All Inclusive Gold: problemi per gli utenti nel passaggio a Wind

Wind-logo-final

Wind sta riscontrando alcuni problemi con le richieste degli utenti di passaggio a All Inclusive Gold, la vantaggiosa offerta (400 minuti + 400 SMS + 5 GB) che gli utenti di altri operatori potevano richiedere inserendo il loro numero di telefono in un apposito sito e andando in negozio con il codice ricevuto via SMS.

Proprio questo codice sta creando problemi, visto che è stato rifiutato in molti punti vendita Wind. Il motivo però, secondo alcune segnalazioni, sarebbe a dir poco paradossale: il codice andrebbe infatti inserito in maiuscolo, altrimenti verrà rifiutato dal sistema.

LEGGI ANCHE: Wind chiude la pagina di All Inclusive Gold

Uno scivolone non da poco per Wind, che ha già dovuto chiudere la promozione con largo anticipo (avrebbe dovuto essere attiva fino al 4 marzo). Voi siete riusciti ad effettuare il passaggio o avete riscontrato qualche imprevisto?

L’articolo All Inclusive Gold: problemi per gli utenti nel passaggio a Wind sembra essere il primo su AndroidWorld.it.

Android Pay arriverà in UK entro la fine del prossimo mese: e in Italia?

Android Pay logo

Android Pay è pronto ad approdare in UK quest’anno secondo le indiscrezioni riportate da The Telegraph, che avrebbe parlato con una fonte interna di Google. Il servizio di pagamento tramite NFC di BigG è disponibile solamente negli USA per ora e sarebbe un grande passo attraversare l’oceano fino ad arrivare nel vecchio continente.

L’arrivo nel Regno Unito è previsto entro la fine del prossimo mese, marzo, secondo quanto riportato. Non possiamo escludere al momento (o meglio, possiamo solo sperare) che Google stia pensando ad un lancio più esteso in Europa e chissà che anche l’Italia non sia nei piani dell’azienda.

LEGGI ANCHE: Android Pay vs Samsung Pay vs Apple Pay

In UK Apple Pay è già attivo e presto lo sarà anche Samsung Pay, mentre in Italia nessuno dei tre è ancora stato abilitato. Chi sarà il primo ad arrivare nel nostro paese? Non sarebbe male se per una volta Google provasse ad anticipare la concorrenza e ad espandere un suo servizio sul territorio, ma non vogliamo peccare di ottimismo.

L’articolo Android Pay arriverà in UK entro la fine del prossimo mese: e in Italia? sembra essere il primo su AndroidWorld.it.

Google Now aggiunge una piccola funzione utile a chi investe in borsa (foto)

google-logo-gif final

La compravendita di titoli azionari è un gioco difficile da giocare: bisogna essere sempre informati sull’andamento dei titoli per poter effettuare la scelta migliore al momento giusto. Google Now adesso viene in aiuto dei piccoli trader fornendo notifiche sull’andamento azionario.

LEGGI ANCHE: Con Cortana per Android potrete inviare SMS dal vostro computer

Una volta specificate le società di vostro interesse, Now vi mostrerà una notifica ogni qual volta si registrano variazioni importanti dei titoli: aprendola, potrete visualizzare il grafico delle variazioni. Utile, no?

L’articolo Google Now aggiunge una piccola funzione utile a chi investe in borsa (foto) sembra essere il primo su AndroidWorld.it.

Xiaomi Mi 5 Standard e Prime a confronto su Geekbench [Video]

Qualunque appassionato di telefonia è al corrente dell’arrivo del nuovo Xiaomi Mi 5, il flagship tanto chiacchierato in questi ultimi giorni. Come sappiamo, il terminale in questione arriverà sul mercato in 3 varianti diverse, le quali presentano alcune differenza fra di loro, ovvero: Standard: scocca in vetro e metallo, Snap 820 @ 1.8 GHz, 3 GB

L’articolo Xiaomi Mi 5 Standard e Prime a confronto su Geekbench [Video] sembra essere il primo su Gizblog.

Xiaomi Mi 5 Standard e Prime a confronto su Geekbench [Video]

Qualunque appassionato di telefonia è al corrente dell’arrivo del nuovo Xiaomi Mi 5, il flagship tanto chiacchierato in questi ultimi giorni. Come sappiamo, il terminale in questione arriverà sul mercato in 3 varianti diverse, le quali presentano alcune differenza fra di loro, ovvero: Standard: scocca in vetro e metallo, Snap 820 @ 1.8 GHz, 3 GB

L’articolo Xiaomi Mi 5 Standard e Prime a confronto su Geekbench [Video] sembra essere il primo su Gizblog.

Raspberry Pi 3, il PC da $35 ora con WiFi e Bluetooth!

La Raspberry Pi Foundation celebra il quarto anniversario del proprio prodotto di punta annunciando il nuovo Raspberry Pi 3, ricco di interessanti novità rispetto al modello precedente. Venduto ancora una volta per soli $35, il Raspberry Pi 3 è infatti equipaggiato con WiFi e Bluetooth, due funzionalità che gli appassionati richiedevano da tempo. Oggi il

L’articolo Raspberry Pi 3, il PC da $35 ora con WiFi e Bluetooth! sembra essere il primo su Gizblog.

Editoriale: i vincitori del Mobile World Congress 2016, secondo noi

Mark-Zuckerberg-MWC-2016

Il Mobile World Congress 2016 si è ormai concluso da qualche giorno, ed avendo avuto modo di riflettere con calma su tutto quello che l’annuale fiera ha portato con sé, abbiamo deciso di stilare una sorta di raccolta dei vincitori, a modo nostro. Ciascuno di noi si è infatti concentrato su un singolo aspetto dell’MWC 2016 che ha trovato particolarmente significativo, fermo restando che sono comunque condivisibili anche quelli degli altri, e che riassumere in breve il Mobile World Congress è impresa praticamente impossibile, senza ristringere appunto il campo. La foto che più di tutte ha fatto il giro del mondo è forse quella in apertura, ma chi ha davvero “vinto” questo MWC 2016?

Tutti (ri)amano Qualcomm

Dopo la debacle dello scorso anno con i surriscaldamenti di Snapdragon 810, e dopo i pesanti ridimensionamenti cui è andata incontro nel corso dell’estate, Qualcomm è tornata sul palco dell’MWC 2016; anzi, sui palchi, dato che li ha calcati praticamente tutti. Qualcomm era ovunque: non solo nel suo stand in fiera, ampio e variegato come sempre, ma anche nelle presentazioni dei vari top di gamma. Da LG G5 a Xiaomi Mi 5, il logo di Qualcomm era sempre visibile ai rispettivi eventi, e non dimentichiamo che anche Galaxy S7 / S7 edge avranno una versione con Snapdragon 820, e lo stesso vale per Xperia X Performance. Non saremo tornati all’egemonia di un paio di anni fa, ma dalla fascia top a quella media (per non parlare di wearable e modem), Qualcomm sembra essersi riappropriata della posizione di leader convincendo per primi i propri partner: ora si tratterà di convincere gli utenti, ma di quello riparleremo con le prime recensioni.

