Google Allo introduce le selfie clip: mettete la vostra faccia in una GIF!

Se siete amanti dei selfie e siete stanchi dei soliti emoji, adesivi o GIF disponibili nelle varie app di messaggistica, Google Allo ha trovato la soluzione a tutti i vostri problemi.

L’app di messaggistica di Big G ha introdotto le nuove selfie clip, ovvero uno strumento che dà la possibilità di creare delle piccole GIF circolari con la propria faccia da inviare nelle chat di Allo.

Per realizzare una selfie clip è sufficiente selezionare il pulsante GIF nella barra di composizione dell’app e registrare un breve video. Finita la registrazione, Allo si occuperà di trasformare la clip in una GIF in loop, pronta da inviare a chi volete.

LEGGI ANCHE: Google Allo si aggiorna alla versione 11

L’aspetto e le funzionalità delle selfie clip ricordano da vicino i nuovi video messaggi circolari introdotti qualche settimana fa su Telegram, anche se si tratta di strumenti differenti.

L’aggiornamento di Google Allo dovrebbe già essere disponibile sia per piattaforma Android che iOS. Se non l’avete ancora fatto, potete scaricare l’app dai badge che trovate di seguito.

L’articolo Google Allo introduce le selfie clip: mettete la vostra faccia in una GIF! sembra essere il primo su AndroidWorld.

Paranoid Android is back! Nuova versione basata su Android 7.1.2 Nougat (foto e download)

Dopo qualche mese di silenzio, Paranoid Android è finalmente tornata con una nuova versione, che farà felici tutti gli appassionati di modding vecchia scuola, soprattutto se possessori di smartphone OnePlus.

La nuova versione della custom ROM si basa su Android 7.1.2 Nougat ed include tutti i classici strumenti che l’hanno caratterizzata in passato, come il rinnovato Pie Control, il Color Engine, le gesture e un kernel modificato che promette ottime performance.

Inoltre, all’interno delle ROM per OnePlus 3 e 3T sono presenti anche dei miglioramenti riguardo alla qualità fotografica, che permettono di ottenere scatti significativamente migliori di quelli della OxygenOS, o almeno questo afferma il team di sviluppo di Paranoid.

LEGGI ANCHE: Nexus 4 nuovamente supportato da LineageOS

Per chi volesse leggere tutti i dettagli, questo è l’elenco completo delle funzionalità presenti in Paranoid Android:

General Features:

  • Pie Controls
  • Color Engine
  • On-the-spot controls
  • Immersive Mode
  • Paranoid OTA Updater
  • Battery Styles
  • Advanced Power Dialog
  • Recent App Locking
  • Quick Pull-down
  • Substratum Support
  • Enhanced Kernel + Control

OnePlus Specific Features:

  • Advanced Button Control
  • Gesture Control
  • Alert Slider Support
  • Fingerprint Enhancements
  • Camera Enhancements

Per adesso la lista dei dispositivi supportati non è molto ampia, e si limita solo a Google Pixel e Pixel XL, Nexus 6P e 5X e i due OnePlus 3 e 3T già citati. Fortunatamente lo sviluppo proseguirà anche per altri dispositivi, e nei prossimi mesi Paranoid Android arriverà anche su OnePlus 2, One e X, Nexus 5 e Nextbit Robin.

Se volete scaricare la ROM adatta al vostro smartphone, trovate di seguito i link per il download:

Ricordiamo che, per installare Paranoid Android è necessario avere il bootloader sbloccato e una custom recovery installata. Per tutte le altre informazioni e le istruzioni per installare la ROM, potete fare riferimento al sito ufficiale del progetto Paranoid a questo indirizzo.

 

L’articolo Paranoid Android is back! Nuova versione basata su Android 7.1.2 Nougat (foto e download) sembra essere il primo su AndroidWorld.

Google pensa alla vostra cultura: migliorati gli strumenti di ricerca per arte e pittura (video)

Sapevate che ogni mese ci sono ben 500 milioni di ricerche su Google riguardo ad argomenti artistici? Se anche voi siete tra coloro che sfruttano le funzioni di ricerca per espandere il proprio bagaglio culturale legato all’arte, sappiate che da oggi tutto questo sarà ancora più semplice e comodo.

Il team di Google Arts & Culture ha collaborato con quello che si occupa del motore di ricerca per espandere gli strumenti legati alla ricerca di dipinti, sculture, musei o luoghi d’arte. Ad esempio, da ora quando cercheremo un dipinto Google sarà in grado di mostrarci immagini ad esso correlate, dirci i posti in cui poterlo ammirare, darci informazioni su chi l’ha realizzato o sul periodo artistico che rappresenta, e fornirci tutta una serie di collegamenti che potrebbero interessarci.

Inoltre, grazie all’integrazione con Google Maps e Street View, fare un tour virtuale all’interno dei musei disponibili sulla piattaforma sarà ancora più interessante. Visitando una sala di un museo su Street View, potremo cliccare su un qualsiasi quadro per avere maggiori informazioni su di esso e zoomare sui dettagli. Il sistema riconoscerà in automatico di quale opera si tratti grazie alle tecnologie di visual recognition.

LEGGI ANCHE: Ricerca Google integra un selettore di colori

Le nuove funzioni di ricerca per l’arte sono disponibili sia su desktop che su app mobile. In particolare, il riconoscimento automatico su Street View è disponibile solo su desktop e su Chrome mobile. Se volete saperne di più, potete dare un’occhiata al video e all’immagine che trovate di seguito.

L’articolo Google pensa alla vostra cultura: migliorati gli strumenti di ricerca per arte e pittura (video) sembra essere il primo su AndroidWorld.

Instagram lancia gli sticker per l’orgoglio LGBTQ

Per chi non lo sapesse, giugno è il mese dedicato all’orgoglio LGBTQ e, per l’occasione, Instagram ha lanciato sei set di sticker dedicati, creati da altrettanti artisti LGBTQ che fanno parte della community: José Antonio Roda (@josearoda); Josh McKenna (@jshmck); Carra Sykes (@carrasykes); Rooney (@heyrooney); Cute Brute (@thecutebrute).

Inoltre, l’app più amata dai fotografi, ha aggiunto un nuovo pennello arcobaleno e lanciato un’iniziativa tramite l’hashtag #kindcomments, in cui invita gli utenti a commentare (in maniera gentile, ovviamente) le foto altrui. Se scoprire come saranno i nuovi adesivi, potete dare un’occhiata alla galleria qui sotto.

L’articolo Instagram lancia gli sticker per l’orgoglio LGBTQ sembra essere il primo su AndroidWorld.

Il Play Store aggiunge sezione “notifiche” e opzioni per offerte e pre-registrazione

Ancora novità e piccoli aggiustamenti per il Play Store di Google. Il negozio virtuale di app per Android si arricchisce di una nuova sezione nelle impostazioni, dedicata interamente alle notifiche.

La nuova schermata, oltre alle opzioni già viste in precedenza, include due nuovi toggle: il primo serve ad abilitare le notifiche relative a nuove app disponibile in pre-registrazione che potrebbero piacerci, mentre il secondo è dedicato alle promozioni speciali offerte dallo store che potrebbero essere di nostro interesse.

LEGGI ANCHE: Il Play Store permette ancora la pubblicazione di truffe

Le nuove impostazioni sono già presenti nella versione 7.8.16 dell’app, ma è probabile che si tratti del solito aggiornamento lato-server, che dunque non dipende dalla versione installata. L’aggiornamento arriverà in automatico a tutti gli utenti nei prossimi giorni, ma vi consigliamo di controllare se l’avete già ricevuto sul vostro dispositivo e, nel caso, di abilitare o disabilitare i nuovi toggle.

L’articolo Il Play Store aggiunge sezione “notifiche” e opzioni per offerte e pre-registrazione sembra essere il primo su AndroidWorld.

OnePlus vi fa scegliere la confezione di vendita di OnePlus 5: quale preferite? (foto)

OnePlus è una delle aziende più attente alle indicazioni provenienti dai propri clienti, e la nuova iniziativa proposta oggi ne è un’ennesima conferma.

Per il lancio dell’attesissimo OnePlus 5, il produttore cinese ha deciso di aprire dei piccoli sondaggi attraverso i profili ufficiali presenti sui vari social network, come Weibo e Twitter, per domandare agli utenti quale debba essere l’estetica della confezione di vendita del suo nuovo top gamma.

Le possibilità offerte sono molteplici: ci sono box in colorazione bianca o rossa – ovvero i classici colori OnePlus –, con il numero “5” declinato in varie forme, dimensioni e posizioni.

LEGGI ANCHE: Tutto quello che sappiamo su OnePlus 5

Se volete esprimere la vostra preferenza, potete farlo tramite Twitter, rispondendo al tweet che trovate più in alto. Al di là dell’aspetto estetico, quello che conta è che ormai anche la confezione di vendita è quasi pronta, e ciò significa che manca davvero poco alla presentazione ufficiale.

