Nintendo Switch sarà in pre-ordine già da domani (ma in poche unità)

Mancano poche ore alla presentazione ufficiale della Nintendo Switch, la console che potrebbe rivoluzionare il mondo video-ludico per la sua natura ibrida.

Nella mattinata di domani 13 gennaio si terranno vari eventi di hands-on in giro per il mondo. A seguito di questi, lo store americano Nintendo NYC ha annunciato che la console sarà da subito disponibile in pre-ordine, seppur in quantità limitata vista la quantità di ordini ricevuti.

Nintendo Switch sarà in pre-ordine già da domani (ma in poche unità)

Tuttavia, non è ancora chiaro se il pre-ordine della Nintendo Switch sarà limitato soltanto alla vendita fisica o se sarà disponibile anche online e in quali paesi sarà possibile effettuarlo.

Stando a quanto si vocifera, i preorder saranno limitati soltanto al Nintendo NYC, ovvero lo store ufficiale presente nel pieno centro di New York.

Continua a leggere:
Tante foto ed info sugli accessori della console
Ecco accessori e prezzi su uno store finlandese
La console compare su Best Buy in USA ad un prezzo di 250 dollari
Lista dei giochi confermati (e non)
Tutte le info sulla scheda tecnica (CPU, GPU e RAM)

nintendo switch scheda tecnica

L’articolo Nintendo Switch sarà in pre-ordine già da domani (ma in poche unità) sembra essere il primo su Gizblog.

Nokia 8 in arrivo al MWC 2017 con Snapdragon 835?

Sono sempre più numerose le voci di corridoio che darebbero la presentazione del Nokia 8 al prossimo MWC 2017 di Barcellona, ovvero il top di gamma che in tanti si attendono dall’azienda finlandese.

Stando ai rumors, infatti, lo smartphone sarebbe caratterizzato dalla presenza del nuovo SoC di Qualcomm, lo Snapdragon 835.

nokia evento mwc 2017

Nokia 8 in arrivo al MWC 2017 con Snapdragon 835?

Nello specifico, il Nokia 8 si contraddistinguerebbe per la presenza di un ampio display flat Super AMOLED da 5.7 pollici di diagonale con risoluzione Quad HD 2560 x 1440 pixel, con supporto alla tecnologia Google Daydream, visto che il software è Android 7.0 Nougat.

Il chipset indicato è il suddetto Snapdragon 835, comprensivo di CPU octa-core con frequenza di clock fino ad un massimo di 2.45 GHz ed una GPU Adreno 540. Il tutto sarebbe coadiuvato da 64/128 GB di memoria interna espandibile tramite micro SD fino a 256 GB. Da segnalare come HMD avrebbe in procinto il lancio di una versione inferiore con SoC Qualcomm Snapdragon 821.

Il comparto fotografico comprenderebbe un sensore principale da 24 mega-pixel, con stabilizzazione OISSuper EIS, ed un sensore frontale da 12 mega-pixel.

Nell’attesa di scoprire novità, vi lasciamo con la scheda tecnica dell’attuale Nokia 6:

Clicca per espandere
  • Display IPS da 5.5 pollici di diagonale con risoluzione Full HD 1920 x 1080 pixel, densità di 401 PPI e vetro curvo 2.5D con protezione Gorilla Glass 3;
  • dimensioni di 154 x 75.8 x 8.4 mm;
  • processore octa-core Qualcomm Snapdragon 430 con architettura Cortex-A53: 4 x 1.4 GHz + 4 x 1.1 GHz;
  • GPU Qualcomm Adreno 505;
  • 4 GB di RAM LPDDR3-800 single channel;
  • 64 GB di memoria interna espandibile tramite microSD;
  • lettore d’impronte frontale;
  • fotocamera posteriore da 16 mega-pixel con apertura f/2.0, autofocus PDAF e doppio flash LED dual tone;
  • fotocamera anteriore da 8 mega-pixel con apertura f/2.0;
  • supporto audio Dolby Atmos;
  • supporto dual SIM 4G LTE;
  • Wi-Fi 802.11 b/g/n, Bluetooth 4.1, GPS/A-GPS/GLONASS;
  • batteria da 3000 mAh;
  • sistema operativo Android 7.0 Nougat.

nokia 8 mwc 2017

L’articolo Nokia 8 in arrivo al MWC 2017 con Snapdragon 835? sembra essere il primo su Gizblog.

HTC U Play ufficiale: scheda tecnica, prezzo e data di vendita

Oltre al top di gamma U UltraHTC ha presentato anche una versione più compatta del dispositivo, ovvero l’HTC U Play.

Scopriamone insieme scheda tecnicaprezzodata di lancio.

HTC U Play ufficiale: scheda tecnica, prezzo e data di vendita

Dal punto di vista dimensionale, l’HTC U Play propone misure più contenute di 145.99 x 72.9 x 7.9 mm per 145 g.

Infatti, il dispositivo offre un display Super LCD da 5.2 pollici di diagonale con risoluzione Full HD 1920 x 1080 pixel e protezione Corning Gorilla Glass.

Sotto alla scocca troviamo un SoC octa-core MediaTek Helio P10 con architettura a 64 bit Cortex-A53, GPU ARM Mali-T860 MP23/4 GB di RAM LPDDR3 e 32/64 GB di memoria interna espandibile tramite micro SD fino ad un massimo di 2 TB.

htc u play

Lato fotografico troviamo un sensore principale BSI da 16 mega-pixel, con apertura f/2.0, autofocus PDAF, stabilizzazione OIS e doppio flash LED dual tone, con Auto HDR, RAW e registrazione Full HD.

Frontalmente, invece, vediamo un sensore BSI UltraPixel da 16 mega-pixel con apertura f/2.0, Auto HDR e registrazione Full HD.

Come per il fratello maggiore, anche l’HTC U Play manca dell’ingresso mini-jack da 3.5 mm.

htc u play

Il reparto connettività comprende supporto single/dual Nano SIM 4G LTE Cat.6, Wi-Fi 802.11 a/b/g/n/ac Dual Band, NFC, Bluetooth 4.2, USB Type-C 2.0 e GPS/GLONASS.

Per concludere, è integrata una batteria da 2500 mAh con ricarica 5V 2A e il sistema operativo è Android 7.0 Nougat con interfaccia HTC Sense.

L’HTC U Play sarà disponibile in pre-ordine sul sito ufficiale dell’azienda da metà febbraio a partire da 449 euro.

htc u play

L’articolo HTC U Play ufficiale: scheda tecnica, prezzo e data di vendita sembra essere il primo su Gizblog.

HTC U Ultra ufficiale: scheda tecnica, prezzo e data di vendita

Dopo le numerose indiscrezioni degli scorsi giorni, HTC ha finalmente svelato il nuovo top di gamma per l’inizio del 2017, ovvero l’HTC U Ultra.

Scopriamone insieme scheda tecnicaprezzodata di lancio.

HTC U Ultra ufficiale: scheda tecnica, prezzo e data di vendita

Visto che stiamo parlando di un phablet, le dimensioni sono di 162.41 x 79.79 x 7.9 mm per 170 g.

L’HTC U Ultra presenta un display Super LCD 5 da 5.7 pollici di diagonale con risoluzione Quad HD 2560 x 1440 pixel, protetto da un vetro Corning Gorilla Glass 5 per la versione da 64 GB o da un vetro in zaffiro per la versione da 128 GB.

Esso è affiancato da un dual display da 2.05 pollici 1040 x 160 pixel, posto in alto a destra come sull’LG V20, tramite il quale visualizzare le notifiche anche a schermo spento, gestire il player musicale ed altro ancora.

Frontalmente troviamo implementato il lettore d’impronte digitali.

htc u ultra

Il processore integrato è il SoC quad-core Qualcomm Snapdragon 821, con architettura Kryo a 64 bit e frequenza di clock massima a 2.15 GHz. A ciò troviamo affiancata una GPU Adreno 5304 GB di RAM LPDDR4-1866 dual channel, 64/128 GB di memoria interna espandibile tramite micro SD fino a 2 TB.

Il comparto fotografico è composto da un sensore principale BSI con tecnologia HTC UltraPixel 2 da 12 mega-pixel, con apertura f/1.8, autofocus laser + PDAF, stabilizzazione OIS, doppio flash LED dual tone, Auto HDR, RAW e registrazione video 4K con 3D Audio.

La fotocamera frontale, invece, è un sensore BSI UltraPixel da 16 mega-pixel con Auto HDR e video Full HD.

htc u ultra

Come da tradizione dell’azienda, troviamo un reparto audio con tecnologia HTC USonic, HTC BoomSound Hi-Fi Edition, registrazione audio 3D grazie alla presenza di 4 microfoni, i quali sono sempre attivi, e della cancellazione del rumore.

Il reparto connettività comprende supporto single/dual Nano SIM 4G VoLTE Cat.11, Wi-Fi 802.11 a/b/g/n/ac Dual Band, NFC, Bluetooth 4.2, USB Type-C 3.1, HTC Connect e GPS/A-GPS/GLONASS/BeiDou.

Per concludere, la batteria è un’unità da 3000 mAh con ricarica rapida Quick Charge 3.0 ed il sistema operativo è Android 7.0 Nougat con interfaccia HTC Sense.

Uno dei punti cardine della parte software è il deep learning, una funzione gestita dalla HTC Sense Companion sempre più presente nel settore mobile e che permette al dispositivo di imparare i comportamenti e le abitudini del possessore, in modo da facilitarne l’utilizzo.

L’HTC U Ultra sarà disponibile in pre-ordine a partire da febbraio a partire da 749 euro.

htc u ultra

L’articolo HTC U Ultra ufficiale: scheda tecnica, prezzo e data di vendita sembra essere il primo su Gizblog.

LG G6: confermata la resistenza all’acqua dello smartphone

LG ha già confermato alcune caratteristiche del suo prossimo top di gamma, l’LG G6. La società sudcoreana utilizzerà un display da 5.7 pollici di diagonale con risoluzione Quad HD+ 2880 × 1440 pixel.

In un nuovo video pubblicato su YouTube, l’azienda sembra confermare un’altra caratteristica del nuovo telefono: la resistenza all’acqua. Il filmato caricato sul “tubo” mostra diverse persone che rispondono alla domanda “Quali sono le caratteristiche che secondo voi compongono lo smartphone ideale?“.

lg g6

LG G6: potrebbe essere lo smartphone ideale per diversi utenti

Come si può vedere e sentire, la gente cerca un dispositivo con un corpo compatto ma con un display dalla diagonale generosa, resistente all’acqua, con un comparto fotografico avanzato e, nel complesso, un prodotto più affidabile.

LG G6 reistenza acqua

Alla fine del video, LG suggerisce che tutte queste feature saranno incluse nel suo prossimo flagship. Il video pubblicato su YouTube ha anche confermato che l’LG G6 verrà presentato nel mese di febbraio 2017, ciò significa che è quasi certa la presentazione del terminale al Mobile World Congress di Barcellona, che si terrà dal 27 febbraio al 2 marzo.

Se l‘LG G6 sarà davvero resistente all’acqua, allora sarà il primo smartphone della compagnia sudcoreana ad avere questa caratteristica. Non ci resta che attendere ulteriori informazioni al riguardo dato che manca ancora più di un mese all’inizio dell’evento di Barcellona.

Vi ricordiamo che seguirci è molto semplice: tramite la pagina ufficiale Facebook, tramite il nostro canale notizie Telegram Telegram , il nostro gruppo Telegram Telegramo iscrivendosi alla nostra rivista di Play EdicolaGoogle Play Edicola. Qui potrete trovare le varie notizie da noi riportate sul blog. È possibile, inoltre, commentare, condividere e creare spunti di discussione inerenti l’argomento.


L’articolo LG G6: confermata la resistenza all’acqua dello smartphone sembra essere il primo su Gizblog.

Le offerte del giorno di Amazon: smartphone e accessori #212

Buongiorno e bentornati al quotidiano appuntamento con le migliori offerte del giorno del noto rivenditore online Amazon, da noi selezionate. 

Come abitualmente accade ogni giorno, andiamo a verificare quelle che sono le offerte, lampo e non, che non potete lasciarvi scappare! Cercando di venire incontro a tutte le possibili esigenze dei nostri utenti, proviamo a mettere insieme le offerte più convenienti di Amazon nell’ambito di smartphone ed accessori tecnologici.

Scopriamo subito le migliori offerte Amazon di oggi!

Nella categoria smartphone, tablet e notebook abbiamo selezionato:

Nelle categorie action camera e TV Box abbiamo selezionato:

Nella categorie caricabatterie e powerbank abbiamo selezionato:

  • RAVPower Caricabatterie Portatile 20.100 mAh con Uscita di Corrente AC da 65W: 79,99 euro
  • AUKEY Caricabatteria Portatile 20.000 mAh: 20 euro
  • EasyAcc 15000 Bo Brilliant Powerbank 15.000 mAh: 22,39 euro
  • AUKEY Caricabatterie Portatile 12.000 mAh: 14,89 euro
  • AUKEY Quick Charge 3.0 Caricatore per Auto con 2 Porte USB da 36W: 10 euro
  • NexGadget Stazione di Ricarica con 8 Porte USB + 2 prese AC: 44,79 euro
  • MAXOAK 36.000 mAh Caricabatterie Portatile: 99,99 euro
  • AUKEY Quick Charge 2.0 Caricabatteria da muro da 54W con 5 Porte USB: 18,99 euro
  • AUKEY Quick Charge 3.0 Caricabatteria USB da Muro con 2 Porte USB da 34,5W: 13,99 euro
  • Supporto + Caricatore per Apple Watch + 3 Porte USB di ricarica: 22,93 euro
  • RAVPower Caricabatterie Portatile 16.750 mAh: 24,99 euro
  • RAVPower Caricabatterie Portatile 20.100 mAh + Caricatore QC3.0: 47,99 euro

Nella categorie audio abbiamo selezionato:

Nella categorie periferiche e altri accessori abbiamo selezionato:

  • HP OfficeJet 4650 Stampante Ink All-in-One: 47,99 euro
  • Sony KD-43X8305C Televisore 4K Ultra HD Android 43″: 699,99 euro
  • RAVPower Flash Drive 64 GB con connettore Lightning: 50,99 euro
  • HiKam Q7 Videocamera IP Wireless: 71,20 euro
  • AUKEY Hub con 6 porte USB 3.0 + Ethernet + 1 porta per ricarica: 26,99 euro
  • AUKEY Tastiera Gaming: 50 euro
  • Anker Mouse Verticale Premium: 14,99 euro
  • DBPOWER Tastiera gaming: 15,10 euro
  • Vantrue X2 Dash Cam 2.5K Super HD 2.7 LCD: 119,99 euro
  • Goluk T1 Telecamera per Auto 1080P Wi-Fi: 79,19 euro
  • AUKEY Ripetitore Wifi 5G Quad Band 1167Mbps 802.11ac: 39,99 euro
  • VicTsing Mouse da Gioco 16400DPI: 13,59 euro
  • AUKEY Occhiali VR: 16,99 euro
  • GrandBeing Tavoletta Grafica: 18,69 euro
  • VTIN Tastiera Mini Wireless: 12,79 euro
  • TP-Link Archer D5 V2 Modem Router Gigabit ADSL2+: 64,99 euro
  • Nikon Coolpix W100 Fotocamera Digitale Compatta 13.2 MP: 143 euro
  • SanDisk Extreme Pro MicroSDHC 32 GB: 25,65 euro
  • Corsair Gaming STRAFE Cherry MX Red + Corsair Sabre CH-9303011 Mouse RGB: 154,49 euro

Vi ricordiamo che alcune di queste offerte, dove indicato nel link, sono coperte dal programma Amazon Prime, il che vuol dire che se siete iscritti al programma, potrete approfittare delle spedizioni gratuite ed anche della spedizione 1 giorno! Vi facciamo presente, inoltre, che molte di queste offerte sono Offerte Lampo, il che vuol dire che avrete circa 10 ore per poter usufruire dello sconto!