Nicola Ligas

Trecentosessanta

Se c’è una tecnologia che probabilmente non avete ancora mai provato sono le foto a 360°. E non parlo delle foto sferiche che ormai si possono fare già da tempo con molti smartphone (e anche con l’app stock di Google) ma di quelle istantanee che è possibile fare con un solo click senza muoversi. Sono foto incredibili, che colgono l’istante tutto attorno a se, che fotografano anche dove non ti immagini (chi sta ai lati della fotocamera penserà di essere fuori dal campo visivo, e invece…) e che permettono di catturare tutto ciò anche in video. Non vi mentirò: non è una tecnologia che rivoluzionerà niente e non passeremo a fare solo foto a 360°, visto che nella maggior parte dei casi quando si fa una foto si vuole volontariamente estromettere altri contenuti dall’inquadratura, ma è comunque una tecnologia che non morirà, non come le TV 3D per capirsi. È una tecnologia alternativa alla fotografia tradizionale e complementare alla realtà virtuale, che se anche non dovesse diventare la tecnologia del futuro, diventerà comunque una tecnologia del futuro.

Emanuele Cisotti

Lo smartphone modulare

Se si parla di smartphone modulare il pensiero vola sicuramente a Project Ara. E non c’è dubbio che, almeno un po’, LG abbia preso ispirazione da uno dei progetti più ambiziosi del mondo della telefonia mobile per il suo nuovo LG G5. È vero: i moduli presentati sono solo due, CAM Plus ed Hi-Fi Plus, e da alcuni potrebbero essere considerati come del tutto inutili, un semplice capriccio per utenti più esigenti. C’è chi addirittura li paragona a dei veri e propri DLC per smartphone! È comunque innegabile che LG quest’anno abbia cercato in tutti i modi di lanciare qualcosa di innovativo, non il solito top di gamma il cui obiettivo è quello di competere con i Galaxy di nuova generazione di Samsung o con gli iPhone di Apple, bensì un primo, timido, tentativo di cambiare la concezione stessa di smartphone. Riuscirà ad attirare una fetta maggiore di utenza grazie a questo espediente? Probabilmente no, anche perché la concorrenza è più agguerrita che mai (occhio a provare un Galaxy S7, potrebbe essere amore a prima vista) e perché, da un punto di vista tecnico, non si tratta certo della soluzione più elegante, visto l’obbligo di spegnimento del terminale per il cambio del modulo. Ciò nonostante considero LG ed il suo tentativo di realizzare un primo smartphone modulare i vincitori morali di questo Mobile World Congress.

Lorenzo Delli

Squadra che vince non si cambia

Quest’anno la presentazione di LG è stata davvero spettacolare e l’azienda ha cercato davvero di portare un po’ di innovazione in un panorama ormai piatto. Peccato che più guardo i moduli esterni e gli LG Friends, più mi convinco che il coraggio di LG non verrà premiato e il piccolo “ecosistema” creato resterà la nicchia di un mercato che sparirà a breve. Mi ha incuriosito moltissimo anche Xiaomi con la sua prima presentazione europea, ma per quanto mi piaccia il Mi 5 non voglio mettere sul piedistallo uno smartphone che ancora non potremo comprare senza incappare in magagne.
E quasi mi dispiace ammetterlo, ma quel che mi ha convinto di più al MWC di quest’anno è stata Samsung.
Samsung ha fatto i compiti a casa e portato su Galaxy S7 quel che gli utenti volevano (tra cui una maggior produzione di modelli edge), senza cambiare troppo. Ha presentato il Gear 360, confermando che questo è l’anno delle fotocamere a 360°. E, soprattutto, è stata l’azienda che ha fatto parlare maggiormente di sé, grazie ad una presentazione un po’ fuori dalle righe (con i contenuti in realtà virtuale) e la presenza di Mark Zuckerberg, la cui foto dell’ingresso in sala rimbalza ancora in tutti i siti web. Per tutti questi motivi, nonostante non sia affatto stata l’azienda più innovativa, Samsung ha colto nuovamente nel segno, imponendo ancora con forza il proprio brand.

Giuseppe Tripodi

Perché mobile non è solo smartphone

È vero, quando ci si riferisce al mondo mobile si parla quasi sempre di smartphone. Eppure al MWC 2016 c’è stato anche un non-smartphone che ha saputo stupire. Parlo del Huawei MateBook, il dispositivo che fa approdare l’azienda cinese nel mondo di PC ed ibridi.
Un evento piuttosto lungo quello di Huawei e non perché abbia particolarmente tergiversato, ma perché, almeno sulla carta, il MateBook sembra avere davvero molto da offrire. Componenti e materiali di fascia piuttosto alta, per la categoria di prodotti, e un ricco set di accortezze ed accessori (ovviamente c’è anche una stylus) pronti a soddisfare anche gli utenti più esigenti rendono innegabile la sovrapposizione con Surface Pro 4 e il target di utenza di iPad Pro.
Forse Huawei MateBook non sarà stato al centro della discussione di questo MWC, ma il plauso non può mancare per l’astuzia di aver spinto su un tablet ibrido Windows 10, mentre la concorrenza sgomita su Android, con una soluzione che ha tutte le carte in regola per sfidarsi in una delle poche nicchie che offre (almeno un po’ di) spazio per l’innovazione nel settore PC.

Cosimo Alfredo Pina

La Cina è (sempre più) vicina

Se devo essere sincero, questo Mobile World Congress ha saputo sorprendermi come non mi sarei mai aspettato qualche mese fa. Dalla rassegna di Barcellona mi sarei aspettato più coraggio da parte dei grandi nomi (in primis Samsung, ma anche Sony, mentre una nota di merito va ad LG, anche se i moduli di G5 non mi convincono fino in fondo), mentre non avrei mai pensato che la mia attenzione si sarebbe posta sui produttori cinesi. Mai come in questo MWC infatti la Cina è stata presente, con Huawei, che ormai è una realtà consolidata, è vero, ma soprattutto con Xiaomi che ha tenuto la prima presentazione europea, una dichiarazione d’intenti piuttosto chiara che non andrebbe sottovalutata, ma anche Gionee che a sorpresa aveva un ottimo stand e una presenza più forte di quanto chiunque di noi si sarebbe aspettato, con diversi cartelloni pubblicitari nella fiera. Viene da chiedersi a questo punto se questo trend continuerà anche in futuro e se si rifletterà sul mercato europeo, che forse ha bisogno di una ventata d’aria fresca (orientale?).

Lorenzo Quiroli

L’articolo Editoriale: i vincitori del Mobile World Congress 2016, secondo noi sembra essere il primo su AndroidWorld.it.

WhatsApp ha portato novità per i contenuti multimediali, i link e la pulizia delle chat (foto)

Whatsapp-Web

Da quando è stata annunciata la sua beta sul Play Store, WhatsApp è andata incontro a numerosi minor update, che apparentemente non hanno cambiato molto in superficie, ma che a ben vedere qualche novità l’hanno portata.

Tra queste abbiamo una nuova gestione della voce Media, presente in ogni chat singola o gruppo, che adesso è divisa in due tab con contenuti multimediali e link, in modo da ritrovare più facilmente ciò che ci interessa: premendo sul link lo aprirete, mentre premendo al di sotto di questo si aprirà il messaggio relativo. Sempre a proposito di link, tenendo premuto il dito sopra uno di questi, in qualsiasi chat siate, il collegamento verrà automaticamente copiato negli appunti, in modo che possiate incollarlo dove preferite.

LEGGI ANCHEWhatsApp terminerà il supporto a molti Android, BlackBerry e Nokia entro il 2016

Infine ci sono nuove opzioni per la pulizia delle chat. Premendo sul menu di una conversazione e quindi su altro e poi su Cancella Chat, avrete ora un’opzione per cancellare tutti i messaggi, oppure solo quelli più vecchi di 30 giorni o di 6 mesi, mantenendo o meno i messaggi che avevate marcato come importanti.

Tutte queste novità si sono diffuse nelle ultime versioni di WhatsApp, più o meno tra la 2.12.453 e la 2.12.486. Se volete essere sicuri di avere sempre l’ultima versione di WhatsApp, non vi resta che aderire al programma beta, e se doveste notare altre novità, piccole o grandi, segnalatecele pure grazie al form contatti del sito.

