Tamagotchi Smart Ultra, il vostro “pulcino” adesso è basato su Android

Forse molti di voi ricorderanno del Tamagotchi, quel simpatico pulcino da accudire con tutto il vostro amore nella speranza che possa sopravvivere per più di due giorni. Sono passati ormai i tempi in cui questo gioco spopolava fra i più giovani ma in molte parti del mondo ha continuato ad avere un certo seguito. Bandai, l’azienda produttrice del Tamagotchi, sembra però essere pronta a tornare in gran spolvero con una versione completamente rinnovata del suo prodotto, chiamato Tamagotchi Smart Ultra.

Se ne parliamo qui sul nostro portale, e l’avrete già capito dal titolo, è perché la più grande novità di questa versione di Tamagotchi è il fatto di essere basato su sistema operativo Android Marshmallow. Ovviamente non mancherà il Tamagotchi vero e proprio, presente sotto forma di un’app, ma il vostro piccolo uovo potrà fare molto di più. Potrete infatti gestire i vostri contatti, scorrere i vostri appuntamenti del calendario e leggere la posta, pur senza la possibilità di interagire con una tastiera. Presente infine Google Fit che vi permetterà di usare il Tamagotchi come contapassi. Curioso il fatto che il gioco sia comunque realizzato con il classico sfondo verde e in sole due tonalità.

Il vostro piccolo animale (che per essere precisi sarebbe in realtà un alieno e non un pulcino) potrà inviarvi notifiche push in caso di bisogno di cibo, acqua o se volesse giocare. I tre tasti inferiori sono indietro, home e il terzo permetterà di avviare l’app Tamagotchi. L’azienda garantisce un’autonomia di circa 5 giorni e nella confezione è presente un cavo microUSB per la ricarica.

Uno degli aspetti più interessanti però, anche considerando l’impossibilità di utilizzare una tastiera sullo schermo è la possibilità di collegarlo via Bluetooth al proprio telefono e utilizzare quindi la connessione (e anche la tastiera virtuale) del proprio telefono per condividere le novità del vostro animale su Facebook e anche per avviare la ricerca di Google Now (vocale) dal vostro Tamagotchi. In pratica, diventerà una specie di wearable integrato con Google Now a cui poter fare domande e a cui impartire comandi.

Benché non sia esattamente il tipo di prodotto che siamo abituati a recensire qui sul nostro portale speriamo di poterlo provare presto per scoprire se può essere, oltre che un gioco, anche un interessante modo di interagire con i servizi Google.

L’articolo Tamagotchi Smart Ultra, il vostro “pulcino” adesso è basato su Android sembra essere il primo su AndroidWorld.

Vodafone avvia un’edizione speciale di “Porta i tuoi Amici” con meno vincoli per le offerte

Vodafone ha avviato già da qualche giorno un’edizione speciale della promozione “Porta i tuoi Amici in Vodafone“, che permette a tutti i suoi clienti di invitare utenti di altri operatori a passare all’operatore rosso, ottenendo alcuni vantaggi.

L’edizione speciale dell’offerta è disponibile dal 21 marzo al 30 aprile 2017, è riservata agli utenti privati e consente a chi passa a Vodafone con invito di ottenere 1 GB di traffico dati in 4G ogni 4 settimane per 6 rinnovi. La differenza tra la promozione classica e questa è che i nuovi clienti possono attivare qualsiasi offerta – ad eccezione di Vodafone Start – e non solo quelle al di sopra dei 10€.

Dall’altra parte, per ogni amico convinto a passare a Vodafone, i clienti ricaricabile riceveranno 20€ di credito omaggio, fino ad un massimo di tre amici, mentre i clienti in abbonamento avranno 6 mesi gratis di Tassa di Concessione Governativa, sempre con un massimo di tre amici presentati.

LEGGI ANCHE: Migliori offerte telefoniche Vodafone

Se avete bisogno di leggere ulteriori informazioni su questa promozione, potete consultare la pagina dedicata sul sito ufficiale di Vodafone a questo indirizzo.

L’articolo Vodafone avvia un’edizione speciale di “Porta i tuoi Amici” con meno vincoli per le offerte sembra essere il primo su AndroidWorld.

Xiaomi Mi6 arriverà il mese prossimo, parola di CEO

La notizia era nell’aria, ma finalmente oggi è arrivata la conferma definitiva: il tanto atteso Xiaomi Mi6, nuovo top gamma dell’azienda, sarà presentato il prossimo mese!

A dichiararlo in maniera esplicita è stato Lei Jun, CEO di Xiaomi, che nel corso di un live streaming su un social network – e sì, ormai non esistono quasi più i comunicati stampa – ha rivelato a tutti gli spettatori la data di arrivo del nuovo flagship dell’azienda cinese.

LEGGI ANCHE: Trapelata la scheda tecnica di Mi6

In realtà, per adesso, una data di presentazione vera e proprio non c’è ancora, ma i ben informati parlano da tempo dell’11 aprile come il giorno buono per il nuovo Mi6. Sarà davvero così? Ormai mancano meno di due settimane per scoprirlo!

L’articolo Xiaomi Mi6 arriverà il mese prossimo, parola di CEO sembra essere il primo su AndroidWorld.

Rilasciate le nuove Open Beta per OnePlus 3 e 3T: nuovo launcher e tante ottimizzazioni

In leggerissimo anticipo sui tempi, sono state appena pubblicate le nuove Open Beta di OxygenOS per OnePlus 3 e 3T. Per la precisione, siamo arrivati rispettivamente alla Open Beta numero 13 per OnePlus 3 e numero 4 per OnePlus 3T.

A parte i cambiamenti grafici, le notizie più interessanti riguardano il nuovo launcher – con supporto alle shortcuts sulle icone della home in stile Nougat –, la nuova modalità Gaming Do Not Disturb e le ottimizzazioni per la latenza del touchscreen e per la stabilizzazione elettronica della fotocamera.

Potete consultare il changelog completo qui di seguito, come sempre identico per i due dispositivi:

  • All new launcher, added support for shortcuts on 7.1.1
  • Redesigned app drawer
  • Redesigned UI for launcher settings
  • Added status bar icon option to display real time network speed
  • Added Notification Denoising
  • Added Gaming Do Not Disturb mode
  • Added automatic Night Mode
  • Added Secure Box for file encryption
  • Optimized touch latency
  • Optimized camera EIS for videos
  • Improved contacts management with linking and merge functions
  • Added quick pay option for India
  • Bug fixes and general improvements

LEGGI ANCHE: Ecco la “novità Dash Charge” anticipata da OnePlus

Per installare i nuovi firmware Open Beta, potete fare riferimento alla guida ufficiale di OnePlus, disponibile sia per OnePlus 3 che per OnePlus 3T, dove troverete anche il link per scaricare i file necessari.

L’articolo Rilasciate le nuove Open Beta per OnePlus 3 e 3T: nuovo launcher e tante ottimizzazioni sembra essere il primo su AndroidWorld.

Prime informazioni per Lenovo Moto E4: batteria da ben 4.000 mAh

Dopo il lancio dei nuovi Moto G5 e G5 Plus, iniziano a circolare le prime timide informazioni anche sul Lenovo Moto E4, prossimo dispositivo di fascia bassa che proseguirà la tradizione della serie che fu di Motorola e che oggi è a marchio Lenovo.

Grazie alla certificazione della FCC possiamo scoprire che il codice modello del nuovo Moto E4 dovrebbe essere XT1723. Purtroppo non ci sono notizie riguardo all’hardware, a parte quelle sulla memoria interna da 16 GB e sulla batteria: la capacità dovrebbe essere di ben 4.000 mAh, un aumento significativo rispetto ai 3.500 mAh della generazione precedente.

LEGGI ANCHE: Lenovo sta testando Moto Z 2017 in bella vista

Per adesso non ci sono ulteriori novità, così come rimane ignota la possibile data di presentazione. Lenovo sta lavorando sodo ultimamente sulla gamma smartphone, e probabilmente anche il nuovo Moto E4 potrebbe arrivare a distanza di pochi mesi da oggi.

L’articolo Prime informazioni per Lenovo Moto E4: batteria da ben 4.000 mAh sembra essere il primo su AndroidWorld.

Non ricordate la password di una rete memorizzata sullo smartphone? Scopritela con WiFi Password Viewer! (foto)

Anche a voi sarà capitato sicuramente di dimenticare la password di una rete WiFi, ed essere così costretti a andare a rileggerla o a chiederla a qualcuno quando avete avuto bisogno di collegare un nuovo dispositivo. Indubbiamente, sarebbe stato molto più comodo poterla leggere direttamente dallo smartphone sul quale l’avevate memorizzata tempo addietro, ma Android non fornisce questa possibilità in modo nativo. Per vostra fortuna, però, potete rimediare con WiFi Password Viewer.

WiFi Password Viewer è un’applicazione gratuita tanto semplice quanto comoda, che vi permetterà di visualizzare le password di tutte le reti WiFi memorizzate sul dispositivo. Attenzione, non fatevi ingannare dal nome: quest’app non vi servirà infatti per scoprire le password di reti protette, alle quali non avete mai effettuato l’accesso.

LEGGI ANCHE: Migliori App Android per la Personalizzazione

Utilizzarla è semplicissimo: una volta concessi i permessi di root, dovrete infatti soltanto aprire l’app per visualizzare l’elenco delle reti salvate e le relative password. Con un tocco su una rete potrete copiarne negli appunti nome e password, condividerli con un vostro contatto oppure generare un codice QR pronto per essere scansionato dal dispositivo che volete connettere.