Cosa ve ne pare di queste diverse offerte Amazon? Avete trovato quella giusta che fa per voi?

Logo Amazon

Seguire tutte le offerte proposte da GizDeals è molto semplice: tramite la pagina ufficiale Facebook o tramite il nostro canale notizie Telegram Telegram. Qui potrete trovare tutte le offerte presenti sui nostri blog GizChina.it e GizBlog.it.


Iscriviti al nostro canale Telegram GizDeals per ricevere offerte, sconti e promozioni in tempo reale!
CLICCA QUI

L’articolo Le offerte del giorno di Amazon: smartphone e accessori #212 sembra essere il primo su Gizblog.

[GUIDA] Effettuare il root systemless su Android Marshmalow e Nougat

In questo nuovo tutorial andremo a vedere come effettuare il root systemless del proprio Smartphone con a bordo Android Marshmallow o Android Nougat.

Ma cosa è il root systemless?

magisk root android nougat marshmallow systemless

Effettuare il root systemless su Android Marshmalow e Nougat

In parole povere, ottenere i permessi di root in systemless mode permette di avere uno smartphone “rootato” ma senza che venga in alcun modo modificata la partizione system, permettendo, in questa maniera, di poter decidere se attivare o disattivare i permessi di root per ogni singola applicazione.

Il vantaggio di questa procedura sta nella possibilità di eseguire senza alcun tipo di problema tutte quelle applicazioni, come ad esempio Pokèmon GO, le applicazioni delle banche o gli aggiornamenti OTA, che effettuano controlli anti-root sul dispositivo. Purtroppo, avendo un sistema systemless, si potranno utilizzare solo mod appositamente modificate per funzionare in systemless mode e la suddetta modalità potrebbe non funzionare su tutti i dispositivi, come ad esempio i Google Pixel.

IMPORTANTE: La procedura descritta in questa guida presenta operazioni complesse che, se eseguite in maniera scorretta, potrebbero danneggiare il vostro device. Si consiglia l’esecuzione solo da utenti che abbiano maturato una buona esperienza in ambito modding. Lo staff di GizBlog.it non si riterrà responsabile per eventuali danni al dispositivo.

Potete trovare la guida completa sul nostro forum (sezione Android). Vi invitiamo inoltre a partecipare numerosi alla discussione e a rimanere sintonizzati per eventuali aggiornamenti sulla procedura.

L’articolo [GUIDA] Effettuare il root systemless su Android Marshmalow e Nougat sembra essere il primo su Gizblog.

Samsung Galaxy Note 7: restituite oltre il 96% di unità all’azienda

A distanza di circa 5 mesi dal suo richiamo globale, le unità fallate del Samsung Galaxy Note 7 ancora in circolazione sono quasi terminate. L’azienda sudcoreana ha annunciato che oltre il 96% delle unità del phablet sono state, infatti, restituite alla società.

Per questo motivo, l’US Department of Transportation ha deciso di rimuovere l’obbligo per le compagnie aeree di effettuare specifiche notifiche pre-imbarco relative ai pericoli di incendio a bordo scatenati dal phablet difettoso.

Samsung Galaxy Note 7

Samsung Galaxy Note 7: oltre il 96% delle unità ritornano in azienda

Lo scorso ottobre, la FAA ha vietato la presenza dei Galaxy Note 7 su qualsiasi aeromobile in seguito ad una esplosione di un’unità del dispositivo verificatasi a bordo di un volo della Southwest Airlines.

Prima di rilasciare un aggiornamento software a dicembre, il quale disabilitava la ricarica sul device, Samsung aveva già ricevuto circa l’85% dei terminali richiamati.

Samsung-Galaxy Note 7 Snapdragon 820 vs Exynos 8890

Sembra, quindi, che tale misura sia stata piuttosto rilevante poiché il tasso di ritorno è salito al 96% nelle settimane successive. La compagnia asiatica prevede di rilasciare i risultati delle indagini svolte sul Samsung Galaxy Note 7 entro la fine di questo mese.

Il flop della settima generazione di Galaxy Note sicuramente non fermerà i piani della società, poiché prevede di lanciare un successore nella seconda metà di quest’anno. Il restante 4% delle unità presenti in tutto il mondo non è ancora chiaro e speriamo di non dover sentire parlare di incidenti causati dal telefono.

Samsung galaxy note 7

Vi ricordiamo che seguirci è molto semplice: tramite la pagina ufficiale Facebook, tramite il nostro canale notizie Telegram Telegram , il nostro gruppo Telegram Telegramo iscrivendosi alla nostra rivista di Play EdicolaGoogle Play Edicola. Qui potrete trovare le varie notizie da noi riportate sul blog. È possibile, inoltre, commentare, condividere e creare spunti di discussione inerenti l’argomento.


L’articolo Samsung Galaxy Note 7: restituite oltre il 96% di unità all’azienda sembra essere il primo su Gizblog.

Lo Snapdragon 835 supporterà TensorFlow per il deep learning offline

Dopo aver presentato il nuovo Snapdragon 835 in occasione del CES 2017Qualcomm ha annunciato che il chipset offrirà il supporto a TensorFlow, la tecnologia di deep learning di seconda generazione di Google.

Ciò è permesso dall’integrazione del nuovo DSP Hexagon 682, grazie al quale poter sfruttare tale funzione in maniera locale ed offline, permettendo agli sviluppatori software di integrare il tutto all’interno delle proprie app.

qualcomm snapdragon 835

Lo Snapdragon 835 supporterà TensorFlow per il deep learning offline

Per chi non sapesse cos’è TensorFlow, si tratta della tecnologia open source di deep learning attorno a cui ruotano vari servizi dell’azienda americana, come il riconoscimento vocale di Google NowFoto, Gmail, Google Search e via dicendo.

Introducendo la possibilità di gestire queste funzioni offline, le app basate su di essa potranno essere eseguite in maniera più rapida ed efficiente. Per avere un esempio, sul sito ufficiale di Qualcomm potete trovare un video sample che mostra tali potenzialità tramite un app di riconoscimento degli oggetti, con un evidente aumento di FPS, velocità e precisione di riconoscimento.

Qualcomm Snapdragon 835 CES 2017

Vi ricordiamo che nel caso dello Snapdragon 835 stiamo parlando di un SoC realizzato a 10 nm, comprensivo di un processore octa-core con architettura Kryo 280: 4 x 2.45 GHz + 4 x 1.9 GHz.

La parte grafica è invece affidata alla GPU Adreno 540 ed il tutto è affiancato da moduli RAM LPDDR4X-1866 dual channel e memorie interne di tipo UFS 2.1. Il resto delle specifiche prevede connettività LTE Cat.16/13, Wi-Fi 802.11 ac/ad e standard di ricarica Quick Charge 4.0.

Qualcomm Snapdragon 835 CES 2017

L’articolo Lo Snapdragon 835 supporterà TensorFlow per il deep learning offline sembra essere il primo su Gizblog.

NetGear: arrivano in Italia i router Nighthawk X10 ed X8 con Wi-Fi ac/ad

NetGear annuncia l’arrivo sul mercato italiano di due nuovi prodotti: il router NetGear Nighthawk X10 ed il modem router Nighthawk X8.

NetGear annuncia i router Nighthawk X10 ed X8 con Wi-Fi ac/ad

Partendo dal NetGear Nighthawk X10 combina un processore quad-core con frequenza di clock ad 1.7 GHz, architettura Quad Stream Wave 2 Wi-Fi e tecnologia Wi-Fi 802.11 a/b/g/n/ac/ad, capace di raggiungere fino a 7.2 Gbps in download.

Inoltre, la tecnologia MU-MIMO supporta lo streaming simultaneo, mentre il Wi-Fi 160 MHz raddoppia la velocità per i dispositivi mobili. Le quattro antenne esterne attive amplificano il segnale del router in modo da massimizzare copertura throughput.

Il device supporta anche Plex Media Server con supporto 4K anche in remoto e prova gratuita per i primi 3 mesi, 6 porte LAN Gigabit Ethernet e 1 porta 10G LAN SFP+, oltre a backup cloud su Amazon Drive.

Il NetGear Nighthawk X10 dovrebbe arrivare sul mercato italiano ad un prezzo non ancora comunicato, il quale dovrebbe aggirarsi attorno ai 499 euro.

NetGear Nighthawk X10

Il router NetGear Nighthawk X8 è dotato di un processore dual-core con frequenza di clock ad 1.4 GHz ed integra un modem con supporto ADSL/ADSL2/ADSL2+ e velocitàò VDSL/VDSL2.

Grazie alla tecnologia tri-band è possibile raggiungere ottimi risultati di connessione anche se la rete è particolarmente affollata, risultando adatto in particolar modo alle famiglie numerose e/o che sfruttino streaming 4K o gaming online.

Il resto delle specifiche vedono funzionalità Smart Connect, per selezionare automaticamente la banda Wi-Fi più veloce per i dispositivi connessi, 4 antenne attive esterne ed interne, tecnologia MU-MIMO7 porte Gigabit Ethernet, 2 porte di aggregazione, 2 ingressi USB 3.0 e 2.0 e Parental Control.

Il NetGear Nighthawk X8 dovrebbe arrivare sul mercato italiano ad un prezzo non ancora comunicato, il quale dovrebbe aggirarsi attorno ai 349 euro.

NetGear Nighthawk X8

 

L’articolo NetGear: arrivano in Italia i router Nighthawk X10 ed X8 con Wi-Fi ac/ad sembra essere il primo su Gizblog.

Sharp inaugura il più grande videowall in commercio all’ISE 2017

Sharp è una delle aziende di punta in ambito displaymonitor. In occasione dell’ISE 2017, che si terrà ad Amsterdam dal 7 al 10 febbraio, il colosso asiatico ha annunciato la presentazione del più grande videowall presente attualmente in commercio.

Esso sarà composto da vari monitor, ognuno di essi con dimensioni di 70 pollici di diagonale. Le dimensioni complessive superano di 15 pollici i monitor per videowall più grandi presenti in commercio.

Sharp inaugura il più grande videowall in commercio all’ISE 2017

Vi lasciamo con il comunicato stampa di Sharp:

Clicca per espandere

Alla Fiera Integrated Systems Europe (ISE) 2017, che si terrà ad Amsterdam dal 7 al 10 febbraio, Sharp presenterà il nuovo monitor da 70” per videowall. Le sue dimensioni superano di 10” il più grande monitor per videowall esistente e di 15” quelli standard in commercio. Progettato per il settore retail di lusso con l’obiettivo di creare il massimo impatto visivo, il nuovo prodotto Sharp accoglierà i visitatori dello stand Sharp (12/E76) in una configurazione orizzontale composta da quattro monitor.

Sharp presenterà a ISE sei nuove gamme di prodotto, alcune in nuove categorie, dimostrando come a seguito dell’alleanza tra Sharp e Foxconn dello scorso aprile, il business delle Visual Solutions si sia sviluppato rapidamente. Carlo Alberto Tenchini, Direttore Marketing Sharp Italia, dichiara: “ Lo stand Sharp a ISE è la conferma dei passi avanti effettuati dalla nostra azienda e vuole dare un chiaro messaggio ai visitatori – sviluppate il vostro business con Sharp”.

“Stiamo crescendo, stiamo innovando e lavoriamo molto bene con i nostri partner. Abbiamo ampliato in modo determinante la gamma prodotti e siamo in grado di soddisfare le esigenze di tutti i nostri clienti; questo è l’inizio di una serie di progetti che saranno sviluppati nel 2017 e mostra chiaramente i vantaggi della nostra alleanza con Foxconn.”

Lo stand Sharp sarà dedicato in parte ai monitor interattivi, tra cui un nuovo BIG PAD, con l’innovativo schermo piatto Sharp adatto per presentazioni e lavori di gruppo. Tra le caratteristiche tecniche principali di questo ultimo BIG PAD da 80”, l’‘optical bonding’ per una migliore e più precisa esperienza visiva e tattile. Per la prima volta Sharp presenterà anche un monitor adatto a spazi ristretti, con una nuova gamma di monitor interattivi da 40” progettata per consentire agli utenti di condividere le idee durante incontri informali.

Tra le altre novità, Sharp presenterà a ISE il Mini OPS standard (Open Pluggable Specification) per monitor. Tre diversi moduli a espansione, basati sul Mini-OPS che ampliano la funzione degli schermi e consentono maggiore flessibilità in modo semplice e a costi contenuti.

Sharp Logo

L’articolo Sharp inaugura il più grande videowall in commercio all’ISE 2017 sembra essere il primo su Gizblog.

Dell XPS 15: due nuove versioni con processore Intel Core i7 Kaby Lake

Dell ha presentato, al CES 2017 di Las Vegas, una nuova versione del popolare laptop di Dell XPS 15. Il modello aggiornato del notebook, con numero di modello 9560, include ora un processore Intel Core di settima generazione, ovvero Kaby Lake, assieme alla GPU Nvidia GeForce GTX 1050 con 4 GB GDDR5 dedicati.

Il nuovo Dell XPS 15 può essere acquistato tramite il sito web ufficiale della società, purtroppo solo negli Stati Uniti poiché quello italiano propone ancora il modello con processori di sesta generazione.

Dell xps 15

Dell XPS 15: ufficiali le nuove varianti con processore Intel Core i7 Kaby Lake

La caratteristica principale dell’XPS 15 è il suo display praticamente senza bordi; infatti, la società è riuscita ad ottimizzare al meglio il rapporto schermo/corpo integrando uno schermo da 15.6 pollici all’interno di un computer portatile da 14 pollici. Nello specifico, la cornice misura appena 5,7 mm.

Il nuovo computer portatile è disponibile in due diverse varianti con display Full HD e 4K. Quest’ultimo modello è dotato di un processore quad-core Intel Core i7-7700U con GPU Nvidia GeForce GTX 1050, SSD da 1 TB, 16 GB di RAM e un display touch.

La variante Full HD del Dell XPS 15, invece, ha lo stesso processore i7 Kaby Lake e la stessa GPU GTX 1050 ma propone 512 GB di spazio archiviazione e un display non touch. Entrambe le versioni del notebook offrono una batteria da ben 97 Wh che dovrebbe garantire una autonomia abbastanza buona.

