IFA 2015 live blog by Tecnoandroid

ifa 2015 tecnoandroid

Anche questo anno lo staff di tecnoandroid.it sarà impegnato all’IFA 2015 per scoprire insieme a voi tutte le novità dal mondo della tecnologia e della telefonia con un occhio di riguardo ad Android.

LIVE BLOG:

L'articolo IFA 2015 live blog by Tecnoandroid sembra essere il primo su Tecnoandroid.

Google Maps 9.14 migliora l’anteprima di navigazione e introduce statistiche sui negozi

Google Maps final

Il numero di versione 9.14 potrebbe non dirvi molto ma in realtà quello odierno è un grande aggiornamento per Google Maps, che migliora in maniera netta l’anteprima di navigazione. Come vedete nella prima immagine della galleria in fondo all’articolo, la mappa ora non è più mostrata in rettangolo troppo piccolo per essere visto, ma occupa buona parte dello schermo con la possibilità di scrolling e zoom. Inoltre, ogni modalità di viaggio mostra quanto tempo impiegherete per giungere a destinazione.

Questa nuova UI era già in fase di testing da questa settimana ma debutta ufficialmente per tutti con la nuova versione. Inoltre, gli itinerari forniscono più informazioni e in caso ci fosse un problema sul tragitto come un incidente che vi farà perdere tempo verrà segnalato chiaramente.

LEGGI ANCHE: Addio a Google Here, un altro servizio mai nato

Infine, c’è un’ultima schermata che mostra gli orari in cui i negozi sono più affollati, in modo da non farvi andare nell’ora di punta perdendo tempo prezioso. Dubitiamo che quest’ultima funzionalità sia già attiva anche in Italia, ma in fondo sperare non costa nulla, giusto?

Google Play Badge

L’articolo Google Maps 9.14 migliora l’anteprima di navigazione e introduce statistiche sui negozi sembra essere il primo su AndroidWorld.it.

Skype 5.11 aggiunge il tasto per risposta e chiamata rapida

skype-logo-open-graph

Continua il lento ma costante processo di miglioramento di Skype, che raggiunge oggi la versione 5.11 focalizzandosi sulle notifiche. In pratica avremo a disposizione due azioni rapide da selezionare direttamente nella tendina oppure nella notifica heads-up: si tratta di Rispondi e Chiama.

LEGGI ANCHE: Skype aggiunge le suonerie personalizzate

In questo modo all’arrivo di un messaggio potremo decidere il tipo di risposta da dare al nostro interlocutore, testuale o vocale con una chiamata. Una novità forse di poco conto ma che sommata a tutte le altre introdotte da Microsoft negli ultimi tempi dimostra quanto l’azienda americana si stia impegnando per migliorare la sua app anche su piattaforme concorrenti come Android. A seguire un esempio della nuova funzionalità e il badge per il download.

skype notifica

Google Play Badge

L’articolo Skype 5.11 aggiunge il tasto per risposta e chiamata rapida sembra essere il primo su AndroidWorld.it.

ASSO ENTRY ALLINmobile: recensione

Recensione Asso Entry

ASSO Entry, smartphone dual-sim interessante sia per il prezzo che per la durata della batteria commercializzato da ALLINmobile un azienda start-up abruzzese. Il dispositivo è stato testato per voi per una decina di giorni vi faremo un resoconto completo dei pregi e difetti del terminale nella nostra recensione.

Prezzo

Asso Entry viene venduto dal produttore ad un prezzo molto buono sui 139 €  il rapporto qualità prezzo è veramente ottimo. Il prodotto si affaccia al mercato degli entry level questo comparto molto competitivo per certi aspetti dove brand blasonati come Samsung, LG spadroneggiano. ALLINmobile Asso Entry  può ritagliarsi il suo spazio tra i consumatori essendo questo un dispositivo dual-sim veramente interessante; poi il produttore ha compreso nel prezzo   accessori come cover e pellicole di protezione.