Non mancano poi altre utili comodità, come una funzione di backup oppure la possibilità di impostare un PIN di sicurezza da inserire all’avvio dell’app, che vi garantirà che le password non siano visibili a chiunque prenda in mano il vostro smartphone

Purtroppo, come avvisa lo sviluppatore, non tutti i dispositivi potranno sfruttare WiFi Password Viewer senza un piccolo trucco: alcuni smartphone come i Samsung, infatti, criptano le password del WiFi e mostrano quindi soltanto l’hash generato dell’algoritmo. In questo caso, per visualizzare le password dovrete seguire una piccola guida visibile anche al primo avvio dell’app.

Download gratuito

WiFi Password Viewer è disponibile gratuitamente sul Play Store: potete installarla sul vostro smartphone cliccando sul badge per il download gratuito che trovate prima della galleria di immagini.

POTREBBE INTERESSARTI: Come bloccare gli SMS su Android

L’articolo Non ricordate la password di una rete memorizzata sullo smartphone? Scopritela con WiFi Password Viewer! (foto) sembra essere il primo su AndroidWorld.

Galaxy S8 e S8+ arrivano prima con Smartexpress: spedizioni già dal 13 aprile!

I nuovi Samsung Galaxy S8 ed S8+ sono finalmente stati presentati, ed ora si attende solo il fatidico giorno della commercializzazione, fissato per il 28 aprile. L’azienda coreana ha già previsto un piccolo anticipo per chi acquisterà in preordine i nuovi top gamma, rendendoli disponibili già per il 21 aprile, ma se nemmeno questo vi bastasse potete ricevere S8 e S8+ con ancora più anticipo, grazie al servizio Smartexpress.

Smartexpress è un sito realizzato da Samsung in collaborazione con Monclick e American Express, e permette di acquistare in anteprima i propri prodotti. La nuova promozione dedicata a Galaxy S8 e S8+ consente agli utenti che li preordinano entro le 12.00 del 12 aprile di riceverli prima di tutti gli altri, con spedizioni a partire dal 13 aprile.

LEGGI ANCHE: Samsung Galaxy S8 ed S8+: la nostra anteprima

Segnaliamo che, per poter effettuare l’acquisto, dovrete avere necessariamente una carta American Express, perché è questo il solo tipo di pagamento accettato.

Se non vedete l’ora di stringere tra le mani uno dei nuovi top gamma di Samsung e siete in possesso di una carta American Express, non vi resta altro che andare sulla pagina dedicata a questo indirizzo ed inviare i (non pochi) danari all’azienda coreana.

L’articolo Galaxy S8 e S8+ arrivano prima con Smartexpress: spedizioni già dal 13 aprile! sembra essere il primo su AndroidWorld.

Synaptics ha realizzato un lettore di impronte per ogni forma e materiale

Complice l’infelice posizione su Galaxy S8, negli ultimi giorni si è parlato molto di lettori di impronte digitali e del loro futuro come sistema di autenticazione per smartphone e servizi.

Attualmente, infatti, le impronte sono ancora il modo più rapido per eseguire il login senza digitare pin o riprodurre pattern e, nel campo, Synaptics è uno dei nomi più importanti.

LEGGI ANCHE: Synaptics lancia un nuovo sistema di riconoscimento basato su impronte e volto

Proprio Synaptics ha presentato recentemente un nuovo sensore, chiamato FS4600, che supporta diversi tipi di forme geometriche per il lettore (circolare, quadrato, ovale, rettangolare) e la scansione tramite diversi materiali, incluso plastica, ceramica e vetro. Infine, il nuovo sensore può essere utilizzato come softkey con supporto allo swype per la navigazione e supporta la criptazione AES a 256 bit con TLS 1.2.

Il Synaptics FS4600 sarà disponibile per le prime fasi di test nel Q2 ed entrerà in produzione a partire dal Q3.

L’articolo Synaptics ha realizzato un lettore di impronte per ogni forma e materiale sembra essere il primo su AndroidWorld.

Oukitel U16 Max, la recensione (foto e video)

Oukitel sembra intenzionata a non rallentare neanche un po’ per quanto riguarda la sua prolifica produzione di nuovi smartphone Android. Oggi vi parliamo di U16 Max, che come vedremo è in realtà una piccola evoluzione del precedente U15 Pro, ma che racchiude in sé alcune novità decisamente interessanti.

LEGGI ANCHE: Recensioni Oukitel

6.0

Confezione

La confezione arancione di Oukitel è abbastanza scarna: cavo USB-microUSB e un alimentatore 5V/1.5A che caricherà la grande batteria dello smartphone abbastanza lentamente.

7.5

Costruzione ed Ergonomia

U16 Max è uno smartphone veramente importante come dimensioni. Anche il preso, di ben 218 grammi, non è poi certo trascurabile. Questo Oukitel è un dispositivo impegnativo per le vostre tasche e sicuramente avrà bisogno di un po’ di attenzione quando lo terrete in mano: visto le dimensioni non è impossibile che vi possa sfuggire di mano. La presa su di esso infatti non è affatto semplice. Il tutto è comunque compensato con una scocca in metallo, ad esclusione delle due bande plastiche per le antenne. Sicuramente una soluzione piacevole per uno smartphone dal prezzo estremamente contenuto.

7.5

Hardware

L’hardware di questo U16 Max è sostanzialmente immutato rispetto al precedente modello. Processore Mediatek MT6753 octa core da 1,3 GHz con GPU Mali T720. Abbiamo poi ben 3 GB di RAM, anche se nel complesso le prestazioni sono accettabili ma non certo entusiasmanti. Abbiamo avuto più volte a che vedere con alcuni sporadici lag che certo non assocereste ad uno smartphone top, ma che sono del tutto perdonabili per uno smartphone di questo tipo. La memoria interna è da ben 32 GB ed è espandibile utilizzando una microSD, che però occuperà lo slot della seconda nanoSIM.

Nella media la connettività del prodotto: LTE fino a 150 Mbps (con banda 20), Wi-Fi a/b/g/n a doppia banda e Bluetooth 4.0. Manca l’NFC, ma c’è la radio FM. Sul retro c’è un lettore di impronte digitali abbastanza rapido e preciso, anche se in una posizione non certo comoda (molto in alto sul retro). Purtroppo, ancora una volta, mancano bussola digitale e giroscopio.

6.0

Fotocamera

Nessuna novità per la fotocamera da 13 megapixel di questo Oukitel U16 Max che rimane abbastanza deludente. Le foto hanno colori impastati, non molti dettagli e spesso le zone di maggiore luce vengono bruciate. È una fotocamera appena sufficiente per qualche scatto generico, ma non vi darà invece alcuna soddisfazione se state cercando il vostro telefono per le foto delle vacanze. Valgono le stesse considerazioni per la fotocamera frontale da 5 megapixel.

SAMPLE: FotoVideo

7.5

Display

U16 Max è dotato di un display da ben 6 pollici, salendo quindi in modo consistente di dimensione rispetto ai 5,5 pollici precedenti. La risoluzione è però rimasta abbastanza contenuta, solo 1280 x 720 pixel, ma questo non vuol dire che lo schermo non sia godibile. È infatti abbastanza buono da non far pesare nell’utilizzo quotidiano. La luminosità è discreta e lo stesso vale per la sua regolazione automatica. Non trattiene troppo le impronte e per questo è nel complesso utilizzabile senza grossi problemi.

7.5

Software

Android è aggiornato alla versione 7.0 Nougat e questa è un’importante novità per uno smartphone che viene immesso sul mercato con firmware Mediatek. Non ci sono grandi novità dal punto di vista estetico, ma è ora presente un motore di temi che vi permetterà di cambiare come appaiono le icone all’interno del sistema. Abbiamo poi alcune interessanti novità, come il one hand float view, che permette di accedere ad una serie di strumenti, toggle e applicazioni rapide scorrendo dal basso verso l’alto nell’angolo in basso a destra. Possiamo poi far scorre il dito sulle icone per avere dei comandi rapidi, simili a quelli che troviamo su iOS con il force touch. Proseguiamo poi con l’aggiunta della modalità ad una mano, molto comoda su uno schermo di queste dimensioni e la registrazione dello schermo ora integrato all’interno del software.

Il software è relativamente fluido, ma come già detto non è sicuramente uno smartphone che premieremmo per la sua reattività sotto ogni situazione di stress.

8.0

Autonomia

La batteria è una generosa 4000 mAh. Questa batteria è ovviamente il perno dello smartphone ed è infatti il motivo per cui è così grande e così pesante. L’autonomia di questo smartphone è per fortuna notevole ed è impossibile terminare la sua carica prima della fine della giornata, così come è però anche difficile farci due giornate complete in caso di utilizzo intenso. Peccato per la ricarica particolarmente lenta con l’alimentatore in dotazione.

9.0

Prezzo

Oukitel U16 Max viene venduto a 114€ da Aliexpress (non è un rivenditore di terze parti ma è proprio lo store ufficiale). Il prezzo è veramente molto aggressivo e da solo potrebbe convincere molti all’acquisto.

Foto

L’articolo Oukitel U16 Max, la recensione (foto e video) sembra essere il primo su AndroidWorld.

Editoriale: Samsung Galaxy S8 è il Google Pixel per l’Italia

Sono ormai anni che Samsung combatte una guerra su due fronti: da un lato quella con i propri concorrenti, Apple su tutti, dall’altra quella ancor più intestina con Google. Sì perché l’azienda coreana ha sempre avuto un gran bisogno di imporre la sua visione, anche quando questa visione non l’aveva certo inventata lei. E finalmente Samsung ha vinto, almeno nei confronti di Google.

È infatti ormai palese che, almeno per adesso, le mire espansionistiche di BigG nel settore smartphone sono mire molto limitate geograficamente. Ne ho già parlato mesi fa, quindi non ritornerò ora ulteriormente sull’argomento, ma aspettarsi un “lancio globale” da parte di Google è ancora utopia, e se un tempo nutrivamo una remota illusione che gli smartphone Pixel potessero arrivare in Italia, ormai siamo stati smentiti dai fatti. Anche se lo stato delle cose dovesse cambiare domani, non cambierebbe la sostanza, perché i due dispositivi sono ancora venduti a prezzo pieno nei Google Store europei dove sono disponibili, ed a quella cifra non avrebbero mercato da noi.