Per quanto riguarda i prezzi, il Dell XPS 15 Full HD è disponibile all’acquisto ad un prezzo di 1.799 dollari (circa 1.710 euro) mentre la versione 4K a 2.249 dollari (circa 2.138 euro). La società, infine, prevede di lanciare delle versioni più economiche dell’XPS 15, però non sappiamo precisamente quando ciò accadrà.

Dell XPS 15 Kaby Lake

Vi ricordiamo che seguirci è molto semplice: tramite la pagina ufficiale Facebook, tramite il nostro canale notizie Telegram Telegram , il nostro gruppo Telegram Telegramo iscrivendosi alla nostra rivista di Play EdicolaGoogle Play Edicola. Qui potrete trovare le varie notizie da noi riportate sul blog. È possibile, inoltre, commentare, condividere e creare spunti di discussione inerenti l’argomento.


L’articolo Dell XPS 15: due nuove versioni con processore Intel Core i7 Kaby Lake sembra essere il primo su Gizblog.

Samsung: l’azienda lancia il nuovo PC Samsung All-in-One

Con l’uscita del Microsoft Surface Studio, diverse società starebbero progettando delle proprie alternative. Ad esempio, Samsung sembra aver rispolverato qualche suo concept che aveva in cantiere lanciando due nuovi dispositivi piuttosto particolari, chiamati Samsung All-in-One.

Il nuovo PC della società è disponibile in due varianti con schermo touch oppure no. La struttura di questo nuovo computer è composta da un display touchscreen e il supporto per Windows Hello. Entrambe le versioni del Samsung All-in-One dispongono di un ampio display da 24 pollici, inclinabile con tecnologia a LED e risoluzione Full HD 1920 × 1080 pixel.

Samsung All-in-One

Samsung All-in-One: ufficiale il nuovo PC AiO dell’azienda sudcoreana

La caratteristica più interessante è la soundbar situata sulla parte inferiore con due altoparlanti integrati da 10W. Questa può essere utilizzata anche come un semplice speaker Bluetooth ed è stata aggiunta al PC chiaramente per scopi di intrattenimento. Il computer dispone di un ingresso HDMI-IN per collegare dispositivi come set-top box.

Per quanto riguarda le specifiche tecniche, il Samsung All-in-One è mosso da un processore Intel Core i5-7400T da 2.4 GHz coadiuvato dalla GPU Intel HD Graphics 630 e da 8/16 GB di RAM. Troviamo anche un disco rigido da 1 TB a 5400 RPM, un ingresso mini jack per collegare cuffie o microfono, una porta HDMI, una porta USB 3.0 + una USB 2.0 e un lettore di schede SD.

Samsung All-in-One

Secondo la società sudcoreana, il PC è dotato di una batteria da 48 Wh che garantirebbe una autonomia di 1-2 ore. È possibile abbinare all’AiO anche una tastiera e un mouse e inoltre è possibile aggiornare sia la RAM che lo storage.

Samsung purtroppo non ha rivelato il prezzo e la disponibilità del nuovo PC All-in-One ma, almeno per quanto riguarda il primo, potrebbe aggirarsi attorno ai 1.000 euro.

Vi ricordiamo che seguirci è molto semplice: tramite la pagina ufficiale Facebook, tramite il nostro canale notizie Telegram Telegram , il nostro gruppo Telegram Telegramo iscrivendosi alla nostra rivista di Play EdicolaGoogle Play Edicola. Qui potrete trovare le varie notizie da noi riportate sul blog. È possibile, inoltre, commentare, condividere e creare spunti di discussione inerenti l’argomento.


L’articolo Samsung: l’azienda lancia il nuovo PC Samsung All-in-One sembra essere il primo su Gizblog.

Nokia 6 mostra i “muscoli” con un primo test Antutu Benchmark

Anche se il vero ritorno di Nokia è atteso per l’evento che si terrà al MWC 2017, l’azienda ha anticipato i tempi sul mercato asiatico presentando il Nokia 6, device dalle specifiche di fascia mid-range bassa.

Ecco che proprio dalla Cina arriva una prima foto che ci mostra il punteggio ottenuto dal terminale tramite l’ormai noto test di Antutu Benchmark.

Nokia 6 mostra i “muscoli” con un primo test Antutu Benchmark

Secondo l’immagine il Nokia 6 sarebbe in grado di raggiungere il modesto punteggio di 44.517 punti, in media o comunque superiore a quello ottenuto da devices equivalenti come OPPO A57 e Huawei Enjoy 6S, entrambi con SoC Qualcomm Snapdragon 435.

Vi lasciamo con la scheda tecnica del Nokia 6:

Clicca per espandere
  • Display IPS da 5.5 pollici di diagonale con risoluzione Full HD 1920 x 1080 pixel, densità di 401 PPI e vetro curvo 2.5D con protezione Gorilla Glass 3;
  • dimensioni di 154 x 75.8 x 8.4 mm;
  • processore quad-core Qualcomm Snapdragon 430 con architettura Cortex-A53: 4 x 1.4 GHz + 4 x 1.1 GHz;
  • GPU Qualcomm Adreno 505;
  • 4 GB di RAM LPDDR3-800 single channel;
  • 64 GB di memoria interna espandibile tramite microSD;
  • lettore d’impronte frontale;
  • fotocamera posteriore da 16 mega-pixel con apertura f/2.0, autofocus PDAF e doppio flash LED dual tone;
  • fotocamera anteriore da 8 mega-pixel con apertura f/2.0;
  • supporto audio Dolby Atmos;
  • supporto dual SIM 4G LTE;
  • Wi-Fi 802.11 b/g/n, Bluetooth 4.1, GPS/A-GPS/GLONASS;
  • batteria da 3000 mAh;
  • sistema operativo Android 7.0 Nougat.

Continua a leggere:
Nokia 6 riceve la certificazione SIG e si prepara a debuttare globalmente
Ecco le prime foto dal vivo dello smartphone

nokia 6 antutu benchmark

L’articolo Nokia 6 mostra i “muscoli” con un primo test Antutu Benchmark sembra essere il primo su Gizblog.

Apple rilascia una dichiarazione sulle prove fatte da Consumer Reports sul MacBook Pro 2016

Il mese scorso, Consumer Reports ha pubblicato un rapporto su di un test effettuato dallo stesso blog su alcune unità del MacBook Pro 2016 di Apple, mostrando dei risultati piuttosto deludenti circa la durata della batteria.

In particolare, i risultati riportati dal blog hanno visto il notebook offrire un’autonomia compresa tra le 3,75 e le 19,5 ore. Da allora, Apple ha lavorato strettamente con Consumer Reports per capire quale potesse essere il problema alla base di questa discrepanza e incoerenza con i propri risultati.

MacBook Pro gamma

MacBook Pro 2016: Apple risponde a Consumer Reports attraverso una dichiarazione

Secondo una dichiarazione riportata dalla società di Cupertino, c’è una duplice ragione: le modalità di test e un bug in Safari. La prima ragione, per l’appunto, non è un problema ma piuttosto il modo con cui Consumer Reports ha testato la durata della batteria sui MacBook Pro 2016.

La prova prevedeva l’apertura di una serie di siti web memorizzati in locale sul browser predefinito, l’impostazione del display a una luminosità di 100 Nits, lasciando che la batteria del laptop si scaricasse completamente. L’obiettivo sarebbe quello di simulare il reale utilizzo con l’apertura e la chiusura di siti web, una modalità di test abbastanza affidabile per capire l’autonomia del computer portatile.

Apple, Macbook

Per assicurarsi che tutte le unità testate siano comparabili, Consumer Reports ha disattivato anche alcune caratteristiche, tra cui la cache del browser. Apple ha identificato questo come uno dei problemi, dal momento che le prove effettuate interamente dalla società hanno preso in considerazione anche il “caching” delle pagine web, una caratteristica impostata in maniera predefinita su Safari.

Apple risolve prontamente il bug di Safari tramite una patch

L’altro problema, in ogni caso, è collegato sempre al primo. La disattivazione della cache in Safari ha innescato un bug per il quale venivano continuamente ricaricate le icone all’interno del browser. Per fortuna, Apple ha già creato una patch che verrà rilasciata presto ai possessori di un MacBook Pro 2016 al fine di correggere il problema.

Dopo aver abilitato la cache nel browser e applicato la patch, Consumer Reports ha stabilito che i dati sulla durata della batteria del notebook corrispondono a quanto riportato da Apple. Inoltre, il blog pubblicherà presto i risultati completi della prova effettuata.

Apple

Vi ricordiamo che seguirci è molto semplice: tramite la pagina ufficiale Facebook, tramite il nostro canale notizie Telegram Telegram , il nostro gruppo Telegram Telegramo iscrivendosi alla nostra rivista di Play EdicolaGoogle Play Edicola. Qui potrete trovare le varie notizie da noi riportate sul blog. È possibile, inoltre, commentare, condividere e creare spunti di discussione inerenti l’argomento.


L’articolo Apple rilascia una dichiarazione sulle prove fatte da Consumer Reports sul MacBook Pro 2016 sembra essere il primo su Gizblog.

Nintendo Switch: tante foto ed info sugli accessori della console

Meno di 48 ore ci separano alla presentazione ufficiale della Nintendo Switch, la nuova console ibrida che verrà presentata tramite alcuni eventi globali di hands-on. Anche se la console è già stata mostrata in foto e video ufficiali, ultimamente hanno iniziato a circolare varie foto di quelli che saranno gli accessori per il dispositivo.

nintendo switch

Nintendo Switch: tante foto ed info sugli accessori della console

La notizia più importante che si evince da queste immagini è che i giochi della Nintendo Switch saranno disponibili sotto forma di cartucce, così come avviene per il Nintendo 3DS/2DS.

Oltre a questo, vediamo un particolare controller arcade, una variante dello Switch Controller Pro proposta da Hori, alcuni skin set a tema The Legend of Zelda: Breath of the Wild, un multi-caricatore per i piccolo Joy-Con, un adattatore LAN, un caricatore da auto, porta-console, porta-cartucce ed un bumper case, oltre a varie sacche e pellicole per proteggere la console dall’usura, specialmente per quanto riguarda il display integrato.

Continua a leggere:
Nintendo Switch: ecco accessori e prezzi su uno store finlandese
La console compare su Best Buy in USA ad un prezzo di 250 dollari
Lista dei giochi confermati (e non)
Tutte le info sulla scheda tecnica (CPU, GPU e RAM)

nintendo switch
nintendo switch
nintendo switch
nintendo switch
nintendo switch
nintendo switch
nintendo switch
nintendo switch
nintendo switch
nintendo switch
nintendo switch
nintendo switch
nintendo switch
nintendo switch
nintendo switch
nintendo switch
nintendo switch

 

L’articolo Nintendo Switch: tante foto ed info sugli accessori della console sembra essere il primo su Gizblog.

HTC U Ultra avrà la stessa fotocamera del Google Pixel

Sembra proprio che l’HTC U Ultra possa integrare una scheda tecnica decisamente interessante, secondo quanto vociferato in queste ultime ore.

Dopo la notizia relativa all’integrazione del second display, oggi si fa strada la notizia che vedrebbe la presenza a bordo del nuovo flagship della stessa fotocamera del Google Pixel.

htc u ultra

HTC U Ultra avrà la stessa fotocamera del Google Pixel

Ricordiamo che, allo stato attuale, la fotocamera del Google Pixel ha raggiunto un punteggio di ben 89 punti su DxOMark, rivelando una ottima qualità foto e video, da noi riscontrata anche in fase di recensione.

Chiaramente il software non sarà il medesimo, in quanto curato soltanto da HTC, anche se, visto che il Pixel è stato realizzato in buona parte dall’azienda taiwanese e la qualità degli scatti dell’HTC 10, ci aspettiamo ottimi risultati.

Parlando del resto delle specifiche, l’HTC U Ultra incorporerebbe un display LCD da 5.7 pollici di diagonale con risoluzione Quad HD 2560 x 1440 pixel, processore quad-core Qualcomm Snapdragon 8214 GB di RAM LPDDR4, 64 GB di memoria interna e sistema operativo Android 7.0 Nougat.

Vi ricordiamo che il dispositivo, assieme ad altri dispositivi, sarà presentato domani 12 gennaio e sarà possibile seguire il live streaming alle ore 09:00.

Continua a leggere:
HTC U Ultra, U Play ed X10: svelata la scheda tecnica

htc u ultra

L’articolo HTC U Ultra avrà la stessa fotocamera del Google Pixel sembra essere il primo su Gizblog.

HTC: confermato l’evento di presentazione per domani

Abbiamo ormai la certezza del fatto che HTC lancerà presto una nuova serie di smartphone chiamata HTC U, in seguito al rilascio di alcuni teaser ufficiali. L’ultima immagine trapelata sul web conferma il prossimo evento della società che si terrà domani, giovedì 12 gennaio 2017.

La scritta “Live stream For U” e il logo HTC posto in verticale, confermano che la nuova gamma di device sarà caratterizzata proprio dalla lettera “U“. Oltre ai dispositivi U Ultra (Ocean Note) ed U Play (Ocean), l’azienda taiwanese prevede di annunciare domani un terzo telefono, chiamato HTC One X10.

htc u ultra

HTC: confermato l’evento di presentazione per domani

I primi due terminali dovrebbero disporre di caratteristiche davvero interessanti, almeno secondo le ultime indiscrezioni. In particolare, sia l’HTC U Ultra che l’U Play dovrebbero permettere all’utente di scorrere le pagine web, accedere ai contatti e utilizzare altre gesture sfruttando semplicemente le cornici dello schermo.

Per quanto riguarda l’hardware, il primo terminale potrebbe essere dotato di un display con diagonale compresa tra i 5 e i 5.5 pollici mentre il secondo telefono disporrebbe di uno schermo da ben 6 pollici per piazzarsi bene nella categoria phablet.

HTC Ocean video Evleaks

Non sappiamo se HTC si affiderà al performante processore quad-core Snapdragon 821 di Qualcomm, presente già su diversi top di gamma, oppure stupirà un po’ tutti lanciando il primo (o i primi) smartphone con SoC Snapdragon 835.

Per fortuna dovremo attendere soltanto poche ore all’evento che si terrà a Taipei, Taiwan. Restate sintonizzati con noi!

HTC One X10 render

Vi ricordiamo che seguirci è molto semplice: tramite la pagina ufficiale Facebook, tramite il nostro canale notizie Telegram Telegram , il nostro gruppo Telegram Telegramo iscrivendosi alla nostra rivista di Play EdicolaGoogle Play Edicola. Qui potrete trovare le varie notizie da noi riportate sul blog. È possibile, inoltre, commentare, condividere e creare spunti di discussione inerenti l’argomento.


L’articolo HTC: confermato l’evento di presentazione per domani sembra essere il primo su Gizblog.

