L’articolo Wind lancia All Inclusive Senior, l’offerta per i clienti di una certa età è stato pubblicato originariamente su Tutto Android.

Mojang interrompe lo sviluppo di Scrolls

Scrolls

Il gioco di carte di Mojang, lo studio che ha dato vita a Minecraft, non ha riscosso il successo sperato. L’azienda svedese ha appena dichiarato, infatti, che dal 1° luglio 2016 i server di gioco verranno ufficialmente chiusi.

I fan, nel mentre, potranno godersi l’ultimo pacchetto d’espansione denominato Echoes che arriverà con il prossimo aggiornamento. Il team assicura piccole patch di bilanciamento, ma lo sviluppo di nuovi contenuti è stato arrestato.

LEGGI ANCHE: Scopri Scrolls

Una notizia sicuramente spiacevole, anche perché, nel lungo periodo di beta, il titolo sembrava pronto a sfondare, ma evidentemente l’interesse dei giocatori è calato subito forse proprio per la struttura di gioco molto complessa. Il titolo è stato lanciato su PC e Android nel 2014, mentre la versione per iPad, attesa da un pezzo, probabilmente non vedrà mai la luce.

Ricordiamo ai nostri lettori che Scrolls è un titolo molto particolare, il cui genere può essere riassunto come un corposo strategico che sfrutta diverse meccaniche peculiari in una cornice di gioco fantasy piuttosto riuscita la quale propone un feedback visivo alle azioni, a differenza della stragrande maggioranza dei giochi di carte in commercio.

Play Store badge

L’articolo Mojang interrompe lo sviluppo di Scrolls sembra essere il primo su AndroidWorld.it.

Mojang interrompe lo sviluppo di Scrolls

Scrolls

Il gioco di carte di Mojang, lo studio che ha dato vita a Minecraft, non ha riscosso il successo sperato. L’azienda svedese ha appena dichiarato, infatti, che dal 1° luglio 2016 i server di gioco verranno ufficialmente chiusi.

I fan, nel mentre, potranno godersi l’ultimo pacchetto d’espansione denominato Echoes che arriverà con il prossimo aggiornamento. Il team assicura piccole patch di bilanciamento, ma lo sviluppo di nuovi contenuti è stato arrestato.

LEGGI ANCHE: Scopri Scrolls

Una notizia sicuramente spiacevole, anche perché, nel lungo periodo di beta, il titolo sembrava pronto a sfondare, ma evidentemente l’interesse dei giocatori è calato subito forse proprio per la struttura di gioco molto complessa. Il titolo è stato lanciato su PC e Android nel 2014, mentre la versione per iPad, attesa da un pezzo, probabilmente non vedrà mai la luce.

Ricordiamo ai nostri lettori che Scrolls è un titolo molto particolare, il cui genere può essere riassunto come un corposo strategico che sfrutta diverse meccaniche peculiari in una cornice di gioco fantasy piuttosto riuscita la quale propone un feedback visivo alle azioni, a differenza della stragrande maggioranza dei giochi di carte in commercio.

Play Store badge

L’articolo Mojang interrompe lo sviluppo di Scrolls sembra essere il primo su AndroidWorld.it.

Video Youtube: Una Parola Magica nell’URL Permette l’Auto-Download

scaricare video youtube magic android

Ormai sono moltissimi i possessori di Android che tramite un’app scaricano i video Youtube. La maggior parte di essi però potrebbe non conoscere un trucco che utilizza una parola magica la quale inserita nell’URL del browser consente di avviare il download automatico del video YouTube che si sta guardando.

Video Youtube: Come Scaricarli Senza Applicazioni

Il trucco per eseguire il download dei video YouTube è applicabile a qualsiasi browser e funziona sui più comuni sistemi operativi come Windows, Android, iOS e Mac OS.

Qual’è la Parola Magica per Scaricare Video YouTube e Come si inserisce nell’URL?

E’ necessario collegarsi al filmato che si desidera scaricare. Una volta caricata la pagina è sufficiente inserire la parola magic a metà del nome dominio. Ecco un esempio:

URL originale: https://www.youtube.com/watch?v=12345678

URL modificata: https://www.youmagictube.com/watch?v=12345678

Dopodiché, basta premere invio per caricare la nuova URL ed essere reindirizzati al sito Save-Video.com dal quale potrete fare tap su “Download Video” per scegliere il la risoluzione e il formato desiderato (WEB, FLV, MP4, 3GP) e poi avviare lo scaricamento del video YouTube o del solo audio in MP3.