L’articolo WhatsApp ha portato novità per i contenuti multimediali, i link e la pulizia delle chat (foto) sembra essere il primo su AndroidWorld.it.

Samsung vende quasi 50 milioni di Exynos ed entra nella top 5 dei produttori SoC

Samsung-Exynos-kernel-exploit-offer-Root-without-Flashing

Nel corso del 2015, il mercato dei processori è calato del 4% rispetto all’anno precedente ma, nonostante tutto, Samsung è riuscita a risollevare la sua posizione in classifica ed entrare nella top 5 dei produttori di SoC.

L’azienda coreana, in particolare, è al quarto posto (ha superato Spreadtrum) grazie ai quasi 50 milioni di Exynos presenti sui dispositivi venduti quest’anno: oltre ai Galaxy S6, anche i Meizu hanno contribuito significativamente alla crescita.

LEGGI ANCHE: Il vostro prossimo smartphone sarà più potente di PS4 e XboxOne

Nello specifico, i SoC di Samsung si trovano nel 15% degli smartphone in commercio; in cima alla classifica troviamo Qualcomm (42%) seguita da Apple (21%) e MediaTek (19%).

L’articolo Samsung vende quasi 50 milioni di Exynos ed entra nella top 5 dei produttori SoC sembra essere il primo su AndroidWorld.it.

Ecco le offerte del nuovo volantino Unieuro

È stato reso disponibile il nuovo volantino valido per quasi tutto il mese di Marzo, dal 1 al 24 Marzo; questo mese è dedicato prevalentemente alla “Passione Casa 2016”; infatti già in prima pagina possiamo notare come assieme all’acquisto degli elettrodomestici più comuni, Unieuro aggiunge come regalo gli “Assi Dello Stiro” targati Rowenta, un bundle del

L’articolo Ecco le offerte del nuovo volantino Unieuro sembra essere il primo su Gizblog.

Quale realtà virtuale preferite? – 2 minuti con SmartWorld

realtà-virtuale-oculus-final

Oggi è giornata di preordini (o quasi) per la realtà virtuale. HTC per prima mette oggi in commercio il suo Vive con spedizioni dal 5 aprile, mentre Microsoft annuncia i suoi preordini per HoloLens. Qual è la realtà virtuale (o aumentata) che fa al caso vostro? Parliamone nel nostro video giornaliero dei 2 minuti con SmartWorld.

L’articolo Quale realtà virtuale preferite? – 2 minuti con SmartWorld sembra essere il primo su AndroidWorld.it.

Anker PowerDrive 2, la recensione di GizChinaIT

Capita spesso di rimanere a corto di batteria mentre si è in viaggio in auto, motivo per cui sono sempre stati venduti dei caricatori da viaggio, in grado di ricaricare le batterie degli smartphone e dei tablet, sfruttando la presa accendisigari presente in quasi tutte le auto. C’è da dire, però, che spesso queste soluzioni

L’articolo Anker PowerDrive 2, la recensione di GizChinaIT sembra essere il primo su Gizblog.

Huawei stringe una partnership con Leica per migliorare i suoi prodotti

Quando si parla di smartphone dall’imponente comparto fotografico, al momento Huawei non è un brand che spicca particolarmente nel competitivo business mobile. Sembra che per accrescere in popolarità da questo punto di vista la compagnia cinese abbia appena intrapreso una partnership con Leica, il celebre produttore di fotocamere. Huawei stringe una partnership con Leica per migliorare

L’articolo Huawei stringe una partnership con Leica per migliorare i suoi prodotti sembra essere il primo su Gizblog.

Cinturino in ceramica e nuova watch face per Gear S2

gear-s2-ceramic-bracelet-3-720x480

Sul sito di Samsung Francia è apparso un nuovo cinturino in ceramica per Gear S2: si tratta probabilmente di uno dei più bei cinturini visti finora, che va ad arricchire ulteriormente il design dello smartwatch di Samsung

Se siete dei cinguettatori seriali e vi piace rimanere sempre sul pezzo, non potete non abbinarci una nuova watch face S2 chiamata Trends: per poterla utilizzare, avrete bisogno della companion app Trends for Gear sul vostro smartphone, mentre sul Gear S2 dovrete scaricare ed impostare Trends Watch Face. In questo modo potrete vedere direttamente al vostro polso tutto quel di cui si sta chiacchierando su Twitter.

Trends-For-Twitter-For-Samsung-Gear

LEGGI ANCHE: Samsung promuove le sue app per Gear S2

Purtroppo per il cinturino in ceramica non ci sono ancora molte notizie, ma ci auguriamo che arrivi al più presto anche in altri paesi; per il momento, potete ammirarlo nelle immagini che trovate qui sotto.

L’articolo Cinturino in ceramica e nuova watch face per Gear S2 sembra essere il primo su AndroidWorld.it.

Il nuovo assistente per parlare con il vostro smartphone è… Assistente! (foto e video)

Assistente (1)

Per tutti coloro che non erano soddisfatti del funzionamento di Google Now, Microsoft ha portato Cortana su smartphone e tablet Android. Si potrebbe quindi pensare che, assente Siri, la battaglia per affermarsi come miglior assistente vocale si debba giocare fra questi due contendenti, ma sarebbe un errore: il Play Store offre infatti varie alternative, e fra queste ce n’è anche una chiamata (senza troppa fantasia) Assistente.

Controllate lo smartphone con la voce

Il nome non troppo originale, se non altro, aiuta fin da subito ad avere ben chiaro lo scopo dell’applicazione: Assistente è infatti un’app che, attraverso l’utilizzo di comandi vocali, vi permetterà di controllare il vostro smartphone, eseguire azioni, aprire altre app o ottenere informazioni dalla rete.

LEGGI ANCHE: Samsung al lavoro su un nuovo assistente vocale basato su S-Voice?

Assistente supporta molti tipi di comandi, in parte riassunti in un’apposita (e molto utile) pagina informativa all’interno dell’app: fra di essi sono presenti tutte le funzionalità più utili che già potete aver apprezzato con altri assistenti vocali, come il controllo della musica in riproduzione, l’inizio di una chiamata o l’avvio della navigazione verso un indirizzo.

Il sistema, che nel complesso funziona piuttosto bene, prevede anche la possibilità di fornire all’app accesso ai propri messaggi, all’indicizzazione dei contatti memorizzati sul telefono o agli impegni del calendario, così da incrementarne ulteriormente le possibilità: tuttavia, anche con questi accorgimenti, l’integrazione nel sistema ottenuta con l’utilizzo di Google Now rimane imbattuta.

Ulteriori arricchimenti sono offerti con l’acquisto della versione Premium dell’app: essa offrirà, ad esempio, l’attivazione vocale con la frase “Hey Assistente”, la possibilità di insegnare all’app nuovi comandi e di personalizzare il vostro assistente attraverso l’uso di nuove voci, vestiti ed accessori.

Download gratuito

Assistente è disponibile per il download gratuito sul Play Store, mentre per ottenere la versione Premium per un anno sarà necessario un acquisto in-app dal prezzo di 15 €.

Proverete questa alternativa, o preferite rimanere legati alle alternative offerte da Microsoft, Google, o altri sviluppatori? Quale è il vostro assistente vocale preferito per Android? Fatecelo sapere nei commenti!

Google Play Badge

L’articolo Il nuovo assistente per parlare con il vostro smartphone è… Assistente! (foto e video) sembra essere il primo su AndroidWorld.it.