AI Voice Secretary sarà l’assistente vocale dell’LG G6 | Rumors

Una delle implementazione lato software più interessanti degli ultimi tempi riguarda l’intelligenza artificiale. Recentemente il Google Pixel ha fatto il suo ingresso sul mercato, settando un nuovo standard in tale ambito con il Google Assistant, l’assistente vocale evoluto dell’azienda in grado di offrire una migliore interazione con l’utente.

Oltre a Samsung, il cui assistente Bixby è in arrivo sul prossimo S8, anche LG si starebbe muovendo di conseguenza. Con molta probabilità l’LG G6 sarà svelato al MWC 2017 a fine febbraio, e con esso potrebbe arrivare anche l’AI Voice Secretary, la contro-proposta della società sud-coreana realizzata in collaborazione con Google ed Amazon.

Google assistant

AI Voice Secretary sarà l’assistente vocale dell’LG G6 | Rumors

Finora le uniche cose certe relative all’LG G6 sono l’assenza di modularità, a differenza del precedente G5, e l’utilizzo di un inedito display da 5.7 pollici con risoluzione Quad HD+ 2880 x 1440 pixel, densità di 564 PPI e rapporto 18:9.

Le altre specifiche comprenderebbero il SoC octa-core Qualcomm Snapdragon 835, GPU Adreno 5406 GB di RAM LPDDR4X, 64 GB di memoria interna espandibile tramite microSD, una doppia fotocamera posteriore, batteria con supporto alla ricarica wirelessQuick Charge 4.0 e sistema operativo Android 7.0 Nougat.

Continua a leggere:
LG G6: lo smartphone si mostra in render protetto da una cover

lg g6

L’articolo AI Voice Secretary sarà l’assistente vocale dell’LG G6 | Rumors sembra essere il primo su Gizblog.

Samsung Galaxy S8 potrebbe offrire cuffie wireless Harman in dotazione

L’assenza di ingresso mini-jack da 3.5 mm è una caratteristica che si sta facendo sempre più strada in ambito smartphone. Inizialmente vista su dispositivi come il LeEco Le 2 ed il Moto Z e poi ripresa da Apple con i nuovi iPhone 7, sarà uno dei leitmotiv di questo 2017

Fra i prossimi flagship privi di tale ingresso troveremo quasi sicuramente il Samsung Galaxy S8 il quale, a differenza dei succitati terminali, dovrebbe proporre delle cuffie wireless targate Harman direttamente all’interno della confezione.

harman logo

Samsung Galaxy S8 potrebbe offrire cuffie wireless Harman in dotazione

Secondo i rumors finora raccolti, il Samsung Galaxy S8 potrebbe offrire un lettore d’impronte ottico, la cui tecnologia sarebbe permessa dall’implementazione dei SoC Qualcomm Snapdragon 835 e Samsung Exynos 9985, entrambi prodotti con processo produttivo a 10 nm. Tuttavia, è altrettanto probabile che tale sensore sia stato più semplicemente spostato sulla parte posteriore.

Ricordiamo che i prossimi Samsung Galaxy S8 ed S8 Plus offrirebbero due generosi display Super AMOLED da 5.7 e 6.2 pollici, il tutto in una scocca da 5.1 5.5 pollici grazie a cornici molto ridotte.

Le restanti specifiche comprenderebbero 6/8 GB di RAM, fino a 256 GB di memoria interna, certificazione IP68, ingresso USB Type-C, un doppio speaker Harman, assistente vocale VIV, connettività Bluetooth 5 Samsung Desktop Experience, batteria con ricarica wireless e sistema operativo Android 7.1.1 Nougat.

samsung galaxy s8 foto render

L’articolo Samsung Galaxy S8 potrebbe offrire cuffie wireless Harman in dotazione sembra essere il primo su Gizblog.

Samsung Galaxy S7: i modelli europei potrebbero ricevere Nougat il 17 gennaio

Un post pubblicato sul social network cinese Weibo ha dimostrato che Samsung avrebbe concluso il Galaxy Beta Program per Android Nougat alla fine di dicembre e che l’ultima release del sistema operativo targato Google sarebbe stata rilasciata per i dispositivi attuali nel mese di gennaio.

Una nuova fonte ha riportato che Samsung potrebbe rilasciare Android 7.0 Nougat, almeno per le unità del Samsung Galaxy S7 commercializzate in Europa, il 17 gennaio, quindi esattamente tra una settimana. Effettuando una traduzione con Google Translate, il primo paragrafo, presente nell’immagine, riporta che il codice di modello SM-G935F del terminale riceverà Android 7 il prossimo martedì.

Samsung Galaxy S7 Europa Android 7.0 Nougat

Samsung Galaxy S7: i modelli europei potrebbero ricevere Android 7.0 Nougat martedì prossimo

L’immagine, inoltre, riporta che l’aggiornamento porta i Galaxy S7 ed S7 Edge ad Android 7.0 e non la versione 7.1.1 che Samsung ha promesso inizialmente.

È possibile, anche se improbabile, che Android 7.0 si riferisca alla versione di base dell’aggiornamento, un po’ come succede con Android 6.0.1 e l’etichetta Android 6.0. Un’altra possibilità è che l’azienda sudcoreana possa rilasciare l’upgrade alla release 7.0 in alcune regioni e in altre alla 7.1.1.

Non ci resta che attendere il 17 gennaio per scoprire se in realtà Samsung effettuerà il roll-out di Android Nougat sui suoi ultimi top di gamma della serie Galaxy S.

Samsung Galaxy S7 Edge

Vi ricordiamo che seguirci è molto semplice: tramite la pagina ufficiale Facebook, tramite il nostro canale notizie Telegram Telegram , il nostro gruppo Telegram Telegramo iscrivendosi alla nostra rivista di Play EdicolaGoogle Play Edicola. Qui potrete trovare le varie notizie da noi riportate sul blog. È possibile, inoltre, commentare, condividere e creare spunti di discussione inerenti l’argomento.


L’articolo Samsung Galaxy S7: i modelli europei potrebbero ricevere Nougat il 17 gennaio sembra essere il primo su Gizblog.

Android 7.0 Nougat e lo strano caso del battery drain | Fix nell’articolo

Giornata particolarmente interessante quella di ieri, specialmente per tutti i possessori del OnePlus 3 o del OnePlus 3T (che hanno maggiormente accusato il problema) ma non solo. Per chi non sapesse di cosa stiamo parlando, sembrerebbe che ieri diversi smartphone con a bordo Android 7.0 Nougat abbiano avuto problemi di battery drain e surriscaldamento dello smartphone senza un apparente motivo.

A lamentare il problema sono stati principalmente gli utenti OnePlus ma il “fattaccio” ha colpito molti altri smartphone di tanti produttori, quali Samsung, LG, Huawei e Xiaomi.

apple iphone bug batteria

Android 7.0 Nougat e lo strano caso del battery drain

Se fino a ieri si potevano fare solo supposizioni riguardo l’intera vicenda, oggi possiamo sapere, finalmente, cosa ha portato a questo battery drain che ha recato tanto scompiglio.

Il motivo principale del battery drain, purtroppo, è causato dalle ultime release di SuperSU, applicazione che come sappiamo è indispensabile per ottenere i permessi di root. Ma non solo; nella giornata di ieri si sono aggiornate anche altre due applicazioni: stiamo parlando del client ufficiale di Facebook, già noto per la sua ingordigia di risorse, e il SystemWebView di Google, rendering indispensabile per la visualizzazione dei contenuti web su Chrome.

La combinazione di questi 3 elementi è la causa dei problemi di ieri. Chainfire, creatire di SuperSU, sin dal rilascio della sua prima versione per Android Nougat, ha sempre dichiarato che l’ottenimento dei permessi di root su Android Nougat avrebbe richiesto un procedimento molto elaborato per essere portato a compimento ed, infatti, la procedura di installazione va a “patchare” proprio la bootimage dello smartphone, aggirando tutti i controlli che il sistema effettua, portando poi al problema delle partizioni F2FS o del “DM-Verify“. Tutto questo per dire che il root su Android non è mai stato tanto “instabile” quanto in questo momento.

supersu android nougat oneplus battery drain

Gli utenti OnePlus avevano già notato che le ultime release (precisamente le versioni 2.79 SR1 e 2.79 SR2) causavano dei battery drain incredibili ed avevano ovviato al problema installando l’ultima release stabile. M,a a quanto pare, ciò non è bastato, in quanto la combinazione con gli aggiornamenti del client di Facebook e il SystemWebView di Google, uniti a SuperSU, hanno ripresentato il sopracitato problema, ampliandone la portata a molti degli smartphone con a bordo Android 7 Nougat.

Precedenti e soluzioni

Purtroppo gli utenti Android non sono nuovi a questo tipo di problemi: il più famoso incidente è quello risalente a circa 3 anni fa, quando Google rilasciò un aggiornamento del Google Play Service, rendendo di fatto inutilizzabili un numero spropositato di smartphone per colpa di battery drain mostruosi e crash del’applicazione, che impedivano l’utilizzo dello smartphone.

La situazione dovrebbe essere stata risolta ma, se doveste avere problemi, consigliamo momentaneamente di flashare la release stabile 2.79 di SuperSU, scaricabile a .

David Marcus, a capo di Messenger di Facebook, ha ammesso che proprio questa applicazione sarebbe stata una delle cause dell’anomalo battery drain e che il problema sarebbe stato risolto via server, quindi chi avesse deciso di disinstallare le applicazioni di Facebook può reinstallarle tranquillamente mentre coloro i quali abbiano sofferto “in silenzio” devono riavviare il proprio dispositivo.

L’articolo Android 7.0 Nougat e lo strano caso del battery drain | Fix nell’articolo sembra essere il primo su Gizblog.

Vodafone Senza Limiti Per Te gratis per i clienti dell’operatore

Vodafone ha deciso di premiare i suoi cari clienti offrendo una settimana di chiamate gratuite. Da oggi fino al 21 gennaio 2017, i clienti del gestore rosso con SIM ricaricabile, potranno attivare gratuitamente la promozione Vodafone Senza Limiti Per Te.

Vodafone Senza Limiti Per Te: chiamate illimitate gratis per una settimana

Parliamo di una tariffa che consente di chiamare gratuitamente ed illimitatamente tutti i numeri mobili Vodafone. La promozione può essere attivata tramite l’app My Vodafone oppure chiamando il numero gratuito 42040.

Nel caso in cui si dispone già di una tariffa con minuti illimitati, Vodafone cambierà l’opzione “Senza Limiti Per Te” con 2 giorni di navigazione illimitata.

Vodafone logo

Vi ricordiamo che seguirci è molto semplice: tramite la pagina ufficiale Facebook, tramite il nostro canale notizie Telegram Telegram , il nostro gruppo Telegram Telegramo iscrivendosi alla nostra rivista di Play EdicolaGoogle Play Edicola. Qui potrete trovare le varie notizie da noi riportate sul blog. È possibile, inoltre, commentare, condividere e creare spunti di discussione inerenti l’argomento.


L’articolo Vodafone Senza Limiti Per Te gratis per i clienti dell’operatore sembra essere il primo su Gizblog.

Nokia dovrebbe presentare un top di gamma all’evento del MWC 2017

Manca poco più di un mese al MWC 2017, la fiera catalana dedicata al mondo dell’elettronica, in particolar mondo quello degli smartphone. Tra le aziende che presenzieranno troviamo anche Nokia, il cui evento si terrà il prossimo 26 febbraio.

Anche se il debutto è già avvenuto in sordina giorni fa con la presentazione del Nokia 6, l’attesa dietro all’evento che si terrà a Barcellona è decisamente alta, visti anche i recenti rumors secondo cui la società finlandese si starebbe preparando a svelare il top di gamma che tutti stanno aspettando.

Nokia dovrebbe presentare un top di gamma all’evento del MWC 2017

Che Nokia abbia in programma di proporre altri dispositivi oltre all’attuale Nokia 6 è abbastanza scontato. Fra questi dovrebbe esserci il tanto vociferato flagship basato su SoC Qualcomm.

In un recente FAQ stilato da Nokia China, infatti, si farebbe menzione a ciò. Stando a quanto trapelato, il dispositivo integrerebbe al suo interno un processore octa-core Qualcomm Snapdragon 835, affiancato da 6 GB di RAM LPDDR4X, una fotocamera posteriore da 23 mega-pixel con lente Carl Zeiss ed un lettore d’impronte digitali laterale.

Nel frattempo, vi ricordiamo la scheda tecnica del Nokia 6:

Clicca per espandere
  • Display IPS da 5.5 pollici di diagonale con risoluzione Full HD 1920 x 1080 pixel, densità di 401 PPI e vetro curvo 2.5D con protezione Gorilla Glass 3;
  • dimensioni di 154 x 75.8 x 8.4 mm;
  • processore quad-core Qualcomm Snapdragon 430 con architettura Cortex-A53: 4 x 1.4 GHz + 4 x 1.1 GHz;
  • GPU Qualcomm Adreno 505;
  • 4 GB di RAM LPDDR3-800 single channel;
  • 64 GB di memoria interna espandibile tramite microSD;
  • lettore d’impronte frontale;
  • fotocamera posteriore da 16 mega-pixel con apertura f/2.0, autofocus PDAF e doppio flash LED dual tone;
  • fotocamera anteriore da 8 mega-pixel con apertura f/2.0;
  • supporto audio Dolby Atmos;
  • supporto dual SIM 4G LTE;
  • Wi-Fi 802.11 b/g/n, Bluetooth 4.1, GPS/A-GPS/GLONASS;
  • batteria da 3000 mAh;
  • sistema operativo Android 7.0 Nougat.

Continua a leggere:
Nokia 6: l’azienda conferma l’estrema resistenza dello smartphone
Nokia 6 ufficiale: ecco le prime foto dal vivo dello smartphone

nokia 6 silver

L’articolo Nokia dovrebbe presentare un top di gamma all’evento del MWC 2017 sembra essere il primo su Gizblog.

Apple iPhone: display edge-to-edge sulla prossima generazione?

Nelle scorse ore è stata approvato un brevetto, davvero interessante, per una nuova tecnologia di Apple che permette di inserire, al di sotto di un display edge-to-edge, molti dei sensori presenti sugli smartphone.

In base alle ultime informazioni trapelate sul web, il frutto di questo brevetto potrebbe debuttare ufficialmente nella prossima generazione di iPhone, che dovrebbe essere annunciata a settembre 2017. In particolare, il brevetto ha riportato che diverse caratteristiche, come altoparlanti e fotocamere, potranno essere nascoste dietro lo schermo.

apple

Apple iPhone: un brevetto rivela l’interesse dell’azienda nei display edge-to-edge

Il brevetto è stato identificato dall’US Patent and Trademark Office con il numero 9.543,364 e con una descrizione che riporta un metodo con cui i vari componenti possono essere montati dietro al display dell’iPhone, alcuni dei quali sarebbero talmente piccoli da essere invisibili all’occhio umano.