L’articolo OnePlus vi fa scegliere la confezione di vendita di OnePlus 5: quale preferite? (foto) sembra essere il primo su AndroidWorld.

Eupolia: una guida per i viaggi fatta da viaggiatori (foto)

Quando si tratta di viaggiare ci sono in genere due scuole di pensiero: c’è chi decide di prendere una guida e seguire i “consigli degli esperti”, e chi invece preferisce affidarsi ai pareri degli abitanti dei luoghi o di appassionati come lui.

Se fate parte della seconda categoria di persone, e non siete amanti delle più tradizionali guide, potete installare sul vostro smartphone Eupolia, un’applicazione gratuita nella quale potrete confrontarvi con altri utenti ed attingere dalle loro esperienze per pianificare il vostro viaggio ideale!

Il social network per chi ama viaggiare

Eupolia è un’applicazione gratuita, disponibile per Android ed iOS, che sta un po’ a metà fra la guida e il social network: ad essa potrete infatti rivolgervi per scoprire i posti più interessanti vicini al luogo dove vi trovate o alla vostra meta, ma anche per condividere le vostre esperienze e i vostri consigli sulle destinazioni da non perdersi.

LEGGI ANCHE: Vueling si affida ai chatbot: ecco EVA, il primo assistente di viaggio virtuale

Per utilizzare Eupolia non dovrete far altro che avere una meta in mente: scrivendone il nome nella barra di ricerca vedrete infatti un elenco di proposte consigliate dagli utenti, con tanto di resoconti, commenti e fotografie. Potrete così esplorarli virtualmente, fugare i vostri dubbi e, naturalmente, anche ricevere le indicazioni stradali per raggiungerli qualora decidiate di visitarli a vostra volta.

Se vi trovate in un luogo particolarmente interessante, invece, potrete con pochi tocchi aggiungerlo all’applicazione permettendo ad altri appassionati di venirne a conoscenza: avrete la possibilità di aggiungere una foto scattata da voi, oppure anche di cercarla tramite Google se si tratta di un posto che conoscete ma lontano da dove siete al momento.

Download gratuito

Eupolia è disponibile gratuitamente per dispositivi Android ed iOS: potete scaricarla sul vostro smartphone o tablet cliccando sui rispettivi badge per il download che trovate a seguire.

POTREBBE INTERESSARTI: Come scaricare le mappe di Google Maps per l’utilizzo offline

L’articolo Eupolia: una guida per i viaggi fatta da viaggiatori (foto) sembra essere il primo su AndroidWorld.

Il prossimo anno si venderanno più smartphone di questo, dice IDC

Dopo anni di impennata, il mercato degli smartphone ha iniziato a rallentare: per diversi mesi abbiamo parlato della saturazione del settore, considerando che la maggior parte delle persone su questa terra possiede già un dispositivo.

A tal proposito, secondo le previsioni di IDC, nel 2017 verranno spediti 1.517 milioni di smartphone, con una crescita del 3% rispetto all’anno passato. Al contrario, sempre stando alle ipotesi della società di analisi, nel 2018 l’incremento anno su anno (year over year) sarà leggermente più alto, pari al 4,5%, grazie al miglioramento delle condizioni economiche nei mercati in via di sviluppo. Le previsioni di IDC arrivano fino al 2021, in cui la società azzarda che verrano venduti 1.744,6 milioni di smartphone.

LEGGI ANCHE: In Italia si naviga più da smartphone che da PC

Ma torniamo a quest’anno e, in particolare, all’eterno confronto tra Android e iOS: secondo IDC, nel 2017 Android avrà l’85,1% del mercato, mentre iOS si fermerà al 14,7%; Windows Phone resiste in classifica con un coraggioso 0,1% e un crollo del -80% rispetto al 2016. A tal proposito, le proiezioni di IDC sostengono che nel 2021 Windows sarà completamente scomparso: riuscirà il recente annuncio del ritorno di Microsoft sul mobile a cambiare questo quadro?

L’articolo Il prossimo anno si venderanno più smartphone di questo, dice IDC sembra essere il primo su AndroidWorld.

OnePlus 3/3T saranno aggiornati ad Android O, ma OnePlus 2 potrebbe non ricevere Nougat

Pete Lau, co-fondatore di OnePlus, ha rassicurato gli utenti degli attuali top di gamma dell’azienda: OnePlus 3 e OnePlus 3T saranno aggiornati ad Android O, quando disponibile.

Buone notizie quindi, ma non per tutti, perché una mail del supporto OnePlus lascia intendere che OnePlus 2 non riceverà mai Android Nougat.

Thank you for reaching OnePlus Customer support.
This is Alex from OnePlus. we greatly , appreciate.
Your time and effort in reaching out to us. Your concern is of utmost importance and I will be helping you out with your ticket. As much as we would like to give the latest update on the OnePlus 2, we’ve discontinued updates for dated devices.
But we will continue to support the limited warranty for current users and provide updates and support the best way we can even for OnePlus 2 users.

La mail in questione, riportata su XDA (non ci è quindi possibile verificarne l’autenticità) afferma chiaramente che sono stati interrotti gli aggiornamenti per “i dispositivi datati“, con riferimento a OnePlus 2. Poco sotto però si parla di “updates and support“, anche se probabilmente ci si riferisce ad un supporto generico ed al più alle patch di sicurezza.

LEGGI ANCHE: OnePlus 5: possibili caratteristiche, uscita prezzo

Ricordiamo che l’azienda aveva promesso da tempo l’update a Nougat per OnePlus 2, ma che poi ha sempre taciuto in merito, ed il silenzio, in questi casi, non è quasi mai foriero di buone notizie.

L’articolo OnePlus 3/3T saranno aggiornati ad Android O, ma OnePlus 2 potrebbe non ricevere Nougat sembra essere il primo su AndroidWorld.

Vodafone proroga le offerte Special 1GB, Special 4GB e Special 7GB

Vodafone ha deciso di concedere ulteriore tempo ai futuri nuovi clienti intenzionati a richiedere l’attivazione di una fra le tre proposte più gettonate di questo operatore.

(…)
Continua a leggere Vodafone proroga le offerte Special 1GB, Special 4GB e Special 7GB su Androidiani.Com


© nicopetilli for Androidiani.com, 2017. |
Permalink |

Tags del post: , , , , , , , , , , ,

OnePlus 5 potrebbe essere presentato il 15 giugno (aggiornato: presunto teaser dell’evento)

In base ad una presunta mail interna trapelata (la trovate a fine articolo), OnePlus 5 potrebbe essere presentato molto presto, ovvero il prossimo 15 giugno. Ovviamente non abbiamo modo di verificare questa data, ma nonostante sia in effetti molto presto, non la riteniamo impossibile.

OnePlus aveva già confermato a The Verge che il suo prossimo top di gamma sarebbe stato lanciato “in estate”. Questo significa che la presentazione dovrà ovviamente precedere la commercializzazione di OnePlus 5, ed ipotizzando che da luglio lo smartphone sia disponibile all’acquisto, un evento a metà giugno diventa più che plausibile.

La data precisa non è ancora stata annunciata dall’azienda, ma se davvero ci sarà qualcosa nelle prossime 2-3 settimane, di certo ne avremo comunicazione ufficiale a breve, perché questi eventi sono tutto fuorché segreti. A risentirci quindi, speriamo presto.

Aggiornamento31/05/2017 ore 14:30

Ad ulteriore conferma della data del 15 giugno, arriva ora un poster trapelato (vedi sotto) che dovrebbe riferirsi proprio al lancio di OnePlus 5 in detta data, almeno sul mercato cinese. Rimane comunque la possibilità che l’immagine sia un falso, perché per ora non c’è niente al riguardo sui canali ufficiali dell’azienda cinese, ed in fondo alla data del 15 giugno mancano solo due settimane. Ovviamente, in caso di novità, le troverete riportate sulle nostre pagine.

L’articolo OnePlus 5 potrebbe essere presentato il 15 giugno (aggiornato: presunto teaser dell’evento) sembra essere il primo su AndroidWorld.

Tripadvisor si sottopone ad un bel lifting: vi piace la nuova grafica?

Aria di novità in casa Tripadvisor, che ha nettamente svecchiato la sua applicazione con un look più moderno, pulito ed anche intuitivo.

Come recita il Play Store stesso, design e interfaccia sono stati ottimizzati, con l’aggiornamento in particolare delle schermate Hotel, Ristoranti, Attrazioni, Case vacanza e Voli.

Ci sono anche miglioramenti generici di stabilità, ma davvero la grafica la fa da padrone, e dobbiamo dire che ci piace come sono state organizzate le schede dei vari locali e l’impostazione in Material Design dell’intera applicazione. Badge per il download gratuito subito qui sotto, ed a seguire alcuni screenshot a testimonianza di quanto appena scritto.

L’articolo Tripadvisor si sottopone ad un bel lifting: vi piace la nuova grafica? sembra essere il primo su AndroidWorld.