Samsung, dal canto suo, non è né Apple né Google. Non ha inventato gli smartphone, non ha inventato un suo sistema operativo (l’ha fatto, ma Tizen è Tizen…), e si è ispirata ad iPhone da una parte, sfruttando Android dall’altra. Però l’ha fatto bene. C’è voluto del tempo, ma l’ha fatto bene. E se i primi Galaxy S sembravano più una risposta all’iPhone del momento (a volte un’ottima risposta, come Galaxy S II), da Galaxy S6 in poi i top di gamma Samsung hanno assunto una loro forte identità, in grado di dettare moda e non solo di essere alternativa.

Nel frattempo si consumava la lotta intestina con Google. Se n’era accorta Ars Technica poco più di 3 anni fa: laddove c’era un servizio Google, arrivava puntuale l’analogo di Samsung. A partire dallo store Galaxy Apps (ex Samsung Apps), fino alle tante app-duplicato di quelle di Google, alcune più o meno necessarie delle altre. E se la lotta con Apple per certi versi non è più aspra come un tempo, quella con Google è forse più velenosa.

Galaxy S8 è ciò che i Google Pixel avrebbero potuto essere, ma non sono stati. In quasi ogni senso. È un smartphone bello, particolare, costruito con cura, e con un modo di utilizzo che ricorda molto quello dei Pixel:

  • app drawer accessibile con swipe verso l’alto (in realtà anche verso il basso)
  • navbar, finalmente anche sui Samsung
  • schermata con feed personali all’estrema sinistra della home
  • grande attenzione al comparto fotografico, con la medesima tecnica di elaborazione che scatta automaticamente 3 foto e le unisce assieme per catturare lo scatto migliore
  • intelligenza artificiale, anche se nemmeno Bixby parla italiano, ma dovrebbe farlo entro la fine dell’anno
  • pagamenti mobili, anche questi in arrivo su S8 entro fine anno
  • “stesso” prezzo:  759€ per Google Pixel da 32 GB / 829€ per Galaxy S8 da 64 GB, 899€ per Google Pixel XL da 32 GB / 929€ per Galaxy S8+ da 64 GB

E se tanto ci dà tanto, anche i prossimi Pixel saranno in 18:9. Se poi addirittura Andromeda/Fuchsia fosse una sorta di Continuum per Android, come abbiamo supposto qualche tempo fa, e com’è Samsund Dex, sarebbe proprio l’en plein.

Certo, i Google Pixel sono già aggiornati alla developer preview di Android O, mentre Galaxy S8 ci metterà quasi un anno prima che veda Android 8.0, ma lasciando da parte l’utente smanettone, credete che questo faccia davvero qualche differenza per l’utente comune? Senza contare il fatto, non banale, che Galaxy S8 è in vendita in Italia, i Google Pixel no. Almeno per ora (legge di Murphy docet).

Sia poi chiaro che in questo ideale scontro con Google, Samsung esce vincitrice sul mercato, ma non per forza di fatto, nel senso che non tutti i suoi servizi sono davvero migliori di quelli di Google, anzi. Ma anche in questo caso, se di Galaxy Sx ne vengono venduti ogni anno decine di milioni e di Nexus/Pixel no, chi è il vero vincitore?

Basta solo che in tutto questo a rimetterci non siano gli utenti, e visti i prezzi citati fin qui, non sono del tutto sicuro di poter dire che non sia già stato così.

L’articolo Editoriale: Samsung Galaxy S8 è il Google Pixel per l’Italia sembra essere il primo su AndroidWorld.

Ma lo sapevate che l’app di Sky Go ora è disponibile anche sul Play Store?

Sky Go android

L’applicazione Android dedicata al servizio Sky Go si era rinnovata di recente. Sky aveva infatti rilasciato la versione 2.0 lo scorso dicembre, ma i pochi dispositivi Android che potevano usarla, ovvero quelli a marchio Samsung e ASUS, potevano scaricarla senza però poter sfruttare il Play Store di Google.

In queste ultime settimane le cose sono cambiate. Sky Italia S.r.l. ha infatti rilasciato sul Play Store le versioni di Sky Go dedicate a smartphone e tablet Android. In teoria le suddette app dovrebbero essere compatibili solo con dispositivi a marchio Samsung e ASUS, ma in realtà sembra installabile anche su altri smartphone.

La lista di compatibilità ci restituisce ad esempio OnePlus 3 (e il bello è che l’app sembra funzionare senza grossi problemi), e persino smartphone a marchio Oukitel. Vi lasciamo quindi con i badge per il download della versione smartphone e tablet dal Play Store.

Sky Go Smartphone

Sky Go Tablet

L’articolo Ma lo sapevate che l’app di Sky Go ora è disponibile anche sul Play Store? sembra essere il primo su AndroidWorld.

Offerte online Trony: arrivano gli “Sconti Magici” su notebook, TV e smartphone

Con cadenza mediamente settimanale Trony lancia nuove offerte online. Anche questa settimana infatti la catena di elettronica non rinuncia a proporre una nuova campagna, questa volta titolata “Sconti Magici” e valida fino al 6 aprile.

La scelta non è ricca come altre volte, ma almeno è piuttosto variegata con qualche articolo dai comparti smart, quelli più interessanti per i nostri lettori. A seguire quindi notebook, tablet, TV, wearable e smartphone. Se invece vi interessano gli elettrodomestici, vi rimandiamo al sito di Trony.

Notebook

Tablet

Fotocamere

TV

Smartband e smartwatch

Smartphone

 

L’articolo Offerte online Trony: arrivano gli “Sconti Magici” su notebook, TV e smartphone sembra essere il primo su AndroidWorld.

Today Weather: un’app per il meteo efficace, semplice ed elegante (foto)

Consultare le previsioni del tempo sul proprio smartphone è ormai diventato, per molti, un rito quotidiano da non saltare mai: ovviamente, però, dato quanto spesso viene compiuta questa operazione è giusto anche volerla fare sfruttando un’app non solo affidabile, ma anche adatta ai propri gusti estetici. Se non ne avete ancora trovata una che fa per voi, oggi vi proponiamo Today Weather – Forecast.

Questa applicazione gratuita punta infatti ad offrire, in una interfaccia davvero bella ed ordinata molte informazioni che possono servirci ad affrontare al meglio il clima della giornata.

Anche l’occhio vuole la sua parte

La caratteristica principale di Today Weather è un tema scuro, abbellito da suggestive fotografie: a seconda del tempo previsto nella località che state controllando, infatti, troverete ad accogliervi nella schermata un’immagine che vi darà fin da subito un colpo d’occhio sul cielo che potreste vedere sollevando lo sguardo. Basterà poi scorrere di poco per visualizzare non solo le temperature e una breve descrizione (in italiano) delle condizioni meteo, ma anche moltissime informazioni su umidità, vento, qualità dell’aria e molto altro, oltre alle previsioni per le 24 ore e per i 7 giorni successivi.

LEGGI ANCHE: 5 tra le migliori app per… riprodurre i vostri video

Today Weather non vi lascia poi da soli qualora voleste condividere il meteo con qualche amico: attraverso un’apposita funzione, infatti, potrete creare e condividere una schermata comprensiva di tutte le principali informazioni, personalizzandola con la foto proposta dall’app o con una proveniente dalla vostra galleria o dalla fotocamera del dispositivo. Da non dimenticare, infine, che l’app include una interessante selezione di eleganti widget per la vostra home.

Le previsioni di Today Weather possono essere basate, a scelta dell’utente, sui servizi di Weather Underground oppure di Dark Sky.

Download gratuito

Today Weather – Forecast è disponibile gratuitamente sul Play Store: potete scaricarla subito sul vostro smartphone cliccando sul badge per il download che trovate a seguire, prima della galleria di immagini.

POTREBBE INTERESSARTI: Come disinstallare le applicazioni su Android

L’articolo Today Weather: un’app per il meteo efficace, semplice ed elegante (foto) sembra essere il primo su AndroidWorld.

Force Glass, la nostra prova della protezione schermo per Galaxy S7 edge (foto)

Gli occhi del mondo della telefonia sono puntati sui nuovi top di gamma di Samsung, ma nel 2016 e anche nei primi mesi di questi 2017 Samsung Galaxy S7 e, in special modo la sua variante Galaxy S7 edge ha venduto e continua a vendere bene. Sta di fatto che, se siete tra i possessori proprio della variante edge, saprete come noi quanto può essere difficile trovare una protezione per lo schermo curvo di questo dispositivo.

Le classiche pellicole sono praticamente inapplicabili, e l’unica soluzione è rivolgere l’attenzione ai vetri temperati, che grazie alla loro solidità offrono una maggior facilità di applicazione nonché una protezione più efficace da eventuali danni. Oggi vogliamo parlarvi delle protezioni prodotte da Force Glass. La linea di protezioni per schermo Force Glass nasce in Giappone, ed è sbarcata solo di recente in Italia dopo aver avuto un ottimo riscontro in Francia ed altri paesi europei.

LEGGI ANCHE: Custodia Samsung Flip Wallet per S7 edge, la nostra prova

I vetri temperati Force Glass sono disponibili per i più recenti modelli di iPhone e per le varianti edge di Galaxy S6 e Galaxy S7. Sulla carta questi vetri temperati promettono altissima resistenza, tanto da offrire garanzia a vita (qui maggiori dettagli) sul prodotto registrato, performance del touch screen identiche all’utilizzo senza la protezione e altissima trasparenza. Vi anticipiamo sin da subito che effettivamente le promesse vengono mantenute. L’alta resistenza del vetro è garantita dallo standard 9H+, il più alto nel comparto dei proteggi schermo per smartphone. Raggiungere questo standard richiede un tempo di cottura del vetro di 5 ore, contro le 4 ore richieste dal livello 9H.