Tale disposizione permetterebbe agli ingegneri di progettare uno smartphone o un tablet con un vero e proprio display edge-to-edge. Abbiamo visto negli ultimi anni come i telefoni sono diventati sempre più compatti poiché i produttori sono riusciti ad ottimizzare gli spazi e aumentando il rapporto del display rispetto al corpo e a realizzare processori e GPU impiegando processi produttivi sempre più piccoli.

apple iphone 6s

Nel suo brevetto, Apple indica che i vari sensori e le altre componenti verrebbero posti dietro a una porzione attiva di un pannello OLED o con tecnologia simile, in una sorta di piccole “aperture” poste al di sotto dello schermo.

iPhone 8 con tasto Home più grande?

Posizionando dei sensori in queste “cavità”, questi permetteranno allo smartphone di facilitare la raccolta di segnali acustici, delle onde radio e della luce. Secondo il documento, la tecnologia di Apple permetterebbe anche di integrare un tasto Home più grande e, inoltre, sarebbe stata sviluppata una tecnologia di visualizzazione auto-illuminante, come la OLED, ma posizionata su un pannello LCD tradizionale.

Una tecnologia simile potrebbe essere il viatico della società per entrare nel mondo della realtà aumentata, anche se non è stato riportato esplicitamente questo uso nel brevetto.

iPhone 7 Plus

Vi ricordiamo che seguirci è molto semplice: tramite la pagina ufficiale Facebook, tramite il nostro canale notizie Telegram Telegram , il nostro gruppo Telegram Telegramo iscrivendosi alla nostra rivista di Play EdicolaGoogle Play Edicola. Qui potrete trovare le varie notizie da noi riportate sul blog. È possibile, inoltre, commentare, condividere e creare spunti di discussione inerenti l’argomento.


L’articolo Apple iPhone: display edge-to-edge sulla prossima generazione? sembra essere il primo su Gizblog.

Nokia 6 riceve la certificazione SIG e si prepara a debuttare globalmente

Anche se Nokia è una delle principali aziende europee in ambito mobile, il nuovo Nokia 6 ha ufficialmente debuttato sul mercato cinese e sarà disponibile all’acquisto verso fine mese.

Tuttavia, il terminale dovrebbe essere lanciato a breve anche nel resto del mondo, vista la recente certificazione SIG ricevuta (relativa alla connettività Bluetooth); vediamo il nome in codice “TA-1003“, il quale indicherebbe la nuova variante Global.

nokia 6 certificazione

Nokia 6 riceve la certificazione SIG e si prepara a debuttare globalmente

Vi ricordiamo la scheda tecnica del Nokia 6:

Clicca per espandere
  • Display IPS da 5.5 pollici di diagonale con risoluzione Full HD 1920 x 1080 pixel, densità di 401 PPI e vetro curvo 2.5D con protezione Gorilla Glass 3;
  • dimensioni di 154 x 75.8 x 8.4 mm;
  • processore quad-core Qualcomm Snapdragon 430 con architettura Cortex-A53: 4 x 1.4 GHz + 4 x 1.1 GHz;
  • GPU Qualcomm Adreno 505;
  • 4 GB di RAM LPDDR3-800 single channel;
  • 64 GB di memoria interna espandibile tramite microSD;
  • lettore d’impronte frontale;
  • fotocamera posteriore da 16 mega-pixel con apertura f/2.0, autofocus PDAF e doppio flash LED dual tone;
  • fotocamera anteriore da 8 mega-pixel con apertura f/2.0;
  • supporto audio Dolby Atmos;
  • supporto dual SIM 4G LTE;
  • Wi-Fi 802.11 b/g/n, Bluetooth 4.1, GPS/A-GPS/GLONASS;
  • batteria da 3000 mAh;
  • sistema operativo Android 7.0 Nougat.

Continua a leggere:
Nokia 6: l’azienda conferma l’estrema resistenza dello smartphone
Nokia 6 ufficiale: ecco le prime foto dal vivo dello smartphone

nokia 6 silver

L’articolo Nokia 6 riceve la certificazione SIG e si prepara a debuttare globalmente sembra essere il primo su Gizblog.

Le offerte del giorno di Amazon: smartphone e accessori #211

Buongiorno e bentornati al quotidiano appuntamento con le migliori offerte del giorno del noto rivenditore online Amazon, da noi selezionate. 

Come abitualmente accade ogni giorno, andiamo a verificare quelle che sono le offerte, lampo e non, che non potete lasciarvi scappare! Cercando di venire incontro a tutte le possibili esigenze dei nostri utenti, proviamo a mettere insieme le offerte più convenienti di Amazon nell’ambito di smartphone ed accessori tecnologici.

Scopriamo subito le migliori offerte Amazon di oggi!

Nella categoria smartphone, smartband, tablet e notebook abbiamo selezionato:

Nelle categorie action camera, TV Box e proiettori abbiamo selezionato:

Nella categorie caricabatterie e powerbank abbiamo selezionato:

  • RAVPower Caricabatterie Portatile 6700 mAh: 12,59 eurio
  • AUKEY Ciabatta con 4 Prese Elettriche EU + 6 Porte USB di Ricarica: 19,99 euro
  • RAVPower Batteria Esterna Rugged da 10.050 mAh: 23,99 euro
  • AUKEY Quick Charge 3.0 Caricabatteria Portatile 20.000 mAh: 29,99 euro
  • AUKEY Quick Charge 3.0 Caricabatterie da Muro con 6 porte USB: 25,99 euro
  • AUKEY Quick Charge 2.0 Caricabatteria da Muro con 2 porte USB da 30W: 10 euro
  • Supporto + Caricatore per Apple Watch + 3 Porte USB di ricarica: 19,58 euro
  • Hiluckey Caricabatterie Solare 10.000 mAh: 15,99 euro
  • Kans 10.000 mAh Batteria Esterna Portatile: 13,99 euro
  • GRDE Powerbank 20.000 mAh: 23,99 euro

Nella categorie audio abbiamo selezionato:

Nella categorie periferiche e altri accessori abbiamo selezionato:

  • HP OfficeJet 4650 Stampante Ink All-in-One: 47,99 euro
  • TP-Link TL-WA850RE Range Extender Universale: 18,90 euro
  • Withings Body Cardio Bilancia Connessa: 147,59 euro
  • D-Link DIR-842 Router Wireless: 43,99 euro
  • Sony KD-43X8305C Televisore 4K Ultra HD Android 43″: 699,99 euro
  • TP-Link Archer C7 Router Gigabit Wireless Dual Band: 88,98 euro
  • BESTRUNNER 10x Flash Drive 8 GB USB 2.0: 28,72 euro
  • AUKEY Prese con Telecomando a Distanza per Elettrodomestici: 22,99 euro
  • Kanto Supporto per TV 32 – 55 pollici: 229,99 euro
  • AUKEY Hub 7 porte USB 3.0 + 2 porte USB di ricarica: 29,99 euro
  • AUKEY 5x Cavi USB Type-C a USB 3.0 A in Nylon Intrecciato: 14,99 euro
  • NexGadget IP Camera Wifi Videocamera di Sorveglianza: 53,59 euro
  • Vantrue N2 Dual Dash Cam 1080p FHD HDR+: 129,99 euro
  • NexGadget Mini Videocamera di Sorveglianza WiFi: 25,49 euro
  • Tepoinn Visore 3D VR: 18,99 euro
  • VicTsing Tastiera Meccanica: 29,99 euro
  • KLIM Wind Base di Raffreddamento per PC portatile: 23,92 euro
  • Trusda 32 GB Chiavetta USB 3.0 con Connettore Lightning: 25,99 euro
  • AUKEY Hub USB-C con 3 Porte USB 3.0 + Ethernet: 12,99 euro
  • GHB Mouse Ottico Ergonomico Wireless: 13,58 euro
  • Corsair Tastiera Meccanica Gaming + Wireless Cuffie Gaming + Tappetino da Gaming + Mouse Gaming Ottico: 314,29 euro
  • Corsair Mouse Gaming Scimitar + Tappetino da Gaming per Mouse: 89,89 euro
  • Logitech G410 Atlas Spectrum Tastiera da Gioco (layout UK): 108,95 euro

Vi ricordiamo che alcune di queste offerte, dove indicato nel link, sono coperte dal programma Amazon Prime, il che vuol dire che se siete iscritti al programma, potrete approfittare delle spedizioni gratuite ed anche della spedizione 1 giorno! Vi facciamo presente, inoltre, che molte di queste offerte sono Offerte Lampo, il che vuol dire che avrete circa 10 ore per poter usufruire dello sconto!

Cosa ve ne pare di queste diverse offerte Amazon? Avete trovato quella giusta che fa per voi?

Logo Amazon

Seguire tutte le offerte proposte da GizDeals è molto semplice: tramite la pagina ufficiale Facebook o tramite il nostro canale notizie Telegram Telegram. Qui potrete trovare tutte le offerte presenti sui nostri blog GizChina.it e GizBlog.it.


Iscriviti al nostro canale Telegram GizDeals per ricevere offerte, sconti e promozioni in tempo reale!
CLICCA QUI

L’articolo Le offerte del giorno di Amazon: smartphone e accessori #211 sembra essere il primo su Gizblog.

Nintendo Switch compare su Best Buy in USA ad un prezzo di 250 dollari

Viene direttamente da Reddit l’informazione riguardante il prezzo della Nintendo Switch, la nuova console ibrida la cui presentazione ufficiale si terrà il prossimo 15 gennaio.

Stando alle fonti in questione, sarebbe comparso un nuovo prodotto nel database di Best Buy, famosa catena di elettronica negli USA, sotto il nome di “Nintendo N2“.

nintendo switch

Nintendo Switch compare su Best Buy in USA ad un prezzo di 250 dollari

Per la precisione, la Nintendo Switch dovrebbe essere lanciata sul mercato americano ad un prezzo di 249,99 dollari, somma ben lontana dai 399,99 euro attualmente necessari per il pre-ordine tramite GameStop (anche se la cifra non è ancora ufficiale).

Se la notizia si rivelasse vera, siamo certi che in molti saranno curiosi di acquistare e provare la nuova console di Nintendo, le cui meccaniche potrebbero in parte cambiare le sorti del settore videoludico.

E voi cosa ne pensate? Acquistereste una Nintendo Switch a queste cifre? Fateci sapere la vostra opinione nei commenti!

Continua a leggere:
Nintendo Switch: ecco accessori e prezzi su uno store finlandese
Lista dei giochi confermati (e non)
Tutte le info sulla scheda tecnica (CPU, GPU e RAM)

pokémon stars nintendo switch

L’articolo Nintendo Switch compare su Best Buy in USA ad un prezzo di 250 dollari sembra essere il primo su Gizblog.

HTC U Ultra: le foto dal vivo mostrano la presenza di un second display

Poche ore ci separano dall’evento targato HTC del 12 gennaio, durante il quale l’azienda svelerà i nuovi smartphone in arrivo per la prima metà del 2016, e fra questi troviamo l’HTC U Ultra.

Inizialmente denominato come HTC Ocean Note, il terminale rappresenterebbe il flagship principale, vista la scheda tecnica proposta. Dopo alcune prime informazioni, sono successivamente spuntate delle foto dal vivo che svelerebbero alcuni aspetti interessanti del device.

htc u ultra

HTC U Ultra: le foto dal vivo mostrano la presenza di un second display

Stando a quanto trapelato, l’HTC U Ultra sarà un dispositivo dalle dimensioni generosi, con un display LCD da ben 6 pollici di diagonale con risoluzione Quad HD 2560 x 1440 pixel. Se ciò non bastasse, superiormente a destra troveremmo un second display, apparentemente identico a quello presente sull’LG V20 (da noi recensito), tramite cui interagire con il telefono.

Vediamo poi una costruzione in vetro con back cover curva lateralmente, molto simile alla serie Galaxy di Samsung, il tutto proposto in 4 colorazioni, ovvero Black, White, Blu e Pink. Il design dei profili è però quello made in HTC, anche se (purtroppo) è evidente l’assenza dell’ingresso mini-jack, ipotesi già precedentemente avanzata da alcuni rumors.

Vi ricordiamo che l’HTC U Ultra dovrebbe montare un processore Qualcomm Snapdragon 835, GPU Adreno 5404 GB di RAM, un minimo di 64 GB di memoria interna, una doppia fotocamera posteriore da 24 + 13 mega-pixel, una fotocamera anteriore da 16 mega-pixel, batteria da 4000 mAh con ricarica rapida e sistema operativo Android 7.0 Nougat.

Continua a leggere:
HTC U Ultra, U Play ed X10: svelata la scheda tecnica

htc u ultra
htc u ultra
htc u ultra
htc u ultra
htc u ultra
htc u ultra
htc u ultra
htc u ultra
htc u ultra

L’articolo HTC U Ultra: le foto dal vivo mostrano la presenza di un second display sembra essere il primo su Gizblog.

Wind All Inclusive Gold: torna ancora con 400 minuti e SMS e 5 GB a 6 euro ogni 4 settimane

Secondo quando riportato da alcune fonti attendibili, la famosa promozione di Wind, la All Inclusive Gold, torna disponibile per tutti i clienti che effettuano portabilità da un operatore virtuale.

La promozione, come abbiamo già avuto modo di vedere in passato, prevede 400 minuti, 400 SMS e 5 GB di Internet a 6 euro ogni 4 settimane.

Wind All Inclusive Gold: torna ancora con 400 minuti e SMS e 5 GB a 6 euro al mese

L’attivazione sarebbe effettuabile unicamente presso un rivenditore Wind, a seguito del pagamento dell’attivazione, da 9 euro.

wind all inclusive gold

Non sono state rilasciate maggiori informazioni al riguardo ma si suppone che, come in passato, una volta raggiunte le soglie dei vari servizi, i costi saranno di 15 centesimi ogni SMS, 29 centesimi al minuto per le chiamate mentre la connessione verrebbe portata ad una velocità di 32 kbps.

Restiamo comunque in attesa di maggiori riscontri riguardo la possibilità di attivare l’offerta da parte di altri operatori o di eventuali altri costi.

L’articolo Wind All Inclusive Gold: torna ancora con 400 minuti e SMS e 5 GB a 6 euro ogni 4 settimane sembra essere il primo su Gizblog.

GPD Pocket è un mini notebook da 7 pollici davvero interessante

Abbiamo conosciuto l’azienda GPD con la mini console GPD Win, dotata di tastiera, sistema operativo Windows 10 e processore Intel Atom X7. L’azienda, ora, sta progettando il lancio di un nuovo prodotto: un notebook con display da 7 pollici che potrà essere riposto comodamente in tasca.

Il dispositivo in questione si chiama GPD Pocket e avrà la possibilità di eseguire sia Windows 10 che Ubuntu 16.04. Purtroppo per ora la società ha rivelato solo alcuni render e mockup di un prototipo, quindi dovremo aspettare ancora un po’ prima di vedere il prodotto finale.