Le ultime su OmniROM: aggiunti Moto G4/G4 Plus e Redmi Note 3, miglioramenti per Xperia X/X Compact e altro

In un mondo del modding che non conta più così tanti nomi di spicco come un tempo, OmniROM è un memento di un tempo che non si rassegna al pensionamento.

Di recente sono stati aggiunti Motorola G4/G4 Plus e Xiaomi Redmi Note 3 all’elenco dei dispositivi supportati, mentre Sony Xperia X ed X Compact dovrebbero vedere notevoli miglioramenti nella qualità fotografica. Inoltre, è in lavorazione l’aggiunta di ambient display.

Vi lasciamo infine con i thread su XDA relativi ai dispositivi supportati da OmniROM con Android 7.1.2  Nougat, mentre per il download diretto del firmware potete fare riferimento anche al sito ufficiale.

L’articolo Le ultime su OmniROM: aggiunti Moto G4/G4 Plus e Redmi Note 3, miglioramenti per Xperia X/X Compact e altro sembra essere il primo su AndroidWorld.

La condivisione di file tra Android e PC sarà semplificata da Arrow Launcher

Una recente versione beta di Arrow Launcher permette di sincronizzare automaticamente file tra Android e PC, tramite una funzione chiamata Arrow Hub (disponibile anche come widget), che si appoggia a OneDrive per lo scambio di file.

A quanto pare Microsoft non ha voluto integrare Arrow Hub in Windows 10, ed al momento si appoggia ad un sito esterno, che in pratica è una web app con la quale potrete (da PC) caricare i file che volete, in modo da sincronizzarli con Arrow Launcher. Questo significa che la cosa funzionerà da qualsiasi sistema operativo, ovvero anche MacOS e Linux.

In pratica tutto ciò che fa Arrow Hub è creare una cartella nel vostro OneDrive ed usarla per sincronizzare file tra il launcher e la web app. Niente di troppo complicato, ma comunque funzionale allo scopo, anche se ci sono già tantissime alternative simili. Per adesso comunque è solo un test in beta ristretta, ma il rollout generale non dovrebbe essere troppo lontano.

L’articolo La condivisione di file tra Android e PC sarà semplificata da Arrow Launcher sembra essere il primo su AndroidWorld.

Volantino Carrefour 1-8 giugno: sottocosto su iPhone 7 a 599€ e Samsung Galaxy S7 a 399€ (foto)

Interessanti offerte in arrivo da Carrefour durante la prima settimana di giugno. La catena di supermercati si concentra infatti sulla tecnologia con il nuovo volantino “Sottocosto”, riportato da VolantinoFacile, che sarà valido tra il 1° e l’8 giugno, con anche qualche sconto degno di nota.

Quelli più interessanti sono nel reparto smartphone, dove trovate Samsung Galaxy S7 a 399€, Galaxy J5 2016 a 149€, iPhone 7 32 GB a 599€ e Huawei P9 Lite a 189€. Non manca anche qualche ribasso su notebook, PS4 Slim (a 229€) e TV.

Tuttavia è bene notare che gli articoli coperti dalla promo sono disponibili in quantità limitate. Avete comunque ancora qualche ora per farvi un’idea; a tal proposito date un’occhiata alla galleria qui sotto con le parti più smart oppure andate al volantino completo se vi interessano anche gli elettrodomestici.

Volantino Carrefour 1-8 giugno “Sottocosto”

L’articolo Volantino Carrefour 1-8 giugno: sottocosto su iPhone 7 a 599€ e Samsung Galaxy S7 a 399€ (foto) sembra essere il primo su AndroidWorld.

Anche Twitter avrà una casella “Altro” per i messaggi da sconosciuti

Come probabilmente saprete, quando qualcuno che non è un vostro amico su Facebook vi scrive un messaggio privato, questo finisce nella cartella Richieste di messaggi, precedentemente nota come Altro. Adesso, anche Twitter ha adottato un approccio identico per i Messaggi Diretti.

A partire da oggi, infatti, se avete abilitato l’apposita spunta che vi permette di ricevere messaggi da chiunque, quando vi scriverà qualcuno che non seguite, il suo messaggio finirà nel tab Richieste. La funzione dovrebbe essere già in fase di rollout nelle app per iOS e Android, nonché nella versione mobile del sito web.

L’articolo Anche Twitter avrà una casella “Altro” per i messaggi da sconosciuti sembra essere il primo su AndroidWorld.

LG V30: un nuovo bellissimo concept fa la sua comparsa in rete – FOTO E VIDEO

LG V30 è ormai motivo di discussione per utenti e blogger di tutto il mondo, nel tentativo di scoprire quali saranno le caratteristiche hardware e software di questo atteso top di gamma.

(…)
Continua a leggere LG V30: un nuovo bellissimo concept fa la sua comparsa in rete – FOTO E VIDEO su Androidiani.Com


© nicopetilli for Androidiani.com, 2017. |
Permalink |

Tags del post: , , , ,

Nintendo ci riprova: in arrivo Pokéland, una sorta di Pokémon Rumble tascabile

Pokémon GO non è stato l’unico gioco appartenente all’universo Pokémon a sbarcare su dispositivi mobili negli ultimi mesi. A breve però se ne aggiungerà un altro, in parte ispirato alle meccaniche di gioco di Pokémon Rumble.

Il gioco in questione si intitola Pokéland. Farà il suo debutto su iOS e Android e richiederà l’accesso con un Nintendo Account e una connessione dati costante per l’utilizzo. Così a occhio sembrerebbe trattarsi di un titolo free-to-play coadiuvato da acquisti in-app.

Dal 9 giugno ci sarà un alpha test su Android limitato al Giappone, non sappiamo quando termineranno le fasi di test e soprattutto quanto ci metterà Pokéland a sbarcare anche in Europa. Il giocatore avrà a che fare con 6 isole, 52 diversi stage e 134 Pokémon da catturare ed addestrare. Per il momento non abbiamo niente da mostrarvi, ad eccezione del sito ufficiale (in giapponese), ma vi terremo aggiornati su eventuali novità a riguardo.

L’articolo Nintendo ci riprova: in arrivo Pokéland, una sorta di Pokémon Rumble tascabile sembra essere il primo su AndroidWorld.

Offerte GearBest 31 maggio: dalla Cina con furore con tanti smartphone e un box TV da 20€

GearBest arriva con la sua ultima ondata di offerte del mese. Anche oggi 31 maggio lo shop cinese vi propone buoni sconto ed offerte lampo su diversi articoli, concentrandosi perlopiù sugli smartphone.

Diversi Xiaomi e qualche terminale dei marchi cinesi più famosi anche qui da noi, vi aspettano nella lista qui sotto di fianco a gadget come la lampadina smart di Yeelight, un box TV da poco più di 20€ e non solo. Continuate pure a scorrere, ma ricordate che le spedizioni di GearBest, salvo dove diversamente indicato, partono dai suoi magazzini cinesi.

Xiaomi Yeelight lampadina smart

8.89€

Con il coupon MiBulbSQ.

Box TV SUNVELL T95D

21.35€

Con il coupon GBST95D. Chip RK3229, 1 GB di RAM, 8 GB di archiviazione. Basato su Android 6.0.

MGCOOL Explorer Pro 4K

33.81€

Con il coupon GBMGSY.

Lenovo TAB 2 A7-30

62.29€

Con il coupon TABGB.

Xiaomi Redmi 4A

86.32€

Con il coupon G4A4G. Versione 32 GB con banda 20.

Vernee Thor E

92.55€

Con il coupon ThorEGS.

Xiaomi Redmi 4X

95.22€

Recensione

Con il coupon HRedmi4X. Versione 16 GB con ROM globale.

Box TV Beelink BT3 Pro

111.24€

Con il coupon GBBT3P64. Versione 64 GB. Coupon versione 32 GB a 106.79€ GBBT3P32.

ASUS ZenFone 2 ( ZE551ML ) 4+32GB

115.69€

Con il coupon ZE551MR.

Xiaomi Redmi 4X

106.79€

Recensione

Con il coupon R4X4G. Versione 32 GB con banda 20.

Vernee Apollo Lite

133.49€

Recensione

Con il coupon Lite4GR.

Ulefone Power 2

145.06€

Recensione

Con il coupon UPower2.

Xiaomi Mi5

177.99€

Recensione

Con il coupon HMI64GB. Versione 64 GB con ROM globale.

ZTE AXON 7 Mini

177.99€

Recensione

Con il coupon AXONGS.

CHUWI LapBook 12.3

284.79€

Offerta lampo.

Xiaomi Mi6

382.69€

Recensione

Con il coupon Mi64GH. Versione 64 GB con ROM globale.

XIAOMI Mi Drone 4K

435.21€

 Offerta lampo.

Nota: se il prezzo dovesse differire da quello indicato nell’articolo è a causa del fatto che i pezzi in promozione sono esauriti o l’offerta a tempo scaduta.

L’articolo Offerte GearBest 31 maggio: dalla Cina con furore con tanti smartphone e un box TV da 20€ sembra essere il primo su AndroidWorld.