Conclusioni

Utilizzando questo trucco per scaricare i video YouTube con Android potrete evitare l’uso di applicazioni di terze parti e velocizzare la procedura di download. E voi lo sapevate?

L’articolo Video Youtube: Una Parola Magica nell’URL Permette l’Auto-Download sembra essere il primo su Tecnoandroid.

Kantar: Android recupera negli Stati Uniti grazie a Samsung ed LG

Kantar Worldpanel_0

Il mercato USA è uno dei più importanti per i produttori mondiali, anche se non è quello che genera i numeri più grandi. Stando alle ultime ricerche di mercato condotte da Kantar,autorevole società nel settore, Android starebbe guadagnando nuovamente terreno sulla concorrenza dopo una lieve flessione registrata negli ultimi mesi. Secondo Kantar negli ultimi tre […]

L’articolo Kantar: Android recupera negli Stati Uniti grazie a Samsung ed LG è stato pubblicato originariamente su Tutto Android.

Kantar: Android recupera negli Stati Uniti grazie a Samsung ed LG

Kantar Worldpanel_0

Il mercato USA è uno dei più importanti per i produttori mondiali, anche se non è quello che genera i numeri più grandi. Stando alle ultime ricerche di mercato condotte da Kantar,autorevole società nel settore, Android starebbe guadagnando nuovamente terreno sulla concorrenza dopo una lieve flessione registrata negli ultimi mesi. Secondo Kantar negli ultimi tre […]

L’articolo Kantar: Android recupera negli Stati Uniti grazie a Samsung ed LG è stato pubblicato originariamente su Tutto Android.

Sony rilascia una beta di balloon, l’app per aggiunge fumetti alle foto

balloon photo

Sony ha rilasciato una nuova app sul Play Store, questa volta non con il suo account principale ma con quello di Sony Labs, tanto per sottolineare quanto questa sia sperimentale. La buona notizia è che potrete installarla anche su altri smartphone e non solo su quelli dell’azienda giapponese.

Si chiama balloon photo(beta) e il suo scopo è quello di aggiungere fumetti alle nostre fotografie. Non è una novità assoluta dato che Sony ha rilasciato Voice balloon photo nel marzo 2014 ma da allora non ha ancora aggiornato l’app in questione. Il changelog è piuttosto scarno per essere il primo update dopo più di un anno:

  • Se modifichi il testo ricavato dalla voce nell’editor, il testo sarà memorizzato
  • Bug fix

Insomma, nulla di particolare se non la compatibilità con altri dispositivi, forse solo perché si tratta di una beta. Potete scaricarla gratuitamente dal badge qui sotto.

Google Play Badge

L’articolo Sony rilascia una beta di balloon, l’app per aggiunge fumetti alle foto sembra essere il primo su AndroidWorld.it.

Sony rilascia una beta di balloon, l’app per aggiunge fumetti alle foto

balloon photo

Sony ha rilasciato una nuova app sul Play Store, questa volta non con il suo account principale ma con quello di Sony Labs, tanto per sottolineare quanto questa sia sperimentale. La buona notizia è che potrete installarla anche su altri smartphone e non solo su quelli dell’azienda giapponese.

Si chiama balloon photo(beta) e il suo scopo è quello di aggiungere fumetti alle nostre fotografie. Non è una novità assoluta dato che Sony ha rilasciato Voice balloon photo nel marzo 2014 ma da allora non ha ancora aggiornato l’app in questione. Il changelog è piuttosto scarno per essere il primo update dopo più di un anno:

  • Se modifichi il testo ricavato dalla voce nell’editor, il testo sarà memorizzato
  • Bug fix

Insomma, nulla di particolare se non la compatibilità con altri dispositivi, forse solo perché si tratta di una beta. Potete scaricarla gratuitamente dal badge qui sotto.

Google Play Badge

L’articolo Sony rilascia una beta di balloon, l’app per aggiunge fumetti alle foto sembra essere il primo su AndroidWorld.it.