La confezione

La confezione di Force Glass si presenta particolarmente bene, perché anche l’occhio vuole la sua parte. La confezione è in metallo, e una volta aperta troverete ad accogliervi il vetro temperato, conservato all’interno di un’apposita plastica di protezione, un panno per la pulizia dello schermo, un ampio adesivo per la rimozione della polvere dal display prima dell’applicazione del vetro, un panno imbevuto per una ulteriore pulizia dello schermo pre-applicazione. Troviamo anche due ulteriori fogli: uno con le istruzioni in italiano, l’altro con le informazioni relative alla garanzia a vita.

Applicazione e qualità

L’applicazione è davvero semplice, ma dobbiamo mettervi in guardia da un particolare. Non, ripeto NON, utilizzate il panno imbevuto presente nella confezione e indicato anche nei passaggi relativi all’applicazione. Se non rimuovete bene i residui lasciati dal panno, dopo aver applicato la protezione potreste notare un alone visibile solo sotto alcune fonti luminose che può comunque dare fastidio. È sufficiente utilizzare il panno classico e l’adesivo per la rimozione della polvere.

Per applicare il vetro temperato basta rimuovere l’adesivo che protegge la parte “adesiva” del vetro, e appoggiarlo sullo schermo, facendo attenzione a centrare i vari fori che lasciano libero logo Samsung, capsula auricolare, sensori, fotocamera anteriore e pulsanti posti in basso. Non dovrete neanche attendere più di tanto prima che aderisca completamente al display.


Il vetro lascia liberi anche i pulsanti soft-touch di navigazione. Da notare il logo dell’azienda sulla destra, è il marchio di garanzia del prodotto.

Come avrete notato abbiamo avuto modo di provare la variante bianca del vetro temperato, applicandola però su un Galaxy S7 edge nero. Ovviamente ci interessava verificare la qualità della protezione, nonché la facilità di applicazione, più che il lato estetico. Se comunque state pensando all’acquisto della variante bianca per un S7 edge nero ve lo sconsigliamo: purtroppo nella parte inferiore e superiore si notano dei piccoli difetti che lasciano intravedere la colorazione inferiore.

Veniamo quindi alla qualità del vetro. Effettivamente il touch screen non risente minimamente della presenza del vetro, non avrete quindi problemi di input neanche in caso di digitazione con la tastiera. Le funzionalità edge rimangono facilmente accessibili e neanche la fotocamera frontale risente della presenza di un bordo che la circonda. La protezione ricopre interamente lo schermo, proteggendo ogni millimetro del vetro frontale. Tra l’altro anche i pulsanti soft-touch inferiori vengono lasciati in trasparenza, in modo da lasciar passare la loro illuminazione. Il vetro si è dimostrato anche particolarmente resistente ai graffi: lo abbiamo tenuto per diversi giorni in tasche con chiavi e monete, senza riportare danni di alcun genere. La superficie trattiene le impronte in media come il display privo di eventuali pellicole o vetri.

Prezzo e acquisto

La qualità si paga, e infatti le protezioni Force Glass dedicate ai display edge dei dispositivi Samsung vengono a costare 29,99€. Al momento in Italia è possibile acquistarle nei principali punti vendita della rete autostradale Autogrill e sullo shop online Conforama. C’è anche una variante completamente trasparente che viene però a costarvi 10€ in più, non poco quindi.

L’articolo Force Glass, la nostra prova della protezione schermo per Galaxy S7 edge (foto) sembra essere il primo su AndroidWorld.

OnePlus Dash Energy: 24h di energia con 30 minuti di sonno!

OnePlus con la tecnologia Dash Charge promette un giorno di autonomia con mezz’ora di ricarica. Ora tale filosofia è stata applicata al corpo umano e nasce così Dash Energy.

(…)
Continua a leggere OnePlus Dash Energy: 24h di energia con 30 minuti di sonno! su Androidiani.Com


© pasqualemarzocchella for Androidiani.com, 2017. |
Permalink |

Tags del post: , , ,

Anche Galaxy S8 utilizza fotocamere da fornitori diversi, ma probabilmente non “a caso”

Galaxy S8 impiega un sensore posteriore da 12 megapixel ed uno frontale da 8 megapixel, entrambi f/1.7, ma non tutti i modelli hanno sensori della medesima marca, anche se non pensiamo che si tratti di una cosa completamente casuale.

Alcune unità impiegano infatti come fotocamera principale la S5K2L2 ISOCELL prodotta da System LSI (Samsung) ed altre utilizzano il sensore Sony IMX333. Entrambi hanno una dimensione di 1/2,55”, dual pixel / phase-detection autofocus, OIS, e registrazione video 4K. Non dovrebbero quindi esserci differenze troppo evidenti, ma sta di fatto che sono comunque due sensori diversi.

In base alle prove che abbiamo fatto, siamo abbastanza convinti che l’uso di un sensore o dell’altro non sia casuale, ma legato a specifiche regioni, un po’ come l’impiego del SoC Exynos 8895 in Europa oppure Qualcomm Snapdragon 835 negli USA. I modelli in vendita in Italia dovrebbero infatti essere dotati di sensore ISOCELL, fino a prova contraria.

Un ragionamento analogo vale per la fotocamera frontale, per la quale alcune unità utilizzano il Sony IMX320 ed altre il S5K3H1 sempre di Samsung. Anche in questo caso, entrambi sono da 8 megapixel, con autofocus e registrazione video QHD, sebbene HDR ed EIS siano disabilitati in questa modalità. Anche in questo caso, siamo piuttosto convinti che nei modelli italiani venga impiegato il sensore S5K3H1.

Non abbiamo ragione di credere che ci siano differenze sostanziali, ed in ogni caso nessuno può scegliere che fotocamera avere prima di comprare lo smartphone, ma se avessimo l’opportunità di confrontare i vari sensori in prima persona, analizzeremo senz’altro con più calma la questione.

L’articolo Anche Galaxy S8 utilizza fotocamere da fornitori diversi, ma probabilmente non “a caso” sembra essere il primo su AndroidWorld.

Garmin ha annunciato un nuovo smartwatch per chi ama correre (video)

Garmin torna ancora una volta sul mercato con uno smartwatch dedicato agli sportivi: parliamo di Forerunner 935, un nuovo orologio intelligente con GPS, sensore di battito cardiaco e compatibilità con il sistema Garmin Running Dynamics Pod, che offre informazioni su velocità media e altri dati relativi alla corsa.

Inoltre, come per gli altri wearable dell’azienda, anche questo Forerunner 935 permette agli utenti di confrontare i propri risultati con quelli degli amici tramite il sistema GroupTrack e l’app LiveTrack.

LEGGI ANCHE: TomTom Touch Cardio: il wearable cambia un po’ look e costa meno

Lo smartwatch ha un’autonomia di 24 ore in modalità GPS, ma dura fino a 50 ore attivando il risparmio energetico a ben due settimane in modalità orologio (senza funzionalità fitness).

Il prezzo della versione di base è 499$, ma sarà anche in vendita una versione con HRM-TriHRM-Swim dal costo di 649$: di seguito potete trovare un video di presentazione del nuovo smartwatch di Garmin.

L’articolo Garmin ha annunciato un nuovo smartwatch per chi ama correre (video) sembra essere il primo su AndroidWorld.

Un’infografica di Samsung ci spiega le differenze tra Galaxy S8 ed S7

Galaxy S8 è finalmente stato presentato e presto sarà disponibile all’acquisto, ma vale davvero la pena acquistarlo per chi possiede già un Galaxy S7?

(…)
Continua a leggere Un’infografica di Samsung ci spiega le differenze tra Galaxy S8 ed S7 su Androidiani.Com


© pasqualemarzocchella for Androidiani.com, 2017. |
Permalink |

Tags del post: , ,

Nubia Z17 mini nelle mani di Cristiano Ronaldo

Nubia Z17 mini è in arrivo, o almeno così pensiamo, il prossimo 6 aprile, ed a quanto pare l’azienda ha scelto ancora una volta uno sponsor di lusso, ovvero sua maestà Cristiano Ronaldo.

Il noto calciatore stringe infatti in mano quello che sembra proprio il nuovo Z17 mini, che dovrebbe essere un 5,2” full HD, con doppia fotocamera posteriore da 13 megapixel, 4 GB di RAM e 16 GB di memoria interna.

Ovviamente Ronaldo non conferma nulla di tutto ciò, e si limita a guardarci sorridendo, forse pensando ai soldi che prenderà per questa campagna promozionale. Ma forse no: in fondo non ne ha bisogno.

Just finished shooting with @nubiasmartphone very impressed by the dual camera! Looking forward to the product launch on April 6th

Un post condiviso da Cristiano Ronaldo (@cristiano) in data: 30 Mar 2017 alle ore 02:00 PDT

L’articolo Nubia Z17 mini nelle mani di Cristiano Ronaldo sembra essere il primo su AndroidWorld.

#ASKmeFRIDAY 31 marzo 2017, in diretta oggi alle 16:30 su Facebook

Facciamo che oggi non parliamo di Galaxy S8? No, sul serio: vi abbiamo già chiesto di farci domande in merito nell’ultimo video di Casa SmartWorld, ed oggi difficilmente potremmo rispondere a qualcosa di più che non avessimo già scritto sul sito. In ogni caso, alle 16:30 di oggi noi saremo come (quasi) sempre in diretta su Facebook, e voi potrete farci tutte le domande che volete, e state sicuri che le risposte arriveranno per tutte (quelle che vogliamo).

Pronti? Ecco il link alla pagina Facebook da seguire. (Sempre e comunque.)

L’articolo #ASKmeFRIDAY 31 marzo 2017, in diretta oggi alle 16:30 su Facebook sembra essere il primo su AndroidWorld.