Adesso potete sbloccare il bootloader del vostro LG G6

LG G6 (H870), cioè la versione europa, entra ufficialmente a far parte del programma di sblocco del bootloader del produttore coreano. Ciò significa che potrete sbloccare il vostro top di gamma in modo relativamente sicuro, ma vi ricordiamo comunque che così facendo perderete la garanzia di LG.

Per procedere con lo sblocco del bootloader, dovrete visitare il sito ufficiale, munendovi preventivamente dell’IMEI del vostro LG G6 e di adb e fastboot funzionanti sul vostro PC. La procedura, descritta in modo dettagliato da LG, è un po’ lunga ed un minimo macchinosa, quel tanto che basta per scoraggiare il neofita, ma non certo abbastanza per dissuadere lo smanettone di turno. Voi a quale categoria appartenete?

L’articolo Adesso potete sbloccare il bootloader del vostro LG G6 sembra essere il primo su AndroidWorld.

UMIDIGI G, la recensione (foto e video)

UMIDIGI è un’azienda che da sempre punta al mercato degli smartphone low cost. La cosa però diventa particolarmente interessante sopratutto quando il prezzo cala di molto, scendendo anche sotto i 100€, come in questo caso per UMIDIGI G.

LEGGI ANCHE: Recensioni UMIDIGI


7.5

Confezione

La confezione di vendita di UMIDIGI G contiene al suo interno una cover in silicone, un caricabatteria da 5V/1A e un cavo USB-microUSB.


7.5

Costruzione ed Ergonomia

UMIDIGI G è uno smartphone compatto e che vuole fare il verso in tutto e per tutto ad un iPhone 7. È quindi comodo da tenere in mano e la sua forma lo rende estremamente maneggevole. È realizzato in plastica e in mano la sensazione di qualità è solo discreta. La plastica, così come anche il vetro frontale, trattengono molto le impronte digitali. Una bella pulizia sarà richiesta se vorrete mantenere il telefono pulito. I tasti fisici sul lato destro non hanno un click particolarmente preciso, ma non sono un ostacolo all’utilizzo quotidiano.


7.0

Hardware

UMIDIGI ha scelto un hardware abbastanza basilare per questo G, ma considerato il prezzo è comunque più di quello che ci saremmo aspettati. Abbiamo un processore Mediatek MT6737 quad core da 1,3 GHz con GPU Mali T720 MP2 e 2 GB di RAM. La memoria interna è da 16 GB ed è espandibile tramite microSD che però occuperò lo spazio della seconda nanoSIM. Discreta la connettività: LTE da 150 Mbps, Wi-Fi b/g/n a singola banda, Bluetooth 4.1 e assenza di NFC. Manca purtroppo anche il chip NFC, ma è invece presente il giroscopio e la bussola digitale. Ormai immancabile anche il lettore di impronte digitali posizionato sulla parte frontale. È abbastanza preciso e rapido, anche se in tasca ogni tanto il telefono vibrerà per pressioni errate del lettore di impronte digitali.


7.0

Fotocamera

La fotocamera principale è una decente 8 megapixel che vi permetterà di scattare buone foto (per la fascia di prezzo) con buona luce e video a 720p a cui però la sufficienza è difficile da dare. Si tratta di una fotocamera nel complesso più che sufficiente per qualche scatto di emergenza e qualche foto in buone condizioni di luce della propria vacanza. La fotocamera frontale da 2 megapixel invece è sotto la media.

SAMPLE: FotoVideo


7.0

Display

Il display di UMIDIGI G è un 5 pollici HD (1280 x 720 pixel) in tecnologia IPS. I colori sono discretamente tarati e il touch (fino a 5 tocchi) non ha mostrato sostanziali problemi. La luminosità non è altissima e il vetro poco oleofobico potrebbero però darvi qualche noia alla luce diretta del sole.


7.5

Software

All’interno di questo smartphone abbiamo Android 7.0 Nougat, una versione di Android abbastanza recente e che fa sfigurare (sempre in rapporto al prezzo) altre aziende più blasonate. Il software è molto basilare, ma gli permette anche di mantenere una certa snellezza e non appesantire troppo l’hardware dello smartphone. Abbiamo comunque il multiwindows, alcune gesture e la possibilità di utilizzare il tasto frontale al posto dei tasti a schermo, anche se la pressione prolungata per tornare alla home è troppo lunga. Abbiamo poi la possibilità di programmare accensione e spegnimento, oltre che scegliere quali applicazioni possono rimanere in background dopo che siete usciti dalla stessa. Nessuna novità eclatante quindi, ma un software funzionale e semplice da usare. Il browser non è velocissimo, ma nei siti mobile offre prestazioni più che adeguate.


6.5

Autonomia

La batteria da 2000 mAh non offre una grandissima autonomia ma vi permette di arrivare a fine giornata con un utilizzo medio. Utilizzando in modo intenso vi servirà invece una seconda carica verso l’ora di cena.


9.0

Prezzo

UMIDIGI G ha un prezzo di vendita quasi “ridicolo” se confrontato ad altre offerte. Si tratta di 79€ su Banggood, uno dei rivenditori ufficiali (dalla Cina) di UMIDIGI. Sicuramente uno degi migliori smartphone sotto la fascia dei 100€.

Acquisto

Potete acquistare UMIDIGI G a 79€ su Banggood.

Foto

L’articolo UMIDIGI G, la recensione (foto e video) sembra essere il primo su AndroidWorld.

Moto Z2 Play viene certificato dal TENAA: confermati i timori sulla batteria (aggiornato: 3.000 mAh)

Un paio di settimane fa Evan Blass (in arte @evleaks) ci aveva messo in guardia sul futuro Moto Z2 Play di Lenovo, anticipando che il successore dell’apprezzato Moto Z Play avrebbe presentato uno spessore più ridotto e di conseguenza una batteria meno capiente. Ebbene, Moto Z2 Play (se questo sarà il suo nome definitivo) è da poco stato certificato dal TENAA, confermando i timori infusi da Evan Blass, se non peggio.

Il dispositivo, nome in codice XT1710-08, dovrebbe avere una batteria da soli 2.820 mAh (Blass parlava di una 3.000 mAh), un notevole balzo indietro rispetto ai 3.510 mAh del primo Moto Z Play. Ciò sarebbe giustificato da uno spessore di appena 5,99 mm che, come avevamo scritto nell’articolo precedente (e a giudicare anche dai vostri commenti), non ci sembra affatto necessario. È possibile quindi che Lenovo voglia spingere su un design estremo per rendere più accattivante il dispositivo e poi indurre i propri acquirenti a puntare sui vari MotoMod, fra cui le batterie.

LEGGI ANCHE: Moto C e Moto C Plus ufficiali in Italia (foto)

Il resto delle specifiche sembra confermare quanto già trapelato precedentemente: display AMOLED da 5,5″ Full HD, SoC Qualcomm Snapdragon 626 (un octa core con clock a 2,2 GHz), 4 GB di RAM, 64 GB di memoria interna, fotocamera principale da 12 Megapixel (potrebbe trattarsi della stessa di Moto G5 Plus con apertura f/1,7) e secondaria da 5 Megapixel. Anche il design, una rivisitazione del primo Moto Z Play, parrebbe confermato rispetto ai precedenti leak.

Chiudiamo infine con la possibile data di annuncio di questo nuovo dispositivo: si parla del prossimo 8 giugno. Quindi fra meno di un mese potrebbe essere svelato Moto Z2 Play e, se spessore e batteria saranno confermati, siamo sicuri che farà molto discutere.

Aggiornamento21/05/2017 ore 9:20

Poco fa ci siamo imbattuti su un tweet dell’account ufficiale di Lenovo che, in risposto ad una domanda di un utente, ha confermato che Moto Z2 Play avrà una batteria di 3.000 mAh. Lo scarto fra i 2.820 mAh indicati dal TENAA e i 3.000 confermati da Lenovo potrebbe riguardare la quantità nominale e quella effettiva. In ogni caso, è ormai certo che la batteria del nuovo Moto Z2 Play sarà ben minore rispetto  a quella del predecessore.

Aggiornamento31/05/2017 ore 11:30

Lenovo Moto Z2 Play passa nuovamente al vaglio del TENAA, questa volta con numero di modello XT1710-11 e con una batteria da 3.000 mAh, ovvero lo stesso valore già confermato da Lenovo su Twitter. Ci aspettiamo che sia quindi questa la versione internazionale, con possibili varianti locali diverse. In ogni caso domani, 1° giugno, è previsto un evento Lenovo in Brasile, durante il quale potrebbe essere annunciato proprio Moto Z2 Play (anche se è più probabile che riguardi solo i moto E4/E4 Plus).

L’articolo Moto Z2 Play viene certificato dal TENAA: confermati i timori sulla batteria (aggiornato: 3.000 mAh) sembra essere il primo su AndroidWorld.

Anche YouTube adotta ufficialmente la barra di navigazione in basso (foto e video)

Dopo Google+ e Google Foto, anche YouTube capovolge la situazione, adottando una barra di navigazione in basso, che si sta diffondendo a macchia di leopardo tra le app Google, che si arricchiscono così di uno stile “alla iOS”, anche se in moto tutt’altro che uniforme.