Xiaomi Mi 5: molti utenti sarebbero delusi dal device secondo un sondaggio

Xiaomi Mi 5 verrà lanciato in vendita sul mercato cinese domani 1 marzo, per un numero di prenotazioni per il primo flash sale che ha attualmente superato le 14 milioni di unità. In questi giorni di attesa in Cina è stato indetto un sondaggio sul nuovissimo top di gamma di Xiaomi, al quale hanno partecipato ben 7 milioni

L’articolo Xiaomi Mi 5: molti utenti sarebbero delusi dal device secondo un sondaggio sembra essere il primo su Gizblog.

Su ePRICE l’anno bisestile si celebra con sconti fino al 40%

eprice-final

Se state pensando di “investire” il giorno regalato dall’anno bisestile con un po’ di shopping vi segnaliamo che il negozio online ePRICE ha lanciato una campagna di sconti dedicata proprio ad oggi, 29 febbraio 2016.

Nella pagina dello store “I love 29″ trovate una discreta selezione di gadget e dispositivi smart, alcuni dei quali anche in sconto. Tra i più degni di nota iPhone 6s 64 GB, Samsung Gear S2 e un’Android TV Sony da 43″.

LEGGI ANCHE: Volantino Unieuro: da domani (1° marzo) nuove offerte su smartphone, notebook e smart TV

Qui sotto trovate i collegamenti ai dispositivi più interessanti, ma se volete dare un’occhiata anche ad elettrodomestici e articoli per la casa vi rimandiamo al sito di ePRICE.

L’articolo Su ePRICE l’anno bisestile si celebra con sconti fino al 40% sembra essere il primo su AndroidWorld.it.

Tim denunciata all’AGCM per il servizio a pagamento Tim Prime

Tim-logo-final

Siamo piuttosto sicuri che tutti i clienti Tim ricorderanno bene Tim Prime, che potrebbero già aver provveduto a disattivare. Per tutti gli altri, facciamo un breve riepilogo: Tim Prime è un’opzione a pagamento (0,49€/settimana) che verrà automaticamente attivata a tutti i clienti entro il 10 aprile.

La promozione porta con sé alcuni vantaggi utili (navigazione in 4G, servizio clienti dedicato, cinema a prezzo ridotto e concorsi a premi) ma, come nel caso di Vodafone Exclusive, non a tutti gli utenti è andata a genio l’idea dell’attivazione senza alcuna richiesta.

LEGGI ANCHE: Tim Prime: cos’è e come disattivarlo

Proprio per questo motivo, l’ADUC (Associazione per i Diritti degli Utenti e Consumatori) ha denunciato Tim all’AGCM, affinché il Garante prenda provvedimenti contro il caso specifico e, più generalmente, vieti l’attivazione automatica di opzioni a pagamento.

Secondo l’ADUC, infatti, si tratta di una pratica commerciale scorretta ed una semplice multa non basterebbe come deterrente per evitare in futuro nuovi episodi simili. Non mancheremo di tenervi aggiornati in proposito, ma nel frattempo potete leggere il testo integrale della denuncia a questo indirizzo.

L’articolo Tim denunciata all’AGCM per il servizio a pagamento Tim Prime sembra essere il primo su AndroidWorld.it.

Tim denunciata all’AGCM per il servizio a pagamento Tim Prime

Siamo piuttosto sicuri che tutti i clienti Tim ricorderanno bene Tim Prime, che potrebbero già aver provveduto a disattivare. Per tutti gli altri, facciamo un breve riepilogo: Tim Prime è un’opzione a pagamento (0,49€/settimana) che verrà automaticamente attivata a tutti i clienti entro il 10 aprile.

La promozione porta con sé alcuni vantaggi utili (navigazione in 4G, servizio clienti dedicato, cinema a prezzo ridotto e concorsi a premi) ma, come nel caso di Vodafone Exclusive, non a tutti gli utenti è andata a genio l’idea dell’attivazione senza alcuna richiesta.

LEGGI ANCHE: Tim Prime: cos’è e come disattivarlo

Proprio per questo motivo, l’ADUC (Associazione per i Diritti degli Utenti e Consumatori) ha denunciato Tim all’AGCM, affinché il Garante prenda provvedimenti contro il caso specifico e, più generalmente, vieti l’attivazione automatica di opzioni a pagamento.

Secondo l’ADUC, infatti, si tratta di una pratica commerciale scorretta ed una semplice multa non basterebbe come deterrente per evitare in futuro nuovi episodi simili. Non mancheremo di tenervi aggiornati in proposito, ma nel frattempo potete leggere il testo integrale della denuncia a questo indirizzo.

L’articolo Tim denunciata all’AGCM per il servizio a pagamento Tim Prime sembra essere il primo su AndroidWorld.it.

LeEco: EUI 6 in arrivo a luglio, ecco una lista delle possibili novità!

Fra i tanti produttori asiatici che utilizzano interfacce grafiche proprietarie a bordo dei propri smartphone troviamo anche LeEco (ex LeTV), con la propria EUI. Attualmente i dispositivi in commercio presentano la versione 5.5 della suddetta, ma l’azienda ha annunciato di essere al lavoro sulla nuova EUI 6, per la quale sarà necessario ancora attendere alcuni mesi, visto che si

L’articolo LeEco: EUI 6 in arrivo a luglio, ecco una lista delle possibili novità! sembra essere il primo su Gizblog.

Xiaomi Mi 4s: trapelati i primi benchmark Antutu

Xiaomi ha presentato due nuovi smartphone al Mobile World Congress 2016 lo scorso 24 febbraio a Barcellona. Ovviamente è stato il Mi 5 al centro della conferenza stampa e dell’attenzione dei media, ma a fine della stessa la società ha svelato anche un ottimo smartphone per la fascia media: lo Xiaomi Mi 4s. Lo Xiaomi Mi

L’articolo Xiaomi Mi 4s: trapelati i primi benchmark Antutu sembra essere il primo su Gizblog.

Ulefone Future, annunciate le specifiche tecniche

Durante il Mobile World Congress 2016 abbiamo avuto modo di testare con mano in anteprima il nuovo Ulefone Future, ovvero il nuovo flagship dell’azienda. La caratteristica principale del dispositivo è sicuramente la presenza di un display di tipo borderless, con dimensioni di 5.5 pollici e risoluzione Full HD 1920 x 1080 pixel, incastonato in una

L’articolo Ulefone Future, annunciate le specifiche tecniche sembra essere il primo su Gizblog.

Google Maps aggiunge le tappe durante la navigazione

Tappe-google-maps

Google aveva annunciato la possibilità di aggiungere tappe durante la navigazione già ad ottobre, ma la funzione non era ancora disponibile per tutti.

Tuttavia, oggi la ricerca lungo il percorso è arrivata in tutto il mondo su Android e iOS: questa funzionalità ci permette di aggiungere luoghi da cui vogliamo passare che si trovano lungo il nostro tragitto, molto comodi nel caso in cui stiamo cercando ad esempio una stazione di rifornimento per fare benzina.

LEGGI ANCHE: HERE Maps migliora le funzioni per il trasporto pubblico

Per farlo è sufficiente cliccare l’apposita lente di ingrandimento in alto a destra, da cui possiamo velocemente trovare stazioni di servizio, ristoranti, negozi di alimentari e bar, oltre a poter digitare manualmente qualsiasi ricerca.

Inoltre, adesso è possibile disattivare l’audio, oppure impostarlo in modalità “Solo avvisi”. Le nuove funzioni sono state rilasciate lato server e sono già attive sui nostri dispositivi; sicuramente non farà male avere l’ultima versione di Maps, che eventualmente potete scaricare dai badge di seguito.