Qualità costruttiva & Ergonomia

Anche se realizzato completamente in plastica  non è affatto di scarsa qualità il terminale ha una buona qualità costruttiva i tasti del volume e il tasto accensione/spegnimento non scricchiolano e la scocca in plastica effetto cromo è veramente carina conferisce al terminale un tono accattivante. Essendo il terminale realizzato completamente in plastica ha un peso abbastanza contenuto circa 160 g con batteria inclusa da 2800 mAh e dimensioni di 145×72,3×8.3mm. Il rapporto dimensioni schermo è molto buono grazie alla forma squadrata l’uso ad una mano del dispositivo è molto agevole anche se il dispositivo presenta  5 pollici di schermo.

La cover posteriore è removibile, grazie al motivo zigrinato e al form-factor squadrato ha un buon grip anche se il dispositivo viene fornito con cover in silicone dal produttore che  concede ulteriore  protezione al dispositivo.

Sotto la back cover removibile troviamo il vano batteria, gli slot per le due SIM (microsim / Sim Standard) e slot micro SD.

A livello estetico le linee squadrate sembrano riprendere il design dei sony xperia a mio avviso un design molto carino.

Display

Lo schermo da 5 pollici IPS  con una risoluzione qHD di  960×540 pixel fornisce una buona riproduzione della gamma cromatica oltre ad avere un buon comportamento sotto la luce diretta del sole, nonostante la bassa risoluzione offerta dal display. La tecnologia OGS rende i colori  del display più vivi e intensi oltre ad avere degli angoli di visione migliori rispetto ai comuni IPS.

Hardware

Il comparto hardware è  ottimo il processore Mediatek MTK MT 6582  con GPU Mali 400 MP2 per andare su internet, andare su facebook, mandare msg su whatsapp fare cioè le normali azioni che farebbe l’utente medio basta e avanza. Il dispositivo non delude neanche sotto l’aspetto ludico anche i giochi pesanti vengono eseguiti senza particolari problemi. Poi il fatto di avere la possibilità di installare le app sulla micro SD la trovo molto interessante anche se 8 GB di memoria interna dovrebbero bastare all’utente medio. Il sistema ne risente nella fluidità qualora abbiate molte app pesanti aperte ma comunque pur avendo 1 GB di RAM si comporta molto bene, la gestione della Ram viene svolta in maniera egregia grazie al lavoro di ottimizzazione di ALLINmobile.

Sistema

A primo impatto osservando graficamente il sistema esperienza utente sembra quella di android stock. Ma osservando sia il desktop che app drawer,  ed utilizzandolo si nota che il menu d’impostazione, e la stessa barra di sistema ha la gestione dei toggle ridisegnati dal produttore e la barra notifiche anch’essa è personalizzata dal  produttore. L’interfaccia personalizzata si chiama Ecoo Os v 2.0.

Alcune caratteristiche che i smanettoni troveranno interessante sono i permessi di root abilitati di fabbrica, e l’app Xposed installer predisposta di default dal produttore che vi permetterà di personalizzare qualsiasi particolare del vostro Sistema Android  4.4.2 KitKat.

Nel dispositivo  è installato Hotknot per effettuare trasferimenti di dati in maniera veloce o effettuare pagamenti in modalità contactless.

Cosa che ho notato in questo dispositivo, forse dipende dal SoC non potentissimo,  sia quando ho il display sempre acceso per riprodurre un film o magari leggere notizie che nel gaming, il dispositivo si riscalda pochissimo, di ciò ne giova positivamente la batteria che tende a consumarsi gradualmente senza avere un grande draining in quanto comunque le temperature rimangono molto basse.