Aprendo l’app di YouTube su iOS o Android, avrete infatti ora 5 schede nella parte inferiore dello schermo: home, tendenze, iscrizioni, condivisi e raccolta. I nomi parlano praticamente da soli; specifichiamo solo che nella libreria si trovano cronologia, caricamenti, acquisti e playlist, mentre premendo sull’avatar in alto a destra potrete accedere alle impostazioni dell’account e dell’app stessa, e tenendo premuto a lungo su quello stesso avatar potrete cambiare account.

LEGGI ANCHE: Google Foto permette di archiviare le foto

Sempre nella action bar in alto, troverete l’occasionale icona per il casting (se presente un dispositivo sul quale eseguirlo), quella per catturare e/ caricare un video e quella per effettuare una ricerca.

Non cambia poi tantissimo rispetto a prima, solo che è più facile accedere alle varie sezioni con il semplice uso del pollice. Considerando poi l’avvento degli schermi in 18:9, ovvero molto allungati, non possiamo dire che la cosa ci dispiaccia. Se non aveste ancora ricevuto questa nuova grafica, datele un’occhiata nei contenuti multimediali qui sotto.

L’articolo Anche YouTube adotta ufficialmente la barra di navigazione in basso (foto e video) sembra essere il primo su AndroidWorld.

L’invio di foto diventa ancora più semplice in WhatsApp beta

Piccola novità per WhatsApp beta 2.17.202, che altera la modalità per inserire foto, rendendola più potente e semplice da usare anche per inviare contenuti multipli.

Parliamo della piccola icona a forma di fotocamera, che si trova in basso a destra in ogni schermata di chat. Cliccandoci sopra, in passato, avevate solo un carosello orizzontale con gli ultimi contenuti catturati. Adesso avrete invece sempre lo stesso carosello, ma scorrendo il dito verso l’alto si aprirà un’intera galleria a pieno schermo, con i contenuti divisi per data e con un pulsante (in alto a destra) per selezionare più foto alla volta.

LEGGI ANCHE: Telegram sempre un passo avanti: video messaggi, pagamenti via bot e altro

Gli screenshot qui sotto parlano da soli, e se voleste provare questa novità è sufficiente iscriversi alla beta di WhatsApp, oppure scaricare direttamente l’ultimo apk.

L’articolo L’invio di foto diventa ancora più semplice in WhatsApp beta sembra essere il primo su AndroidWorld.

iPhone 8 sarà più compatto di Galaxy S8

L’attesissimo iPhone 8 è senza dubbio uno degli smartphone più attesi della storia e, settimana dopo settimana, continuano a trapelare diverse informazioni in merito: questa volta parliamo di dimensioni e, ovviamente, dei consueti confronti con gli altri dispositivi.

Ma, prima di parlare di misurazioni, ricordiamo che la più evidente novità del nuovo smartphone della mela sarà un grande display OLED da 5,8″ che occupa quasi interamente la parte frontale: la diagonale, quindi, sarebbe esattamente identica a quella di Galaxy S8, ma rispetto a quest’ultimo sarebbe leggermente più largo e meno alto.

Secondo quanto riferito da iDropNews, grazie ad informazioni ottenute ancora una volta il designer/leaker Benjamin Geskin, le dimensioni di iPhone 8 saranno le seguenti: 143,59 x 70,94 x 7,57 mm.

LEGGI ANCHE: Il prezzo di iPhone 8 sarà il più alto di sempre

Qualora queste dimensioni fossero confermate, il nuovo iPhone 8 sarebbe quindi più grande (da qualsiasi prospettiva) rispetto ad iPhone 7 (che misura 138.3 x 67.1 x 7.1 mm), ma più compatto e sottile rispetto ad Galaxy S8 (148,9 × 68,1 × 8,0 mm).

Nelle immagini che potete vedere nella galleria in fondo ci sono alcuni render dello stesso Benjiamin Geskin che mostrano da vicino quel che dovrebbe essere l’aspetto di iPhone 8, anche a confronto con altri dispositivi.

Inoltre, anche @OnLeaks ha realizzato un’immagine comparativa, dove possiamo apprezzare le dimensioni del prossimo smartphone della mela a confronto con un gran numero di dispositivi Android.

L’articolo iPhone 8 sarà più compatto di Galaxy S8 sembra essere il primo su AndroidWorld.

Offerte Amazon 31 maggio: LG G6 a 535€, Galaxy S8 ed S8+, mini PC e box TV

Ultime offerte Amazon del mese e questo maggio lo shop lo chiude con qualche ribasso interessante. Oggi spiccano senz’altro Samsung Galaxy S8 ed S8+ insieme ad b, ma non manca qualche gadget più accessibile con un box TV Zidoo e uno MINIX.

Quanto già detto e qualche altro articolo in sconto, vi aspettano nella nostra consueta rassegna con le migliori offerte Amazon che vi lasciamo qui sotto.

Zidoo X6 Pro

84.15€

4K, HEVC e 3D. Questo box TV non teme i formati più “tosti”.

Netgear VMC3030-100EUS Arlo

104.47€

Se avete un sistema di videosorveglianza Arlo, ecco un buon prezzo sulla singola cam. Perfetta per espandere ulteriormente la copertura del sorveglianza smart.

MINIX NEO U1

109.9€

Ad animare questo box TV Android c’è un chip Amlogic S905. Perfetto anche per i video 4K, fruibili da Kodi che è pre-installato.

Asus TS10 Vivostick

132.9€

Questo sì che è un mini PC. Nell’ingombro di poco più di una chiavetta USB integra chip Intel Atom x5-Z8350, 2 GB di RAM ed eMMC da 32 GB.

Lenovo K6 Note

179€

Calo di prezzo degno di nota anche per il medio gamma LG K6 Note, nelle colorazioni bianco e nero.

LG G6

534.89€

Recensione

Tra i top gamma oggi in sconto c’è anche LG G6 (nero ed argento). Il prezzo è il migliore mai visto su Amazon Italia.

Samsung Galaxy S8

629€

Recensione

Occasione non male neanche per il Galaxy S8, considerando che è venduto e spedito da Amazon.

Samsung Galaxy S8+

739€

Recensione

Il prezzo non è il migliore visto su Amazon in Italia, ma sicuramente tra i più interessanti degli ultimi giorni. Se stavate cercando l’occasione per portarvi a casa un S8 Plus questa potrebbe essere quella giusta.

Nota: se il prezzo dovesse differire da quello indicato nell’articolo è a causa del fatto che i pezzi in promozione sono esauriti o l’offerta a tempo scaduta.

L’articolo Offerte Amazon 31 maggio: LG G6 a 535€, Galaxy S8 ed S8+, mini PC e box TV sembra essere il primo su AndroidWorld.

Essential Phone PH-1 sarà spedito entro fine giugno ed avrà un suo assistente vocale (foto)

Per essere il papà di Android, Andy Rubin non ha insistito molto sul robottino verde nel lancio dei primi prodotti della sua startup (Essential PH-1 ed Essential Home) ed anzi ha proposto delle alternative alle soluzioni di Google. Essential Home sfida Google Home anche nel nome, e non è nemmeno dotato di Android ma di un misterioso Ambient OS, del quale sappiamo solo che è open-source.

Ma non basta, perché sia Essential Home che PH-1 avranno un proprio assistente intelligente, che però non ci è ancora stato mostrato e che non sappiamo se sarà disponibile fin dal lancio. Ciò significa comunque che questo assistente vocale girerà sia su Ambient OS che su Android, lasciandoci intendere che tra i due ci sia una stretta parentela, che saremmo molto curiosi di indagare meglio.

LEGGI ANCHE: OnePlus 5 in arrivo

Rubin ha aggiunto anche che desidera supportare tutti gli altri assistenti vocali, Siri incluso, ma questo fatto è tutto da dimostrare, e ne riparleremo in futuro se e quando ci sarà qualcosa di concreto da mostrarvi.

A proposito di concretezza, Essential PH-1 sarà spedito ai primi acquirenti entro fine giugno, ed in attesa di poterlo toccare di persona, vi lasciamo con alcune foto di uno dei modelli di pre-produzione.

L’articolo Essential Phone PH-1 sarà spedito entro fine giugno ed avrà un suo assistente vocale (foto) sembra essere il primo su AndroidWorld.

Le migliori offerte di amazon di Mercoledì 31 maggio

Dopo l’Amazon Prime Day e in attesa del prossimo Black Friday amazon propone qualche offertina per ingannare l’attesa

Prima di visionare la lista delle offerte proposte, vi ricordo le nostre classifiche sempre aggiornate:

(…)
Continua a leggere Le migliori offerte di amazon di Mercoledì 31 maggio su Androidiani.Com


© Andrea Baccega for Androidiani.com, 2017. |
Permalink |

Tags del post: , , , ,

ASUS Zenfone Live arriva in Europa a 170€

Anche gli utenti europei che amano trasmettere in diretta le proprie giornate sui social potranno presto acquistare il nuovo ASUS Zenfone Live. Questo device è stato presentato verso la fine di Febbraio e adesso si appresta a debuttare anche in Europa al prezzo di 170€.