Addio Matti Makkonen, è morto il padre degli SMS

matti-makkonen

Qualche giorno fa, per la precisione il 26 giugno, è morto Matti Makkonen, un nome che forse non avrete mai sentito ma che riveste una notevole importanza nel cambio della telefonia: Matti fu infatti il primo ad avere l’idea di scambiare messaggi di testo sulla rete telefonica nel 1984 e sebbene poi molti altri contribuirono allo sviluppo, l’idea iniziale gli è valsa l’appellativo di “padre degli SMS”.

Più di trent’anni dopo la sua idea, gli SMS sono ancora in uso in tutto il mondo: il loro utilizzo è calato a causa delle app per la messaggistica istantanea come WhatsApp, ma nei paesi più poveri, in cui la copertura della rete mobile non è così diffusa, gli SMS rimangono una tecnologia chiave per la comunicazione.

L’articolo Addio Matti Makkonen, è morto il padre degli SMS sembra essere il primo su AndroidWorld.it.

Addio Matti Makkonen, è morto il padre degli SMS

matti-makkonen

Qualche giorno fa, per la precisione il 26 giugno, è morto Matti Makkonen, un nome che forse non avrete mai sentito ma che riveste una notevole importanza nel cambio della telefonia: Matti fu infatti il primo ad avere l’idea di scambiare messaggi di testo sulla rete telefonica nel 1984 e sebbene poi molti altri contribuirono allo sviluppo, l’idea iniziale gli è valsa l’appellativo di “padre degli SMS”.

Più di trent’anni dopo la sua idea, gli SMS sono ancora in uso in tutto il mondo: il loro utilizzo è calato a causa delle app per la messaggistica istantanea come WhatsApp, ma nei paesi più poveri, in cui la copertura della rete mobile non è così diffusa, gli SMS rimangono una tecnologia chiave per la comunicazione.

L’articolo Addio Matti Makkonen, è morto il padre degli SMS sembra essere il primo su AndroidWorld.it.

Oukitel K10000 è il primo smartphone Android con batteria da 10.000 mAh

oukitel_k10000

Per i produttori di dispositivi Android è sempre più difficile distinguersi in maniera netta dalla concorrenza. C’è chi tenta di innovare sul fronte del design, chi prova a sperimentare nuove funzionalità legate alla fotocamera, e poi c’è chi come Oukitel decide di rispondere alle esigenze del pubblico proponendo uno smartphone con una batteria integrata da 10.000 mAh. Oukitel K10000, […]

L’articolo Oukitel K10000 è il primo smartphone Android con batteria da 10.000 mAh è stato pubblicato originariamente su Tutto Android.

Oukitel K10000 è il primo smartphone Android con batteria da 10.000 mAh

oukitel_k10000

Per i produttori di dispositivi Android è sempre più difficile distinguersi in maniera netta dalla concorrenza. C’è chi tenta di innovare sul fronte del design, chi prova a sperimentare nuove funzionalità legate alla fotocamera, e poi c’è chi come Oukitel decide di rispondere alle esigenze del pubblico proponendo uno smartphone con una batteria integrata da 10.000 mAh. Oukitel K10000, […]

L’articolo Oukitel K10000 è il primo smartphone Android con batteria da 10.000 mAh è stato pubblicato originariamente su Tutto Android.

Dai creatori di Dynasty Warriors ecco Slashy Hero (video)

Slashy-Heroes

Il nuovissimo studio The Gentlebros è composto in gran parte da sviluppatori che hanno lavorato in precedenza ad alcuni capitoli di Dynasty Warriors, Fatal Frame e Dead or Alive, a sottolineare il fatto che non si tratta di un gruppo di sprovveduti.

A dispetto però della maturità dei prodotti sopracitati, il team di ex-dipendenti Koei Tecmo ha annunciato un videogioco in esclusiva per il mercato mobile dalle tinte decisamente vivaci e fanciullesche, intitolato Slashy Hero.

LEGGI ANCHE: 5 giochi eroici da non perdere

Il risultato degli sforzi di The Gentlebros è un hack and slash isometrico dove gli swipe svolgono un ruolo centrale all’interno del gameplay. Sarà sufficiente infatti passare il dito sui nemici per sconfiggerli tutti in una volta.

L’offerta contenutistica promette 36 livelli, numerose possibilità di personalizzazione per il proprio beniamino e tanto altro. Slashy Hero verrà rilasciato su Android e iOS durante il periodo di Halloween, e potete dare un primo sguardo al gioco tramite il trailer a seguire. Fateci sapere nei commenti cosa ne pensate.