GPD Pocket

GPD Pocket: in arrivo un nuovo notebook da 7 pollici molto particolare

In ogni caso, il GPD Pocket sarà caratterizzato da specifiche tecniche davvero interessanti che includono un display touchscreen da 7 pollici di diagonale con tecnologia IPS e vetro protettivo Corning Gorilla Glass 3, un processore quad-core Intel Atom X7-Z8700 con architettura Cherry Trail, 4 GB di RAM, 128 GB di archiviazione interna e una batteria da 7000 mAh.

In base ai primi render trapelati sul web, il GPD Pocket sarà leggermente più grande rispetto al Win e, inoltre, avrà un telaio in alluminio. Il comparto delle connettività del mini notebook includerà una porta USB Type-C, una porta USB Type-A, un ingresso HDMI e un ingresso jack da 3.5 mm.

GPD Pocket

Ovviamente, il dispositivo sarà troppo piccolo per contenere una tastiera full-size e un touchpad, per questo GPD ha scelto di implementare una piccola tastiera QWERTY e una rotellina rossa, simile a quella presente sulla linea ThinkPad di Lenovo, che fungerà da mouse per effettuare i vari spostamenti sullo schermo.

Sarà un dispositivo da utilizzare solo per compiti leggeri

La mancanza di un poggia polsi, però, potrebbe creare disagio ma dubitiamo che l’utente finale possa utilizzare il GPD Pocket come dispositivo principale. Il device, invece, potrà gestire compiti leggeri quando ci si trova fuori casa come inviare una breve e-mail, navigare sul web o fare altre attività che potrebbero non richiedere un grande schermo oppure un processore ad alta potenza.

Le prime recensioni effettuate su una demo del GPD Win, purtroppo, non sono state molto positive, quindi speriamo che la società prenderà sul serio i feedback per applicarli sul nuovo GPD Pocket. Secondo Ton-chi-ki, l’azienda prevede di lanciare una campagna di crowdfunding su Indiegogo del GPD Pocket per il prossimo mese.

GPD Pocket

Vi ricordiamo che seguirci è molto semplice: tramite la pagina ufficiale Facebook, tramite il nostro canale notizie Telegram Telegram , il nostro gruppo Telegram Telegramo iscrivendosi alla nostra rivista di Play EdicolaGoogle Play Edicola. Qui potrete trovare le varie notizie da noi riportate sul blog. È possibile, inoltre, commentare, condividere e creare spunti di discussione inerenti l’argomento.


L’articolo GPD Pocket è un mini notebook da 7 pollici davvero interessante sembra essere il primo su Gizblog.

Apple avrebbe tutto l’occorrente per poter riparare i MacBook Pro 2016

Se per qualsiasi motivo il vostro MacBook Pro 2016 dovesse avere qualche problema, la cosa più ovvia da fare sarebbe quella di rinviarlo nuovamente ad Apple per essere riparato.

Tuttavia, recenti informazioni rivelate da Macotakara hanno riportato che gli store di Apple non sarebbero attrezzati per riparare i nuovi notebook della società, in quanto non avrebbero gli strumenti necessari per farlo, almeno per ora.

doom macbook pro touch bar

Apple MacBook Pro 2016: gli store avrebbero tutti gli strumenti per la riparazione dei laptop

Per fortuna queste informazioni sembrano essere false o almeno questo è quello che sostiene AppleInsider. Il noto blog si sarebbe messo in contatto con alcune conoscenze aziendali all’interno di Apple, ponendo tale questione.

I dipendenti della società hanno risposto che i vari store autorizzati della società sono in grado di gestire le riparazioni del nuovo MacBook Pro 2016. Tale dichiarazione è stata confermata anche da fonti di AppleInsider e presso i vari store di vendita al dettaglio.

macbook pro l shape

Apple ha fissato una certa procedura che prevede sia la sostituzione con un nuovo modello di laptop entro 10 giorni dalla data di acquisto oppure la sostituzione presso uno store sotto la direzione della stessa azienda.

Secondo la fonte di AppleInsider, gli store autorizzati hanno tutto l’occorrente, sia hardware che software, per effettuare con successo le riparazioni del nuovo MacBook Pro. Questa fonte ha aggiunto anche che vengono utilizzate strutture di un certo livello per la riparazione sia dei dispositivi iOS che dei Mac.

Speriamo che quanto riportato riuscirà a diramare le diverse preoccupazioni sorte tra gli utenti, per quanto riguarda il supporto post-vendita.

apple

Vi ricordiamo che seguirci è molto semplice: tramite la pagina ufficiale Facebook, tramite il nostro canale notizie Telegram Telegram , il nostro gruppo Telegram Telegramo iscrivendosi alla nostra rivista di Play EdicolaGoogle Play Edicola. Qui potrete trovare le varie notizie da noi riportate sul blog. È possibile, inoltre, commentare, condividere e creare spunti di discussione inerenti l’argomento.


L’articolo Apple avrebbe tutto l’occorrente per poter riparare i MacBook Pro 2016 sembra essere il primo su Gizblog.

Samsung Galaxy C7 Pro in arrivo: scheda tecnica e foto del phablet

Se la fine del 2016 aveva visto l’arrivo sul mercato (cinese) del C9 Pro con ben 6 GB di RAM, anche il 2017 dovrebbe iniziare con il lancio del fratello minore Samsung Galaxy C7 Pro.

Dopo averlo visto comparire nel database dell’ente certificativo TENAA, oggi il phablet compare in una foto promozionale trapelata, mostrando il design più nel dettaglio.

Samsung Galaxy C7 Pro in arrivo: scheda tecnica e foto del phablet

Dal punto di vista estetico il Samsung Galaxy C7 Pro si differenzia in maniera minima dal suddetto C9 Pro. Vediamo lo stesso design adottato per le linee delle antenne, mentre i tasti laterali rimangono gli stessi ma su lati opposti.

Anche il display Super AMOLED propone nuovamente dimensioni generose, visti i 5.7 pollici di diagonale con risoluzione Full HD 1920 x 1080 pixel e vetro curvo 2.5D. Frontalmente è posizionato il lettore d’impronte. Il tutto è contenuto in uno spazio di 162,9 x 80,7 x 6,9 mm per un peso di 185 g.

Sotto la scocca in metallo trova spazio un SoC octa-core Qualcomm Snapdragon 626 con frequenza di clock a 2.2 GHz, coadiuvata nuovamente da 4/6 GB di RAM e 32/64 GB di memoria interna, espandibile tramite micro SD fino a 128 GB. Il resto delle specifiche comprende fotocamere da 16 e 16 mega-pixel, connettività dual SIM 4G, ingresso USB Type-C, batteria da 4000 mAh e sistema operativo Android 6.0.1 Marshmallow.

Il Samsung Galaxy C7 Pro dovrebbe essere presentato dall’azienda attorno al 21 gennaio ad un prezzo che dovrebbe aggirarsi attorno ai 400 euro.

samsung galaxy c7 pro

L’articolo Samsung Galaxy C7 Pro in arrivo: scheda tecnica e foto del phablet sembra essere il primo su Gizblog.

SK Hynix presenta un chip DRAM da 8 GB LPDDR4X

Il produttore sudcoreano di semiconduttori SK Hynix ha lanciato un nuovo chip DRAM per smartphone da 8 GB LPDDR4X. L’azienda, con sede a Icheon, ha riportato che sta attualmente progettando di produrre in massa il chip nei prossimi mesi e di offrirlo a tutti i produttori di dispositivi che hanno intenzione di creare telefoni di fascia top con 8 GB di RAM.

In particolare, lo standard LPDDR4X è circa il 20% più efficiente rispetto a quello LPDDR4. Oltre ad essere più efficiente, il nuovo chip di SK Hynix occupa il 30% di spazio in meno rispetto all’attuale generazione.

SK Hynix chip dram 8 gb lpddr4x

SK Hynix: ufficiale il nuovo chip DRAM da 8 GB LPDDR4X

Secondo le ultime informazioni, alcuni produttori di smartphone hanno già iniziato a sperimentare l’ultimo chip dell’azienda sudcoreana, anche se nessuna delle collaborazioni è stata ancora ufficialmente confermata.

Indipendentemente da ciò, fonti del settore sostengono che il nuovo chip DRAM da 8 GB LPDDR4X potrebbe essere impiegato sui prossimi Samsung Galaxy S8 o Apple iPhone 8, anche se non sembra molto probabile per entrambi gli smartphone poiché, ad esempio, Samsung starebbe progettando un proprio chip per smartphone da 8 GB che dovrebbe utilizzare sul prossimo flagship della serie Galaxy S.

SK Hynix chip dram 8 gb lpddr4x
Samsung chip DRAM

Il nuovo chip di SK Hynix è caratterizzato da due unità da 8 Gigabit fabbricati in una doppia configurazione e con quattro strati. Questo si traduce in una memoria DRAM che vanta ben 64 Gigabit (o 8 GB). Il gigante sudcoreano sostiene che questo chip sarà probabilmente disponibile all’acquisto nel corso di quest’anno.

SK Hynix è la principale concorrente nazionale di Samsung nel mercato dei semiconduttori ma potrebbe esserci anche una collaborazione in atto tra le due compagnie coreane.

In ogni caso, sapremo per certo se Samsung ha scelto di utilizzare un proprio chip DRAM oppure no nel Galaxy S8 all’evento di presentazione che si terrà a New York ad aprile.

SK Hynix logo

Vi ricordiamo che seguirci è molto semplice: tramite la pagina ufficiale Facebook, tramite il nostro canale notizie Telegram Telegram , il nostro gruppo Telegram Telegramo iscrivendosi alla nostra rivista di Play EdicolaGoogle Play Edicola. Qui potrete trovare le varie notizie da noi riportate sul blog. È possibile, inoltre, commentare, condividere e creare spunti di discussione inerenti l’argomento.


L’articolo SK Hynix presenta un chip DRAM da 8 GB LPDDR4X sembra essere il primo su Gizblog.

HTC U Ultra, U Play ed X10: svelata la scheda tecnica | Rumors

Il prossimo 12 gennaio si terrà l’evento ufficiale di HTC durante il quale assisteremo alla presentazione della nuova gamma di smartphone, comprensiva di HTC U UltraU Play ed X10.

Ecco le informazioni finora trapelate riguardanti la scheda tecnica dei suddetti terminali.

htc u ultra

HTC U Ultra, U Play ed X10: svelata la scheda tecnica | Rumors

Partendo dall’HTC U Ultra (Ocean Note), dei tre smartphone questo rappresenta il vero top di gamma, viste le specifiche presenti a bordo.

Infatti, il device si caratterizzerebbe per un display da ben 6 pollici di diagonale con risoluzione Quad HD 2560 x 1440 pixel, probabilmente con compatibilità con il Google Daydream. Una delle principali particolarità del terminale dovrebbe essere la possibilità di effettuare delle gestures sui bordi, grazie alle quali muoversi all’interno dell’interfaccia e gestire più comodamente le ampie dimensioni del device.

Il resto delle specifiche includerebbe il processore octa-core Qualcomm Snapdragon 835, GPU Adreno 5404 GB di RAM LPDDR4X, un minimo di 64 GB di memoria interna, una doppia fotocamera posteriore da 24 + 13 mega-pixel, una fotocamera anteriore da 16 mega-pixel, lettore d’impronte digitali posteriore, batteria da 4000 mAh con ricarica rapida e sistema operativo Android 7.0 Nougat.

htc u play

Passando all’HTC U Play (Alpine), qua troveremmo un display più contenuto da 5.2 pollici di diagonale con risoluzione Full HD 1920 x 1080 pixel, un processore octa-core MediaTek Helio P10 con relativa GPU ARM Mali-T860 MP23 GB di RAM, un minimo di 32 GB di memoria interna, fotocamere da 16 e 16 mega-pixel e batteria ad 2500 mAh.

htc x10

Per concludere, l’HTC X10 presenterebbe un display da 5.5 pollici di diagonale Full HD, processore octa-core MediaTek Helio P10, GPU ARM Mali-T860 MP23 GB di RAM, un minimo di 32 GB di memoria interna, fotocamere da 16 ed 8 mega-pixel, una capiente batteria da 4000 mAh ed un lettore d’impronte digitale posteriore.

htc 11

L’articolo HTC U Ultra, U Play ed X10: svelata la scheda tecnica | Rumors sembra essere il primo su Gizblog.

CyberPowerPC lancia un gaming PC Oculus Ready da 500 dollari

Come promesso durante la conferenza degli sviluppatori Oculus Connect, CyberPowerPC ha lanciato un nuovo PC dedicato al gaming che supporta l’Oculus Rift, dal prezzo di appena 499 dollari (circa 472 euro).

Il nuovo computer è mosso da un processore AMD con grafica Radeon e, inoltre, dispone di un VR rig che permette di offrire una solida esperienza di realtà virtuale attraverso l’Oculus Rift.

CyberPowerPC Oculus Ready

CyberPowerPC: l’azienda presenta un Gaming PC economico Oculus Ready

Più nello specifico, il nuovo CyberPowerPC Gaming PC è dotato di un processore AMD FX 4350 con clock a 4.2 GHz e coadiuvato dalla GPU Radeon RX 470 con 4 GB dedicati e 8 GB di RAM DDR3. Presenti anche un hard disk da 1 TB a 7200 RPM, un’unità ottica DVD+RW/DVD-RW, 3 porte USB 3.0, 7 porte USB 2.0 e il codice di modello GUAVR3000B1.

Il nuovo computer di CyberPowerPC è ufficialmente certificato come parte del programma Oculus Ready, quindi dovrebbe offrire una buona esperienza nella Virtual Reality nonostante disponga di specifiche tecniche inferiori rispetto a quanto siamo abituati a vedere su un computer VR-Ready.

CyberPowerPC Oculus Ready

Uno dei motivi principali per cui un prodotto del genere riesce a supportare l’Oculus Rift è perché la società ha utilizzato una tecnologia, chiamata Asynchronous Spacewarp, capace di far lavorare di meno il PC e riproducendo meno fotogrammi mentre il software di Oculus colma le lacune che si creano.

Il nuovo gaming PC targato CyberPowerPC è disponibile già per l’acquisto negli Stati Uniti tramite Best Buy ad un prezzo di 499 dollari (circa 472 euro) senza Oculus Rift oppure a 1.099,98 dollari (circa 1.040 euro) con il visore incluso.

CyberPowerPC Oculus Ready

Vi ricordiamo che seguirci è molto semplice: tramite la pagina ufficiale Facebook, tramite il nostro canale notizie Telegram Telegram , il nostro gruppo Telegram Telegramo iscrivendosi alla nostra rivista di Play EdicolaGoogle Play Edicola. Qui potrete trovare le varie notizie da noi riportate sul blog. È possibile, inoltre, commentare, condividere e creare spunti di discussione inerenti l’argomento.


L’articolo CyberPowerPC lancia un gaming PC Oculus Ready da 500 dollari sembra essere il primo su Gizblog.

Nokia 6 certificato sul TENAA in colorazione Silver

Il Nokia 6 ha ufficialmente fatto il suo debutto sul mercato, sancendo il ritorno di Nokia nel settore (seppur non privo di critiche).