(…)
Continua a leggere ASUS Zenfone Live arriva in Europa a 170€ su Androidiani.Com


© mptm3c for Androidiani.com, 2017. |
Permalink |

Tags del post:

LG G6 vs Huawei P10 Plus, il confronto (foto e video)

Dopo aver confrontato Galaxy S8 con LG G6 e Huawei P10 Plus era arrivato il momento di escludere lo smartphone Samsung e mettere testa a testa i top di gamma LG e Huawei. È così che nasce il confronto di oggi, dove LG G6 e Huawei P10 Plus si scontreranno a colpi di benchmark, testi velocità e scheda tecnica (qui trovate le schede a confronto).

Come al solito abbiamo iniziato il nostro video confronto parlando di considerazioni estetiche (in parte anche soggettive), di manegevolezza e design, proseguendo analizzato le batterie e anche l’impermeabilità che vede in questo caso lo smartphone LG avvantaggiato. Interessante poi tutta la parte riguardante l’hardware: entrambi hanno componenti di qualità ma G6 monta un hardware basato sul processore Snapdragon 821 dello scorso anno, dimostrando come l’azienda abbia voluto essere più conservativa in tal senso.

RECENSIONI: LG G6Huawei P10 Plus

Sicuramente più avveniristico però il display di G6 che è in formato 2:1, ovvero più stretto e al contempo anche più grande: il tutto si traduce in un display più ampio e uno smartphone più compatto. Siamo poi passati ai benchmark e al test di velocità, dove Huawei P10 Plus ha guadagnato qualche secondo grazie sopratutto ai suoi 6 GB di RAM. Vincitore anche dal punto di vista della memoria interna, espandibile in entrambi i casi ma 4 volte più grande sullo smartphone Huawei.

Non abbiamo poi tralasciato le fotocamere, entrambe doppie ma con una filosofia ben diversa: doppio sensore da 13 megapixel standard e grandangolare per G6, doppia fotocamera Leica per Huawei P10 Plus con possibilità di scattare foto da 20 megapixel interpolando l’immagine del sensore in bianco e nero con quello da 12 megapixel a colori. Vi lasciamo qua sotto un po’ di scatti dei due smartphone.

Video

Foto

Sample fotocamera

L’articolo LG G6 vs Huawei P10 Plus, il confronto (foto e video) sembra essere il primo su AndroidWorld.

Come ascoltare una canzone senza cuffie e senza disturbare chiunque sia vicino? Con Stealth Audio Player! (foto)

Quando si pensa a come ascoltare un brano dal proprio smartphone, è naturale che vengano in mente due opportunità: quella discreta, attraverso le cuffie, e quello che invece prevede l’utilizzo dell’altoparlante del dispositivo.

Come far però se avete dimenticato i vostri auricolari, e volete ascoltare qualcosa senza disturbare chiunque vi stia attorno? La soluzione è Stealth Audio Player, un lettore musicale che vi permette di utilizzare la capsula audio normalmente dedicata alle telefonate per ascoltare qualunque file audio presente sul vostro smartphone.

LEGGI ANCHE: 5 app per la sopravvivenza

Il funzionamento di Stealth Player è estremamente semplice, poiché ricalca a grandi linee quello di qualunque altro player audio: potrete infatti sfogliare l’elenco dei brani presenti in memoria, effettuare una ricerca e avviare la riproduzione toccando il titolo desiderato, da ascoltare poi avvicinando lo smartphone all’orecchio.

Per quanto interessante, però, l’applicazione è ancora abbastanza acerba: manca infatti la possibilità di sfogliare i brani per autore, genere o cartella, così come una gestione della lista di riproduzione. Per un ascolto di emergenza, però, potrà sicuramente soddisfare le vostre esigenze.

Download gratuito

Stealth Audio Player è disponibile gratuitamente sul Play Store: potete scaricarlo cliccando sul badge per il download che trovate qui sotto.

POTREBBE INTERESSARTI: Come installare WhatsApp sui vostri smartphone (e non solo)

L’articolo Come ascoltare una canzone senza cuffie e senza disturbare chiunque sia vicino? Con Stealth Audio Player! (foto) sembra essere il primo su AndroidWorld.

Essential Phone di Andy Rubin: elegante, e modulare. Riuscirà a conquistare il mercato?

Di un fantomatico smartphone progettato da Andy Rubin, nome che ai lettori più attenti non sfugge di certo in quanto ad importanza, essendo il “papà” di Android, se ne è parlato tanto, ma oggi finalmente, forse un po’ a sorpresa, ecco Essential Phone, potenzialmente uno dei migliori devices di quest’anno.

(…)
Continua a leggere Essential Phone di Andy Rubin: elegante, e modulare. Riuscirà a conquistare il mercato? su Androidiani.Com


© giorgiomannarini for Androidiani.com, 2017. |
Permalink |

Tags del post: , , ,

Firefox Nightly prende il posto di Firefox Aurora sul Play Store

Come annunciato dopo la chiusura del ramo di sviluppo Aurora, Mozilla ha deciso di sostituire la relativa app per Android disponibile sul Play Store con la controparte Firefox Nightly, altro ramo sperimentale del noto browser.

Sebbene si tratti di un’app diversa, il nome del pacchetto presente sullo store di Google continua ad essere “org.mozilla.fennec_aurora”, cosa che consentirà a tutti gli utenti che avevano già installato Firefox Aurora di passare alla nuova versione in automatico, tramite un semplice aggiornamento dell’app.

LEGGI ANCHE: Provate anche su Android Firefox Focus

Per chi volesse provare la versione Nightly di Firefox, è disponibile qui di seguito il badge per il download gratuito dal Play Store. Ricordiamo che, essendo un ramo sperimentale, si tratta di un’app poco stabile che potrebbe avere problemi di performance e bug, quindi è raccomandata solo ad utenti esperti.

L’articolo Firefox Nightly prende il posto di Firefox Aurora sul Play Store sembra essere il primo su AndroidWorld.

Honor 9 dovrebbe avere 5 colorazioni, compresa la stravagante versione gialla (foto)

Sarà difficile ripetere il successo del predecessore, ma Honor 9 ha sicuramente molte carte da giocare, ed una di questa potrebbe essere quella della vivacità cromatica.

Nelle ultime ore sono stati diffusi in rete alcuni inediti render che ci permettono di ammirare tutte le varianti di colore usate dall’azienda cinese per il suo nuovo top gamma. Oltre ai classici bianco, argento e blu scuro, si fanno notare due nuove colorazioni abbastanza rare da trovare su dispositivi di alta fascia.

La prima è un blu leggero e raffinato che potrebbe vagamente assomigliare al “bru corallo” usato da Samsung in un’edizione speciale di Galaxy S7. La seconda è, invece, un giallo molto acceso e brillante, adatto a chi ama farsi notare e vuole un prodotto unico.

LEGGI ANCHE: Honor 6A ufficiale

Per il resto, i render mostrano il design già visto dalle immagini trapelate in precedenza e confermano la presenza del tasto frontale e della doppia fotocamera posteriore.

Anche se non ci sono conferme ufficiali, è probabile che l’aspetto finale del nuovo flagship Honor sarà proprio quello visibile qui di seguito, ma bisogna attendere la presentazione ufficiale per far scomparire ogni dubbio. Il 27 giugno di sarà anche un Honor 9 giallo?

L’articolo Honor 9 dovrebbe avere 5 colorazioni, compresa la stravagante versione gialla (foto) sembra essere il primo su AndroidWorld.

YouTube potrebbe presto aggiungere una nuova playlist e il pulsante “Rimuovi video guardati”

La nuova versione di YouTube è arrivata da poco sul Play Store, ma di novità anche stavolta se ne possono notare davvero poche. Meno male che c’è il solito teardown dell’apk effettuato da Android Police, che ci mostra come i lavori “sotto al cofano” siano molto più interessanti rispetto a quelli in superficie.

Frugando tra le righe di codice della versione 12.19.56, è spuntato fuori un collegamento all’immagine che trovate qui a lato. L’icona rossa sembra riferirsi alla nuova funzione “reel”, che dovrebbe essere una speciale playlist nella quale si possono caricare o aggiungere video. Per ora le informazioni sono poche e non certo precise, ma è probabile che tale funzione possa essere svelata a breve.

Più chiara è invece la seconda novità, molto attesa da coloro che usano spesso la playlist “Guarda più tardi”. Nelle future versioni dell’app sarà disponibile il pulsante “Rimuovi video guardati”, lo stesso che si può già trovare nell’interfaccia web del servizio. La mancanza di tale funzione risultava sinora abbastanza strana, e siamo contenti che, seppur in grave ritardo, essa stia finalmente per arrivare.