Play Store badge

App Store badge

L’articolo Google Maps aggiunge le tappe durante la navigazione sembra essere il primo su AndroidWorld.it.

Fallout Shelter: nei prossimi giorni in arrivo un super aggiornamento! (foto)

Fallout-Shelter-update-marzo-2016-5

Avete abbandonato Fallout Shelter per mancanza di novità? Avete raggiunto i 200 abitanti e sbloccato tutto quanto c’era da sbloccare? Niente paura, Bethesda ci tiene alla vostra dose di divertimento quotidiano ed è pronta a rilasciare un corposo aggiornamento già da questa settimana che andrà ad introdurre una serie di gustose novità.

Alcune novità della versione 1.4 di Fallout Shelter potreste averle intuite dall’immagine di apertura: andranno infatti ad aggiungersi nuove ed inedite stanza adibite alla creazione di armi e armature, ma non è tutto! Diamo subito un’occhiata all’elenco delle novità.

  • Trasforma materiali inutili in pratici oggetti con la modalità di creazione!
  • Nuove stanze! Costruisci le officine per la creazione di armi e armature!
  • I cestini adesso contengono una quinta carta bonus: materiali! Ti torneranno molto utili! I più fortunati troveranno materiali anche esplorando la Zona.
  • Diventa un soprintendente eccezionale. Costruisci il nuovo negozio del barbiere e personalizza l’aspetto degli abitanti.
  • Segui l’ultima moda! Trova o crea nuove armi e nuovi vestiti, contenuti nei cestini e tratti da Fallout 4!
  • Siccome la compagnia di un amico a quattro zampe dà una grande felicità, abbiamo aggiunto nuovi cani, gatti e… pappagalli! Inoltre, nuovi bonus dagli animali!!
  • L’orario del giorno viene rispecchiato. Perché l’autentica simulazione di un Vault è il nostro obiettivo numero uno!

Orario del giorno, nuovi compagni (con annessi bonus), nuove stanze e tanto altro: questo nuovo aggiornamento di Fallout Shelter dovrebbe incrementare ulteriormente la longevità del gioco. Non sappiamo quale giorno abbia scelto Bethesda per rendere pubblico l’update, ma siamo sicuri che sarà disponibile entro questo giovedì. Tenete pronti i vostri vault! Nell’attesa date un’occhiata alla galleria che ci mostra più da vicino tutte le novità dell’aggiornamento.

App Store badge

Play Store badge

L’articolo Fallout Shelter: nei prossimi giorni in arrivo un super aggiornamento! (foto) sembra essere il primo su AndroidWorld.it.

Ecco le specifiche del Samsung Galaxy A9 Pro

Stando ai dati emersi dai benchmark, il Samsung Galaxy A9 Pro si avvia verso l’ufficialità; infatti, dopo le prime indiscrezioni trapelate su GFXBench all’inizio di questo mese, la variante aggiornata del Samsung da 6 pollici ha fatto il suo debutto su AnTuTu confermando così le migliorie viste sul modello A9 standard (2016). Tra le migliorie

L’articolo Ecco le specifiche del Samsung Galaxy A9 Pro sembra essere il primo su Gizblog.

Vodafone la domenica regala 1GB in 4G ad alcuni clienti

Per quattro domeniche Vodafone offre ad alcuni clienti 1GB gratis in 4G, per un totale di 4GB. La promozione è dedicata a coloro che sono già clienti Vodafone, e mira probabilmente a premiare la loro fedeltà. Il messaggio inviato ai clienti recita: “Solo per te, che sei un cliente Vodafone, 1 GB di internet in

L’articolo Vodafone la domenica regala 1GB in 4G ad alcuni clienti sembra essere il primo su Gizblog.

Un programma per spiare quando i vostri amici su Facebook vanno a letto!

In Danimarca, un programmatore di nome Søren Louv-Jansen ha recentemente realizzato un’applicazione capace di spiare le abitudini dei propri amici su Facebook, il quale tiene infatti traccia di ogni singola volta viene effettuato l’accesso. Molte persone controllano Facebook la mattina quando si svegliano e la sera prima di andare a letto. Grazie a queste informazioni,

L’articolo Un programma per spiare quando i vostri amici su Facebook vanno a letto! sembra essere il primo su Gizblog.

Frank Gallagher presenta il Samsung Galaxy S7

Gli amanti di Shameless non potranno fare a meno di chiederselo: cosa ci fa Frank Gallagher con un Samsung Galaxy S7 in mano? La magica notte degli Oscar 2016, oltre a coronare il sogno di Leonardo DI Caprio, ha infatti avuto un testimonial d’eccezione, il Galaxy S7! L’azienda coreana ha infatti approfittato dell’importante vetrina dedicata

L’articolo Frank Gallagher presenta il Samsung Galaxy S7 sembra essere il primo su Gizblog.

Techmania, l’Antitrust presenta il conto: emessa una multa da 400mila Euro

Molti dei nostri lettori si ricorderanno certamente di Techmania, e-commerce salernitano al centro delle polemiche a causa delle continue segnalazioni degli utenti che lamentavano la mancata evasione degli ordini e restituzione delle cifre sborsate. Dopo aver provveduto a oscurare il portale, l’Antitrust ha presentato il conto.

(…)
Continua a leggere Techmania, l’Antitrust presenta il conto: emessa una multa da 400mila Euro su Androidiani.Com


© Luca Tubiello for Androidiani.com, 2016. |
Permalink |

Tags del post: ,

Waze 4.0 finalmente in arrivo: ecco il video di presentazione ufficiale

Waze 4.0

Avevamo intravisto Waze 4.0 un mese fa, sperando che poi l’aggiornamento sarebbe uscito a breve, invece non ci sono più state novità ed ancora l’update non è stato pubblicato; ma ormai manca poco.

Sul canale YouTube ufficiale di Waze è stato infatti pubblicato un video che illustra la nuova versione dell’app per Android, che come già saprete è stata completamente ridisegnata, con una grafica non solo più accattivante ma che semplifica anche l’utilizzo dell’applicazione.

LEGGI ANCHEGoogle Maps 9.21 porta novità per le guide locali e (forse) la Driving Mode (download apk)

Ancora nessuna data certa di rilascio, ma è sicuro che ormai siamo agli sgoccioli, e Waze 4.0 si prepara ad essere la versione più navigabile e sociale di sempre. Potete gustarne un assaggio con il video qui sotto, e non appena sarà disponibile l’apk sarà come sempre nostra premura segnalarvelo.

L’articolo Waze 4.0 finalmente in arrivo: ecco il video di presentazione ufficiale sembra essere il primo su AndroidWorld.it.

Samsung non ha violato alcun brevetto di Apple

La Corte d’Appello di Washington si è finalmente espressa in merito alla diatriba legata all’utilizzo di determinati brevetti (come lo “slide to unlock”) da parte di Samsung ed in riferimento ai quali Apple rivendica una sostanziale paternità.

(…)
Continua a leggere Samsung non ha violato alcun brevetto di Apple su Androidiani.Com


© nicopetilli for Androidiani.com, 2016. |
Permalink |

Tags del post: , ,

HTC Desire Eye dovrebbe ricevere Marshmallow a marzo

HTC Desire Eye 10 copy

Secondo informazioni non ufficiali, si avvicina il giorno dell’aggiornamento a Marshmallow per HTC Desire Eye, che dovrebbe ricevere Android 6.0.1 con Sense 7.0 durante il mese di marzo.

Considerando che siamo al 29 febbraio, l’attesa potrebbe essere brevissima così come lunga un mese, ma in ogni caso vi faremo sapere non appena avessimo date più precise e sicure da comunicarvi. Quanti di voi lo stanno aspettando?