Nella schermata di blocco personalizzata dal produttore se facciamo uno swipe verso l’alto accediamo ad una serie di funzionalità o applicazioni tramite scorciatoie in maniera rapida.

asso entry recensione_1
asso entry recensione_2
asso entry recensione_3
asso entry recensione_4
asso entry recensione_5
asso entry recensione_6
asso entry recensione_7
asso entry recensione_8

Sistema molto fluido nel complesso anche se sono presenti alcune personalizzazioni d’interfaccia da parte del produttore. Vi sono installate dal produttore di fabbrica alcune applicazioni in particolare Whatsapp, Facebook, WPS Office (lettore di documenti).

Il comparto hardware non ha ricevuto un benchmark alto anche se dobbiamo comunque far notare che ha ottenuto un punteggio più alto del suo diretto concorrente lo Snapdragon 400 che monta al suo interno il Motorola Moto G, l’esperienza utente è veramente buona e lo consiglio a chi cerca un secondo telefono, o a chi non ha grosse  pretese e cerca un telefono per navigare, mandare messaggi su Whatsapp, Facebook, questa è una buona scelta.

Benchmark asso entry_3 Benchmark asso entry_2 Bechmark asso entry_1

 

Browser

Per quanto riguarda la  navigazione internet  il browser di sistema implementato è Chrome di cui conosciamo ormai le potenzialità, ho notato qualche ritardo nel caricamento pagina, il pan e lo zoom sono veramente reattivi, fanno si che la navigazione web risulti molto piacevole.

La batteria

Grazie alla bassa risoluzione del display ed a una buona ottimizzazione a livello hardware la batteria anche se utilizzata in maniera intensa resiste bene. Con un uso intenso riuscirete a coprire in mono-sim pienamente un intera giornata arrivando a fine giornata con il 20% di batteria rimanente. In dual-sim il dispositivo si è spento nel dopo cena con un uso intenso.

Nel sistema poi è presente una funzione di risparmio energetico e la funzionalità di accensione/spegnimento programmato qualora vogliate risparmiare ulteriore batteria.

Multimedia

Abbiamo un lettore musicale con interfaccia personalizzata dal produttore veramente carina. L’altoparlante di Sistema è uno speaker di buona qualità  il suono riprodotto in maniera pulita anche se non ha un volume elevato. Tramite il lettore video e possibile riprodurre video in Full-HD in diversi formati tra cui divx.

Fotocamera

asso entry recensione_5

La fotocamera posteriore montata dal terminale è una 8 mp, con autofocus, dotata di doppio flash-led, le foto vengono scattate in maniera veloce, l’autofocus funziona quasi sempre anche se qualche volta bisogna farlo manualmente, ma in generale le foto vengono scattate discretamente. Il dispositivo fa delle buone macro e grazie al doppio flash led fa buone foto anche con scarsa luminosità.

La fotocamera posteriore registra video in Full-HD discreti anche se vi sono micro lag ma l’esperienza comunque è buona per essere un terminale entry level.

IMG_20150818_141153
scattate con flash all'interno
scattate con flash all'interno
IMG_20150818_141214
IMG_20150818_141240
IMG_20150818_141200

Ecco a voi la un sample video realizzato con fotocamera posteriore da 8mp in full-hd:

Connettivita

L’Asso Entry pur essendo un terminale entry level ha un reparto connettività di tutto rispetto è dotato di WiFI IEEE802.11 b/g/a/n, funzione  Hotspot WiFI, GPS e A-GPS, Bluetooth 2.0, Radio FM.  E’ un dispositivo dual-sim dual standby, abbiamo una sim standard e una microsim, ha il 3G dinamico ciò vuol dire che è possibile attivare la connessione dati  dalle impostazioni di sistema su entrambe le Sim senza cambiare fisicamente la Sim negli slot. Per quanto riguarda il GPS  il fix è avvenuto in pochi secondi e non ho avuto interruzioni di segnale durante i miei test.

Parte telefonica

L’audio in chiamata con le cuffie auricolari è buono anche se non elevato, per quanto riguarda la qualità audio della capsula auricolare è buona ma ciò dipende anche dal segnale; se il telefono è in HSPDA la qualità è abbastanza buona pur essendo un entry level.