LEGGI ANCHE: Adesso tutti possono pubblicare live streaming su YouTube

L’aggiornamento di YouTube per Android è già disponibile sul Play Store, ma se non volete attendere la notifica potete procedere al download dell’apk della versione già aggiornata dal seguente link.

Download YouTube 12.19.56 (APKMirror)

L’articolo YouTube potrebbe presto aggiungere una nuova playlist e il pulsante “Rimuovi video guardati” sembra essere il primo su AndroidWorld.

Google Assistant su qualsiasi tablet Android senza root? XDA ci dice come

Dopo la prima fase di esclusiva per i Pixel, l’assistente intelligente Google Assistant è stato reso disponibile su una vasta gamma di dispositivi e piattaforme, espandendosi anche su TV, smartwatch e sistemi integrati. Purtroppo però, gli utenti tablet sono ancora esclusi dalla compatibilità con l’AI di Big G, che proprio non ne vuole sapere di sbarcare sulle tavolette con Android.

A metterci una pezza ci pensa nuovamente XDA, nelle vesti dell’utente Nikhilkumar038, il quale è riuscito a realizzare un piccolo tweak che permette di utilizzare Assistant su qualunque tablet con Android Lollipop o versioni successive, senza bisogno di root o altre modifiche particolari.

Per aggirare la restrizione, è stato usato un piccolo bug che consente di lanciare una particolare activity nascosta presente nel sistema, attivabile solo usando app di terze parti come Activity Launcher o Nova Launcher. Dopo aver avuto accesso a tale funzione, sarà possibile attivare Assistant e richiamarlo ogni volta tramite il classico “Ok Google”. Il tutorial completo è disponibile a questo indirizzo.

LEGGI ANCHE: XDA c’insegna come modificare la Quick Setting bar

Come specificato nella guida, ci sono alcune accortezze da considerare per chi procede con questo metodo. L’accesso ad Assistant funziona solo attraverso i comandi vocali, mentre non è possibile usare la pressione prolungata del tasto home, che invece richiama ancora Now on tap. Inoltre, il bug che permette l’avvio di questa procedura potrebbe essere risolto nelle prossime versioni dell’app Google, rendendo dunque inefficace ogni modifica manuale.

L’articolo Google Assistant su qualsiasi tablet Android senza root? XDA ci dice come sembra essere il primo su AndroidWorld.

Avete dei dubbi su qualche parola inglese? Risolveteli con U-Dictionary! (foto e video)

Oggigiorno è davvero difficile poter fare completamente a meno della lingua inglese, e anche se la vostra conoscenza vi permette di cavarvela nella maggior parte delle situazioni, sicuramente vi sarà capitato di imbattervi in qualche parola o frase dal significato non chiaro.

Fortunatamente, Google Translate è sempre pronto a darvi una mano, ma questo utilissimo strumento si rivela poco adatto se volete piuttosto approfondire il significato di una parola specifica, oppure capire bene in quali contesti essa deve essere utilizzata: in queste situazioni potete affidarvi a U-Dictionary.

Tanti dizionari… tutti in tasca!

U-Dictionary è un’applicazione gratuita che comprende un traduttore dall’inglese ma soprattutto moltissimi dizionari, da utilizzare anche offline: per ogni parola che cercate potrete infatti trovare traduzione, esempi d’uso, sinonimi e approfondimenti presenti da varie fonti.

LEGGI ANCHE: 5 app per imparare l’inglese

L’app è davvero semplice da utilizzare, permette di tradurre parole, espressioni o intere frasi, e grazie a una casella di ricerca ospitata nella barra di notifica sarà sempre a portata di mano per ogni necessità di traduzione.

All’interno di U-Dictionary sono presenti vari strumenti utili, che vi permetteranno di scoprire la pronuncia di ciascuna parola, di approfondire nuovi vocaboli ogni giorno e di salvare le parole che volete ricordare. Tutto questo, però, è offerto in un pacchetto di installazione di meno di 5 MB, un risultato davvero sorprendente per un’app così completa.

Download gratuito

U-Dictionary è disponibile gratuitamente sul Play Store: per installarlo sul vostro smartphone non dovete fare altro che cliccare sul badge per il download che trovate qui sotto.

POTREBBE INTERESSARTI: Come trasferire i messaggi di Whatsapp da uno smartphone all’altro

L’articolo Avete dei dubbi su qualche parola inglese? Risolveteli con U-Dictionary! (foto e video) sembra essere il primo su AndroidWorld.

Come mai su Street View c’è Pegman con dei palloncini in mano? (foto)

Se nella giornata di oggi avete aperto Google Maps e avete usato la funzione Street View, probabilmente vi sarete già accorti della piccola sorpresa riguardante Pegman. Infatti, abbandonata la solita sobrietà, il simpatico omino giallo di Maps oggi indossa un cappellino e stringe tra le mani alcuni palloncini colorati svolazzanti. Ma a cosa si deve questo cambio di look?

La risposta è molto semplice: oggi è il compleanno di Street View! E non si tratta di un compleanno qualsiasi, perché nella giornata odierna si festeggia il 10° anniversario dalla nascita del servizio. Una cifra tonda che non passa inosservata e che Pegman ha voluto sottolineare a suo modo.

Nel corso degli anni, Street View si è evoluto ed è diventato uno strumento sempre più utile e ricco d’informazioni. Da “semplice” navigatore visuale tra le strade delle città, si è trasformato in un vero e proprio occhio sul mondo, entrando anche in musei, uffici, punti d’interesse turistico e luoghi naturali difficili da raggiungere.

LEGGI ANCHE: Pegman vestito da medico della peste

Per chi si fosse perso il look festaiolo di Pegman, fate ancora in tempo a dare un’occhiata al sito di Google Maps o alle immagini della galleria qui di seguito.

Ringraziamo Elisa per la segnalazione

L’articolo Come mai su Street View c’è Pegman con dei palloncini in mano? (foto) sembra essere il primo su AndroidWorld.

Dedicato ai fan HTC: il prototipo di One (M8) che non avete mai visto (foto)

HTC One (M8) fu uno dei primi smartphone dual camera in un momento in cui le doppie fotocamere non andavano troppo di moda, ma ciò non significa che l’azienda taiwanese non avesse sperimentato altre forme. Un utente su Reddit ha infatti pubblicato poche ore fa delle foto di quello che sembra un prototipo dello smartphone, dotato però di singola fotocamera posteriore.

Per essere un prototipo, lo smartphone sembra anche piuttosto rifinito, anche se presenta alcuni palesi difetti. La fotocamera posteriore, proprio lei, non funziona con la ROM stock. Installando invece un firmware di terze parti (questo, nello specifico), la fotocamera magicamente torna a funzionare, anche se presentando un ampio alone rosa, che era un problema noto di One (M7). Notate anche come la fotocamera posteriore sia un po’ decentrata, e sebbene in alto non sia presente una parte in plastica a suggerire la presenza dell’infrarosso, l’IR blaster è comunque presente al suo interno.

LEGGI ANCHE: Il prototipo di Galaxy S8 con due fotocamere posteriori

Nel complesso è insomma un prototipo, sembra anche in fase avanzata, diverso però dal modello finale, a testimonianza di come le varie aziende sperimentino e cambino idea anche di fronte ad un prodotto che sembra fatto e compiuto (per quanto abbastanza “squadrato”).

L’articolo Dedicato ai fan HTC: il prototipo di One (M8) che non avete mai visto (foto) sembra essere il primo su AndroidWorld.

WiFi4Eu: nuova iniziativa per fornire internet gratis in tutti i luoghi pubblici dell’UE

WiFi4Eu è la nuova iniziativa promossa dall’Unione Europea che punta a portare connessioni internet veloci e gratuite in tutti i luoghi pubblici, come ospedali, stazioni, biblioteche o sedi istituzionali.

Grazie ad un accordo informale tra i rappresentati dei Paesi che costituiscono l’UE, sono stati fissati alcuni punti da cui partire per realizzare questa non facile impresa. È prevista la creazione di un portale multilingue e di facile utilizzo per consentire l’accesso alle connessioni, che dovranno essere sicure e ad alta velocità. Le istituzioni che prenderanno parte al progetto potranno dare accesso ai loro servizi digitali direttamente tramite le reti WiFi4Eu.

WiFi4Eu renderà internet veloce disponibile per molti cittadini che altrimenti potrebbero non avere la possibilità di utilizzare connessioni di alta qualità. Questo incoraggerà l’uso dei servizi digitali e ridurrà il digital divide, anche nei luoghi in cui l’accesso a Internet è limitato.

Emmanuel Mallia, ministro maltese per la Competitività e il digitale

Anche se non ci sono dati precisi riguardo ai fondi impiegati, per ora si parla di circa 120 milioni di euro di risorse europee. L’UE si occuperà di finanziare l’installazione e i mezzi necessari, mentre gli enti pubblici dovranno pagare l’abbonamento all’operatore e la manutenzione dei sistemi.