Facebook: aggiornamenti di stato “colorati” anche su iOS

Facebook ha finalmente introdotto, nell’applicazione destinata al sistema operativo iOS, una feature disponibile già da dicembre per la controparte Android: stiamo parlando della possibilità di impostare uno sfondo colorato per gli aggiornamenti di stato.

Continua a leggere Facebook: aggiornamenti di stato “colorati” anche su iOS su Smartiani.com

TIM: niente più TIM Music per le offerte Young ma 2 GB di Internet in regalo

Cattive notizie per i clienti TIM che usufruiscono delle offerte Young, presto infatti il servizio TIM Music non sarà più incluso nel pacchetto.(…)
Continua a leggere TIM: niente più TIM Music per le offerte Young ma 2 GB di Internet in regalo su Androidiani.Com


© chiaraledda for Androidiani.com, 2017. |
Permalink |

Tags del post: ,

Ecco la “novità Dash Charge” anticipata da OnePlus, e non indovinerete mai cos’è (video)

Nella serata di ieri, OnePlus aveva anticipato che oggi ci sarebbero state delle novità relative al Dash Charge, il suo metodo di ricarica veloce ormai collaudato, ma abbiamo deciso di ignorare la cosa perché non ci aspettavamo nulla di importante, ed inoltre la data era sospetta… e infatti. Ecco a voi Dash Energy, il primo energy drink di OnePlus, che “sblocca il potenziale nascosto e ti permette di dormire mezz’ora al giorno”!

Pensate ad un semplice pesce d’aprile anticipato? Sì ma non solo. Esattamente come il DR-1 drone, che pur essendo un pesce d’aprile è davvero arrivato in commercio, Dash Energy esiste e se vi trovaste a Londra, dalle 12 in Bishops Square potrete averne un assaggio. Letteralmente.

Tutti gli altri possono provare a vincere un pacco da 4 lattine di Dash Energy partecipando alla lotteria sul forum ufficiale OnePlus (ancora non attiva), oppure seguendo gli account Facebook e Twitter dell’azienda nella giornata di domani. E non dimenticate di dare anche un’occhiata al sito ufficiale ed al video seguente. E sì, la “stagione” del pesce d’aprile è già iniziata.

L’articolo Ecco la “novità Dash Charge” anticipata da OnePlus, e non indovinerete mai cos’è (video) sembra essere il primo su AndroidWorld.

Il sito di Samsung anticipa l’avvento del Galaxy S8 d’oro e forse anche di quello rosa

Siccome è possibile che ci sia un po’ di confusione, legata magari anche ai tanti rumor pre-lancio, riassumiamo brevemente le puntate precedenti. Galaxy S8 ed S8+ saranno disponibili in Italia inizialmente solo nei colori nero, viola/grigio, e argento. Solo con Vodafone, sarà possibile acquistare anche la colorazione blu.

La novità arriva però dal sito di Samsung Italia, dove la Clear View Standing Cover per Galaxy S8 ci lascia intravedere anche lo smartphone nella colorazione dorata, come riportato anche nell’immagine in apertura. Non sappiamo di preciso se e quando questa variante arriverà, ma essendo anche tra quelle trapelate prima del lancio, non nutriamo troppi dubbi sul fatto che, prima o poi, Galaxy S8 si tingerà d’oro.

LEGGI ANCHE: La nostra anteprima di Galaxy S8

Purtroppo, potrebbe anche arrivare il colore rosa. C’è infatti una Clear View Cover proprio di questo colore, peccato che non ci venga mostrato il colore dello smartphone al suo interno, lasciandoci una flebile speranza nel fatto che possa non essere rosa. Speranza o illusione?

Ringraziamo mitico303 per la segnalazione.

L’articolo Il sito di Samsung anticipa l’avvento del Galaxy S8 d’oro e forse anche di quello rosa sembra essere il primo su AndroidWorld.

C’è un modo per attivare il picture-in-picture nella preview di Android O (foto e video)

Tra le novità di Android O, c’è il supporto al picture-in-picture su smartphone, ovvero la possibilità di tenere una finestrina fluttuante in sovraimpressione al resto del contenuto, con delle applicazioni supportate, prima fra tutte YouTube. Peccato solo che non fosse possibile utilizzare ancora questa funzione.

In realtà c’è un modo per forzare l’utilizzo di questa modalità, anche se al momento sembra un po’ buggato, perché la finestra che viene a crearsi rende il più delle volte il video davvero molto, molto piccolo, lasciando tanto spazio sprecato, occupato dai controlli.

LEGGI ANCHE: Anteprima Android O Dev Preview 1

Un video e qualche screenshot valgono più di mille parole, e quelli li trovate qui sotto, ma prima dobbiamo dirvi come provare il picture in picture. Basta andare a personalizzare la NavBar, come vi abbiamo spiegato in questo articolo, creando un pulsante con il keycode 171. A quel punto dovrete solo avviare un’app compatibile (per adesso solo YouTube), premere il tasto magico, ed il gioco è fatto. Più o meno.

Con l’occasione, ne approfittiamo per farvi vedere degli screenshot della nuova interfaccia di YouTube con barra di navigazione in basso, cui Google sta lavorando da mesi, e che è appena giunta su uno dei nostri smartphone, tra l’altro con una veste grafica lievemente diversa dal passato, segno che in qualche modo sono andati avanti: che sia il preludio di un più ampio rollout?

L’articolo C’è un modo per attivare il picture-in-picture nella preview di Android O (foto e video) sembra essere il primo su AndroidWorld.

Il nuovo Gear VR porta anche una nuova interfaccia nella realtà virtuale di Samsung

Di fianco ai Samsung Galaxy S8 il colosso coreano a rilanciato anche il suo visore per realtà virtuale, il Gear VR. Delle sue novità hardware vi abbiamo già parlato, ma sappiate che il nuovo “super Cardboard” realizzato in collaborazione con Oculus porta anche un’interfaccia rivista, che ovviamente sarà disponibile anche per i vecchi Gear VR.

La nuova Oculus Home promette tempi di caricamento ridotti di ben tre volte ed un consumo energetico inferiore del 30%. Il tutto nonostante la risoluzione dell’interfaccia, che come design resta pressoché invariata, sia stata raddoppiata.

LEGGI ANCHE: Il nuovo Gear VR gioca a fare l’Oculus Rift con un controller dedicato

Altre novità sono l’introduzione del browser web, della possibilità di vedere video direttamente dalla Oculus Home e il supporto agli Oculus Avatar, gli alter ego virtuali dell’utente presenti anche sul Rift. Proprio quest’ultima feature è forse la più interessante, perché sfrutta il nuovo controller del Gear VR.

La realtà virtuale da smartphone è certamente lontana dalle esperienze fruibili con i potenti Oculus Rift o HTC Vive, ma in termini di  praticità ed accessibilità le soluzioni come Gear VR restano, e si confermano sempre più, al primo posto.

L’articolo Il nuovo Gear VR porta anche una nuova interfaccia nella realtà virtuale di Samsung sembra essere il primo su AndroidWorld.

Niente più TIMmusic, ma TIM si fa perdonare con 2GB di musica in streaming

Un SMS di TIM ha annunciato agli utenti TIM Young che dal primo maggio la loro tariffa non includerà più TIMmusic, ma possiamo riconoscere che l’operatore ha saputo come farsi perdonare: in assenza del servizio proprietario, infatti, TIM offre 2 GB da utilizzare sul proprio servizio in streaming preferito.

Riportiamo di seguito il testo dell’SMS in questione:

Modifica delle condizioni contrattuali: dal 01/05/2017 con la tua offerta TIM Young non sarà più disponibile il servizio TIMmusic, restano invariati prezzo, minuti e giga inclusi. Per scusarci del disagio ti regaliamo 2 giga al mese e lo streaming illimitato su tutte le tue app di musica preferite. Per l’attivazione vai su http://tim-is.it/GigaMusicPerTe. Hai diritto entro tale data di recedere senza penali con i consueti canali di contatto o passare ad altro operatore. Per maggiori info chiama il 119

Insomma, per sopperire alla mancanza di TIMmusic, l’operatore offre ai suoi clienti Giga&Music Per te, che offre 2 GB extra in 4G da utilizzare esclusivamente per l’ascolto di musica in streaming dalle piattaforme più famose (Spotify, Dezer, Apple Music, iTunes streaming, SoundCloud, Google Play Music, Xbox live, Microsoft Groove, Radio Deejay, Radio 105, Radio Medio, RTL 102.5, RDS, 101, Radio Italia, Radio RAI, MTV Music) senza consumare i propri bundle.

DA NON PERDERE: Offerte TIM

Non è chiaro per quanto tempo saranno disponibili i 2 GB aggiuntivi, ma nel frattempo vi lasciamo con due screenshot che testimoniano la rimodulazione.

Grazie a Simone per la segnalazione

L’articolo Niente più TIMmusic, ma TIM si fa perdonare con 2GB di musica in streaming sembra essere il primo su AndroidWorld.

Sconti online Euronics: fino al 12 aprile smartphone, TV e anche Gear Fit 2 a 119€

Pochi giorni fa vi abbiamo segnalato il nuovo volantino Euronics, ma le offerte adesso arrivano anche online, validi fino al 12 aprile. Sebbene la formula sia quella dei classici ribassi sul prezzo di listino, non manca qualche occasione interessante, come il Samsung Gear Fit 2 a 119€.

Presenti comunque anche fotocamere, TV, smartphone e notebook. I dispositivi smart più interessanti li trovate qui sotto, mentre sul sito di Euronics vi aspettano anche elettrodomestici, periferiche ed articoli per la casa.

Fotocamere

TV

Smartband

Smartphone

Notebook

L’articolo Sconti online Euronics: fino al 12 aprile smartphone, TV e anche Gear Fit 2 a 119€ sembra essere il primo su AndroidWorld.