In vivavoce lo speaker non ha un audio potente, l’audio a mio avviso tende un pò a gracchiare. Cosa bella del tastierino numerico e che permette la ricerca rapida dei contatti per il resto il menu di gestione sim è il solito dei Mediatek visto in altri dispositivi.

Conclusioni

Lo smartphone fa il suo dovere si comporta molto bene se si deve andare su internet guardarci un film e giocare a qualche gioco. I giochi pesanti come Real Racing 3 vengono eseguiti senza nessun problema, anche se ha qualche ritardo nel caricamento.

Io consiglio il dispositivo a chi è un utente medio e non ha grandi pretese, lo consiglio poi a chi è alla ricerca di un secondo telefono e vuole avere una spesa contenuta. Consiglio a chi è smanettone e vuole un dispositivo completamente personalizzabile il dispositivo infatti ha i permessi di root attivi di fabbrica e con l’app Xposed si può modificare ogni aspetto del Sistema. Il dispositivo è disponibile sul sito del produttore a 139 € con garanzia 24 mesi Italiana, il telefono viene spedito dall’Italia quindi non ci sono problemi di dogana.

Ecco a voi la video recensione del dispositivo:

 

L’articolo ASSO ENTRY ALLINmobile: recensione sembra essere il primo su Tecnoandroid.

IFA 2015: Segui il team di Androidiani a Berlino!

Come ogni anno, Settembre è sinonimo di IFA, l’evento che ci introduce alle novità proposte per l’ultima parte dell’anno e per i primi mesi del 2016. Ebbene anche questa volta il team di Androidiani sarà presente agli eventi, pronto ad illustrarvi le proposte delle aziende presenti. Vediamo dunque cosa accadrà durante questo IFA 2015!
(…)
Continua a leggere IFA 2015: Segui il team di Androidiani a Berlino! su Androidiani.Com


© Stefano-Volponi for Androidiani.com, 2015. |
Permalink |

Tags del post: , ,

IFA 2015: Segui il team di Androidiani a Berlino!

Come ogni anno, Settembre è sinonimo di IFA, l’evento che ci introduce alle novità proposte per l’ultima parte dell’anno e per i primi mesi del 2016. Ebbene anche questa volta il team di Androidiani sarà presente agli eventi, pronto ad illustrarvi le proposte delle aziende presenti. Vediamo dunque cosa accadrà durante questo IFA 2015!
(…)
Continua a leggere IFA 2015: Segui il team di Androidiani a Berlino! su Androidiani.Com


© Stefano-Volponi for Androidiani.com, 2015. |
Permalink |

Tags del post: , ,

IFA 2015: Segui il team di Androidiani a Berlino!

Come ogni anno, Settembre è sinonimo di IFA, l’evento che ci introduce alle novità proposte per l’ultima parte dell’anno e per i primi mesi del 2016. Ebbene anche questa volta il team di Androidiani sarà presente agli eventi, pronto ad illustrarvi le proposte delle aziende presenti. Vediamo dunque cosa accadrà durante questo IFA 2015!
(…)
Continua a leggere IFA 2015: Segui il team di Androidiani a Berlino! su Androidiani.Com


© Stefano-Volponi for Androidiani.com, 2015. |
Permalink |

Tags del post: , ,

Google Here, un progetto segreto di Maps, non vedrà mai la luce

google-maps-final

Google Here è un nome che probabilmente non sentirete più in futuro perché il progetto è stato chiuso da BigG prima ancora che potesse concretizzarsi. In pratica si tratta di una nuova funzionalità di Maps che avrebbe dovuto essere presentata nelle prossime settimane, in grado di inviarci notifiche quando entriamo in negozi, sfruttando la localizzazione. Tra i partner per il lancio figuravano già grandi aziende come Starbucks.