LEGGI ANCHE: Toscana prima regione ad aderire a Italia WiFi

Per adesso si tratta di linee generali, ma la discussione sul progetto andrà avanti nei prossimi mesi, quando sarà stabilito anche il budget definitivo. Il Consiglio UE cercherà di ottenere il via libera dei singoli Stati membri entro la fine del 2017, in modo da lanciare il bando ed avviare i lavori in tempi brevissimi.

La nuova iniziativa WiFi4Eu è sicuramente molto interessante e pone l’attenzione sull’importanza di fornire a tutti i cittadini europei un accesso semplice e soddisfacente alle connessioni internet veloci. Così come detto per il progetto Italia WiFi, speriamo che gli sforzi del Consiglio Europeo e delle istituzioni interessate possa trasformarsi in vantaggi concreti per gli utenti, in modo da abbattere il digital divide e rendere ancora più comoda la fruizione del digitale nei Paesi Europei.

L’articolo WiFi4Eu: nuova iniziativa per fornire internet gratis in tutti i luoghi pubblici dell’UE sembra essere il primo su AndroidWorld.

Se avete avuto problemi con SuperSU, la versione 2.82 potrebbe fare al caso vostro

Recentemente ci sono stati un po’ di problemi con SuperSU, in particolare con le versione 2.80 e 2.81. Ecco quindi che l’uscita della 2.82 potrebbe essere la buona notizia che stavate aspettando, anche se non per tutti.

La perdita dei permessi di root su device pre-KitKat dovrebbe essere stata risolta, ma rimangono possibili bootloop in alcuni Sony Xperia, per i quali è quindi raccomandato restare con la 2.79. Potrebbe essere stato incluso anche un fix per AdAway, ma non è chiaro.

LEGGI ANCHE: Essential PH1, lo smartphone di Andy Rubin

È stata inoltre rimossa la pagina di feedback che richiedeva permessi extra, che quindi ora non sono più necessari. Per il download, a seconda del caso, potete fare affidamento al Play Store, al sito ufficiale, ed ai link alla fonte su XDA dove la discussione in merito sta proseguendo.

L’articolo Se avete avuto problemi con SuperSU, la versione 2.82 potrebbe fare al caso vostro sembra essere il primo su AndroidWorld.

WhatsApp e quel clone “brutto e cattivo” sul Play Store

WhatsApp è da sempre uno dei principali obiettivi, e punti di partenza, per coloro che intendono mettere in piedi truffe e raggiri ai danni di ignari malcapitati.

(…)
Continua a leggere WhatsApp e quel clone “brutto e cattivo” sul Play Store su Androidiani.Com


© nicopetilli for Androidiani.com, 2017. |
Permalink |

Tags del post: , , , , , ,

Incrociamo tutti le dita perché LG V30 sia come in questo concept (aggiornato)

Dimentichiamoci per un attimo il prototipo mostrato da @evleaks, che per altro aveva già messo in dubbio sarebbe mai arrivato, e concentriamoci sull’elegante smartphone qui sotto: un concept di LG V30 che indubbiamente affascina.

Vetro fronte retro, USB Type-C, speaker e jack audio in basso, corpo fotografico posteriore affine a G6 e doppio display frontale, rasente ai bordi del telefono, ma con display secondario tagliato in due dalla fotocamera anteriore, un po’ come nello smartphone Essential PH-1.

LEGGI ANCHE: OnePlus 5: tutto ciò che sappiamo

Idea affascinante insomma, che sembra voler ribadire il fatto che il 2017 è l’anno degli schermi senza bordi (e dei telefoni fragili). Se però le cose saranno davvero così, lo scopriremo solo tra qualche mese, forse intorno ad IFA 2017, fiera annuale prevista per il prossimo settembre.

Aggiornamento

Articolo modificato poco dopo la pubblicazione per riflettere il fatto che si trattava solo di un concept e non di presunte immagini reali.

L’articolo Incrociamo tutti le dita perché LG V30 sia come in questo concept (aggiornato) sembra essere il primo su AndroidWorld.

Incrociamo tutti le dita perché LG V30 sia come in queste presunte foto!

Foto reali o render fasulli? Il dubbio rimane, guardando le immagini a fine articolo che dovrebbero dipingere il prossimo LG V30. Dimentichiamoci quindi per un attimo il prototipo mostrato da @evleaks, che per altro aveva già messo in dubbio sarebbe mai arrivato, e concentriamoci sull’elegante smartphone qui sotto.

Vetro fronte retro, USB Type-C, speaker e jack audio in basso, corpo fotografico posteriore affine a G6 e doppio display frontale, rasente ai bordi del telefono, ma con display secondario tagliato in due dalla fotocamera anteriore, un po’ come nello smartphone Essential PH-1.

LEGGI ANCHE: OnePlus 5: tutto ciò che sappiamo

Idea affascinante insomma, che sembra voler ribadire il fatto che il 2017 è l’anno degli schermi senza bordi (e dei telefoni fragili). Se però le cose saranno davvero così, lo scopriremo solo tra qualche mese, forse intorno ad IFA 2017, fiera annuale prevista per il prossimo settembre.

L’articolo Incrociamo tutti le dita perché LG V30 sia come in queste presunte foto! sembra essere il primo su AndroidWorld.

Come inviare qualunque tipo di file con WhatsApp: SendAnyFile

La popolarità di WhatsApp per le chat con i propri contatti ha trasformato l’applicazione anche in uno dei metodi preferiti per la condivisione dei file. Purtroppo, l’app di messaggistica presenta molti limiti sui tipi di file che è possibile mandare con essa, e questo ha spinto vari sviluppatori a cercare una strada alternativa.

Una delle soluzioni è rappresentata da SendAnyFile, un’applicazione che permette di aggirare il limite sui formati supportati da WhatsApp modificando l’estensione del file da inviare in .doc.

LEGGI ANCHE: 5 app per… Facebook

La procedura è quindi tanto banale quanto efficace, ma proprio come il suo equivalente Steg costringe anche la persona che deve ricevere il file ad installare quest’app: viene da chiedersi, quindi, se non valga piuttosto la pena di rivolgersi direttamente ad un servizio in grado di supportare l’invio di un numero più ampio di formati (qualcuno ha detto Telegram?).

Se però volete rimanere ancorati a WhatsApp, i passi da compiere per utilizzare SendAnyFile sono davvero semplici: nella schermata di WhatsApp dovrete infatti selezionare l’opzione per inviare un documento, scegliere la voce “Sfoglia altri documenti” ed esplorare la memoria con SendAnyFile per selezionare il contenuto desiderato. Similmente, chi riceverà il file dovrà scegliere di aprirlo con quest’app per convertirlo nuovamente nel formato originale.

Download gratuito

SendAnyFile è disponibile gratuitamente sul Play Store: potete scaricarla cliccando sul badge per il download che trovate a seguire.

POTREBBE INTERESSARTI: Come installare APK manualmente

L’articolo Come inviare qualunque tipo di file con WhatsApp: SendAnyFile sembra essere il primo su AndroidWorld.

Moto Z2 / Z2 Play e Moto E4 /E4 Plus nelle ultime foto non ufficiali prima del lancio

Domani, 1° giugno, si terrà in Brasile un atteso evento Lenovo, nel corso del quale speriamo saranno annunciati gli smartphone in oggetto, che fanno parte della line-up 2017 ancora non ufficiale di Motorola. Non abbiamo in realtà la certezza assoluta che tutti e tre i modelli arriveranno insieme, e considerando anche il teatro dell’evento è possibile che solo i Moto E4 diventino ufficiali. Detto questo, gettiamoci comunque nella mischia delle foto odierne, dove quelle più credibili riguardano invece la famiglia Moto Z2.

Di questi ultimi in realtà sappiamo già diverse cose, tra cui l’assenza di jack audio e la modularità, punti comuni con i modelli dello scorso anno e confermati dalle immagini seguenti (prima Z2 poi Z2 Play). Le Moto Mod mostrate sono, ancora una volta, il proiettore, il battery pack, la fotocamera Hasselblad e lo speaker JBL.

Non sembra insomma che Lenovo abbia voluto rivoluzionare le cose rispetto allo scorso anno, ma le sorprese sono sempre possibili, ed auspicabili.

Venendo invece ai Moto E4 ed E4 Plus, anch’essi sono stati ampiamente anticipati, e le foto qui sotto sono solo l’ultima goccia di una lunga serie di leak, che ci aspettiamo appunto terminino a breve. Dategli quindi un’occhiata, e ricordate di ri-sintonizzarvi sui nostri canali domani per scoprire cosa avrà annunciato Motorola.

L’articolo Moto Z2 / Z2 Play e Moto E4 /E4 Plus nelle ultime foto non ufficiali prima del lancio sembra essere il primo su AndroidWorld.

3 Italia: è ancora tempo di rimodulazioni!

3 Italia continua ad essere motivo di preoccupazione per tutti coloro che, quotidianamente, sfruttano i servizi resi disponibili grazie a quest’operatore.(…)
Continua a leggere 3 Italia: è ancora tempo di rimodulazioni! su Androidiani.Com


© nicopetilli for Androidiani.com, 2017. |
Permalink |

Tags del post: , , , , , , , , ,