Samsung Galaxy S8 ed S8+ potrebbero avere Android 7.1.1 al lancio

Se avete seguito la nostra anteprima di Galaxy S8 Plus, saprete anche che gli smartphone in test al momento hanno tutti Android 7.0 Nougat, nonostante ormai Android 7.1.1 sia uscito ormai da tempo. Le cose potrebbero però cambiare prima del lancio, entro il quale i due top di gamma Samsung potrebbero ricevere appunto Android 7.1.1 Nougat.

A comunicarlo è stato un “product expert” della stessa azienda, durante la presentazione newyorkese, alla redazione di Talk Android. Se da una parte si tratta quindi di una conferma a suo modo ufficiale, non possiamo comunque escludere il fatto che ci possa essere stato un eccesso di zelo da parte del dipendente Samsung e che i tempi indicati non saranno rispettati.

LEGGI ANCHE: Tutto quello che dovete sapere su Huawei P10

Bene sapere che Samsung sia già al lavoro su Android 7.1.1 per Galaxy S8, ma non prendete la data del lancio (21-28 aprile) come definitive, soprattutto per tutti i mercati.

L’articolo Samsung Galaxy S8 ed S8+ potrebbero avere Android 7.1.1 al lancio sembra essere il primo su AndroidWorld.

Galaxy S8: il modulo fotocamera proviene da due fornitori diversi

Contrariamente a quanto affermato, Samsung System LSI (divisione di proprietà dell’azienda) non sarà l’unico fornitore dei moduli delle fotocamere di Galaxy S8 ed S8+.

(…)
Continua a leggere Galaxy S8: il modulo fotocamera proviene da due fornitori diversi su Androidiani.Com


© pasqualemarzocchella for Androidiani.com, 2017. |
Permalink |

Vedi il miglior smartphone android di marzo 2017

Tags del post: , ,

Pubblicato il calendario delle sessioni del Google I/O 2017: Assistant e Android in prima linea

Google ha da poco reso noto il calendario delle sessioni del prossimo Google I/O, che si terrà tra il 17 ed il 19 maggio. Si parte con il consueto keynote, che prenderà il via il 17 maggio alle 19:00, ora italiana, seguito poi da tanti appuntamenti nel corso della giornata, che da noi saranno ovviamente a notte fonda.

Come sempre, non sarà facile seguire in diretta il Google I/O a causa delle 9 ore che ci separano dalla California, ma in ogni caso è proprio per questo che ci siamo noi, che riassumeremo tutte le principali novità giorno per giorno.

Da Android, che ha subito una sessione a lui dedicata dopo il keynote, ad Android Things, passando per Firebase, AMP, le progressive web app, e senza dimenticarsi di Google Assistant, che ha addirittura un suo tag dedicato. Tenete solo conto che questa è “la prima ondata” di sessioni, ed altre arriveranno solo in seguito, ed anche se il calendario non ha mai rivelato troppe informazioni sul vero contenuto dell’evento, non possiamo fare a meno di chiederci se ci sarà spazio anche per Andromeda/Fuchsia. Quel che è certo, è che sarà un Google I/O tutto da seguire.

L’articolo Pubblicato il calendario delle sessioni del Google I/O 2017: Assistant e Android in prima linea sembra essere il primo su AndroidWorld.

Galaxy S8: Samsung prevede vendite maggiori di S7

Dopo il disastro causato da Note 7, Samsung ha puntato tutto su Galaxy S8: stando alle previsioni S8 dovrebbe vendere molto più di Galaxy S7.

(…)
Continua a leggere Galaxy S8: Samsung prevede vendite maggiori di S7 su Androidiani.Com


© pasqualemarzocchella for Androidiani.com, 2017. |
Permalink |

Tags del post: , ,

Torna il NO IVA di Unieuro: fino a domenica sconti interessanti su notebook, Mac, PC e tablet

Nuovo round per la campagna di offerte Unieuro “NO IVA”, questa volta dedicata all’informatica. La catena di elettronica fino a domenica 2 aprile vi propone in sconto di almeno il 22%, notebook, Mac, PC e tablet per un totale di 156 prodotti.

Niente smartphone o TV, ma comunque la scelta non manca con dispositivi per un po’ tutte le tasche ed esigenze, con anche un bel fisso gaming della serie HP Omen X. Presenti anche Microsoft Surface Pro 4, qualche tablet Android i nuovi MacBook Pro da 13″ a 1.790€, HP Spectre x360 e svariati dispositivi, tra Acer, Lenovo, qualcuno anche con Kaby Lake.

Insomma la scelta certamente non manca e se stavate pianificando un acquisto nel comparto informatica, vale certamente la pena dare un’occhiata al “NO IVA” di Unieuro.

L’articolo Torna il NO IVA di Unieuro: fino a domenica sconti interessanti su notebook, Mac, PC e tablet sembra essere il primo su AndroidWorld.

Offerte Amazon 31 marzo: GoPro low cost, webcam 4K e due ultrabook ASUS

NVIDIA GTX 1070, cuffie gaming, ultrabook, bilance smart. Se questa breve introduzione vi ha incuriosito allora le offerte Amazon di oggi 31 marzo fanno proprio al caso  vostro.

Oltre ai già citati dispositivi tra le offerte più interessanti trovate anche qualche altro gadget come ad esempio un robot lava pavimenti e la GoPro Hero+. Di seguito trovate tutto quello che abbiamo scovato per voi sulle pagine di Amazon.it, dove tra l’altro è ancora in corso la Networking Week.

1byone Bilancia Diagnostica

31.44€

Misura “peso corporeo, grasso, liquidi, massa muscolare, BMI, BMR, massa ossea e grasso addominale” e connessione con lo smartphone.

GoPro Hero+

126.68€

La GoPro più economica la trovate a poco meno di 130€, non male anche se le funzionalità (registra comunque a 1080p 60 fps) di questo modello sono piuttosto basilari.

LG LAC553B

127.94€

Taglio di prezzo degno di nota per questa soundbar con subwoofer venduta fino a pochi giorni fa a quasi 200€.

Logitech G533

127.96€

Un bel paio di cuffie da gaming Logitech, con audio wireless DTS 7.1, microfono e controlli integrati. Il tutto ad uno dei migliori prezzi su Amazon.it.

Zhi yun Z1 Smooth C

186.15€

L’anti DJI Osmo Mobile torna in offerta lampo. Perfetto per i videoamatori da smartphone.

Logitech Brio, webcam 4K

203.9€

Una webcam top, con il meglio della tecnologia Logitech per riprese fino al 4K, anche in HDR.

Asus GeForce GTX 1070 TURBO

399.99€

Niente dissipatori super o illuminazione RGB. Questa GTX 1070 adotta un approccio minimale, ma più che sufficiente a reggere anche le sessioni di gaming più toste. Il prezzo in offerta lampo è ottimo.

iRobot Scooba 450

449.99€

Non solo robot aspirapolvere. Questo Scooba 450 infatti da lo straccio sul pavimento al posto vostro.

Zhiyun Crane

749€

Un potente gimbal su cui potete montare attrezzatura fino a 1.200 grammi di peso.

Asus UX310UQ-GL025T

826.02€

Scheda tecnica tutto sommato niente male per questo bel ultrabook di ASUS: Intel Core i7-6500U, 8 GB di RAM, SSD da 512 GB ed NVIDIA GT 940MX.

Asus UX305UA-FB004T

929.61€

Niente processori Kaby Lake per questo ultrabook, che può però contare su un i7-6500U, 8 GB di RAM, SSD da 512 GB e un bel display da 13,3″ e risoluzione QHD+.

Nota: se il prezzo dovesse differire da quello indicato nell’articolo è a causa del fatto che i pezzi in promozione sono esauriti o l’offerta a tempo scaduta.

L’articolo Offerte Amazon 31 marzo: GoPro low cost, webcam 4K e due ultrabook ASUS sembra essere il primo su AndroidWorld.

Soglie ogni 4 settimane, roaming incluso e altro: rimodulazioni 3 grazie alla fusione con Wind?

Secondo quanto riportato dai colleghi di Mondo 3, sembra che alcuni clienti Tre stiano ricevendo un SMS che li informa di alcune importanti rimodulazioni, che andiamo a illustrare di seguito.

In primo luogo, pare che le nuove condizioni contrattuali di 3 prevedano bundle e rinnovi ogni 4 settimane, invece che le tanto discusse soglie settimanali: pare, insomma, che potremo dire addio a promozioni con minuti, SMS e Giga che si rinnovano ogni 7 giorni, in favore delle più comuni soglie ogni 28 giorni. Rimarrebbero invece invariate le soglie giornaliere, applicate su alcune tariffe come All-In VIP.

Oltre questo, pare che un altro piacevole punto della rimodulazione riguardi il roaming nazionale, che sarà incluso: non c’è troppo di cui stupirsi, d’altronde sapevamo che nel corso dell’anno 3 e Wind avrebbero finalmente unificato le proprie infrastrutture (permettendo così ai clienti 3 di andare in roaming su rete Wind), ma sembra che al momento si tratti di un test avviato su una fascia ristretta di utenti.

LEGGI ANCHE: Tutte le offerte 3

Oltre queste note positive, abbiamo anche modifiche contrattuali sul costo di chiamate, messaggi e dati utilizzati al di fuori delle proprie soglie. Pare, infatti, che il costo di telefonate ed SMS possa essere fissato a 29 centesimi (al minuto e per ogni SMS), mentre in altri casi sembra che potrebbe aumentare il canone da pagare ogni 28 giorni: ad esempio, All-In 400 passerebbe dagli attuali 10€ ad un prezzo di 12,99€ ogni 4 settimane.

Le nuove condizioni contrattuali si applicherebbero a partire dal 1 maggio 2017, ma sembra che per il momento riguardino una ristretta fetta di utenti, selezionata per testare i risultati. Questi, infatti, potrebbero essere le prime variazioni importanti in seguito alla fusione con l’operatore arancione e alla fondazione della nuova joint venture Wind Tre.