L’articolo HTC Desire Eye dovrebbe ricevere Marshmallow a marzo sembra essere il primo su AndroidWorld.it.

Huawei Watch si aggiorna ad Android Wear con Marshmallow

Huawei Watch Marshmallow

Huawei Germania comunica su Twitter il rilascio dell’aggiornamento a Marshmallow per Android Wear ed il suo Watch, che finalmente riceve l’ultima versione del sistema operativo, annunciata a inizio mese da Google.

Non abbiamo ancora segnalazioni precise in Italia, ma solitamente in questi casi il rollout non è mai troppo confinato ad un singolo paese, anche se i tempi di rilascio possono comunque non essere uguali per tutti.

LEGGI ANCHE: Le novità di Android Wear con Marshmallow

Controllate quindi la presenza di un’OTA sul vostro Huawei Watch, che con questo update dovrebbe anche essere in grado di telefonare, grazie allo speaker di cui è dotato, e fateci sapere nei commenti come vi trovate dopo aver aggiornato.

L’articolo Huawei Watch si aggiorna ad Android Wear con Marshmallow sembra essere il primo su AndroidWorld.it.

Elephone S3: il nuovo bezel-less si mostra in azione in un nuovo video!

Durante una conferenza stampa tenutasi circa un mese fa, Elephone ha annunciato l’arrivo di un nuovo dispositivo: l’Elephone S3. In realtà, sono davvero pochi i dettagli resi noti al pubblico riguardanti questo nuovo device. Una delle certezze è che si tratta di un terminale bezel-less con scocca in metallo. Tuttavia, Elephone sta pubblicando in rete alcuni video

L’articolo Elephone S3: il nuovo bezel-less si mostra in azione in un nuovo video! sembra essere il primo su Gizblog.

ZUK: in arrivo nuovo device mid-range con Helio P10

Mentre tutti noi stiamo attendendo con curiosità l’arrivo di un nuovo ZUK Z2, alcune fonti darebbe al momento per sicuro l’arrivo di un ulteriore device. Stando ad alcuni recenti rumors, infatti, l’azienda asiatica diretta da Lenovo sarebbe intenzionata a lanciare un dispositivo di fascia mid-range, nell’eventuale attesa dell’arrivo di un vero e proprio flagship. Il

L’articolo ZUK: in arrivo nuovo device mid-range con Helio P10 sembra essere il primo su Gizblog.

ASUS Zenfone Zoom, la recensione (foto e video)

ASUS Zenfone Zoom - 18

L’unica altra azienda che aveva provato ad includere uno zoom ottico in uno smartphone Android ad oggi era stata Samsung. Finalmente qualcuno ha voluto intraprendere questa stessa strada, senza però stravolgere in modo esagerato il design del prodotto.

7.5

Confezione

ASUS Zenfone Zoom - 1

La confezione contiene un laccetto, un cavo USB-microUSB, un paio di cuffie in-ear con gommini di tre misure e un alimentatore con ricarica rapida 9V/2A.

8.0

Costruzione ed Ergonomia

ASUS Zenfone Zoom - 14

Zenfone Zoom è un prodotto importante come dimensione e peso, avendo uno spessore di 12 millimetri e un peso di 185 grammi, ma nonostante questo il design riesce a contenere al meglio l’hardware necessario ad avere una fotocamera con zoom ottico. La cover posteriore con effetto pelle ha dei bei dettagli e un ottimo grip e nel complesso il design riesce a coniugare bene lo stile ASUS e una certa particolarità per un prodotto utile. Il frame è poi metallico conferendo al prodotto un’ottima rigidità e qualità costruttiva generale. La cover posteriore è removibile ma non è possibile rimuovere la batteria.

8.5

Hardware

ASUS Zenfone Zoom - 8

ASUS ha scelto per questo Zenfone Zoom un processore Intel Atom Z3590 quad core fino a 2.5 GHz (anche se solo 2 core alla volta a questa frequenza) e con GPU PowerVR G6430. Le prestazioni sono notevoli, anche grazie ai ben 4 GB di RAM che si hanno a disposizioni. Non avrete quindi mai a che fare con rallentamenti o lag di alcun tipo. Ottimi poi i tagli di memoria in commercio: 64 e 128 GB, in qualsiasi caso comunque espandibili tramite microSD.

Molto buona anche la connettività: LTE 150 Mbps, Wi-Fi ac a due bande, Bluetooth 4.1, NFC e GPS+GLONASS. Presente anche il led di notifica sulla parte frontale.

SCHEDA: ASUS Zenfone Zoom

7.5

Fotocamera

Screenshot_2016-02-29-10-46-05

La fotocamera principale ha una risoluzione di 13 megapixel e ha supporto abbiamo molte tecnologie: doppio led flash a doppio tono, autofocus laser e stabilizzazione ottica dell’immagine (a supporto c’è anche quella software). La messa a fuoco è molto rapida ed la distanza per le macro è notevolmente ridotta. La qualità delle foto però non riesca a spiccare rispetto alla concorrenza e nel complesso ci sono dei microproblemi di bilanciamento dei colori e di gestione delle luci, che non permettono a Zenfone Zoom di fare scatti di qualità simili a quella di altri top di gamma.

Ma il vero punto di forza di questo smartphone è lo zoom ottico 3x (a cui se vogliamo se ne aggiunge anche uno digitale). Anche in questo caso però purtroppo non riusciamo a ottenere risultati di particolare rilievo. I vantaggi di uno zoom ottico sono ovvi, ma l’immagine degrada comunque utilizzando questo tipo di zoom. Il movimento dell’obiettivo all’interno del telefono è impercettibile (tanto da averci spinto a dire nel video che non si vede, e invece…). Sotto trovate alcuni esempi, e vi consigliamo anche di guardare il nostro video per un quadro più completo.

SAMPLE: FotoVideo

7.0

Display

ASUS Zenfone Zoom - 9

Lo schermo ha una diagonale da 5,5 pollici in tecnologia IPS e una risoluzione Full HD (1920 x 1080 pixel). La luminosità è buona, ma la sua regolazione in automatico ci è sembrata imperfetta con momenti in cui era troppo luminoso e altri in cui lo era troppo poco. Abbastanza buona la fedeltà dei colori.

7.5

Software

Screenshot_2016-02-29-10-44-48Screenshot_2016-02-29-10-44-53

Android ha scelto per questo Zenfone Zoom la versione 5.0 Lollipop di Android, scelta un po’ azzardata essendo ormai una versione di ormai più di un anno fa (comunque aggiornato con le patch di sicurezza Google). In ogni caso il software è estremamente completo e, come da tradizione ASUS, farcito di una sterminata quantità di micro-funzionalità o personalizzazioni che faranno la felicità di tutti quegli utenti che vogliono un telefono che rispecchi esattamente la propria personalità, andando a personalizzare non solo i temi ma anche ogni minima sfaccettatura di come il telefono deve apparire. Tra le funzionalità più interessanti abbiamo la modalità ad una mano, la riduzione dei toni blu per aiutare il sonno e le gesture a schermo acceso. Vi consigliamo poi di perdere 2 minuti a gestire anche la lista delle app che possono avviarsi in automatico.

Buoni anche i vari software aggiuntivi proposti da ASUS (come le note, il meteo o il metro laser), anche se è un peccato trovare ancora vari software di terze parti (come CM Security o Giochi gratis di gameloft). Buone le prestazioni del browser di serie e molto buono anche il lettore musicale.