Dopo averne scoperto scheda tecnicaprezzo di vendita, quest’oggi il terminale ha ricevuto la canonica certificazione TENAA, mostrandosi più dettagliatamente ed inoltre nell’inedita colorazione Silver. E voi che ne pensate? Preferite questa o la precedente colorazione Black? Fatecelo sapere nei commenti!

nokia 6 silver
nokia 6 silver

Nokia 6 certificato sul TENAA in colorazione Silver

Vi ricordiamo le specifiche del Nokia 6:

Clicca per espandere
  • Display IPS da 5.5 pollici di diagonale con risoluzione Full HD 1920 x 1080 pixel, densità di 401 PPI e vetro curvo 2.5D con protezione Gorilla Glass 3;
  • dimensioni di 154 x 75.8 x 8.4 mm;
  • processore quad-core Qualcomm Snapdragon 430 con architettura Cortex-A53: 4 x 1.4 GHz + 4 x 1.1 GHz;
  • GPU Qualcomm Adreno 505;
  • 4 GB di RAM LPDDR3-800 single channel;
  • 64 GB di memoria interna espandibile tramite microSD;
  • lettore d’impronte frontale;
  • fotocamera posteriore da 16 mega-pixel con apertura f/2.0, autofocus PDAF e doppio flash LED dual tone;
  • fotocamera anteriore da 8 mega-pixel con apertura f/2.0;
  • supporto audio Dolby Atmos;
  • supporto dual SIM 4G LTE;
  • Wi-Fi 802.11 b/g/n, Bluetooth 4.1, GPS/A-GPS/GLONASS;
  • batteria da 3000 mAh;
  • sistema operativo Android 7.0 Nougat.

Continua a leggere:
Nokia 6: l’azienda conferma l’estrema resistenza dello smartphone
Nokia 6 ufficiale: ecco le prime foto dal vivo dello smartphone

nokia 6 silver
nokia 6 silver

L’articolo Nokia 6 certificato sul TENAA in colorazione Silver sembra essere il primo su Gizblog.

Samsung Galaxy J3 2017 riceve la certificazione: ecco la scheda tecnica

Dopo la presentazione ufficiale della serie A 2017, Samsung si appresta a rinnovare anche la fascia low-cost con il lancio del prossimo Samsung Galaxy J3 2017.

Nel corso delle settimane abbiamo scoperto parte della scheda tecnica del terminale, quest’oggi protagonista della certificazione Wi-Fi la quale ci svela ulteriori dettagli a riguardo.

Samsung logo

Samsung Galaxy J3 2017 riceve la certificazione: ecco la scheda tecnica

Il Samsung Galaxy J3 2017 dovrebbe arrivare in commercio con un display da 5 pollici di diagonale con risoluzione HD 1280 x 720 pixel, oltre ad una scocca leggermente rivisitata esteticamente.

Il comparto hardware è dove troviamo le maggiori migliorie, in primis per la presenza di un processore octa-core Qualcomm Snapdragon 430 con processo produttivo a 28 nm, architettura a 64 bit Cortex-A53 e frequenza di clock a 1.4 GHz. Oltre a ciò troviamo una GPU Qualcomm Adreno 5052 GB di RAM LPDDR3-800 single channel e 16 GB di memoria interna.

Il resto delle specifiche vedono una fotocamera posteriore da 5 mega-pixel, un sensore anteriore da 2 mega-pixel, connettività Wi-Fi 802.11 b/g/n, batteria da 2600 mAh e sistema operativo Android 7.0 Nougat.

samsung galaxy j3 2017

L’articolo Samsung Galaxy J3 2017 riceve la certificazione: ecco la scheda tecnica sembra essere il primo su Gizblog.

HTC U Ultra: trapela la scheda tecnica del phablet top di gamma

Il prossimo 12 gennaio si terrà un evento targato HTC, durante il quale la società taiwanese dovrebbe presentare ufficialmente alcuni dispositivi, fra cui la vociferata gamma HTC Ocean.

Successivamente denominata come serie U, fra i dispositivi della gamma dovremmo trovare l’HTC U Ultra, ovvero il modello phablet top di gamma dalla scheda tecnica degna di nota.

htc 11

HTC U Ultra: trapela la scheda tecnica del phablet top di gamma

Stando a quanto finora trapelato, l’HTC U Ultra arriverà sul mercato con un display da 6 pollici di diagonale con risoluzione Quad HD 2560 x 1440 pixel, probabilmente con compatibilità con il Google Daydream.

Una delle principali particolarità del terminale dovrebbe essere la possibilità di effettuare delle gestures sui bordi, grazie alle quali muoversi all’interno dell’interfaccia e gestire più comodamente le ampie dimensioni del device.

htc u ultra

All’interno della scocca il cuore del dispositivo sarebbe il nuovo SoC Qualcomm Snapdragon 835 MSM8995 con GPU Adreno 540. A ciò troveremmo affiancati 4 GB di RAM LPDDR4X e un minimo di 64 GB di memoria interna.

Per concludere le specifiche, vedremmo una doppia fotocamera da 24+13 mega-pixel ed una fotocamera anteriore da 16 mega-pixel, una batteria da 4000 mAh, un lettore d’impronte digitali posteriore e sistema operativo Android 7.0 Nougat.

L’azienda cinese prevede di lanciare almeno tre nuovi smartphone il 12 gennaio, ovvero HTC U UltraU Play ed One X10.

HTC teaser 2017

L’articolo HTC U Ultra: trapela la scheda tecnica del phablet top di gamma sembra essere il primo su Gizblog.

[GUIDA] Abilitiamo la modalità multifinestra su Android 7.0 Nougat

Android 7 Nougat è stato rilasciato da Google qualche mese fa e solo recentemente si è venuti a conoscenza di una funzione nativa da sempre richiesta dagli utenti ma che sembrava possibile ottenere solo mediante le custom ROMo i moduli Xposed.

Stiamo parlando del “free form mode“, o modalità multi finestra, ovvero quella funzione che permette di utilizzare le varie applicazioni, esattamente come accade con le finestre che siamo abituati ad utilizzare su Windows permettendone il ridimensionamento, la sovrapposizione e l’utilizzo in contemporanea.

multifinestra android nougat

Abilitiamo la modalità multifinestra su Android 7.0 Nougat

Questa modalità è leggermente diversa dal multi windows, in quanto non ha nessun tipo di limite sia per quanto riguarda la disposizione sul layout che per quanto riguarda il numero massimo di applicazioni. Purtroppo la funzione è ancora in fase di sviluppo ma, se è stata inserita nativamente nelle rom AOSP, significa che è abbastanza stabile da non compromettere l’esperienza utente.

L’attivazione di questa modalità potrebbe risultare superflua per uno smartphone ma cambiare completamente modo di utilizzo su un tablet, riuscendo a ricreare l’esperienza desktop che fino ad oggi era possibile solo mediante l’utilizzo di RemixOS. Purtroppo, anche se la funzione può essere attivata su tutti i dispositivi con Android Nougat, sulle ROM più customizzate dai produttori potrebbero esserci problemi nell’utilizzarla.

AVVERTENZA: La procedura descritta in questa guida presenta operazioni complesse che, se eseguite in maniera scorretta, potrebbero danneggiare il vostro device. Si consiglia l’esecuzione solo ad utenti che abbiano maturato una buona esperienza in ambito modding per Android. Lo staff di GizChina.it e GizBlog.it non si ritiene responsabile per eventuali danni al device.

Potete trovare la guida completa sul nostro forum (sezione Android). Vi invitiamo inoltre a partecipare numerosi alla discussione e a rimanere sintonizzati per eventuali aggiornamenti sulla procedura.

L’articolo [GUIDA] Abilitiamo la modalità multifinestra su Android 7.0 Nougat sembra essere il primo su Gizblog.

Facebook introdurrà la pubblicità nei video durante la riproduzione

Quanti di voi odiano la pubblicità iniziale nei video di YoutubeMark Zuckerberg (fortunatamente?) si trova dalla parte di chi la odia e, proprio per tale motivo, ha deciso, sì, di introdurre la pubblicità nei video ma di inserirla nel mezzo della riproduzione di essi.

Ancora non si conosce una data precisa di quando arriveranno i “mid-roll ads” ma sappiamo che verranno introdotti su tutti i video che avranno una lunghezza superiore ai 90 secondi e compariranno dopo aver visto 20 secondi di video, interrompendo la nostra visione per mostrarci quello che probabilmente verrà considerato il più fastidioso sistema di ads.

Facebook

Facebook introdurrà la pubblicità nei video durante la riproduzione

Gli analisti hanno dichiarato che questo potrebbe portare gli utenti a non vedere più video su Facebook o quantomeno a chiuderli subito dopo la comparsa dell’ads.

Logicamente verrà utilizzato un sistema molto simile a quello di YouTube, nel quale i creatori del video verranno ricompensati con circa il 45% delle entrate prodotte da tale video mediante le pubblicità. Attualmente la “funzione” è ancora in fase di testing ma, se riscontrerà il successo sperato tutti i video presenti su Facebook, includeranno al loro interno i “mid-rolls ads“.

Questa manovra si pone come obbiettivo dichiarato quello di permettere a tutti i creatori di contenuti di poter monetizzare con le proprie creazioni. Ogni giorno vengono visualizzate circa 100 milioni di ore di video e, se dovessero essere introdotte le pubblicità, si tratterebbe di cifre molto importanti da dover gestire.

L’articolo Facebook introdurrà la pubblicità nei video durante la riproduzione sembra essere il primo su Gizblog.

Ecco alcune nuove immagini di The Legend of Zelda: Breath of the Wild

The Legend of Zelda: Breath of the Wild sarà uno dei primissimi titoli ad essere disponibile per la Nintendo Switch, la nuova console il cui arrivo è previsto per il 17 marzo.

Per aumentare l’hype di tutti i fan della celebre saga, sono stati rilasciati alcuni artwork ed immagini ufficiali che ci danno modo di apprezzare al meglio la grafica del nuovo capitolo.

the legend of zelda breath of the wild

Ecco alcune nuove immagini di The Legend of Zelda: Breath of the Wild

Come sappiamo, The Legend of Zelda: Breath of the Wild sarà ambientato nell’amata Hyrule, anche se, a differenza dei precedenti titoli della serie, il giocatore potrà apprezzare al meglio il paesaggio vista la natura open world del gioco.

Nelle immagini in questione vediamo un abitante di Hyrule, che dovremmo incontrare ad inizio gioco, ed una strana capanna a forma di cavallo, la quale dovrebbe essere un punto di ritrovo per Beedle, il mercante presente in alcuni vecchi titoli di Zelda.

Vi ricordiamo che, oltre al nuovo Zelda, al lancio della Nintendo Switch dovrebbero arrivare anche altri titoli come Just Dance 2017, MarioKart 8: Switch It!, Splatoon CounterAttack, Super Mario RPG: Rabbid’s Invasion, The Elder Scrolls: Skyrim Special Edition.

Continua a leggere:
Nintendo Switch: ecco accessori e prezzi su uno store finlandese
Lista dei giochi confermati (e non)
Tutte le info sulla scheda tecnica (CPU, GPU e RAM)

the legend of zelda breath of the wild

L’articolo Ecco alcune nuove immagini di The Legend of Zelda: Breath of the Wild sembra essere il primo su Gizblog.

Samsung Galaxy X1 e X1 Plus: in arrivo due varianti dello smartphone pieghevole?

Per tutto il 2016 e per questi primi 10 giorni del 2017 si è parlato molto del Samsung Galaxy X, il primo smartphone pieghevole al mondo.

In realtà, secondo le ultime informazioni trapelate su Weibo, la società sudcoreana potrebbe lanciare due modelli di questo terminale: il Samsung Galaxy X1 e il Galaxy X1 Plus.

Samsung Galaxy X1 ed X1 Plus Weibo

Samsung Galaxy X1 ed X1 Plus: due varianti dello smartphone pieghevole in arrivo?

Oltre alla denominazione di entrambi i telefoni, l’insider del social network cinese ha rivelato i presunti codici di modello, ovvero SM-X9000 per il Galaxy X1 e SM-X9050 per l’X1 Plus.

Un’altra informazione rivelata dall’utente di Weibo riguarda la versione di Android pre-installata sui due smartphone pieghevoli targati Samsung. Nello specifico, il Samsung Galaxy X1 sarebbe mosso da Android 6.0.1 Marshmallow mentre il Galaxy X1 Plus da Android 7.1.1 Nougat.

In base alle informazioni trapelate fino ad ora su Internet, il telefono pieghevole della compagnia sudcoreana è conosciuto internamente con il nome in codice Project Valley.

Il terminale potrebbe essere dotato di un display 4K e dare la possibilità all’utente di utilizzarlo in diversi modi. Un recente rumor ha riportato, infine, che il Samsung Galaxy X potrebbe essere ufficializzato nel Q3-Q4 di quest’anno.

Samsung Galaxy X brevetti design

Vi ricordiamo che seguirci è molto semplice: tramite la pagina ufficiale Facebook, tramite il nostro canale notizie Telegram Telegram , il nostro gruppo Telegram Telegramo iscrivendosi alla nostra rivista di Play EdicolaGoogle Play Edicola. Qui potrete trovare le varie notizie da noi riportate sul blog. È possibile, inoltre, commentare, condividere e creare spunti di discussione inerenti l’argomento.


L’articolo Samsung Galaxy X1 e X1 Plus: in arrivo due varianti dello smartphone pieghevole? sembra essere il primo su Gizblog.

Graalphone: smartphone/tablet/mini PC con 8 GB RAM e Windows 10

Presentato al CES 2017, il Graalphone è un nuovo dispositivo 4-in-1 che fonde l’esperienza di un mini PC con quella di uno smartphone e di un tablet.

Pur trattandosi di un concept, seppur fisicamente reale, il funzionamento è molto interessante: ecco tutti i dettagli su scheda tecnicaprezzodata di vendita.

graalphone

Graalphone: smartphone/tablet/mini PC con 8 GB RAM e Windows 10

Come si può intuire già dal nome, l’obiettivo primario del Graalphone è quello di porsi come soluzione per chi è alla ricerca di un prodotto che riesca ad offrire il più ampio raggio di utilizzo. Basato su sistema operativo Windows 10, aprendolo ci troviamo di fronte ad una sorta di mini PC comprensivo di tastiera QWERTY e display da 7 pollici di diagonale con risoluzione HD 1280 x 720 pixel.

Inclinando e ruotando il display in modalità orizzontale il Graalphone diventa a tutti gli effetti un piccolo tablet basato su Android, con tanto di stylus per interagire con il pannello, oltre ad 8/256 GB di memoria interna.

Se ciò non vi bastasse, all’interno della scocca è integrato uno smartphone con display da 5 pollici di diagonale Full HD e processore octa-core, riprendendo in parte il concetto dietro al passato ASUS PadFone. All’interno del tutto troviamo una batteria da 3000 mAh.

Posteriormente, inoltre, troviamo una fotocamera 2D/3D coadiuvata da uno zoom ottico 5X ed un flash allo Xenon, con la quale poter scattare foto stereoscopiche riproducibili dal display del dispositivo.