Il progetto sarebbe stato chiuso da Page in persona, il CEO di Alphabet Inc., per due motivi: prima di tutto per il rischio che la funzionalità diventi troppo invasiva, e in secondo luogo per alcuni dubbi riguardanti il supporto dei negozi fisici.

LEGGI ANCHE: EddyStone, il nuovo standard di Google per i beacon BLE

Senza contare poi che il servizio sarebbe potuto essere ridondante nei confronti dei nuovi Beacon BLE di Google. In ogni caso non ne sapremo mai tutti i dettagli, ma forse se Google considera una funzionalità troppo invasiva allora vale la pena fidarsi, visto che l’azienda di Mountain View raramente si è fatta certi problemi.

L’articolo Google Here, un progetto segreto di Maps, non vedrà mai la luce sembra essere il primo su AndroidWorld.it.

2 minuti con SmartWorld, edizione IFA 2015

2-minuti-con-smartworld

Puntata speciale dedicata ad IFA 2015, con un riepilogo delle conferenze stampa principali che si terranno i prossimi giorni. Ricordatevi di iscrivervi a tutti i canali dei nostri 3 siti per rimanere aggiornati su ogni novità:

Cercheremo inoltre di effettuare come ogni anno degli Hangouts on Air con voi, quando possibile, per rispondere direttamente ad eventuali dubbi e domande, ma è impossibile darvi una scaletta adesso. Troverete tutto, come sempre, sui vari canali social, e su ciascun sito le notizie e gli approfondimenti quotidiani. E buon IFA 2015 a tutti!

L’articolo 2 minuti con SmartWorld, edizione IFA 2015 sembra essere il primo su AndroidWorld.it.

Samsung Galaxy Note 8.0 non si aggiornerà ad Android Lollipop

Samsung Galaxy Note 8.0 non si aggiornerà ad Android Lollipop
Android Blog Italia.

Samsung UK ha nuovamente stroncato la speranza di molti utenti possessori di un device Samsung dalle caratteristiche che oramai non sono più da considerarsi al top ma che sono comunque ampiamente superiori ai minimi richiesti da Google per l’installazione di Android Lollipop. Come potete vedere dal tweet qui in basso, stavolta è il caso di Samsung Galaxy Note 8.0, il primo tablet della serie Note di queste dimensioni che secondo molti è il perfetto sostituto del quaderno, grazie alle sue dimensioni non troppo piccole come gli smartphone Note (relativamente alla grandezza di un quaderno) e non troppo grandi come i modelli da 10.1 pollici o superiori.

Qui di seguito vi lasciamo con le caratteristiche tecniche del Samsung Galaxy Note 8.0 e con la nostra video recensione. Vi consigliamo anche di leggere la recensione scritta del Samsung Galaxy Note 8.0 per scoprire ogni dettaglio su questo tablet:

Display  8″ HD (1280×800) ppi 213
SoC Samsung Exynos 4412 @ 1.6 gHz Quad-core
RAM 2 GB
Storage 16 GB espandibile fino a 64GB via micro-SD
Batteria 4600 mAh
Fotocamera Posteriore 5MP, Frontale 1.3MP
Connettività Wi-Fi 802.11 a/b/g/n, Bluetooth 4.0, MHL, DLNA, Disponibile versione Wi-fi+3G
Sistema Operativo Android 4.2.2
Dimensioni e peso 21,08 x 13,59 x 0,795 cm. Peso 345g

FONTE

Samsung Galaxy Note 8.0 non si aggiornerà ad Android Lollipop
Android Blog Italia.

Unieuro vuole rendervi dolce il ritorno dalle vacanze con l’ultimo volantino

Unieuro-logo

La fine di agosto è ormai questione di ore e così anche le vacanze, nella maggior parte dei casi, sono terminate: Unieuro lo sa e vi propone alcune offerte nell’ultimo volantino valido da 4 all’11 settembre proprio utilizzando questo slogan.