6.5

Autonomia

La batteria da 3000 mAh vi porterà probabilmente a fine giornata con un utilizzo medio, ma nei giorni più intensi vi servirà sicuramente una seconda ricarica. Per fortuna la ricarica rapida verrà in vostro soccorso.

7.0

Prezzo

ASUS Zenfone Zoom dovrebbe essere commercializzato in Italia a 549€ (avremo la conferma del prezzo entro questa settimana) un prezzo in linea con l’hardware che Zenfone Zoom mette a disposizione.

Benchmark

Foto

L’articolo ASUS Zenfone Zoom, la recensione (foto e video) sembra essere il primo su AndroidWorld.it.

Ulefone Power: la recensione

Sempre più spesso i nostri smartphone sono vittima di consumi troppo elevati e di batterie dalle capacità insufficienti, ed è così che sul web pullulano i commenti del tipo “ottimo telefono, ma non arriva a sera”.
Ulefone Power mira a mettere definitivamente la parola fine a questi problemi, e senza girarci troppo intorno, ci riesce eccome.

(…)
Continua a leggere Ulefone Power: la recensione su Androidiani.Com


© Luciano Gerace for Androidiani.com, 2016. |
Permalink |

Tags del post:

MWC 2016: la nostra visita allo stand Hesvit

Durante i giorni da noi trascorsi al Mobile World Congress 2016, abbiamo fatto visita anche allo stand Hesvit, una nuova azienda asiatica incentrata sulla produzione di accessori elettronici. Presso lo stand abbiamo trovato ad attenderci alcuni responsabili di Hesvit, con i quali abbiamo avuto modo di parlare dei loro prodotti. L’argomento principale della nostra chiaccherata

L’articolo MWC 2016: la nostra visita allo stand Hesvit sembra essere il primo su Gizblog.

In viaggio senza multe: come evitare gli autovelox con Android (foto)

Autovelox (1)

Fin dal momento in cui gli smartphone hanno iniziato a fare il lavoro dei navigatori satellitari, molte app hanno provato a replicare nel modo più efficiente possibile una delle funzioni più apprezzate di questi ultimi: gli avvisi per evitare autovelox e altri rilevatori di velocità.

Autovelox!, di cui abbiamo avuto modo di parlare quasi due anni fa, è una delle applicazioni più famose utili proprio a questo scopo, e per molto tempo è rimasta leader indiscussa del settore, ma più di recente il suo predominio è stato messo in discussione da un avversario di tutto rispetto, ovvero l’app Autovelox sviluppata da TomTom. Sarà servito questo a smuovere le acque e portare qualche novità per i suoi utenti?

Come viaggiare senza preoccupazioni

La risposta alla domanda, ve lo anticipiamo, è no. L’applicazione, già ottima in passato, ha infatti mantenuto il suo livello di qualità, ma anche i limiti che più la contraddistinguevano, come una interfaccia non proprio all’avanguardia e la necessità di effettuare dei pagamenti per le funzioni più utili.

LEGGI ANCHE: Autovelox sotto controllo grazie a SpeedTrap (foto e video)

Autovelox è infatti contraddistinta da una schermata principale nella quale potrete vedere la velocità massima toccata durante il tragitto, la velocità attuale e la media dal momento della partenza: insomma, tutte informazioni non molto utili o che potreste tranquillamente ottenere dal cruscotto della vostra automobile, e che avrebbero potuto invece lasciare spazio, ad esempio, a indicazioni sul limite di velocità del tratto stradale percorso al momento.

Il limite più evidente dell’app, però, è quello di richiedere l’acquisto della versione Premium per ottenere la possibilità di utilizzo in background, davvero fondamentale per un’applicazione di questo tipo: senza spendere i 4,99 € necessari per l’acquisto, infatti, sarete costretti a tenere l’app sempre aperta per ricevere gli avvisi, precludendosi così la possibilità di utilizzare contemporaneamente lo smartphone come navigatore o come riproduttore musicale o, più semplicemente, di spegnere lo schermo per risparmiare batteria.

La funzionalità, che può comunque essere utilizzata gratuitamente per un mese grazie alla prova attivabile pubblicizzando l’app sul vostro profilo Facebook, è infatti offerta gratuitamente dall’equivalente app di TomTom, verso la quale potete quindi rivolgere la vostra attenzione se non avete necessità di sfruttare i più sofisticati avvisi vocali di Autovelox!, che vi leggeranno informazioni sul limite di velocità da non superare in quel momento.

Download gratuito

Autovelox! è comunque una app sempre efficace, che avrebbe bisogno di un po’ di rinnovamento (e dell’eliminazione dei due differenti acquisti in-app) per riprendersi il trono come migliore app del proprio genere. Potete provarla gratuitamente cliccando sul badge per il download che trovate a seguire, ma non dimenticate poi di tornare e farci sapere, attraverso i commenti, quale ritenete la migliore alternativa per evitare multe grazie al vostro smartphone.

Google Play Badge

L’articolo In viaggio senza multe: come evitare gli autovelox con Android (foto) sembra essere il primo su AndroidWorld.it.

Vivo XPlay 5: svelate le specifiche tecniche!

Giusto qualche ora fa vi abbiamo parlato di alcuni nuovi rumors riguardanti il prossimo Vivo XPlay 5, il tanto atteso nuovo flagship dell’azienda asiatica. Tuttavia, sono appena trapelate in rete, tramite l’ormai noto social asiatico Weibo, alcune immagini che mostrerebbero il device in questione, svelandoci alcune delle specifiche tecniche. Partendo dal display, troviamo un pannello Super AMOLED

L’articolo Vivo XPlay 5: svelate le specifiche tecniche! sembra essere il primo su Gizblog.

Samsung Galaxy A9 Pro: specifiche tecniche confermate da un test AnTuTu

Ne abbiamo già parlato molto ma ancora non sappiamo quando il Samsung Galaxy A9 Pro debutterà ufficialmente sul mercato. Nell’attesa di avere notizie concrete da parte del colosso sud-coreano vi riportiamo l’ultimo test benchmark AnTuTu che conferma nuovamente le caratteristiche tecniche di questo device.

(…)
Continua a leggere Samsung Galaxy A9 Pro: specifiche tecniche confermate da un test AnTuTu su Androidiani.Com


© mptm3c for Androidiani.com, 2016. |
Permalink |

Tags del post:

Huawei P9: nuove foto per il frame laterale in metallo

Durante la giornata di ieri vi abbiamo mostrato la foto di un presunto prototipo di Huawei P9 celato da una cover che rivelava solamente i dettagli di fotocamera e sensore biometrico, invece in queste ultime ore arrivano direttamente dalla fabbrica che cura la produzione dei dispositivi del colosso cinese (e non solo) alcuni scatti che dovrebbero mostrare il frame laterale in metallo del P9.

(…)
Continua a leggere Huawei P9: nuove foto per il frame laterale in metallo su Androidiani.Com


© mptm3c for Androidiani.com, 2016. |
Permalink |

Qui trovi la classifica del miglior smartphone android

Tags del post:

Slashy Souls è lo spin-off ufficiale di Dark Souls III solo per gli USA…sì certo, come no (download apk)

Slashy Souls Copertina

In questi giorni avrete forse sentito parlare di Slashy Souls e se la risposta è no, siamo qui come al solito per illuminarvi e per permettervi, nonostante le condizioni imposte dalla software house, di divertirvi sui vostri dispositivi mobili Android.

Slashy Souls è lo spin-off ufficiale di Dark Souls III dedicato ai dispositivi mobili (Android e iOS). Il gioco è stato realizzato da Bandai Namco, publisher ufficiale di Dark Souls III, in collaborazione con GameStop.