Stando a quanto affermato dall’azienda, il Graalphone sarà disponibile sul mercato a partire da fine 2017 / inizio 2018 ad un prezzo non ancora confermato ma che potrebbe aggirarsi attorno agli 800/1000 dollari.

graalphone

L’articolo Graalphone: smartphone/tablet/mini PC con 8 GB RAM e Windows 10 sembra essere il primo su Gizblog.

Yahoo non cambierà il proprio nome in “Altaba”

Proprio oggi vi abbiamo riferito della voce, circondata in rete e riportata anche da autorevoli quotidiani, che Yahoo, noto motore di ricerca, avrebbe cambiato il proprio nome in “Altaba” dopo l’acquisizione da parte di Verizon, avvenuta per ben 5 miliardi di dollari.

Stando però alle ultime informazioni, sembrerebbe che a cambiare nome in “Altaba” sarà solo quella parte del portale non venduta a Verizon. Invece è stato confermato che il CEO Marissa Mayer e ben altri 5 membri del consiglio firmeranno le loro dimissioni, anche se la stessa Mayer, con ogni probabilità, dovrebbe continuare ad essere CEO di “Altaba“.

yahoo marissa mayer altaba

Yahoo non cambierà il proprio nome in “Altaba”

Per quanto riguarda Yahoo, che oltre ad essere un motore di ricerca offre servizi di informazione, un servizio di email ed un portale molto completo, verrà integrato nel portale AOL di Verizon.

Non ci resta che aspettare per vedere come, nel futuro, le cose si concretizzeranno o se ci saranno nuovi, inaspettati sviluppi, in quanto Marissa Mayer è intenzionata a a fare parte del futuro di Yahoo, almeno secondo quanto dichiarato dall’ex CEO in un recente post su Tumblr.

L’articolo Yahoo non cambierà il proprio nome in “Altaba” sembra essere il primo su Gizblog.

Enel Open Fiber: arriva l’accordo ufficiale con Huawei

Enel Open Fiber è il progetto, nato a fine 2015, con cui portare la connessione a banda larga su fibra ottica in buona parte dell’Italia (o quasi) entro 5 anni. Per fare ciò, l’ente nazionale ha annunciato un accordo con Huawei.

Tale collaborazione prevede l’utilizzo di alcune delle infrastrutture del colosso asiatico in alcune città italiane. Attualmente l’accordo prevede la città di Perugia ma verrà esteso ad altre 9 città, accelerando il processo di cablaggio.

 

Enel Open Fiber: arriva l’accordo ufficiale con Huawei

Uno dei punti cardine del progetto Enel Open Fiber prevede l’utilizzo della tecnologna FTTH (Fiber to the Home), in grado di supportare velocità di trasmissione fino a 1 Gbps in download e upload.

Uno dei ruoli principali di Huawei sarà quello di monitorare tali infrastrutture, in modo da rendere più rapidi i processi di manutenzione e di controllo di qualità della rete.

Stando a quanto affermato da Enel, le prossime città a rientrare nel piano di cablaggio sono Bari, Cagliari, Catania, Firenze, Genova, Napoli, Padova, Palermo, Perugia e Venezia, il tutto entro il 2019.

Come affermato dalla stessa Enel, l’azienda ricoprirà soltanto il ruolo di “wholesale only“, in quanto i servizi saranno poi gestiti interamente dai vari operatori, fra cui troviamo attualmente Tiscali, Wind Tre e Vodafone.

Connessione in fibra ottica

L’articolo Enel Open Fiber: arriva l’accordo ufficiale con Huawei sembra essere il primo su Gizblog.

LG Display annuncia un pannello da 5.7 pollici Quad HD con rapporto 18:9

Durante un evento tenutosi in Sud Corea, LG Display ha annunciato l’arrivo nel settore mobile di un nuovo pannello da 5.7 pollici. La particolarità di questo nuovo display starebbe nel rapporto d’immagine, settato a 18:9 con una risoluzione Quad HD maggiorata a 2880 x 1440 pixel.

Stando a quanto vociferato, sembrerebbe pressoché certo che questo display venga utilizzato a bordo del prossimo flagship dell’azienda, ovvero l’LG G6.

LG logo

LG Display annuncia un pannello da 5.7 pollici Quad HD con rapporto 18:9

Nello specifico, LG Display ha spiegato come tale pannello possieda una densità di pixel di ben 564 PPI, ponendosi come uno dei display più definitivi del mercato degli smartphone, anche se il record rimane in mano al Sony Xperia Z5 Premium con addirittura 801 PPI.

Visto che lo smartphone integrerà Android 7.0 Nougat, grazie all’ampio rapporto 18:9 sarà maggiormente usufruibile la funzione di split screen attivabile con la nuova release di Google.

Il pannello integra anche la tecnologia inTOUCH, la quale dovrebbe ridurre drasticamente il ritardo fra il tocco sul display e l’effettiva risposta del pannello. Oltre a ciò, i consumi energetici saranno ridotti del 30% e la visibilità all’aperto sarà maggiore.

Per l’occasione, il vice presidente di LG Display Byeong-koo Kim ha affermato: “Ci aspettiamo di massimizzare l’esperienza utente ed il valore per il cliente tramite questo nuovo display ad alta qualità con aspect ratio 18:9, il quale si contraddistingue dai convenzionali display per smartphone. LG Display continuerà a settare nuovi standard nel settore dei display premium, basandosi sulla differenziazione tecnologica.

Continua a leggere:
LG G6: ecco la probabile scheda tecnica

lg g6

L’articolo LG Display annuncia un pannello da 5.7 pollici Quad HD con rapporto 18:9 sembra essere il primo su Gizblog.

Lenovo Moto G5 Plus: un prototipo viene venduto su OLX Romania

Motorola, dopo l’acquisizione da parte di Lenovo, si è dimostrata una società in grado di offrire dei dispositivi davvero interessanti e che si differenziano dal resto degli altri prodotti presenti sul mercato. In base alle ultime informazioni trapelate sul web, l’azienda starebbe lavorando sul nuovo Lenovo Moto G5 Plus.

In particolare, le prime specifiche tecniche e foto reali appartenenti al presunto telefono sono trapelate online, anche se in forma di prototipo. Il particolare interessante, però, è che questa unità di laboratorio sarebbe stata messa in vendita online in Romania.

Lenovo Moto G5 Plus foto leaked

Lenovo Moto G5 Plus: in vendita in Romania un prototipo del telefono

I Moto G4 e G4 Plus sono stati annunciati da Lenovo a maggio 2016, quindi teoricamente dovrebbe passare almeno un anno prima di vedere la quinta generazione di device. Il venditore sul marketplace online OLX Romania sta vendendo il presunto Lenovo Moto G5 Plus con codice di modello XT1685.

Oltre a queste informazioni, il seller ha postato anche una serie di specifiche tecniche con tanto di foto e prezzo, condivise anche su Reddit.

Nelle foto leaked, il terminale presenta la scritta “Proprietà riservata di Motorola, non in vendita” ma il venditore non ha rivelato alcuna informazione su come è riuscito ad avere questo prototipo dello smartphone.

Lenovo Moto G5 Plus foto leaked

Per quanto riguarda le specifiche tecniche, l’annuncio di vendita riporta che il device disporrebbe di un display da 5.5 pollici di diagonale con risoluzione Full HD 1920 × 1080 pixel e mosso da un processore octa-core Qualcomm Snapdragon 625.

Altre caratteristiche rivelate sul prossimo smartphone di Lenovo includono 4 GB di RAM, 32 GB di storage interno, una fotocamera principale da 13 mega-pixel, una frontale da 5 mega-pixel, una batteria da 3080 mAh, un lettore di impronte digitali frontale e il sistema operativo Android 7.0 Nougat pre-installato.

Lenovo Moto G5 Plus foto leaked

Presentazione prevista per il MWC 2017 di Barcellona?

Un’altra informazione rivelata dal venditore rumeno è che il Lenovo Moto G5 Plus potrà essere acquistato ufficialmente a partire da marzo, quindi è attesa una presentazione al Mobile World Congress 2017 di Barcellona, che si terrà verso la fine del mese prossimo.

Infine, OLX Romania propone il dispositivo senza accessori ad un prezzo di 1.650 RON (circa 367 euro). Le foto appartenenti al presunto Lenovo Moto G5 Plus sembrano somigliare a quelle trapelate sul Moto X 2017. È probabile che parliamo di due smartphone diversi ma con un design molto simile.

Ovviamente, è da precisare che la società cinese non ha ancora rivelato, e tantomeno confermato, l’esistenza della nuova generazione di Moto G.

lenovo moto g4 plus
Moto G4 Plus

Vi ricordiamo che seguirci è molto semplice: tramite la pagina ufficiale Facebook, tramite il nostro canale notizie Telegram Telegram , il nostro gruppo Telegram Telegramo iscrivendosi alla nostra rivista di Play EdicolaGoogle Play Edicola. Qui potrete trovare le varie notizie da noi riportate sul blog. È possibile, inoltre, commentare, condividere e creare spunti di discussione inerenti l’argomento.


L’articolo Lenovo Moto G5 Plus: un prototipo viene venduto su OLX Romania sembra essere il primo su Gizblog.

Yahoo diventa Altaba: il CEO Marissa Mayer lascia la compagnia

Dopo varie notizie che facevano presumere ciò, Yahoo ha oggi annunciato la chiusura definitiva dell’azienda, con conseguenti dimissioni da parte del CEO Marissa Mayer.

Come annunciato nelle scorse settimane, i servizi internet dell’azienda sono stati ufficialmente acquisiti da Verizon. Inoltre, ciò che rimane di Yahoo cambierà nome in Altaba.

Yahoo diventa Altaba: il CEO Marissa Mayer lascia la compagnia

Tuttavia, Yahoo non verrà sciolta definitivamente. Infatti, essa è un’azionista abbastanza importante per Alibaba Group Holding (con un 15%) e Yahoo Japan (35.5%): da qui il cambio di nome in Altaba.

 

La nuova azienda farà capo ad un gruppo decisamente ristretto di persone, visto che il consiglio di amministrazione sarà composto da 5 membri: Tor Braham, Eric Brandt, Catherine Friedman, Thomas McInerney e Jeffrey Smith.

Per quanto riguarda Marissa Mayer, si vocifera un suo eventuale ruolo in Verizon per ricoprire parte del suo precedente ruolo in Yahoo.

Verizon acquista yahoo

L’articolo Yahoo diventa Altaba: il CEO Marissa Mayer lascia la compagnia sembra essere il primo su Gizblog.

Le offerte del giorno di Amazon: smartphone e accessori #210

Buongiorno e bentornati al quotidiano appuntamento con le migliori offerte del giorno del noto rivenditore online Amazon, da noi selezionate. 

Come abitualmente accade ogni giorno, andiamo a verificare quelle che sono le offerte, lampo e non, che non potete lasciarvi scappare! Cercando di venire incontro a tutte le possibili esigenze dei nostri utenti, proviamo a mettere insieme le offerte più convenienti di Amazon nell’ambito di smartphone ed accessori tecnologici.

Scopriamo subito le migliori offerte Amazon di oggi!

Nella categoria smartphone e notebook abbiamo selezionato:

Nelle categorie action camera abbiamo selezionato:

Nella categorie caricabatterie e powerbank abbiamo selezionato:

  • AUKEY Quick Charge 3.0 Caricatore per Auto con 2 Porte USB da 34,5W: 8,99 euro
  • AUKEY Quick Charge 3.0 Caricabatterie USB da Muro da 39W con 2 porte USB: 14,39 euro
  • Hiluckey Caricabatteria Solare 10.000 mAh: 15,99 euro
  • TeckNet Batteria Esterna 10.000 mAh: 13,59 euro
  • AUKEY Caricabatterie Portatile Solare 12.000 mAh: 18,99 euro
  • AUKEY USB-C Caricabatterie USB da Muro con 6 porte USB (di cui 2 porte USB Type-C): 23,99 euro
  • Tevina Caricabatterie Wireless: 19,19 euro
  • GRDE 25.000 mAh Powerbank: 22,09 euro

Nella categorie audio abbiamo selezionato:

Nella categorie periferiche e altri accessori abbiamo selezionato:

  • Netgear PL1000-100PES Kit Powerline AV1000, 2 Porte Gigabit: 39,49 euro
  • 3M EM500GPS Mouse Ergonomico: 54,59 euro
  • Bose Solo 15 TV Serie II Sistema Audio: 349,95 euro
  • Sony KD-43X8305C Televisore 4K Ultra HD Android 43″: 699,99 euro
  • SEGURO HD 1280 x 720P Camera WIFI videosorveglianza: 52,79 euro
  • Anker Cavo Micro USB In Nylon da 3 metri: 7,99 euro
  • Anker Mouse Verticale Premium Wireless: 17,99 euro
  • Redragon MAYA K550 Tastiera da gioco meccanica: 63,99 euro
  • SEGURO BT-4 PRO Trasmettitore e Ricevitore 2-in-1: 25,39 euro
  • TecTecTec SPRO1 HD Telecamera di Sorveglianza WiFi: 39,99 euro
  • Camel Charger Cover/Batteria per iPhone 7 Plus da 3800 mAh: 36 euro
  • AUKEY Occhiali 3D: 18,99 euro
  • HooToo Flash Drive USB 3.0 64 GB con Connettore Lightning: 42,49 euro
  • Vantrue Dash Cam per auto Ultra HD: 79,99 euro
  • KLIM Swift Sistema di raffreddamento per PC portatile: 23,92 euro
  • AUKEY Hub con 4 Porte USB 3.0 in Alluminio: 11,99 euro
  • AUKEY Obiettivo Clip-On 10X per smartphone: 12,99 euro
  • Withings Body Cardio Bilancia Connessa: 147,59 euro
  • Parrot Bebop 2 FPV Drone: 499 euro
  • HP OfficeJet 4650 Stampante Ink All-in-One: 47,99 euro
  • TP-Link TL-WA850RE Range Extender Universale: 18,90 euro

Vi ricordiamo che alcune di queste offerte, dove indicato nel link, sono coperte dal programma Amazon Prime, il che vuol dire che se siete iscritti al programma, potrete approfittare delle spedizioni gratuite ed anche della spedizione 1 giorno! Vi facciamo presente, inoltre, che molte di queste offerte sono Offerte Lampo, il che vuol dire che avrete circa 10 ore per poter usufruire dello sconto!

Cosa ve ne pare di queste diverse offerte Amazon? Avete trovato quella giusta che fa per voi?

Logo Amazon

Seguire tutte le offerte proposte da GizDeals è molto semplice: tramite la pagina ufficiale Facebook o tramite il nostro canale notizie Telegram Telegram. Qui potrete trovare tutte le offerte presenti sui nostri blog GizChina.it e GizBlog.it.


Iscriviti al nostro canale Telegram GizDeals per ricevere offerte, sconti e promozioni in tempo reale!
CLICCA QUI

L’articolo Le offerte del giorno di Amazon: smartphone e accessori #210 sembra essere il primo su Gizblog.