LEGGI ANCHE: Le offerte dell’ultimo volantino di MediaWorld

C’è l’arrivo dei nuovi top di gamma di casa Samsung, ossia Galaxy S6 edge+, a partire da 839€ (110€ in più per il modello da 64 GB) ma non solo:

  •  Samsung Smart TV 4K UE40JU6500 – 799€
  • Microsoft Surface 3 – 499€
  • ASUS MeMo Pad 8 LTE – 189€
  • iPhone 6 – 679€
  • iPad mini 2 – 249€

Potete consultare il volantino completo con tutte le offerte disponibili, che comprendono tanti prodotti come elettrodomestici, PC, router, Smart TV, macchine fotografiche e altro ancora a questo indirizzo.

L’articolo Unieuro vuole rendervi dolce il ritorno dalle vacanze con l’ultimo volantino sembra essere il primo su AndroidWorld.it.

Android Wear da oggi è compatibile con iOS

Android Wear iOS

Se ne era parlato più volte in passato ma soprattutto negli ultimi giorni avevamo capito che l’annuncio era vicino: Android Wear è compatibile da oggi con iPhone e quindi iOS, espandendo così il suo supporto anche agli smartphone di casa Apple.

Una mossa strategica che consentirà a Google di vantare smartwatch compatibili con un alta percentuale dei dispositivi mobile presenti sul mercato. In particolare si citano iPhone 5, 5C, 5S, 6 e 6 Plus con iOS 8.2 o una versione superiore.

Per il momento il supporto è limitato a LG Watch Urbane ma Google precisa che anche gli smartwatch di ASUS, Huawei e Motorola lo supporteranno (rimane quindi il dubbio su SmartWatch 3 e Gear Live), presumibilmente grazie ad un futuro aggiornamento software..

L’articolo Android Wear da oggi è compatibile con iOS sembra essere il primo su AndroidWorld.it.

LG Nexus 5 (2015) con Snapdragon 808, full HD e batteria da 2.700 mAh?

Nexus Final

Si rincorrono le voci sulle caratteristiche tecniche del prossimo Nexus di LG, e la fonte questa volta è il solitamente affidabile Android Police, anche se, contrariamente al suo solito, non è stato aggiunto un loro voto all’affidabilità della fonte in questione.

Lasciando quindi aperte tutte le porte del dubbio, vediamo come potrebbe essere il nuovo LG Nexus 5 (2015), o come si chiamerà (ripetiamo per l’ennesima volta che il nome non è affatto definitivo):

  • Schermo: 5,2” full HD
  • CPU: Qualcomm Snapdragon 808
  • RAM: 3 GB
  • Memoria interna: 16 / 32 GB
  • Fotocamera posteriore: 12,3 megapixel
  • Fotocamera frontale: 5 megapixel
  • Batteria: 2.700 mAh
  • Colori: nero, bianco e blu

È ovviamente confermata la presenza dell’USB Type-C, mentre non si parla di lettore di impronte, anche se quello ormai lo diamo per scontato.

LEGGI ANCHE: Caratteristiche del Nexus di Huawei

Le specifiche in sé sembrano poi credibili perché sono in pratica quelle di un G4 un po’ ritoccato al ribasso, il che è plausibile e compatibile con un prezzo di lancio un minimo aggressivo, ma in merito a questo non c’è alcuna nuova informazione, quindi restano solo speculazioni.

Riguardo la possibile data di presentazione, si parla ancora una volta di fine settembre, anche se nessuna data è per ora stata annunciata, ma diciamo solo che aumentano le probabilità di un lancio anticipato quest’anno.

L’articolo LG Nexus 5 (2015) con Snapdragon 808, full HD e batteria da 2.700 mAh? sembra essere il primo su AndroidWorld.it.

Il 71% degli italiani possiede un’app educativa sullo smartphone

app educativa
Il 71% degli italiani non può fare a meno di scaricare un’app educativa.