Tuttavia, per il momento siamo ancora nell’ambito dei rumor e, per quanto siano tutte informazioni ragionevoli, sospendiamo comunque il nostro giudizio, almeno fino ad un eventuale annuncio ufficiale o finché qualche utente non mostrerà uno screenshot che conferma le rimodulazioni!

L’articolo Soglie ogni 4 settimane, roaming incluso e altro: rimodulazioni 3 grazie alla fusione con Wind? sembra essere il primo su AndroidWorld.

Xiaomi e le versioni low-cost: la prima potrebbe essere del Mi Mix

Mentre tutti aspettano la seconda generazione del Mi Mix, Xiaomi potrebbe sorprendere tutti e presentare in contemporanea anche una versione low-cost del dispositivo.

(…)
Continua a leggere Xiaomi e le versioni low-cost: la prima potrebbe essere del Mi Mix su Androidiani.Com


© danielelatorre for Androidiani.com, 2017. |
Permalink |

Tags del post: , ,

Moto G5 Plus in pre-ordine su Amazon a 299€

Il nuovo Moto G5 Plus debutterà in Italia il prossimo 11 Aprile ma potete già pre-ordinarlo tramite Amazon Italia al prezzo di listino di 299€. Sul noto store online attualmente sono presenti le colorazioni oro e grigia.

(…)
Continua a leggere Moto G5 Plus in pre-ordine su Amazon a 299€ su Androidiani.Com


© mptm3c for Androidiani.com, 2017. |
Permalink |

Scopri qui i migliori smartphone android scelti da Androidiani.com! Classifica aggiornata a marzo – 2017!

Tags del post:

Google avrebbe venduto solamente 2,1 milioni di Pixel

Come ci si aspettava, gli ultimi Pixel di Google non sono gli smartphone Android più popolari del mercato e nelle ultime ore anche il Commercial Times per confermare ciò che avevamo ipotizzato.

(…)
Continua a leggere Google avrebbe venduto solamente 2,1 milioni di Pixel su Androidiani.Com


© mptm3c for Androidiani.com, 2017. |
Permalink |

Tags del post: ,

L’app di Facebook consuma troppo, e la versione Lite non vi piace? Provate Phoenix for Facebook! (foto)

Interrogate un po’ di persone a caso, e poche vi diranno di essere contente dell’app di Facebook, della sua pesantezza o della sua influenza sull’autonomia dello smartphone: nonostante questo, però, il social network continua ad essere sempre ai primi posti nella classifica delle app più scaricate, segno che rinunciarvi è davvero difficile.

Fortunatamente, in molti hanno provato a proporre una soluzione, e una delle alternative più recenti, Phoenix for Facebook, si spinge anche oltre cercando di integrare, in un wrapper della versione mobile del sito, molte funzionalità presenti nell’app ufficiale o addirittura aggiuntive.

LEGGI ANCHE: Migliori App Android per il Fitness e la Salute

Phoenix for Facebook è infatti un “contenitore”, attraverso il quale potrete visitare Facebook sfruttando una riorganizzazione dei contenuti proposti dal sito mobile: gli sviluppatori hanno però prestato molta attenzione all’estetica, integrando una interfaccia Material, chiara e leggera, e a opzioni interessanti come la possibilità di scaricare immagini e video dai post dei nostri contatti in modo estremamente rapido.

Non mancano poi numerose opzioni per personalizzare l’app secondo le vostre esigenze: se l’aspetto originale non vi soddisfa, ad esempio, potrete renderla più simile all’applicazione di Facebook per Android o iOS, modificando organizzazione dei contenuti e aspetto, mentre in caso di connessioni lente o piani dati limitati potrete disabilitare il caricamento automatico delle immagini.

Download gratuito

Phoenix for Facebook è disponibile gratuitamente sul Play Store, con all’interno alcuni acquisti in-app che permetteranno di sbloccare ulteriori opzioni di personalizzazione. Potete installarlo subito sul vostro smartphone cliccando sul badge per il download che trovate a seguire.

POTREBBE INTERESSARTI: Come scaricare le mappe di Google Maps per l’utilizzo offline

L’articolo L’app di Facebook consuma troppo, e la versione Lite non vi piace? Provate Phoenix for Facebook! (foto) sembra essere il primo su AndroidWorld.

Twitter non conteggia più il nome utente delle risposte nel limite dei 140 caratteri

Sebbene sia stato varie volte messo in discussione, il limite dei 140 caratteri di Twitter rimane ancora uno dei capisaldi del social network azzurro, anche se nel corso degli anni gli sviluppatori hanno messo a punto alcune piccole furbate per estenderlo, come quella che vi andiamo ad illustrare.

A partire da oggi, il nome utente – quello che presenta una forma del tipo @usernames – nei tweet di risposta non sarà più conteggiato nel limite dei 140 caratteri, dando modo di utilizzarli tutti per rispondere come più vi aggrada al messaggio della persona citata.

Inoltre, sono stati fatti anche alcuni cambiamenti a livello grafico – il nome utente della persona a cui rispondete appare sopra al vostro tweet di risposta – ed è stata aggiunta la possibilità di rispondere ad una persona specifica durante una conversazione di gruppo.

LEGGI ANCHE: Google ha comprato lo strumento per dev di Twitter

Alcune delle novità citate sono già comparse su qualche dispositivo in giro per il mondo durante la fase di test, e arriveranno a tutti gli utenti e su tutte le piattaforme nel corso dei prossimi giorni. Se non l’avete ancora fatto, potete scaricare le app per Android o iOS tramite i link seguenti.

L’articolo Twitter non conteggia più il nome utente delle risposte nel limite dei 140 caratteri sembra essere il primo su AndroidWorld.

L’aggiornamento ad Android Wear 2.0 non è ancora arrivato? Tutta colpa di un bug!

Sin dall’annuncio di Android Wear 2.0, molti utenti hanno iniziato a contare i giorni prima che la nuova versione per orologi intelligenti arrivasse anche sul proprio dispositivo. Salvo rari casi, però, a tutt’oggi l’aggiornamento non è ancora arrivato, e la cosa ha già suscitato alcune critiche verso Google.

Finalmente oggi l’azienda californiana ha deciso d’intervenire sulla questione, dando una spiegazione esplicita ai tanti utenti che la richiedevano, come ad esempio i possessori di Huawei Watch, Moto 360 o ASUS ZenWatch. In buona sostanza, è tutta colpa di un bug.

Ecco la dichiarazione ufficiale rilasciata al sito Wareable:

Abbiamo avviato il roll out dell’aggiornamento ad Android Wear 2.0 per Fossil Q Founder, Casio Smart Outdoor Watch WSD-F10 e Tag Heuer Connected. Per gli altri dispositivi, al momento l’aggiornamento è ritardato a causa della scoperta di un bug nei test finali. Rilasceremo l’aggiornamento per i dispositivi rimanenti appena il problema sarà risolto.

LEGGI ANCHE: LG Watch Style e Sport: la nostra anteprima

A questo punto non c’è ancora una data precisa per il rilascio del nuovo aggiornamento per i restanti dispositivi, ma almeno ora sappiamo che Google ci sta lavorando e che, presto o tardi, anche loro riceveranno Android Wear 2.0.

L’articolo L’aggiornamento ad Android Wear 2.0 non è ancora arrivato? Tutta colpa di un bug! sembra essere il primo su AndroidWorld.

Nuovo aggiornamento per Google Chrome: risolto importante bug di sicurezza (download apk)

Google Chrome per Android ha appena ricevuto un altro piccolo aggiornamento, dopo quello più massiccio già rilasciato qualche giorno fa, che ha portato novità davvero rilevanti sul browser per dispositivi mobili.

Il nuovo cambio di versione è dovuto alla sistemazione di un importante bug di sicurezza, segnalato con un livello d’importanza “alto” sul bug tracker dell’app.

LEGGI ANCHE: Chrome Dev cambia la pagina “nuova scheda”

La nuova versione 57.0.2987.132 arriverà a breve sul Play Store, ma se non volete attendere oltre potete già scaricarla tramite i link che vi lasciamo qui di seguito.

Download Google Chrome 57.0.2987.132 (APKMirror)

L’articolo Nuovo aggiornamento per Google Chrome: risolto importante bug di sicurezza (download apk) sembra essere il primo su AndroidWorld.

E finalmente Guardians of the Galaxy di Telltale si mostra al mondo (video)

Come vi avevamo già anticipato ieri sera, oggi Telltale Games svela il primo trailer della sua interpretazione dei Guardiani della Galassia, intitolata (trattenete il respiro) Marvel’s Guardians of the Galaxy: The Telltale Series: sì, è una faticaccia dirlo tutto in una volta.

Prima di catapultarvi sul filmato, date un’occhiata ai dettagli sulla storia, che per altro sapevamo da un po’ di tempo:

Marvel’s Guardians of the Galaxy: The Telltale Series è una nuova storia sui più improbabili eroi dell’universo: Star-Lord, Gamora, Drax, Rocket e Groot. Sulla scia di una battaglia epica, i Guardiani scoprono un artefatto dal potere incalcolabile. Ognuno di loro ha un motivo per desiderare questa reliquia, compreso un nemico spietato che è l’ultimo della sua specie, e che non si fermerà davanti a nulla per strapparlo dalle loro mani.

Il primo episodio, Tangled Up in Blue, sarà rilasciato il 18 aprile su PS4, Xbox One, PC, Android e iOS, mentre l’edizione fisica Season Pass Disc, comprensiva di tutti gli episodi, verrà pubblicata il 2 maggio su PS4 e Xbox One.

L’articolo E finalmente Guardians of the Galaxy di Telltale si mostra al mondo (video) sembra essere il primo su AndroidWorld.