LEGGI ANCHE: Volete provare Clash Royale su Android? Eccovi serviti! (download apk)

Per qualche strano motivo Bandai Namco ha deciso di pubblicare Slashy Souls solo sull’account americano dedicato al Play Store di Google (BANDAI NAMCO Entertainment America Inc.), non permettendone quindi l’accesso agli utenti al di fuori degli Stati Uniti. Si tratta comunque di un gioco completamente gratuito privo di acquisti in-app, e non ci sentiamo quindi troppo in colpa a proporvi il link per il download dell’apk di Slashy Souls che vi permetterà di giocarlo senza troppi problemi anche sui vostri dispositivi con account italiano.

La procedura è la solita, ed è estremamente semplice: scaricate l’apk di Slashy Souls da questo link anche sul vostro dispositivo ed installarlo manualmente sfruttando un qualsiasi file manager. Vi ricordiamo che dovete avere il flag attivo su Impostazioni -> Sicurezza -> Origini sconosciute.

Cosa vi aspetta in Slashy Souls? Un’esperienza di gioco piuttosto difficile, sulla falsa riga di quella proposta da Dark Souls. Si tratta di una sorta di Endless Running in cui controllate un cavaliere che si troverà a dover superare ostacoli, nemici di vario genere e boss sfruttando armi di vario genere e magie. Ovviamente la difficoltà è piuttosto elevata. Se volete farvi un’idea potete dare un’occhiata al trailer e agli screenshot, o scaricare direttamente l’apk per provarlo con mano!

L’articolo Slashy Souls è lo spin-off ufficiale di Dark Souls III solo per gli USA…sì certo, come no (download apk) sembra essere il primo su AndroidWorld.it.

Xiaomi Mi 5, più di 14 milioni di utenti registrati per la prima flash sale

Presentato solo pochi giorni fa, Xiaomi Mi 5 ha immediatamente riscosso l’interesse del pubblico occidentale e soprattutto di quello cinese, almeno stando ai dati riguardanti il numero di utenti che hanno deciso di partecipare alla prima vendita flash.

(…)
Continua a leggere Xiaomi Mi 5, più di 14 milioni di utenti registrati per la prima flash sale su Androidiani.Com


© Luca Tubiello for Androidiani.com, 2016. |
Permalink |

Tags del post: ,

Finalmente in arrivo i nuovi top di gamma Oppo: R9 ed R9 Plus attesi per il 17 marzo (foto)

Oppo-R9-and-R9-Plus

Si avvicina il momento del lancio per Oppo R9 e forse anche per R9 Plus, ma a dispetto del fatto che non si tratta di smartphone della serie F, il loro comparto fotografico dovrebbe comunque essere di prim’ordine. E non solo lui.

Oppo R9 è infatti atteso con schermo da 5,5” full HD, CPU Qualcomm Snapdragon 820 o MediaTelk Helio X20, 4 GB di RAM, 64 GB di memoria internafotocamera posteriore da 16 megapixel e fotocamera frontale da 13 megapixel, il tutto alimentato da una batteria da 2.850 mAh, senz’altro con ricarica rapida.

LEGGI ANCHE100% di carica in 15 minuti: ecco il Super VOOC di Oppo

Oppo R9 Plus dovrebbe invece spingersi fino a 6”, mantenendo sempre il full HD, e portando la fotocamera frontale a 16 megapixel e la batteria a ben 4.120 mAh, per un’autonomia da record.

Tenete comunque conto che la data del 17 marzo non è ufficiale, e potrebbe facilmente slittare in seguito, dato che negli anni passati Oppo si spingeva solitamente più in là.

L’articolo Finalmente in arrivo i nuovi top di gamma Oppo: R9 ed R9 Plus attesi per il 17 marzo (foto) sembra essere il primo su AndroidWorld.it.

Samsung Galaxy S7 Edge, ecco un nuovo video in slow-motion 240 fps

Come ormai sappiamo, Samsung ha puntato molto sul comparto fotografico del nuovo Galaxy S7 e il sensore Sony IMX260 sembra poter fare un buon lavoro. Tra le caratteristiche del device figura la possibilità di registrare video in slow motion fino a 240 fps. Eccone un esempio.

(…)
Continua a leggere Samsung Galaxy S7 Edge, ecco un nuovo video in slow-motion 240 fps su Androidiani.Com


© Luca Tubiello for Androidiani.com, 2016. |
Permalink |

Tags del post: ,

Le vendite dello Xiaomi Mi 5 potrebbero essere posticipate

A seguire della presentazione ufficiale del nuovo Xiaomi Mi 5, l’azienda ha comunicato che le vendite del terminale sarebbero iniziate l’1 marzo. Attualmente, i pre-ordini sul mercato asiatico hanno raggiunto circa 15 milioni, una cifra decisamente considerevole. Tuttavia, stando ad alcune voci uscite online nelle ultime ore, sembrerebbe che l’azienda stia avendo alcuni problemi di produzione, i quali

L’articolo Le vendite dello Xiaomi Mi 5 potrebbero essere posticipate sembra essere il primo su Gizblog.

Vivo XPlay 5: un volantino illustra una variante meno potente, ma in foto è sempre bellissimo

Vivo XPlay 5 foto trapelate - 1

Vivo Xplay 5 sta facendo parlare di sé ormai da qualche tempo, e con la presentazione attesa per la giornata di domani, ormai credevamo di sapere un po’ tutto su questo modello. E invece una nuova immagine diffusa dal noto informatore @OnLeaks cambia un po’ le carte in tavola.

Stando alla foto di quello che sembra un opuscolo relativo a Vivo Xplay 5 (che sinceramente ci convince fino ad un certo punto), lo smartphone dovrebbe montare uno schermo da 5,43” QHD, SoC Snapdragon 652 (e non Snapdragon 820 come già confermato, segno che questa è al massimo una variante meno potente) e dovrebbe avere 4 GB di RAM (ma l’azienda ne aveva già confermati 6), ben 128 GB di memoria interna, e fotocamere da 18 ed 8 megapixel, rispettivamente dietro e sulla parte frontale.

LEGGI ANCHE: Guardate quant’è bello Vivo Xplay 5 (foto)

Generosa la batteria, da 3.600 mAh, e dovrebbe esserci anche un processore audio di qualità e pieno supporto LTE, oltre ad avere due slot SIM. Ribadiamo comunque che queste non dovrebbero essere le specifiche del modello principale, dal quale ci aspettiamo Snapdragon 820 e 6 GB di RAM, per non parlare di altre possibili Migliorie.

Ciò che invece sembra ormai assodato, è il design con display dual-edge, stile Galaxy, ma con il retro in metallo, con tanto di lettore di impronte digitali. Nel complesso sembra un gran bello smartphone, come testimoniato dalle nuove immagini che trovate qui sotto. Per ulteriori dettagli vi diamo invece appuntamento a domani, in occasione del lancio ufficiale che metterà i rimanenti puntini sulle i.

L’articolo Vivo XPlay 5: un volantino illustra una variante meno potente, ma in foto è sempre bellissimo sembra essere il primo su AndroidWorld.it.

Ramos MOS3: il nuovo flagship si mostra in alcuni render

Il produttore asiatico Ramos è vicino a rilasciare sul mercato un nuovo smartphone, il Ramos MOS3, ed ha rilasciato alcuni render in cui mette in mostra il suo prossimo top di gamma. Le immagini rivelano che il dispositivo disporrà di un corpo realizzato interamente in metallo, ed avrà un design ultra-sottile, dal forte impatto visivo. Nella parte frontale, lo

L’articolo Ramos MOS3: il nuovo flagship si mostra in alcuni render sembra essere il primo su Gizblog.