L’articolo Dai creatori di Dynasty Warriors ecco Slashy Hero (video) sembra essere il primo su AndroidWorld.it.

Dai creatori di Dynasty Warriors ecco Slashy Hero (video)

Slashy-Heroes

Il nuovissimo studio The Gentlebros è composto in gran parte da sviluppatori che hanno lavorato in precedenza ad alcuni capitoli di Dynasty Warriors, Fatal Frame e Dead or Alive, a sottolineare il fatto che non si tratta di un gruppo di sprovveduti.

A dispetto però della maturità dei prodotti sopracitati, il team di ex-dipendenti Koei Tecmo ha annunciato un videogioco in esclusiva per il mercato mobile dalle tinte decisamente vivaci e fanciullesche, intitolato Slashy Hero.

LEGGI ANCHE: 5 giochi eroici da non perdere

Il risultato degli sforzi di The Gentlebros è un hack and slash isometrico dove gli swipe svolgono un ruolo centrale all’interno del gameplay. Sarà sufficiente infatti passare il dito sui nemici per sconfiggerli tutti in una volta.

L’offerta contenutistica promette 36 livelli, numerose possibilità di personalizzazione per il proprio beniamino e tanto altro. Slashy Hero verrà rilasciato su Android e iOS durante il periodo di Halloween, e potete dare un primo sguardo al gioco tramite il trailer a seguire. Fateci sapere nei commenti cosa ne pensate.

L’articolo Dai creatori di Dynasty Warriors ecco Slashy Hero (video) sembra essere il primo su AndroidWorld.it.

Wind lancia All Inclusive Senior, la tariffa per i vostri genitori

wind_news_rest_1

Wind All Inclusive Senior è la nuova tariffa dell’operatore telefonico arancione e come avrete intuito dal nome piuttosto indicativo è dedicata ai clienti con una certa età (dai 60 anni in su), che usano internet, ma non troppo, e che chiamato per lo più i soliti numeri.

Per questo motivo Wind mette a disposizione al prezzo di 8€ al mese:

  • 200 minuti di chiamate
  • Minuti illimitati verso due numeri a scelta
  • 200 SMS
  • 500 MB
  • Assistenza privilegiata tutti i giorni tra le 10 e le 13

LEGGI ANCHE: Con All Inclusive Young avrete 3€ da spendere sul Play Store al mese

Forse sarebbe stato il caso di aggiungere qualche minuto in più visto che spesso i più anziani tendono a comunicare utilizzando le chiamate rispetto ai servizi di messaggistica. Infine, con 2€ al mese in più potrete avere DORO Liberto 820 Mini, uno smartphone pensato per essere utilizzato in maniera semplice dalle persone con una certa età. Per ulteriori informazioni vi rimandiamo alla pagina ufficiale sul sito di Wind.

L’articolo Wind lancia All Inclusive Senior, la tariffa per i vostri genitori sembra essere il primo su AndroidWorld.it.

Wind lancia All Inclusive Senior, la tariffa per i vostri genitori

wind_news_rest_1

Wind All Inclusive Senior è la nuova tariffa dell’operatore telefonico arancione e come avrete intuito dal nome piuttosto indicativo è dedicata ai clienti con una certa età (dai 60 anni in su), che usano internet, ma non troppo, e che chiamato per lo più i soliti numeri.

Per questo motivo Wind mette a disposizione al prezzo di 8€ al mese:

  • 200 minuti di chiamate
  • Minuti illimitati verso due numeri a scelta
  • 200 SMS
  • 500 MB
  • Assistenza privilegiata tutti i giorni tra le 10 e le 13

LEGGI ANCHE: Con All Inclusive Young avrete 3€ da spendere sul Play Store al mese

Forse sarebbe stato il caso di aggiungere qualche minuto in più visto che spesso i più anziani tendono a comunicare utilizzando le chiamate rispetto ai servizi di messaggistica. Infine, con 2€ al mese in più potrete avere DORO Liberto 820 Mini, uno smartphone pensato per essere utilizzato in maniera semplice dalle persone con una certa età. Per ulteriori informazioni vi rimandiamo alla pagina ufficiale sul sito di Wind.

L’articolo Wind lancia All Inclusive Senior, la tariffa per i vostri genitori sembra essere il primo su AndroidWorld.it.