Ma conviene passare da Galaxy S7/S7 edge ad S8/S8+? (video)

All’uscita del nuovo modello, la classica domanda che si pongono i proprietari del precedente è: “merita il passaggio?” Inutile fare finta di niente: la risposta solitamente è no, anche solo per la fisiologica svalutazione degli smartphone dell’anno passato, e per i salati prezzi di quelli nuovi. Galaxy S8 non fa eccezione, anzi: con i suoi 829 e 929€ è il più caro Galaxy di sempre, ed anche solo per questo potremmo chiudere qui l’argomento.

LEGGI ANCHE: Votate la vostra foto preferita!

In realtà ci sono altri aspetti da analizzare per essere sicuri di poter liquidare la questione: display, fotocamera, autonomia, esperienza d’uso. Tutte cose che troveranno ampia risposta nei focus che realizzeremo nei giorni a venire, non solo confrontando S8 con Galaxy S7/S7 edge, ma che comunque ci permettono già di tirare un po’ le fila della domanda che ci siamo posti nel titolo dell’articolo. La risposta completa, la trovate nel video qui sotto. E vi stupirà!

L’articolo Ma conviene passare da Galaxy S7/S7 edge ad S8/S8+? (video) sembra essere il primo su AndroidWorld.

Quella figata di Reigns si è appena aggiornato con 100 nuove carte (foto e video)

Di Reigns ne abbiamo parlato tanto, e soprattutto anche molto bene, visto che è sul podio della nostra classifica dei migliori giochi per Android dell’ultimo anno.

Se vi è piaciuto anche solo la metà di quanto è piaciuto a noi, vi metterà di buon umore sapere che gli sviluppatori di Nerial hanno appena pubblicato un aggiornamento gratuito per loro creatura, contenente più di 100 nuove carte, tra cui un nuovo personaggio, 3 morti aggiuntive (perché, in fondo, non bastano mai) 5 nuovi obiettivi e un elefante… finto. Sì, è finto per davvero.

LEGGI ANCHE: Dynasty Warriors sbarca su Android e iOS con Unleashed

Devolver Digital ha comunicato, inoltre, che ora la trama principale dovrebbe essere leggermente più facile da risolvere, e meno ripetitiva. Mica male, no? Vi ricordiamo che Reigns è disponibile su Android, iOS e PC attraverso Steam.

L’articolo Quella figata di Reigns si è appena aggiornato con 100 nuove carte (foto e video) sembra essere il primo su AndroidWorld.

Xiaomi ha in serbo una nuova variante di Redmi Note 4X con 4 GB di RAM e Helio X20

Tramite alcune informazioni comparse sul proprio sito ufficiale, Xiaomi ha appena reso pubblico al mondo l’esistenza di una nuova variante di Redmi Note 4X, di cui già si era parlato al momento della presentazione. Con questo modello, siamo dunque alla terza edizione del dispositivo, dopo quella standard e quella speciale con l’immagine di Hatsune Miku.

Questa nuova variante si differenza da quella base non solo per l’aumento di memoria RAM – si passa da 3 a 4 GB – ma anche per il processore utilizzato: non troviamo più lo Snapdragon 625 di Qualcomm, ma un MediaTek Helio X20 con clock fino a 2,1 GHz, affiancato da una GPU Mali T880 a 700 MHz.

A parte queste due differenze non certo trascurabili, il resto dell’hardware è rimasto identico alla versione originale del Redmi Note 4X.

LEGGI ANCHE: Xiaomi Redmi Note 4X, la recensione

Per ora non è stato rivelato un prezzo di listino ufficiale, anche se le fonti già parlano di una cifra intorno ai 1099 Yuan, che corrispondono a poco meno di 150€.

L’articolo Xiaomi ha in serbo una nuova variante di Redmi Note 4X con 4 GB di RAM e Helio X20 sembra essere il primo su AndroidWorld.

Facebook apre alle raccolte fondi per tutti: parte il test negli States (video)

Nel 2016 Facebook ha introdotto le donazioni durante le Live e le raccolte fondi sulle sue pagine, ma solo per 750.000 organizzazioni nonprofit. Adesso la cosa apre a tutti, in fase iniziale come beta negli USA solo per i maggiori di 18 anni.

L’idea è che chiunque possa avviare una campagna di solidarietà per sé stesso o una causa a cui tiene. Le raccolte fondi passeranno prima da una procedura di verifica e potranno essere legate sei macro categorie:

  • Educazione: rette, libri o materiale didattico
  • Mediche: operazioni, cure
  • Cura di animali: come sopra ma per gli animali
  • Crisi umanitarie: disastri ambientali o crisi sociali
  • Emergenze personali: incendi, furti, incidenti stradali
  • Funerali e lutti: per il sostenimento delle spese

Ad ogni raccolta fondi sarà dedicata una pagina dove saranno riportate le informazioni del caso e un pulsante per inviare denaro alla causa. Le donazioni durante le Live comunque resteranno appannaggio delle pagine verificate. Un’ulteriore dimostrazione di quanto Facebook voglia entrare in ogni aspetto dalla nostra vita, non solo quella digitale, e di come la cosa non sia necessariamente un male.

Personal Fundraisers

Pubblicato da Facebook su Mercoledì 29 marzo 2017

L’articolo Facebook apre alle raccolte fondi per tutti: parte il test negli States (video) sembra essere il primo su AndroidWorld.

Samsung Galaxy S8 vs LG G6 vs Huawei P10, votate la vostra foto preferita (sondaggio)

Tre dei top di gamma più importanti dell’anno sono ormai stati annunciati ed è quindi arrivato il momento di iniziare a scoprirli con la dovuta attenzione. Iniziamo analizzato le tre fotocamere di questi smartphone. Si tratta di soluzioni ovviamente differenti. LG G6 implementa una doppia fotocamera da 13 megapixel: noi abbiamo ovviamente (almeno per un confronto alla pari) provato al momento quella principale IMX258 con apertura ƒ/1.8 e purtroppo quest’anno senza sensore di spettro colore e senza autofocus laser.

Samsung Galaxy S8 implementa una fotocamera da 12 megapixel, al momento non sappiamo qual è il sensore, ƒ/1.7 con stabilizzazione ottica e tecnologia Dual Pixel. Infine abbiamo Huawei P10 con doppia fotocamera: la principale a colori è un sensore da 12 megapixel, affiancata da una 20 megapixel monocromatica. Il software integra i dati delle due fotocamere (con lenti Leica) e realizza uno scatto unico a colori da 20 megapixel.

Nella nostra prova tutti i telefoni erano impostati in modalità automatica e al massimo della risoluzione (quindi in formato 4:3). Abbiamo ridimensionato le foto alla stessa dimensione per non farle riconoscere, ma troverete quelle a dimensione reale (e con gli exif) nei risultati di questo sondaggio. Tutti i telefoni sono stati montati sullo stesso cavalletto e le lenti sono state pulite.

Potete votare le vostre foto preferite indicando il numero nel form qua sotto e fra qualche giorno sveleremo chi è stato il vincitore di questo scontro.

Caricamento in corso…

L’articolo Samsung Galaxy S8 vs LG G6 vs Huawei P10, votate la vostra foto preferita (sondaggio) sembra essere il primo su AndroidWorld.

I nuovi abbonamenti Wind hanno anche un’action cam inclusa

Wind ha annunciato la nuova serie di abbonamenti Magnum, che spiccano per la possibilità di essere divisi tra due SIM. Inoltre, chi si abbona all’operatore arancione con un una tariffa Magnum riceve in omaggio anche una Ezviz S1, action cam resistente all’acqua e in grado di registrare filmati in full HD.

I tre abbonamenti Magnum hanno tutti minuti illimitati verso tutti, ma differiscono per il numero di GB (da condividere tra le due SIM) e, ovviamente il costo. Abbiamo infatti:

  • Wind Magnum 5 Giga: dal costo di 14,90€ e 5GB da condividere
  • Wind Magnum 10 Giga: dal costo di 19,90€ e 10GB da condividere
  • Wind Magnum 30 Giga: dal costo di 29,90€ e 30GB da condividere

A questi è possibile abbinare anche uno smartphone per ricevere 2GB aggiuntivi che si sommano a quelli previsti dall’abbonamento.

LEGGI ANCHE: Tutte le offerte Wind

Inoltre, a questi si aggiunge Wind Magnum Family, che offre 500 minuti, 500 SMS e 2GB al costo scontato di 5€ (invece di 10€) e Wind Magnum Home Edition, una soluzione per mobile  casa dal costo di 24,95€ all’anno che include minuti illimitati verso tutti e, dalla linea fissa, ADSL o fibra fino a 100 MB e 60 minuti minuti verso mobili e fissi.

Per maggiori informazioni vi rimandiamo alla pagina ufficiale di Wind dove troverete tutte le informazioni del caso.

L’articolo I nuovi abbonamenti Wind hanno anche un’action cam inclusa sembra essere il primo su AndroidWorld.

Dynasty Warriors sbarca su Android e iOS con Unleashed (video)

Il trittico composto da Nexon, XPEC Entertainment e Koei Tecmo Games, ha appena annunciato la disponibilità di Dynasty Warriors: Unleashed, ultimo capitolo dell’iconica serie d’azione su larga scala, studiato su misura per le piattaforme mobili.

Nello specifico, i giocatori partiranno per una missione con lo scopo di unire i Tre Regni utilizzando 48 personaggi leggendari tratti dalle varie edizioni uscite su console, con la possibilità di sfidarsi in una varietà di modalità multiplayer, tra cui missioni cooperative e competitive in tempo reale.

LEGGI ANCHE: Disponibile Gangstar New Orleans

Non manca la modalità campagna, la classica Conquest Mode, insieme ad una serie di chicche che i fan apprezzeranno senz’altro. Dynasty Warriors: Unleashed è disponibile gratuitamente con acquisti in-app su Android e iOS.

L’articolo Dynasty Warriors sbarca su Android e iOS con Unleashed (video) sembra essere il primo su AndroidWorld.