ABA English ha scoperto che il 71% degli utenti italiani ha scaricato sul proprio smartphone una qualsiasi app educativa.

L’accademia online ABA English, utilizzata ogni anno da 4 milioni di alunni virtuali pronti ad apprendere la lingua inglese, ha effettuato un’inchiesta sull’uso di determinati programmi da parte degli italiani sul proprio smartphone. Netto è l’aumento di download delle app educative, con una netta prevalenza dei software dedicati alle lingue straniere.

In pratica quasi tre italiani su quattro non possono andare avanti senza utilizzare almeno un’app educativa sui loro dispositivi mobili. Inoltre, sempre più persone adoperano lo smartphone per conoscere al meglio una lingua straniera, in particolare inglese e francese. Il 71% degli utenti del nostro paese ha affermato di essere in possesso di almeno un’app educativa. La categoria risulta al secondo posto tra quelle più gettonate in assoluto dagli italiani, dopo la generica Utility, che ottiene l’85% delle preferenze. La categoria Educazione ha raggiunto il 63%, seguita da Divertimento (20%), Salute (17%) e Bambini (7%).

Il 75% degli utenti che utilizzano un’app educativa ne sceglie una per l’apprendimento delle lingue. Il 29% preferisce i programmi per esercitare la memoria, l’11% la musica e un 6% si concentra sull’educazione infantile. A questo, bisogna aggiungere che l’82% degli italiani dichiara di aver migliorato il proprio livello linguistico grazie ad un’app. Il 58% degli intervistati usa i programmi di lingua fino a 5 volte a settimana, mentre il 20% se ne serve tutti i giorni. Il restante 22% afferma di non adoperarne nessuna.

Andando sul generico, il 78% esegue il download almeno di un’applicazione ogni mese, con dati superiori rispetto alla media globale di tre punti percentuali. Le app sono più apprezzate dal sesso maschile che da quello femminile. Inoltre, il 39% del campione non ha problemi ad acquistare un’app a pagamento. Solo il 41% degli italiani non ha mai comprato un’applicazione per smartphone o tablet.

Il nostro paese ha ormai compreso la grande importanza di avere un’ottima dimestichezza con la lingua inglese e non solo, così come non può fare a meno di un qualsiasi genere di app educativa. Tutti strumenti fondamentali in un’epoca dominata dal cosiddetto m-learning.

L’articolo Il 71% degli italiani possiede un’app educativa sullo smartphone sembra essere il primo su Tecnoandroid.

Controller universali: ecco la nostra top 3

Nell’era di Internet of Things, i prodotti di controllo remoto sono essenziali, ma non è facile scegliere quelli più adatti per avere garantiti più scopi di utilizzo. Si va dagli IR blaster più semplici, al controllo via Bluetooth o Wi-Fi. Ecco una lista dei tre dei migliori telecomandi universali che abbiamo scelto per voi.

(…)
Continua a leggere Controller universali: ecco la nostra top 3 su Androidiani.Com


© alberto for Androidiani.com, 2015. |
Permalink |

Tags del post: ,

Trapela una prima presunta immagine teaser dello Xiaomi Mi 5

Xiaomi Mi 5 leak

L’hype per lo Xiaomi Mi 5 cresce ogni giorno di più grazie alle indiscrezioni e alle immagini teaser trapelate nelle scorse settimane. Quest’oggi vi proponiamo una prima presunta immagine teaser dello Xiaomi Mi 5 da cui si evince una delle principali specifiche tecniche del terminale. Secondo quanto pubblicato dal leaker KJuma sul suo account Weibo, il prossimo top

The post Trapela una prima presunta immagine teaser dello Xiaomi Mi 5 appeared first on GizChina.it.

All’Expo presentata l’Awa Modula, la macchina che trasforma l’aria in acqua potabile

Expo
L’Awa Modula presentata all’Expo

All’Expo l’innovazione non manca e quella presentata dalla Seas potrebbe davvero rivoluzionare molte cose. La start-up ha annunciato l’Awa Modula, una macchina in grado di trasformare l’aria che respiriamo in acqua potabile.La Société de L’Eau Aérienne Suisse meglio nota come Seas ha presentato all’Expo una macchina rivoluzionaria che potrebbe risolvere il grave problema della carenza idrica. L’Awa Modula, così si chiama questo sistema innovativo, è in grado di catturare l’umidità presente nell’atmosfera e trasformarla in acqua potabile di alta qualità. Il sistema potrà produrre fino a dieci mila litri di acqua in un giorno nelle zone del pianeta con un alto tasso di umidità.

Viene spiegato all’Expo che l’Awa Modula si basa su un un processo simile a quello che consente la sbrinamento nei comuni frigoriferi, si sfrutta la bassa temperatura per portare allo stato solido i vapori acquei e a questi si aggiungono i sali minerali per rendere l’acqua potabile.

Questa grande invenzione presentata all’Expo potrebbe risolvere il grave problema della carenza idrica. Particolari zone della Terra sono prive di acqua e a causa di questo, milioni le persone muoio ogni anno. I ricercatori hanno già iniziato a testare il nuovo brevetto in Africa, Emirati Arabi e Libano e sono pronti a renderlo disponibile anche in altre parti del mondo che soffrono per la mancanza di acqua.

Anna Magrini, ingegnere e professoressa dell’Università di Pavia ha rilasciato queste dichiarazioni: “La tecnologia garantisce un impatto ambientale basso o quasi nullo. A differenza delle tecnologie a osmosi inversa, come la desalinizzazione o la depurazione, quella di Seas non rilascia impurità nell’ecosistema locale e offre una fonte illimitata di acqua potabile.”

L’articolo All’Expo presentata l’Awa Modula, la macchina che trasforma l’aria in acqua potabile sembra essere il primo su Tecnoandroid.

Arriva HTC Zoe 2.0, la nuova versione non legata al cloud (che chiuderà presto)

HTC-Zoe[1]

Tutti i fan dell’azienda taiwanese conosceranno bene HTC Zoe, il software per realizzare brevi filmati con audio, effetti e transizioni. Fino ad oggi, la creazione di video era strettamente legata alla community e all’omonimo servizio cloud dove venivano caricati i nostri filmati, ma adesso Zoe assume tutta un’altra piega.

In primo luogo, la community e il relativo spazio cloud chiuderanno i battenti il 30 settembre: tutti coloro che utilizzavano il servizio, hanno tempo fino alla fine del prossimo mese per scaricare in locale i propri contenuti.

D’altra parte, è stata rilasciata la versione 2.0 dell’app, che permette la creazione di filmati più lunghi (fino a 3 minuti), che vengono salvati sul nostro dispositivo. Purtroppo, però, pare che questa sarà un’esclusiva destinata ai possessori di smartphone HTC e che, quindi, Zoe non sarà più utilizzabile su iOS o su altri dispositivi Android.

LEGGI ANCHE: Recensione HTC One M9+

Parlando più nello specifico di HTC Zoe 2.0, vi lasciamo con il changelog ufficiale e il badge per il download.

  • Creare i video highlight localmente sul telefono senza caricamento.
  • Lunghezza massima aumentata da 30 secondi a 3 minuti.
  • Includere tutte le clip che si desidera entro il limite di tempo di 3 minuti.
  • Ritaglio intelligente. L’attivazione o disattivazione del ritaglio intelligente consente di ritagliare i filmati (3-5 secondi) o di riprodurli interamente in Zoe.
  • Accedere per scaricare gli Zoe esistenti dal cloud.

Google Play Badge

L’articolo Arriva HTC Zoe 2.0, la nuova versione non legata al cloud (che chiuderà presto) sembra essere il primo su AndroidWorld.it.